Il Festival nazionale "Fin da piccoli 2017" fa tappa in Sicilia, a Canicattini Bagni

Locandina_programma_Festival_Canicattini_Bagni.png

Canicattini (Sr) – Si è tenuto il 21 settembre il convegno “Fin da Piccoli: le seconde lingue nei primi anni di vita”, presso la Sala Agenzia di Sviluppo degli Iblei nel comune di Canicattini Bagni, coordinato dalla Biblioteca comunale “G. Agnello” e promosso dall’impresa sociale Passwork in collaborazione con l’Associazione “Leggimi una storia” e il patrocinio di Nati per Leggere Sicilia.  L’appuntamento si inserisce nell’ambito della terza edizione del Festival nazionale “Fin da piccoli 2017”, promosso dal Centro della Salute di Trieste, al quale ha aderito l’Amministrazione comunale di Canicattini Bagni attraverso la Biblioteca diretta dalla Dottoressa Paola Cappè, e accende i riflettori sulla conoscenza e diffusione delle seconde lingue nei primi anni di vita in un Paese ricco di dialetti e idiomi locali, ma in quest’ultimi anni, soprattutto in Sicilia, anche di stranieri migranti, per cui la lingua italiana diventa seconda lingua.

Obiettivo dell’incontro è stato quello di promuovere il libro come strumento di educazione all’intercultura e all’apprendimento linguistico. A questo fine, sono stati avviati un insieme di attività rivolte a bambini dai 0 ai 3 anni, sia di famiglie del territorio che di famiglie migranti. Tra le attività in programma anche quattro laboratori, di cui uno si è tenuto il 21 settembre e gli altri sono previsti per oggi, il 26 e 27 settembre,nei locali della Biblioteca Comunale in via XX Settembre. È stato dato spazio a esperti dell’infanzia di discutere di tematiche sempre più strutturali che afferiscono l’area educativa, sanitaria, nonché di politiche sociali. Sono stati chiamati ad intervenire Sebino Scaglione, Presidente Passwork, Paola Cappè, Responsabile Biblioteca “G. Agnello” e Vice presidente Ass. “Leggimi una storia”, Franco Sciuto, Neuropsichiatra infantile Asp Siracusa, Antonella Provenzano, Referente Centro per la Salute del Bambino onlus, Giuseppe Cannella, Psichiatra 3e psicoterapeuta della Gestalt, Licia Guastella, Dirigente Assessorato Regione Sicilia alla Famiglia, Luisa Chiarandà, Esperta nei processi di formazione.

© riproduzione riservata