San Martino Puppet Fest a Siracusa

SIRACUSA - Si è tenuta oggi, 29 ottobre, alla presenza del Sindaco di Siracusa Francesco Italia, dell’assessore alle “Bellezze” di Siracusa, la conferenza stampa indetta dal Teatro dei Pupi di Siracusa per la presentazione dell’evento “San Martino Puppet Fest”. L’idea di un festival che unisse la tradizione pupara, alle maestranze di tutta Italia e non solo, è nei progetti dei fratelli Mauceri da più di tre anni. 

Dopo la fondazione, nel 1999, dell’attuale associazione “La compagnia dei pupari Vaccaro-Mauceri” e alcuni anni di inattività, la tradizione pupara Siracusa ha vissuto un momento di rinascita con la creazione del Museo dei pupi, in via della Giudecca nel cuore di Ortigia, e del Teatro Alfeo, nuovo baluardo dell’attività pupara e non solo. La fondazione del Teatro Alfeo nasce dalla volontà dei f.lli Mauceri di Sare alla città una tradizione pupara e teatrale allo stesso tempo. Uno spazio culturale per Siracusa, che unisca al suo interno diverse attività culturali, per divenire uno spazio aperto ai cittadini. Sarà proprio quest’ultimo, infatti, a fare da contenitore al prossimo evento organizzato dall’associazione: un grande festival che celebri l’arte marionettistica, siracusana ed internazionale, unita a quello che oggi è definito teatro di figura. 

L’evento si svolgerà dall’1 all’11 novembre 2018 a Siracusa e coinvolgerà cittadini e turisti in un periodo dell’anno nel quale, di solito, il turismo nella nostra città riceve una battuta d’arresto. I f.lli Mauceri propongono due settimane di attività, sotto la direzione scientifica del maestro Albert Bagno, burattinaio e ricercatore, e in collaborazione con il Comune di Siracusa, durante le quali si alterneranno sfilate, spettacoli di teatro di figura, visite guidate e molto altro. I momenti più alti del festival saranno la prima e l’ultima giornata, durante le quali si svolgeranno, rispettivamente, una parata che coinvolgerà il centro storico della città e uno spettacolo di arti di strada e musica medievale per festeggiare S. Martino a chiusura del festival. Il mese di novembre diventa quindi il mese dedicato al Teatro di figura e d’immagine. Il festival lega le due festività cristiane che caratterizzano lo, ovvero la “festa dei morti” e la “festa di San Martino”, Santo a cui il festival è dedicato per la sua connotazione sia sociale che culturale.

Giovedì 1 novembre si terrà la parata d’apertura, che dalle ore 15.00 partirà dal Foro Siracusano, presso i Villini, che sarà anche sede del mercatino organizzato per la festività dei morti. Il serpentone di pupi, burattini e marionette invaderà le strade del centro storico siracusano, accompagnato dalla Banda Municipale di Siracusa e dallo spettacolo itinerante della Compagnia degli Sbuffi. Mentre, domenica 11 novembre, si svolgerà la serata di chiusura presso il Teatro Alfeo, dalle ore 17.00 in poi, con numeri di giocolerai, saltimbanchi e musica medievale. 

44675106_1228850587288618_3931483968926384128_n.jpg

Nei primi 10 mesi di attività nell’anno 2018, tra Museo dei pupi e Teatro Alfeo, si sono registrati circa 20.000 ingressi, divisi tra cittadini e turisti. Numeri importanti, considerando la recente apertura delle due strutture. Contestualmente, il teatro ospiterà anche l’edizione 2018 del Festival della filosofia in Magna Grecia, che si terrà a Siracusa dal 7 al 10 novembre, ed ospiterà studenti provenienti da tutta Italia. 

Ha affermato l’assessore Granata: “Noi vogliamo che questo festival sia una prima edizione, di modo da portare avanti un investimento a lungo termine da parte del Comune di Siracusa e non solo, al fine di rivalutare e promuovere un’arte antica, fatta di storia, leggenda e poesia”.

I pupi siciliani e il teatro delle marionette thailandesi sono patrimonio UNESCO dal 2001, ed entrambi sono presenti all’interno dell’esposizione del Museo dei pupi di Siracusa, che vi aspetterà durante il festival con visite guidate e speciali appuntamenti. Il museo dei pupi nato in via della Giudecca a pochi passi dal Teatro dei pupi, arricchisce l’offerta culturale cittadina e offre uno spaccato di storia aretusea. Inserito in un contesto di pregio quale il palazzo Midiri-Cardona,  la collezione, attraverso l’esposizione di pupi, marionette, oggetti di scena e materiale scenografico, ripercorre i punti salienti della storia dei f.lli Vaccaro, storici pupari siracusani.


L’invito a partecipare è aperto a tutti i cittadini e alle scuole, di modo che sia i grandi che i più piccoli possano riscoprire le tradizioni della nostra terra, proiettate verso il futuro. A tal proposito va sottolineata un’iniziativa benefica, parallela al festival, che grazie all’ausilio e al contributo della Caritas Diocesana di Siracusa, vedrà il coinvolgimento di alcune famiglie meno abbienti della città, le quali avranno la possibilità di prendere parte al festival in maniera del tutto gratuita. 

Trovate il programma al seguente link:

http://www.teatroalfeo.it/puppet-fest/novembre-puppet-fest/?fbclid=IwAR0N1b4CX47YhDQ-ZScVS1qdBo-idZjXdmKEQyHxhK2gc-NacnDvpd6RLAE 


Costi:

  • Ingresso agli spettacoli € 5

  • Partecipazione ai laboratori creativi* € 2

  • Partecipazione alle letture animate € 4

  • Partecipazione alle visite guidate al museo dei Pupi € 3

  • Partecipazione alle visite guidate al laboratorio € 2

  • Abbonamento a tutte le attività in programma: € 50. 


Info e prenotazioni: 0931 465540

*I laboratori creativi, rivolti a bambini e genitori, sono a numero chiuso per un massimo di 20 partecipanti ad incontro. Prenotazioni al 0931 465540





Francesca Brancato

© riproduzione riservata