Alberto Angela in Sicilia per raccontare il Barocco

PompeiAlbertoAngela-730x438.jpg

Ultimamente lo abbiamo visto in televisione a raccontarci di una Pompei nascosta al pubblico, più umana, poi le meraviglie della Cappella Sistina, adesso Alberto Angela porta il suo programma “Meraviglie: la Penisola dei Tesori” in Sicilia, e precisamente a Noto, capitale mondiale del Barocco.

Angela ed il suo team saranno infatti impegnati in tre giorni di riprese alle prese con le bellezze architettoniche del Val di Noto, riconosciute dall’Unesco come Patrimonio Mondiale dell’Umanità nel 2002. Il materiale girato, verrà poi trasmesso in una delle nuove puntate del documentario che andrà in onda su Rai Uno. Angela e la sua troupe arriveranno nel Val di Noto per raccontare l’unicità del Barocco siciliano, concentrandosi soprattutto su Noto e poi Modica, Scicli ed infine Ragusa.

Secondo il programma divulgato, lunedì 14 gennaio verranno effettuate le riprese aree sul monte Alveria e sui ruderi della vecchia Netum, ovvero Noto antica, città distrutta dal terremoto del 1693. Municipium sotto il dominio dei Romani, capovalle dalla dominazione araba in poi e fregiata del titolo di Civitas ingegnosa da Ferdinando il Cattolico, fu anche patria di molti elementi di spicco fra il XIV e il XVI secolo, nonché uno dei principali centri culturali, militari ed economici della Sicilia sud-orientale. Poi l’attenzione verrà spostata anche sui centri storici di Noto, Modica e Scicli, che formano il cosiddetto “triangolo del Barocco”.

Basilica_Cattedrale_San_Nicoló-Noto.JPG

Martedì 15 gennaio, invece, sono previste alcune riprese aree con l’utilizzo dei droni a Noto Antica ma anche sopra la Cattedrale di San Nicolò a Noto. Nel pomeriggio dello stesso giorno, invece, la troupe si sposterà presso Palazzo Nicolaci.

Mercoledì 16 gennaio, infine, i lavori si svolgeranno dentro la Chiesa di Santa Chiara, progettata da Rosario Gagliardi intorno al 1730, la cui pianta centrale è di forma ellittica, sul modello delle chiese ellittiche romane edificate tra Cinquecento e Seicento, e sulle scalinate della Cattedrale di san Nicolò e la sua celebre scalinata, situata sul lato nord di Piazza Municipio (area domus-ecclesiae), che verranno riprese da Palazzo Ducezio, oggi sede del Municipio netino.

La Film Commission del Comune di Noto, istituita nel 2015 dal sindaco Corrado Bonfanti e coordinata dal prof. Corrado Di Lorenzo, è già all’opera per agevolare il lavoro del documentarista e della sua troupe, accogliendo, prima di Natale, regista e produzione per un sopralluogo generale che è servito a stilare il programma di massima delle riprese da effettuare.

In occasione delle riprese per la trasmissione, inoltre, lo scrittore, autore e giornalista giovedì 17 gennaio terrà un incontro firmacopie, con accesso regolato e limitato a quanti possiedono il libro “Cleopatra, la regina che sfidò Roma e conquistò l’eternità”, che si svolgerà dalle 17.30 alle 19.30 presso il Liceo Classico “Galilei Campailla” di Modica,  su iniziativa della locale Libreria Mondadori.

Ancora una volta il nostro splendido territorio sarà sotto i riflettori, per raccontare una storia lunga secoli, ricca ed in continua evoluzione.



Francesca Brancato

©riproduzione riservata