Visibilis: la Massoneria va in mostra

A Palermo, lunedì 20 Marzo 2017 alle ore 17:00, giorno dell’Equinozio di Primavera, i massoni si sono svelati. Nel corso di una cerimonia pubblica con tanto di buffet, in pieno centro, si è svolta alla Mondadori di Via Ruggero Settimo, aperta a chiunque, la mostra che ha reso pubbliche le grandi e illustri personalità del Grande Oriente. Inedito e sorprendente progetto ideato dal noto critico d'arte Paolo Battaglia La Terra Borgese, Visibilis è la prima mostra/convegno sulla libera muratoria, stupenda idea rivelatoria che è sfociata anche in un libro edito da Bonanno.

Critico d'arte, Paolo Battaglia La Terra Borgese (Piazza Armerina, 28 luglio 1960) è scrittore e saggista; cura libri, recensioni, quotazioni ufficiali, acquisizioni di opere d’arte nel patrimonio artistico di enti pubblici, pubblicazioni su quotidiani on line, bibliografie, mostre in enti pubblici e privati; cavaliere ad honorem del Supremo Ordine dell’Antico e Rigenerato Rito Templare – Supremo Gran Consiglio del 9° Grado Cathedrale e fondatore nel 2011 di Premio Arte Pentafoglio, orientato ad insignire annualmente Capi di Stato e di Governo, vertici delle Istituzioni Civili e Militari, Artisti, Letterati e Scienziati di chiara fama, illustri operatori commerciali ed economici, alti prelati e comuni cittadini che si sono impegnati nel volontariato in difesa dei diritti umani, della legalità e della pace.

Hanno aderito all’evento il GOI – Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani; O.S.M.T.H – Gran Priorato d’Italia membro consultivo del Comitato Economico e Sociale dell’ONU, Accademia Templare, Premio Arte Pentafoglio, Mondadori, Edizioni Bonanno e Guardia Marina Nazionale. Tra dipinti, sculture, gioielli d’arte e poesie a tema, illustri relatori hanno spiegato la Massoneria nel suo vero significato universale.

Ecco un excursus sinottico sulla morale massonica tratto dalla mostra convegno. La Massoneria è una delle più antiche e secolari società di uomini che hanno cari i valori morali e spirituali. L'essenziale qualificazione per essere ammessi è quella di credere nell'Essere Supremo, in Dio, senza discriminazioni per il credo religioso professato, altresì è necessario essere uomini di buona reputazione e di carattere amichevole. La Massoneria ha tre grandi princìpi: Amore fraterno, Carità e Verità. Ogni Massone dimostra tolleranza e rispetto nei confronti delle opinioni altrui e si comporta con cortesia e comprensione verso i propri simili. Questo procedimento è lo sgrossamento della pietra grezza, inteso come il miglioramento del proprio Io, attraverso i lavori rituali; come il divulgare il pensiero positivo finalizzando tale attività al miglioramento dello stato di condivisione dei princìpi morali, etici e di fratellanza, ponendo avanti al proprio Io quello dell'intera umanità, al fine di poter essere valore aggiunto nella crescita spirituale; come espandere i princìpi di fratellanza attraverso l'insegnamento iniziatico. La Massoneria persegue i principi di amore fraterno, soccorso e verità e nei suoi rituali vengono impartite lezioni di morale. I seguenti sono i principi fondamentali condivisi da tutta l'organizzazione: riconoscimento di un ente creatore denominato Grande Architetto dell'Universo (GADU); nessun limite alla ricerca della verità; la fratellanza è aperta a tutti gli uomini di ogni nazione, razza e credenza; la lotta contro l'ignoranza in ogni sua forma.

L’obiettivo era svelare in pubblico l'azione storica e concreta della Massoneria nei confronti dei manicomi in Italia, del diritto di voto delle donne, dell’abolizione della schiavitù ed anche il merito della stessa nella storia risorgimentale e repubblicana del nostro Paese, perchè la Massoneria annovera i più grandi uomini della Terra e il loro impegno è diretto a soccorrere il prossimo. L’apprendimento delle basi morali che sono della Libera Muratoria, dei Simboli massonici e dei lavori filantropici del Grande Oriente d’Italia Palazzo Giustiniani, sono infatti diretti a sostenere il prossimo. Spiega il critico Paolo Battaglia La Terra Borgese: “I Massoni hanno partecipato per motivare i giovani alla ricerca storica e scientifica di tutto lo scibile massonico". Il giorno dell' inaugurazione la sicurezza è stata garantita dalle Pattuglie della Guardia Marina Nazionale. Al termine dell’inaugurazione il buffet è stato curato da La Casa di Evita. Le opere sono di Valeria Blandi, Lidia Bobbone, Elio Corrao, Salvo Gennaro, Irene Graziano, Antonino Scarlata, Zeudi Termini e Vanessa Pia Turco.

Melinda Miceli