L’olio di cocco e i suoi benefici

Tra le sostanze alleate che la natura ci dona, vi è l’olio di cocco, ottenuto dalla polpa essiccata della noce di cocco e le cui proprietà sono note da parecchio tempo alle popolazioni delle zone tropicali. Nonostante la campagna denigratoria di anni fa in nazioni come il Canada e gli Stati Uniti,  sostenuta da aziende produttrici di olio di mais e di soia, considerandolo dannoso per la presenza di grassi saturi, parecchi studi successivi hanno confermato i numerosi benefici di questo olio, sia dal punto di vista della salute che della bellezza. Ve ne sono in commercio di 2 tipi: quello puro, naturale al 100%, che non ha subito alcun tipo di intervento artificiale di raffinazione (pastorizzazione, idrogenazione o altro) e che quindi mantiene il profumo e il sapore del cocco inalterato, più adatto a uso cosmetico, per massaggi e per usi medicinali. L’olio di cocco raffinato, invece, ricavato dalla polpa della noce di cocco essiccata e trattata con determinati procedimenti industriali, perde il suo gusto e profumo caratteristico, insieme ad alcuni componenti come proteine, ma non gli acidi grassi. È ricco di acido laurico e ciò andrebbe a compensare la presenza dei grassi precedentemente tanto incriminati. 

Uso Interno: Scegli l’olio di cocco biologico possibilmente vergine, che può essere usato per cucinare a elevate temperature e fare fritture. Ottimo anche come condimento a crudo. Ha proprietà antivirali, antibatteriche, antifungine e antimicrobiche grazie all’acido laurico (quindi contribuisce a combattere malattie come herpes, influenza, citomegalovirus, gonorrea ed è particolarmente efficace contro la candida); rafforza le difese immunitarie; aiuta a controllare gli zuccheri nel sangue e migliora la secrezione dell’insulina; permette di controllare il livello di colesterolo nel sangue e la pressione arteriosa, per cui previene l’aterosclerosi. Inoltre uno studio condotto nel 2009 ha dimostrato che il consumo di 2 cucchiai al giorno di questo olio permette di controllare il peso e favorire l’eliminazione del grasso addominale (solitamente difficile da smaltire anche per chi segue diete dimagranti). Non male, no?

Uso Esterno: ottimo per denti, pelle e capelli, è efficace contro l’acne, dermatiti, cheratosi, eczemi e rosacea; se applicato dopo il bagno o la doccia rende la pelle morbida e la idrata, essendo ricco di vitamina E. Inoltre si può utilizzare come struccante.

Se volete capelli splendenti e setosi, applicate l’olio di cocco sui capelli dopo aver fatto sciogliere la quantità necessaria con un po’ di calore (meglio evitare il microonde): vedrete che ne facilita la crescita, dà nutrimento ai capelli danneggiati e li protegge dagli agenti esterni. Il modo migliore di applicarlo sui capelli è di massaggiarlo e poilasciarlo in posa, possibilmente per qualche ora. 

Per quanto riguarda i denti, puoi metterne un po’ sullo spazzolino al posto del normale dentifricio; altrimenti prova a fare deglisciacqui con 2 cucchiai di olio di cocco (come se fosse un colluttorio) per almeno 5 minuti. Quindi sputa. Il momento ideale per l’oil polling (così si chiama), è la mattina, prima della colazione.

Alessandra Leone

 

/
Print Friendly and PDF