Filtering by: catania
Catania: Gli Impressionisti a Catania
Oct
20
to Apr 21

Catania: Gli Impressionisti a Catania

  • Palazzo della Cultura Catania (map)
  • Google Calendar ICS

Mostra 'Gli Impressionisti a Catania' dal 20 ottobre 2018 al 21 aprile 2019
„Dal 20 ottobre 2018 al 21 aprile 2019 appuntamento a Catania, al Palazzo della Cultura, con la mostra dedicata agli 'Impressionisti'. Saranno in scena le opere, tra gli altri, di Delacroix, Degas, Cezanne, Manet, Gauguin, Millet, Renoir. “

View Event →
Catania: mostra "FUTURA" di Lorenzo Pacini
Mar
2
to Apr 6

Catania: mostra "FUTURA" di Lorenzo Pacini

  • Koart - Unconventional Place (map)
  • Google Calendar ICS

Futura | Lorenzo Pacini
a cura di Aurelia Nicolosi

inaugurazione 02 marzo 2019 ore 19.00
KōArt – Unconventional Place, via San Michele, 28 - Catania
02 marzo – 6 aprile 2019


Il prossimo 2 marzo alle ore 19.00, presso la galleria KōArt unconventional place di Catania, s’inaugura, Futura, mostra personale del toscano Lorenzo Pacini a cura di Aurelia Nicolosi. Artista eclettico, poliedrico e originale, Pacini, vive e lavora a Firenze, sua città natale da cui assorbe la bellezza, la tradizione, l’arte, il profumo dei fiori, il dolce stil novo. Stimoli che filtra e che ritornano nelle sue opere come urgenza espressiva suggerita da gesti, momenti, attimi di quotidianità, azioni anonime, magari già morte, perché semplicemente accadute, passate, e poi ritrovate nei suoi lavori.

Lorenzo Pacini è un “operaio della fabbrica del dissenso” che idea e realizza opere pittoriche, scultoree e installazioni che ribaltano il sentire comune dell’immaginario collettivo attraverso accostamenti originali, dissacranti e alle volte distopici. Si pensi ai sui lavori in cui vi sono: aerei che roteano nell’aria per finire distrutti dalle loro stesse bombe; ancore improbabili, immaginate per garantire approdi sicuri; campi di calcio dove ‘soldatini’, pronti alla battaglia, sostituiscono i giocatori in movimento; greggi di pecore dirette verso un centro effimero, quasi inesistente.

«I titoli, che accompagnano ciascun lavoro, - spiega la stessa curatrice, Aurelia Nicolosi - sono essi stessi opere, taglienti come lame, icastiche come epitaffi scolpiti sulla pietra. Sembrerebbero “incantesimi” provenienti da un remoto passato, a voler utilizzare le riflessioni dello psicoanalista Freud, ma il loro potere magico scavalca il tempo per predire un futuro ormai prossimo: sono analisi spietate della società contemporanea in cui guerre inutili, finti approdi e false opinioni scandiscono la quotidiana sopravvivenza. Intervallo, Venti contrari, Ancora, Akeldamà, e, soprattutto, Futura sono vocaboli, lemmi, termini, voci, frasi, che viaggiano su un doppio binario, ironico ed evocativo, per provocare lo spettatore fino allo straniamento. Il linguista e filosofo, Noam Chomsky, scriveva che nella fabbrica del consenso, si stimola il pubblico a essere favorevole alla mediocrità. Lorenzo, invece, fabbrica il dissenso per costringere alla riflessione e suscitare indignazione nei confronti di una «società di pecore, destinata nel tempo a dare origine a un governo di lupi», per citare il filosofo Bertrand de Jouvenel».

Pacini gioca sapientemente con il segno, le immagini, i colori e le parole, creando un tessuto di rimandi reali e immaginari di una forza e una potenza inaspettate. Tutto sembrerebbe un piacevole divertimento “artistico” ma, in sostanza non lo è. La sua ricerca artistica vuole essere una denuncia, una dichiarazione d’intenti, un manifesto del dissenso e una rivendicazione della Verità.
---
Lorenzo Pacini
Vive e lavora a Firenze, dove è nato. Dalla sua città assorbe la bellezza, la tradizione, l’arte, il profumo dei fiori, il dolce stil novo. Stimoli filtrati e decantati nel tempo che ritornano nelle sue opere come urgenza espressiva suggerita da gesti, momenti, attimi di quotidianità, azioni anonime, magari già morte, perché semplicemente accadute, passate, e poi ritrovate nei suoi lavori.
E allora percorrere una strada in salita diventa l’equilibrio anomalo e perfetto dell’acqua in un bicchiere poggiato su un tavolo inclinato, un’altalena che dondola e si ferma immobile nella magia del suo punto più alto, una notte stellata che diventa una dolce galera, e poi un vecchio per la strada con in mano un ferro da stiro, un morso a una mela, il disegno di un bambino, una radiografia, una vecchia foto, un pettirosso che ti spia… Tutto si colora di un senso diverso e diventa benzina per i suoi lavori.
In ogni piccola cosa che accade si può trovare nuova e inaspettata dignità, un significato ulteriore e profondo a corrodere lo scorrere altrimenti inutile della vita.
Mentre il mondo si muove apparentemente senza poesia, Pacini la trova.
Ed è solo un osservatore semplice, mai neutro però, mai rumoroso però, mai stanco però.
Ha esposto a Firenze, Milano, Vimercate, Chiusa, Catania, Bratislava, Budapest, Berlino, Parigi.

KōArt: unconventional place
Non solo galleria ma spazio creativo che dialoga con il cuore pulsante di Catania e con i nuovi scenari dell’arte contemporanea. Nata nel 2014 in via San Michele per iniziativa della storica dell’arte Aurelia Nicolosi, la Galleria KōArt accoglie nuove generazioni di artisti che si muovono in prima linea sulla scena nazionale e internazionale. Grazie alla preziosa collaborazione del comitato di Centrocontemporaneo e delle Associazioni San Michele Art Power e Fund4art Firenze, sono state numerose le mostre di qualità che hanno determinato il successo di un’iniziativa forte e coraggiosa, volta al recupero di una bellezza superiore al puro piacere estetico.
Le opere proposte dalla Galleria KōArt spaziano dal figurativo al concettuale con un occhio attento alle ultime tendenze nel campo del design e della fotografia. Il curriculum dell’artista non è l’unico criterio adottato per la selezione dei lavori esposti: creatività, raffinatezza tecnica e originalità della ricerca giocano un ruolo fondamentale per costruire un buon portfolio e accedere a importanti progetti. Senza tali elementi, infatti, la galleria non sarebbe stata selezionata per mostre importanti all’interno dell’Expo Milano 2015, del circuito di I-ART, il polo diffuso per le identità e l’arte contemporanea in Sicilia, e la biennale MANIFESTA 12 PALERMO.
Un’aria internazionale si respira, quindi, all’interno della Galleria KōArt che sembra ricordare le architetture di Soho e Chelsea, quartieri cool della città di New York, aperti alle nuove tendenze creative: il candore delle pareti stempera i toni scuri del pavimento in un gioco di rimandi, che rendono l’ambiente un perfetto incubatore di idee. La luce, curata dalla designer Marzia Paladino (Ladyled), costituisce un punto di forza essenziale per valorizzare le tele e le sculture, rendendo l’allestimento unico e innovativo, in linea con gli orientamenti di ultima generazione che sfruttano la tecnologia a led.

Scheda dell’evento
Titolo Futura | Lorenzo Pacini
a cura di Aurelia Nicolosi
Sede KōArt – unconventional place
via San Michele, 28 - Catania
Date 02 marzo – 06 aprile 2019
Ingresso Libero

Orari
La mostra è visitabile dal lunedì al sabato, dalle 16,30 alle 20,30.
Domenica su appuntamento, telefonando
al numero + 39 3391190585.
Informazioni KōArt – unconventional place
via San Michele 28 Catania
www.galleriakoart.com
+39 3397179005
aurelianicolosi@gmail.com
info@galleriakoart.com

Ufficio Stampa:
Valentina Barbagallo
349 84 71 800

In collaborazione con l'Associazione San Michele Art Power

View Event →
Catania: visita al Pozzo di Gammazita
Mar
12
to Mar 24

Catania: visita al Pozzo di Gammazita

pozzo di gammazita

L'associazione Gammazita, in collaborazione con la compagnia teatrale Malerba, vi invita agli appuntamenti con la Catania Leggendaria, dedicati alla scoperta della Catania Medioevale e della Leggenda di Gammazita.

📅 Domenica 10 Marzo ore 12:00

📅 Domenica 24 Marzo ore 12:00

Appuntamento e raduno davanti la sede dell'Associazione Culturale Gammazita (Piazza Federico di Svevia, 92-93 #Catania).
Ogni visita dura 40 minuti circa, non è necessaria la prenotazione ed è gratuita.

Il Pozzo di Gammazita è un bene culturale del XII secolo, inaccessibile da decenni, a cui è legata l'omonima leggenda.
Per secoli è stato uno dei luoghi simbolo della città, da molto tempo è stato lasciato all'incuria e all'abbandono.
Da cinque anni i volontari e gli attivisti dell'associazione "Gammazita" si impegnano affinché il Pozzo possa ritornare ad essere un "bene comune" dei catanesi, organizzando passeggiate, incontri ed iniziative culturali tese alla valorizzazione e alla promozione del bene culturale custode della memoria storica cittadina.

www.gammazita.it

View Event →

Catania: XX - musica, danza, fotografia - arti performative - Zō
Mar
7
to Mar 9

Catania: XX - musica, danza, fotografia - arti performative - Zō

  • ZO Centro Culture Contemporanee (map)
  • Google Calendar ICS

XX - Musica Danza Fotografia Arti Performative

• 7/8/9 marzo dalle 18.00 : Istallazione multimediale "Harcèlement de rue"
• 7 marzo alle 21.00 : concerto Partiture ⎥Isabella Libra e Daniela Orlando "To play two too"
• 8 marzo alle 18.00 : performance "Harcèlement de rue"
• 8 marzo alle 21.00 : spettacolo AltreScene - rassegna di creazioni contemporanee ⎥Sabrina Vicari e Federica Aloisio "EOIKA"
• 9 marzo alle 21.00 : concerto Raizes - World Music Fest⎥ Matilde Politi e Simona Di Gregorio

Istallazione multimediale e performance "Harcèlement de rue" - 8 marzo alle 18.00 - Ingresso gratuito

Idea e realizzazione : Juliette Fagot
Dal progetto fotografico "Anàstasis" : Anthea Ipsale
Allestimento e performance di Zo Young Reviews : Cristina Cutuli, Anthea Ipsale, Gaetano Libranti, Emanuele Miceli, Giò Nicotra

Concerto Partiture di Isabella Libra e Daniela Orlando "To play two too" - 7 marzo alle 21.00

Nel programma delle due artiste, la musica e l'immagine declinano le loro potenzialità fecondandosi vicendevolmente. Il video, l'illustrazione e la performance incontrano la musica classica e contemporanea, generando trame fitte di stimoli sensoriali audiovisivi.
All'interno del programma, l'esecuzione di una partitura sperimentale, nata dalla collaborazione con il compositore Giovanni Arena: "Partit/ura a carte", propone un gioco musicale che utilizza un mazzo di 32 carte-spartito con cui i musicisti sono invitati ad improvvisare sulla base delle carte ricevute dal mazziere e delle sue indicazioni di conduzione.
Le carte da gioco sono realizzate dall'artista Cinzia Ruggieri.

☞ Evento Facebook : https://www.facebook.com/events/2036074190020511/

Spettacolo AltreScene - rassegna di creazioni contemporanee di Sabrina Vicari e Federica Aloisio "EOIKA" - 8 marzo alle 21.00

EOIKA (dal verbo greco ἔοικα - sono simile, sembra che io) pone il focus sull'illusione della visione, la realtà appare distorta, paradossalmente surreale. Due corpi che giocano a camuffarsi capovolgendo l'abituale percezione della realtà, innescando un incessante, forse vizioso, cortocircuito identitario.

☞ Evento Facebook : https://www.facebook.com/events/2213540555634285/

Concerto Raizes - World Music Fest di Matilde Politi e Simona Di Gregorio - 9 marzo alle 21.00

Riprendere i canti popolari vuol dire andare a cercare la relazione tra musica e luogo e cultura, ritrovare frammenti, echi delle voci di quella gente che cantava, tracce di questa geografia perduta. La tradizione musicale siciliana è diventata un repertorio scritto e fertile dal momento in cui si è smesso di lavorare cantando, viaggiare cantando, nascere e sposarsi cantando. Il repertorio che Matilde Politi (voce, fisarmonica, tamburello, marranzano) e Simona Di Gregorio (voce, chitarra, organetto, tamburello, marranzano) presentano, integra brani dalla tradizione orale, che nella loro varietà ritmica ed espressiva rispecchiano l'impasto culturale in una terra multietnica come la Sicilia.

☞ Evento Facebook : https://www.facebook.com/events/612275355884962/

Info e prenotazioni : info@zoculture.it
☎ 347 4826940

View Event →
Catania: La grande migrazione siciliana in America
Mar
1
5:30 PM17:30

Catania: La grande migrazione siciliana in America

la grande migrazione siciliana in america.jpg

Evento culturale che, attraverso documentari e relazioni, individuano il contesto storico della grande emigrazione siciliana in America e ne trattano la tematica .
Infine, a concludere l'evento, una rappresentazione teatrale in dialetto Galloitalico "A Mereca", tratta dall'omonima poesia del noto poeta nicosiano "Carmelo La Giglia".

View Event →
Catania: Conferenza "I Ciclopi I Lestrigoni - Il Mito, la storia"
Mar
1
4:00 PM16:00

Catania: Conferenza "I Ciclopi I Lestrigoni - Il Mito, la storia"

i ciclopi i lestrigoni.jpg

Convegno multidisciplinare sul Mito dei Giganti:

"I CICLOPI I LESTRIGONI"

Venerdì 1 Marzo 2019, ore 16:00, Palazzo della Cultura di Catania.

Dopo i saluti del Sindaco della Città di Catania, Salvatore Pogliese, dell'Assessore Regionale dell'Istruzione e della Formazione Professionale, Prof. Roberto Lagalla, del funzionario delegato della Fondazione Unesco Sicilia, il Dott. Francesco Montemagno e dell'Assessore alla Cultura del Comune di Catania, la Dott.ssa Barbara Mirabella, il convegno prenderà il via con le relazioni dei professori Pietro Di Giovanni, presidente della Cattedra di Storia della Filosofia dell'Università degli Studi di Palermo; Salvatore Cannizzaro, Cattedra di geografia culturale del Dipartimento di Scienze umane, dell'Università degli Studi di Catania; Francesco M. Galassi, paleopatologo della Flinders University, Adelaide (Australia); Franco Fazzio, stimato esperto d'arte del GruppoArte16 e il coordinatore del GruppoArte16, Giovanni Taormina. Conduce Elena Varotto, Antropologa forense e archeobiologa dell’Università degli di Catania. Assenti per impegni istituzionali gli archeologi Sebastiano Tusa e Lorenzo Guzzardi

I punti salienti al centro delle discussioni saranno le aree geografiche in cui furono ambientati alcuni episodi sui Giganti di cui narra Omero nell'Odissea e le relazioni tra i Giganti del Mito omerico e quello pelasgico. Al centro delle discussioni, che animeranno la tavola rotonda sul Mito dei Giganti, saranno i Lestrigoni, le terribili figure mitologiche antropofaghe che distrussero undici delle dodici navi della flotta di Ulisse, quindi, i Ciclopi ed il loro capo Polifemo.
Ingresso consentito fino a esaurimento posti .

View Event →
Catania: Sicilia felicissima - convegno+mostra
Mar
1
9:00 AM09:00

Catania: Sicilia felicissima - convegno+mostra

  • Monastero dei Benedettini di San Nicolò l'Arena (map)
  • Google Calendar ICS
sicilia flicissima.png

Ritorna il Convegno Sicilia Felicissima. Comunicazione visiva e territorio, insieme alla mostra dei progetti finalisti della 2ª edizione del concorso omonimo.

Vi aspettiamo venerdì 1 marzo alle ore 9:00
nella sala del Coro di Notte del Monastero dei Benedettini di Catania. Piazza Dante Alighieri 32 (CT)

Abadir Accademia di Design e Arti Visive, insieme ad Aiap - Associazione Italiana Design della Comunicazione Visiva e all’azienda Caffè Moak

presenta

il convegno Sicilia Felicissima Comunicazione visiva e territorio organizzato in concomitanza con la mostra dei progetti che hanno partecipato alla 2ª edizione del concorso.
Un'occasione per conoscere le aziende, le comunità e le istituzioni pubbliche e private presenti in Sicilia che, collaborando con professionisti della comunicazione visiva, valorizzano le risorse materiali e immateriali dell’isola e dei suoi territori, attivando nuovi processi e nuove pratiche e diventando gli incubatori di un futuro possibile.

www.abadir.net
www.aiap.it
www.caffemoak.com
......................................................................................................

INFO CONVEGNO

Ore 9.00
Saluti istituzionali

Ore 9.50
Apertura dei lavori

Antonio Perdichizzi, CEO di Tree
Francesco Mannino, Presidente Associazione Officine Culturali
Roberto Albergoni, Direttore Generale Manifesta 12
Ornella Laneri, Presidente Fondazione OELLE
Marco Tortoioli Ricci, Designer della Comunicazione Visiva e Presidente AIAP, Associazione Italiana Design della Comunicazione Visiva

Ore 11.40 - 13.30
Davide Bennato, vicepresidente del corso di Laurea in Scienze e Lingue per la Comunicazione e Vanni Pasca, Direttore scientifico Accademia Abadir, dialogano con gli autori delle relazioni

Ore 15.00
Vincenzo Castellana, Docente Accademia Abadir e curatore della mostra Sicilia Felicissima
Presentazione della mostra della seconda edizione del concorso Sicilia Felicissima

Case history a confronto
Introduce e coordina Lucia Giuliano, Direttore Accademia Abadir

Francesco Cusumano e Francesco Blancato. Suq. Unconventional Sicily
Flavia D’Anna e Maurizio Verduci. Verci, a Journey
Sélva Studio e Alessandro Scardilli. Immagine coordinata per LAND La Nuova Dogana
Giovanna Boscia (categoria studenti laureati) Abecedario Pareidolico
Andrea Graziano e Claudio Cocuzza. FUD Bottega Sicula
Donato Faruolo e Antonio Leone. D.A.D.T. - Don’t ask, don’t tell

Ore 17.30
Interventi e Conclusioni
......................................................................................................

INFO MOSTRA
La mostra Sicilia Felicissima 2° edizione
verrà ospitata presso il Corridoio del Coro di Notte
del Monastero dei Benedettini di Catania.

La mostra sarà visitabile dall'1 al 7 marzo
dalle ore 8.00 alle ore 18.30
Sabato 2 dalle ore 8.00 alle 13.30
Domenica chiuso
Giovedì 7 dalle ore 8.00 alle 13.30
......................................................................................................

L'ingresso al convegno e alla mostra è gratuito e aperto a tutti
Per informazioni scrivere a concorso@siciliafelicissima.com

Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Catania, Fondazione Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Catania sono tra i patrocinatori dell'evento. La partecipazione al Convegno consentirà l’ottenimento di N° 6 CFP per tutti gli iscritti all'Ordine.

View Event →
Catania: workshop di incisione su linoleum
Feb
19
to Mar 19

Catania: workshop di incisione su linoleum

incisione su linoleum.jpg

La linoleografia è una tecnica di stampa artistica diretta, di immagini e grafiche su carta, cartone o stoffa mediante l'uso di una matrice ricavata per incisione da una porzione di linoleum adatto. Il termine "linoleografia" deriva dal nome del supporto (linoleum) e dal greco "grapho" (scrivere). La matrice può venire utilizzata per stampare diverse copie del progetto, fino a che non sia usurata. In ogni caso la linoleografia è una tecnica di stampa ad alta tiratura. È una tecnica di stampa relativamente recente, soprattutto se paragonata a tecniche quali la serigrafia. In origine, infatti, il linoleum era semplicemente un materiale da pavimentazione e solo a partire dall'inizio del 1900 venne usato come materiale artistico.

Quali sono gli obiettivi del corso?
Negli incontri si imparerà a realizzare una matrice linoleografica , per creare una stampa d’arte riproducibile per multipli.

A chi è rivolto?
A principianti di tutte le età amanti dell'arte e a chiunque voglia imparare la tecnica incisoria, non è richiesta abilità nel disegno.

Il workshop si svolgerà in 4 lezioni:

1. Introduzione teorica sulla tecnica di incisione diretta di stampa e spiegazione del concetto di “positivo” e “negativo” propedeutico all'incisione xilografica e linoleografica , scelta del soggetto da realizzare ( tramite disegno o collage) e adattamento al linguaggio incisorio .

2. Preparazione della matrice e incisione su linoleum.

3. Prove di stampa con la tecnica del cucchiaio.

4. Preparazione di un piccolo libretto d’artista da rilegare a mano con la tecnica della cucitura.

Per chiunque volesse realizzare un soggetto in particolare è consigliabile portare l’immagine di riferimento già alla prima lezione.

Tempi e costi:

Ogni lezione avrà durata di 3 ore e il contributo di partecipazione è comprensivo di tutti i materiali necessari (matite, gomme, fogli, fogli trasparenti, carta carbone, linoleum, sgorbie, tempera, inchiostro adatto alla stampa, rullo , ago e filo).

Giorni e orari degli incontri sono da concordare con i partecipanti.

Il contributo complessivo del workshop è di 40 € per tutte le 12 ore di corso che è rivolto a un massimo di 10 partecipanti.

Cristiana Piraino aka CVP
Nasce a Patti, un paese in provincia di Messina e una volta finito il liceo parte alla volta di Roma, dove si diploma in trucco estetico e cineteatrale e lavora a progetti fotografici, in cortometraggi, pubblicità e per sfilate di moda.
Negli anni successivi si laurea in Arti visive e Pittura, facendo da assistente ad un maestro incisore xilografia.
Torna in patria e per due anni porta avanti un progetto che coniuga arti visive e musica elettronica, creato insieme al partner artistico dj e produttore musicale.
Il progetto multimediale di nome BEANK (beat+ink) ha carattere site-specific, adattandosi di volta in volta allo spazio ospitante.
Nel 2018 si diploma come tatuatrice e piercer a Milano, trovando il giusto equilibrio tra arti pure e arti applicate.
Da qualche anno porta avanti un piccolo progetto di artigianato dal nome MOODDEEKA, che realizza monili con elementi di derivazione naturale.
La sua ricerca spazia dal figurativo all’astrazione, mediante differenti medium come l’illustrazione, il collage, la pittura, l’incisione, l’artigianato e il tatuaggio.
Al momento organizza workshop in giro per la Sicilia, mettendo a disposizione ciò che ha appreso nei suoi anni di formazione.

View Event →
Catania: Libertinia - mostra e presentazione libro
Feb
18
to Feb 23

Catania: Libertinia - mostra e presentazione libro

  • Monastero dei Benedettini di San Nicolò l'Arena (map)
  • Google Calendar ICS
libertinia.jpg

LIBERTINIA | Eletta Massimino Stefania Licciardello
lunedì 18 febbraio 2019 | ore 16:00
Monastero dei Benedettini | Sala “Coro di Notte”
PRESENTAZIONE DEL LIBRO
INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA FOTOGRAFICA

a seguire: Monastero dei Benedettini | “Vecchie Cucine”
VISITA MOSTRA FOTOGRAFICA

La mostra fotografica resterà aperta al pubblico dal 19 al 23 febbraio 2019 | h 9:00 > 13:00 | 16:00 > 19:30
Sabato 23 la mostra sarà aperta dalle 9:00 alle 13:00 | Monastero dei Benedettini | “Vecchie Cucine”

Interverranno:

SEBASTIANO TUSA
Assessore regionale ai Beni Culturali e alla Identità Siciliana

NOVELLA PRIMO
Docente DISUM

PIPPO PAPPALARDO
Critico Fotografico

VITTORIO GRAZIANO
Presidente Mediterraneum Associazione culturale

GIUSEPPE LI MOLI
Sindaco di Ramacca

PIERO RISTAGNO
NeonEdizioni

MASSIMO PALUMBO
Dirigente di Ricerca CREA

______________________

Performance teatrale del Laboratorio CORPI INSOLITI
a cura di Monica Felloni e Manuela Partanni
NeonTeatro

View Event →
Catania: MACS Loves you | regala l'arte!
Feb
14
10:30 AM10:30

Catania: MACS Loves you | regala l'arte!

  • MACS - Museo Arte Contemporanea Sicilia (map)
  • Google Calendar ICS
macs.jpg

A SAN VALENTINO REGALA L'ARTE!
Il MACS festeggia l'amore: le coppie che visitano il museo pagano un solo biglietto.


10.30 | 17.30
info@museomacs.it | www.museomacs.it
via crociferi | via s. francesco d'assisi 30 | catania




Opera in copertina di Ramona Zordini.






*Non è cumulabile con ulteriori riduzioni!

View Event →
Catania: 12° Corso Base di Fotografia
Feb
13
4:30 PM16:30

Catania: 12° Corso Base di Fotografia

  • ACAF - Associazione Cataniese Amatori Fotografia (map)
  • Google Calendar ICS
fotografia.jpg

XXII Corso di Fotografia ACAF.
Primo incontro mercoledì 13 febbraio 2019 ore 20:00.
Per informazioni potete scrivere a formazione@acaf.it

Riparte il nuovo corso base di fotografia Acaf giunto alla sua XXII edizione! ·impara ad usare la tua fotocamera in manuale
·esercitati con docenti dalla pluriennale esperienza
·coltiva e sviluppa la tua passione fotografica
·ricevi l attestato di partecipazione ·partecipa ed invita i tuoi amici alla mostra finale: PRIMI SCATTI !
Chi ama la fotografia è il benvenuto all'ACAF !
Corso riconosciuto FIAF V01/2019

#formazioneacaf #acafcatania #acaf #fiaf #corsodifotografia #catania #fotografi #fotoamatori #fotoamatoricatania

View Event →
Catania: Storie a colori del Tardo Barocco Siciliano - visite guidate
Feb
4
to Feb 5

Catania: Storie a colori del Tardo Barocco Siciliano - visite guidate

  • Sito Storico Monastero di San Benedetto (map)
  • Google Calendar ICS

In occasione delle celebrazioni relative alla Festa della Padrona di Catania, Sant'agata, lunedì 4 e martedì 5 febbraio alle 10.00 e alle 12.00 sarà possibile visitare la Chiesa di San Benedetto con le visite guidate a cura di Officine Culturali scoprendo così i luoghi più significativi e le vicende legate all’ordine benedettino femminile, alla nascita di una delle chiese più rappresentative del territorio catanese e il tripudio di colori realizzato da Giovanni Tuccari.

View Event →
Catania: Agatha Mea 2019
Feb
2
to Feb 7

Catania: Agatha Mea 2019

Ci risiamo! La festa di Sant’Agata ed i suoi travolgenti e chiassosi festeggiamenti sono già nell’aria e in Atelier torniamo a raccontare Agatha Mea, la mia Agata.
Ho chiesto ai tanti artisti e creativi che colorano l’Atelier di realizzare la loro Agata.
Scoprirete chi ne è completamente coinvolto e travolto, chi invece la conserva nascosta in un cassetto della memoria, chi ne ama i colori chiassosi e i profumi travolgenti.
Un piccolo percorso a tema vi attende nel cuore del barocco catanese.
Quest’anno avremo anche un racconto di Sant’Agata nella storia dell’arte italiana curato dal prof Antonio Scifo e dei ‘sapori’ di Agata curato dalla Cucina del Sole di Monica Consoli
In via Crociferi 72
Primo piano
Catania
Orario di apertura
Lun- Sab 10,00 - 13,00/ 16,30 - 20,00

Ingresso libero

View Event →
Catania: TEX, 70 anni sotto il vulcano
Jan
26
to Feb 9

Catania: TEX, 70 anni sotto il vulcano

  • GAM - Galleria d'Arte Moderna di Catania (map)
  • Google Calendar ICS
tex.jpg

INGRESSO GRATUITO - CHIUSA LA DOMENICA
La mostra vuole essere un omaggio ai 70 anni di Tex Willer, personaggio iconico della cultura pop italiana dal dopoguerra ad oggi, storico simbolo della casa italiana Bonelli, un'iniziativa atta al recupero di figure intramontabili. Inoltre vuol proporsi come punto di partenza per la città etnea segnando una svolta "pop" nel panorama culturale.

View Event →
Catania: workshop "Direttore della fotografia"
Jan
25
to Jan 27

Catania: workshop "Direttore della fotografia"

direttore della fotografia.jpg

Vi presentiamo il primo workshop targato Cine Corporation Masterclass.
Dal 25 al 27 gennaio Pierluigi Diotallevi, direttore della fotografia di La7 e Supertennis, dirigerà il workshop "Direttore della fotografia".
Un week end full immersion in cui si approfondiranno le tecniche di ripresa e di illuminazione.
Durante il workshop, che avrà una durata di 20 ore, ci saranno anche esercitazioni e verifiche pratiche.

Il workshop si terrà negli studi televisivi di Futura Production, Vecchia Dogana, via Cardinale Dusmet 2.

Numero minimo/massimo parteciparti: 12/20 allievi.
Per informazioni, costi e iscrizioni: http://www.cinecorporation.com/2018_11_Dop.html / info@cinecorporation.com

Responsabili del workshop: Fabio Fagone e Michelangelo Mignosa.

View Event →
Catania: Mostra cimeli agatini
Jan
20
to Feb 12

Catania: Mostra cimeli agatini

  • Chiesa Monumentale di San Placido Catania (map)
  • Google Calendar ICS
mostra cimeli agatini.jpg

Nella Chiesa di San Placido è possibile visitare la mostra “Cimeli agatini e arte popolare”.

Come ogni anno L'associazione Sant'Agata Basilica Cattedrale promuove l'arte popolare affiancata al culto di Sant'Agata.

La mostra è aperta tutti i giorni dalle ore 9:00 alle ore 12:00 e dalle ore 16:30 alle ore 19:30.

View Event →
Catania: Never Stop Exhibition
Jan
12
to Jan 26

Catania: Never Stop Exhibition

never stop.jpg

Never Stop Exhibition.
Dopo la conclusione del crowdfunding iniziano le mostre del nostro progetto con la presentazione del relativo libro. Prima tappa a Catania, spazio 2LAB.
Ricordiamo inoltre che le donazioni per Arouna sono ancora aperte, per info contattare Carmelo o Mattia.
Open e Vernissage Sabato 12 gennaio 2019 18.00pm
Closing Domenica 27 Gennaio 2019 19.00pm
Lun-Ven 17.00pm/19.00pm
Sab 11.00am/13.00pm e 17.00pm/19.00pm

View Event →
Catania: Il corpo nudo
Jan
11
8:00 PM20:00

Catania: Il corpo nudo

  • SAL - Spazio Avanzamento Lavori Catania (map)
  • Google Calendar ICS
il corpo nudo.jpg

SEF Scuola Elementare di Fotografia e l'Ass. Culturale Photo Graphia hanno il piacere di ospitare Salvatore Zito, responsabile della Fototeca Siracusana per un meeting sulla storia del nudo fotografico.

SAL Via Indaco 23 - Catania. 11 gennaio 2019 h20

IL CORPO NUDO

Sintesi sostenibile della complicata storia del nudo fotografico.
A cura di Salvatore Zito (Resp.le Fototeca Siracusana)

Fin dalle origini della fotografia, la fotografia di nudo è una tematica costantemente presente, da metà Ottocento sino ai giorni nostri.
Un genere costantemente dibattuto tra finalità accademiche ed erotiche se non addirittura pornografiche; dalle censure dell’età vittoriana fino ad una parziale accettazione sociale del nudo concepito come strumento funzionale tecnico e documentario quando, oltre la dimensione artistica, è stato posto al servizio delle scienze, della medicina e dell’etnografia.
Il nudo come genere autonomo comincia timidamente a caratterizzarsi già verso la fine del XIX secolo per avviarsi definitivamente verso una propria identità con l’emancipazione della tematica, avvenuta durante gli anni Venti attraverso i movimenti artistici e gli esponenti che maggiormente sono stati sinonimo di rivoluzioni concettuali fino alla contemporaneità.

View Event →
Catania: mostra fotografica "La fine del mondo" di Emanuele Pappalardo
Jan
3
7:00 PM19:00

Catania: mostra fotografica "La fine del mondo" di Emanuele Pappalardo

  • Teatro Coppola Teatro dei Cittadini (map)
  • Google Calendar ICS
la fine del mondo.jpg

MOSTRA FOTOGRAFICA "LA FINE DEL MONDO"
di Emanuele Pappalardo
a cura di Alessandro Disca


3 Gennaio, ore 19:00

INGRESSO CON SOTTOSCRIZIONE VOLONTARIA


***


Questa mostra inizierà con una presentazione e un discorso sulla visione artistica del fotografo (Emanuele). Sarà strutturata secondo un percorso emozionale che rappresenterà alcuni attimi catturati per le strade di Catania, seguiti da un mini-progetto fotografico composto da quattro foto che citano opere d'arte passate, di cui una, l'ultima, intitolata "La fine del mondo", qui si spiega il titolo della mostra, mai resa pubblica dal fotografo e che potrebbe provocare chi la guarda.
La mostra, strutturata diversamente e distante dai soliti canoni, vede protagonisti oltre che gli scatti del fotografo i "visitatori" chiamati ad interagire e quindi ad essere loro stessi parte della mostra.
Ogni scatto sarà accompagnato da un taccuino all' interno del quale ogni visitatore potrà descrivere le sensazioni da lui provate.



***


http://www.teatrocoppola.it/

Ufficio stampa:
info@teatrocoppola.it
3470112200

View Event →
Catania: mostra fotografica "Mediterraneum Collection"
Dec
7
to Jan 5

Catania: mostra fotografica "Mediterraneum Collection"

mediterraneum collection.jpg

Venerdì 7 Dicembre 2018, alle ore 17,30, si svolgerà il vernissage della collettiva fotografica MEDITERRANEUM COLLECTION, composta da oltre cinquanta opere di maestri e autori italiani e stranieri donate all'archivio fotografico "Mediterraneum Collection" (tra questi gli italiani Ferdinando Scianna, Mario Cresci, Nino Migliori, Lisetta Carmi, Giovanni Chiaramonte, Piergiorgio Branzi, Francesco Cito, Ilaria Abbiento, Tony Gentile, Giuseppe Leone, Gabriele Croppi, Roberto Strano, Pino Ninfa, Roberta Baldaro, Nuccia Cammara e gli stranieri Frank Horvat, Carlos Freire, Pep Escoda, Antigone Kourakou, Fang Tong, Ramon Giner, Anastasia Cherniyavsky, Meeri Matilda Koutaniemi, Gabin Ben Avraham).

L'ingresso è gratuito.

La mostra rimane aperta al pubblico fino a domenica 6 Gennaio 2019 (finissage) presso le sale espositive dell'ex Convento di Santa Chiara di pertinenza dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Catania.

Nell’ambito dell'evento è stato pubblicata la prima edizione del catalogo degli autori le cui opere fanno parte della “Mediterraneum Collection” e che riporta il logo degli enti istituzionali che hanno patrocinato l'evento e quello delle aziende sostenitrici.

COME DA CALENDARIO: 
APERTA AL PUBBLICO DAL LUNEDI' AL SABATO (ORE 09:00/19:00)
LA DOMENICA E I GIORNI FESTIVI RIMANE CHIUSA.

View Event →
Catania: Il sapere dell'Università e le mirabilia siciliane
Dec
1
to Dec 22

Catania: Il sapere dell'Università e le mirabilia siciliane

  • Università degli Studi di Catania (map)
  • Google Calendar ICS
il sapere dell'università.jpg

Sabato 1° dicembre alle 9:30, al Palazzo Centrale dell'Università degli Studi di Catania, sarà inaugurata la mostra "Il #sapere dell’Università e le #mirabilia siciliane", curata dal Sistema Museale di Ateneo (#SiMuA).

L’idea progettuale nasce con lo scopo di valorizzare e rendere vivo e partecipato, alla più ampia collettività e alla comunità scientifica, il patrimonio dei saperi e dei beni, che sono il frutto dello svolgersi della secolare attività di #ricerca, di #didattica e di divulgazione dell'Ateneo.

La mostra rappresenta il nodo centrale di una rete di partecipazione del #patrimonio tangibile (collezioni, raccolte, patrimonio storico-artistico) e intangibile (tradizioni della ricerca e grandi personalità dell’ateneo) in cui i visitatori potranno approfondire le diverse tematiche grazie alla segnalazione dei nodi periferici rappresentati dalle strutture museali già esistenti (Monastero dei Benedettini di San Nicolò l'Arena - Catania, Orto botanico di Catania (Pagina Ufficiale), Museo di Zoologia e Casa delle farfalle, Museo della Rappresentazione - DICAR - Università di Catania, Museo di Biologia e Anatomia Umana "Lorenzo Bianchi", Città della Scienza - Università di Catania). 

L'iniziativa è realizzata con il contributo dell'Assessorato dei Beni culturali e dell'Identita' siciliana (Regione Siciliana).

L’allestimento prevede i seguenti percorsi didattico-educativi:

- La storia dell'Ateneo con materiali custoditi in: Collezione storico-artistica, Archivio Storico, Archivio Ceramografico;
- La giurisprudenza e ricerca storica con materiali custoditi in: Collezione storico-artistica, Fondo storico della Biblioteca di Scienze giuridiche;
- Il progresso nella ricerca medica e fisica con materiali custoditi in: Museo di Biologia e Anatomia Umana "Lorenzo Bianchi", Collezione di strumenti antichi della Fisica;
- La progettazione del territorio e la ricerca con materiali custoditi in: Museo della Rappresentazione - DICAR - Università di Catania;
- L’Archeologia del territorio e la ricerca con materiali custoditi in: Museo di Archeologia dell'Università di Catania, Museo della Fabbrica del Monastero dei Benedettini di San Nicolò l'Arena - Catania, Collezione archeologica del Polo regionale di Catania per i siti culturali.
- L’ambiente naturale e la ricerca con materiali custoditi in: Collezioni di Mineralogia, Petrografia e Vulcanologia, Collezione di Paleontologia, Museo di Zoologia e Casa delle farfalle, Orto botanico di Catania (Pagina Ufficiale) ed Herbarium, Collezione di Strumenti di misura di Scienze della Terra, Collezione Entomologica, Collezione di Agrobiodiversità, Banca del Germoplasma.

La mostra, a #ingressogratuito, sarà visitabile fino al 22 dicembre, dal lunedì al sabato dalle 10 alle 14 e dalle 15 alle 19 (esclusi festivi).

View Event →
Catania: mostra "Io Dalì" al Castello Ursino
Nov
20
to Jan 7

Catania: mostra "Io Dalì" al Castello Ursino

  • Museo Civico Castello Ursino (map)
  • Google Calendar ICS
io dalì.jpg

Io Dalí: un grande viaggio nella mente di uno dei più geniali artisti del XX secolo


Dalla costruzione di un mito, all’immortalità. In occasione del trentennale della scomparsa del maestro catalano (23 gennaio 1989) la mostra svela l’immaginario di Salvador Dalí portando i visitatori nella Vita segreta del genio poliedrico. “io Dalí”, al Museo Civico Castello Ursino dal17 novembre 2018 al 10 febbraio 2019, passerà in rassegna, attraverso 16 dipinti, 21 opere su carta, 24 video, 86 fotografie e 29 riviste il modo in cui il pittore è stato capace di creare il proprio personaggio rendendo opera d'arte ogni suo gesto; indagando e rivelando l’altra vita dell’artista catalano, quella meno conosciuta, fondamentale per comprendere la sua incredibile personalità.
La mostra è stata fortemente voluta dal Comune di Catania nelle persone del Sindaco Salvo Pogliese e dell'Assessore alla Cultura Barbara Mirabella e nasce in collaborazione con la Fundació Gala-Salvador Dalí nella persona di Montse Aguer, Direttrice dei Musei Dalí. La direzione generale è diAlessandro NicosiaPresidente di C.O.R. Creare Organizzare Realizzare che l’ha realizzata e co-organizzata. Inoltre è supportata dal Ministero della Cultura spagnolo.
L'esposizione è curata da Laura Bartolomé, Lucia Moni per la Fundació Gala-Salvador Dalí e da Francesca Villanti direttore scientifico di C.O.R. Creare Organizzare Realizzare, con la consulenza scientifica di Montse Aguere di Rosa Maria Maurell.
“Dalí non solo arriva alla genialità - scrive Laura Bartolomé - ma assicura anche un’eccezionale immortalità al suo genio”.
Salvador Dalí è un creatore nel senso più ampio del termine, un artista che travalica l’ambito ristretto della pittura. Dalí è pittore, disegnatore, pensatore, scrittore, amante delle scienze, catalizzatore delle correnti d’avanguardia, illustratore, designer, cineasta, scenografo. È un artista che si cimenta in tutti i campi della creazione, compresi i più innovativi quali le installazioni e le performance. Elabora la propria opera partendo tanto da linguaggi artistici complessi ed eterogenei, quanto dalla costruzione del proprio personaggio. Lo fa in maniera sistematica, quasi programmatica, con il desiderio di suggestionare la società di massa. 
Dai primi autoritratti, pitture e disegni degli anni '20 e '40, è evidente il desidero dell’artista di presentarsi al mondo con la sua genialità. Nella mostra vediamo l’Autoritratto con il collo raffaellesco (1921) e diversi disegni per la sua autobiografia Vita segreta, pubblicata nel 1942. Dalí è il genio, il personaggio, l’artista che trasforma se stesso in una delle sue creazioni più celebri, diventando riferimento naturale di artisti del calibro di Andy Warhol.
“Per Dalí – spiega Francesca Villanti - l’uso dei media diventa, come l’utilizzo di una lingua, un atto performativo, che può produrre risultati altissimi, uno degli strumenti più potenti a disposizione del singolo per la messa in scena di se stesso, per la narrazione e, soprattutto, per la propaganda di sé. Dalí inizia a pensare a se stesso in termini di un brand da promuovere e controllare. Scopre che l’immagine mediale è sì comunicazione, ma soprattutto un processo creativo”.
Nell’esposizione si vedranno anche i filmati, le performance e le frequenti apparizioni, tutt’altro che improvvisate, nei mezzi di comunicazione: dalle copertine della riviste - tra cui il Time del 1936 - alla sua partecipazione in veste di ospite a un concorso televisivo americano di grande popolarità comeWhat’s My Line?trasmesso nel 1957 dall’emittente CBS.
Pronto ad affrontare qualsiasi sfida, fosse quella di disegnare un oggetto di design, di creare la copertina di una rivista, di collaborare con una scenografia a una scena teatrale, di immaginare abiti per un ballo, Dalí era sempre attento anche alle novità del mondo scientifico. Tanto da confrontarsi con la ricerca della terza dimensione, anticipando quello che sarebbe stato il 3d. Nucleo centrale, attorno al quale gira l’esposizione, sono i suoi capolavori della fine degli anni Sessanta e di tutti i Settanta: opere stereoscopiche che permettono di vedere la pittura in tre dimensioni. Questi dipinti, che saranno esposti con attrezzature per consentirne di valutarne gli effetti tridimensionali, rappresentano perfettamente l’interesse di Dalí per le nuove frontiere della visione.
E poi ci saranno le fotografie: straordinarie quelle di Philippe Halsman che hanno come soggetto i suoi celeberrimi baffi. Se qui Dalí è in posa, in altri scatti assistiamo a momenti della sua vita quotidiana; una quotidianità, la sua, resa tutte le volte straordinaria. Ogni fotografia, ogni evento, erano vissuti come una performance. Si deve a lui l’invenzione dell’artista come divo, che si impegna affinché il suo aspetto e il suo comportamento vengano considerati surrealisti, come la sua arte. 
“Man mano che la popolarità di Dalí aumenta, – scrive Lucia Moni – l’artista diventa consapevole di dover adottare alcuni semplici e precisi attributi che lo identifichino agli occhi del grande pubblico, qualcosa che possa resistere al tempo, che sia facilmente riconoscibile e che lo aiuti a rendere la sua immagine eterna, immortale. Ecco quindi il perché di baffi e occhi sgranati, che fissano l’obiettivo, sia fotografico che televisivo, uno sguardo penetrante che arriva allo spettatore e che rimane impresso nella mente e nella memoria collettiva.
Si tratta di un grande viaggio nella mente di uno dei più geniali interpreti del XX secolo di cui la mostra farà comprendere l’attualità, il talento, l’unicità. Alla fine si capirà realmente il significato della parola genio.
“Con Dalí ci addentriamo - scrive Montse Aguer - in un universo singolare, complesso e sconvolgente, che ci affascina e inquieta, ci interroga e ci invita a sognare, nel senso più ampio del termine”.

Costo biglietto 
Intero € 12,00
Ridotto € 9,00 (over 65 e giornalisti) 
Ridotto gruppi € 8,00 (tale tipologia di ridotto sarà applicata a gruppi di almeno 10 persone) Ridotto giovani € 7,00 (per ragazzi dai 14 ai 26 anni) 
Ridotto bambini € 5,00 (per bambini dai 6 ai 13 anni) 
Ridotto scuole € 5,00 (per gruppi scolastici) 
Omaggio (persone con disabilità e accompagnatori, guide turistiche autorizzate, giornalisti previo accredito, una insegnante ogni 10 bambini in visita scolastica, bambini fino ai 5 anni)
La biglietteria chiude un’ora prima

iodali@corperlacultura.it.
095 345830.

View Event →
Catania: Trezzarte 2018
Aug
9
to Aug 14

Catania: Trezzarte 2018

trezzarte.jpg

*** CAMBIAMENTO IN CORSO ... PRENDI NOTA ***

MUSICA, DANZA, PITTURA, SCULTURA, FOTOGRAFIA, VIDEO, NEW ARTS, ETC.
chiunque può partecipare!!!

TrezzArte presenta la versione 8.0, 4 giorni, nei quali saranno proposti più eventi, più attività, più divertimento e, speriamo, anche più fresco!!! ;)

Gli artisti esporranno e si esibiranno nei giorni 11 e 12 agosto.

Siamo tutti invitati a contribuire a questo evento, che è di tutti coloro che amano l'arte, amano idearla, crearla e promuoverla oppure amano, "soltanto", godere di quelle emozioni che questa regala.

Anche quest'anno le strade dell'arte sono 2 ....

*** STRADA DEGLI ARTISTI ***

Se sei un creativo, a qualsiasi livello, proponi la tua arte in uno spazio pubblico gratuito, INVIA UN MESSAGGIO

*** STRADA DEGLI AMANTI DELL'ARTE ***

Innanzitutto dillo a tutti gli artisti che conosci, di qualsiasi campo, e poi segui l'evoluzione del programma di TrezzArte.

*** PROGRAMMA 2018 ***
IN CONTINUO AGGIORNAMENTO
torna ogni giorno a seguire gli sviluppi!!!

View Event →
Catania: Il piano segreto dei Benedettini
Jul
13
8:30 PM20:30

Catania: Il piano segreto dei Benedettini

  • Monastero dei Benedettini di San Nicolò L'Arena (map)
  • Google Calendar ICS
il piano segreto dei benedettini.jpg

Venerdì 13 luglio vi sveliamo “Il Piano segreto dei Benedettini” un intrigante spazio verrà aperto al pubblico per raccontare l’antica storia dei monaci che abitavano sulla collina di Montevergine.

L’ intrigante viaggio nel tempo si snoda all’interno del complesso edificato a partire dal 1558 dall’ordine dei Benedettini di Catania. Il percorso svela anfratti, cunicoli, stanze e gallerie che conservano ancora oggi le tracce del terremoto del 1693 e quelle di una vita monastica dimenticata, ricoperta dalle macerie della calamità naturale che cambia l’aspetto della città, del Monastero e della quotidianità benedettina.

Officine Culturali, in collaborazione con l’Università di Catania, rivela “il Piano segreto dei Benedettini” tra gli scaffali di una biblioteca nascosta per raccontare non delle bellezze e dei fasti dell’ordine spesso etichettato come “mangione e beone”, ma dell’austerità della regola benedettina che traspare nel rigore delle strutture architettoniche.

I percorsi partiranno ogni mezz’ora delle 20:30 alle 22:00, la visita guidata dura 2 ore circa. I posti sono limitatissimi (massimo 10 persone per gruppo) è dunque necessaria la prenotazione allo 0957102767 | 3349242464 tutti i giorni dalle 9.00 alle 17:00.

Il “Piano segreto dei Benedettini” è un percorso guidato progettato e realizzato da Officine Culturali e presente all’interno della rassegna estiva dell’Università di Catania “Porte Aperte 2018“. 

Costo del percorso: intero 10,00€ – ridotto Monastero Card e Studenti Universitari 6,00€. Una volta effettuata la prenotazione è necessario provvedere al pagamento anticipato dei biglietti.

View Event →
Catania: mostra "One Hundred" di Parmida Rahmanian
Jul
6
to Jul 22

Catania: mostra "One Hundred" di Parmida Rahmanian

  • Palazzo della Cultura Catania (map)
  • Google Calendar ICS
one hundred.jpg

Parmida Rahmanian non ha ancora diciassette anni di età, ma possiede già un palmarès ricco di premi e partecipazioni a festival d'arte internazionali, dal nativo Iran alla Slovacchia, dal Bangladesh al Kosovo e all'Italia. Giovedì 5 luglio alle ore 19 negli spazi del Caffè letterario del Palazzo della Cultura (Palazzo Platamone), si inaugurerà una sua personale dal titolo "One Hundred", con cento acquerelli che hanno incantato pubblici e collezionisti di mezzo mondo. La mostra, a cura della Behnam Beniamin Art, sarà presentata dal semiologo Salvo Sequenzia.

La biografia di Parmida Rahmanian è quella di un'enfant prodige. Artista precocissima (è nata in Iran nel 2001), Parmida è cresciuta in un ambiente familiare animato da un vivo interesse per l'arte. Ha cominciato a dipingere già nei primi anni di vita. Dopo aver appreso le basi della pittura a soli sette anni, a undici anni è stata ammessa eccezionalmente a un corso avanzato di disegno, tra lo stupore e l'incredulità degli insegnanti. A quindici anni aveva già conquistato una solida fama in patria, mentre il suo nome cominciava a varcare i confini nazionali con partecipazioni a concorsi, premi e mostre in vari paesi asiatici ed europei. A farne conoscere le opere anche in Italia è stato il collezionista iraniano Behnam Fanaeyan, artist scouting e titolare della Behnam Beniamin Art, che ne ha sostenuto e incoraggiato gli studi.

Le opere in mostra, appartenenti alla collezione Behnam Beniamin Art, esprimono l'eclettismo e il talento dell'artista, che spazia dal ritratto alla nota paesaggistica, dal bozzetto alla rappresentazione estemporanea: boschi di betulle, pendici di montagne, ambienti naturali solitari ma anche affollati scorci urbani, vie e piazze dominate dal profilo di un campanile, ritratti di volti dove alla precisione del segno si abbina una penetrante descrizione psicologica. Nelle sue opere è possibile cogliere il frutto di una sensibilità e di un talento innati e di una ricerca attenta e studiata per il segno, la forma e il colore che la pittrice esprime con estro e maturità.

La mostra resterà aperta fino al 22 luglio e potrà essere visitata tutti i giorni dalle ore 9 alle 13 e dalle ore 15 alle 19.

Info e contatti
Beniamin Art
via Quintino Sella 1, Catania
339 26 44 062 / 095 53 24 02
beniamingroup@libero.it
www.beniamingroup.com

View Event →
Catania: mostra fotografica "Vulcani - dove nasce la vita"
Jun
22
8:30 PM20:30

Catania: mostra fotografica "Vulcani - dove nasce la vita"

  • 257 Via Antonino Di Sangiuliano Catania, Sicilia, 95131 Italy (map)
  • Google Calendar ICS
la vita in anteprima.jpg

Presentazione della mostra “Vulcani. Dove nasce la vita”.
In un momento storico in cui le grandi e drammatiche eruzioni del Kilauea nelle Hawai e del Vulcan de Fuego in Guatemala hanno nuovamente polarizzato l’attenzione della scienza e dei mass media del Pianeta sui vulcani, queste grandi e affascinanti montagne, formidabili macchine geologiche, saranno protagoniste della mostra fotografica “Vulcani. Dove nasce la vita”, scatti di vulcani del mondo raccontati ai non vedenti, che sarà presentata in anteprima venerdì 22 giugno 2018, alle ore 20,30, nel cortile del CINAP (Centro per l’Integrazione Attiva e Partecipata per gli studenti con disabilità e/o DSA) dell’Università di Catania, in via Antonino Di Sangiuliano 257.
A presentare il progetto, che ha coinvolto con ruoli diversi numerosi personaggi della cultura e della scienza etnea, saranno lo scrittore Sergio Mangiameli, che ne è l’ideatore e il professore Massimo Oliveri, presidente del CINAP, l’ente universitario organizzatore della mostra, che sarà prossimamente visitabile a Catania per parecchi mesi. Nel corso della serata saranno proiettati i video “Aspettando la vita” di Gian Maria Musarra, con le musiche di Giuseppe Palmeri e “L’Evoluzione dell’Etna”, di Stefano Branca, Salvo Caffo e Klaus Dorschfeldt. Aldo Leontini leggerà alcuni testi emozionali, con proiezioni di foto dei vulcani del mondo. 
“Mi sono chiesto se può la parola raccontare un’immagine a chi l’immagine stessa non può vedere. Può arrivare quell’emozione? E’ una sfida che, in buona compagnia, proviamo a disputare per i luoghi del mondo dove nasce la vita, cercando allo stesso tempo di invertire il punto di vista più superficiale sui vulcani attivi, che sono per l’appunto origine della vita. Tutto questo con uno scopo concreto: vogliamo creare borse di studio per gli studenti disabili”, spiega così Sergio Mangiameli l’idea di base della originale mostra, che metterà dunque insieme con un nobile obiettivo le foto di molti dei più famosi vulcani della Terra e i rispettivi testi “emozionali”, che cercheranno di condurre i non vedenti alla scoperta di questi luoghi straordinari, origine della vita.
Da una parte, ci saranno gli scatti di Giuseppe Amendolia, Nicole Bobrowski, Salvatore Caffo, Lino Cirrincione, Carmelo Ferlito, Pier Paolo Giacomoni, Giovanni Giuffrida, Salvatore Grasso, Marco Liuzzo, Pietro Nicosia, Antonio Parrinello, Antonio Rizzo, Roberta Scicali, Fabrizio Villa. Dall’altra, le parole scritte da Giuseppe Lazzaro Danzuso, Giuseppe Maimone, Sergio Mangiameli, Marisa Mazzaglia, Barbara Mileto, Marco Neri, Pietro Nicosia, Ninni Panzera, Antonio Parrinello, Gaetano Perricone e Giuseppe Riggio.
Media partner sarà Etnalife.it.

View Event →
Catania: Ritmo Edition 2018
Jun
21
to Jul 5

Catania: Ritmo Edition 2018

ritmo edition.jpg

⊳⊳ Ritmo Edition ⊲⊲

opening: domenica 3 giugno / h. 19.00
fino al 5 luglio

Ritmo Edition è un appuntamento annuale dedicato alla vendita, strutturato in un'esposizione collettiva del materiale presente nel bookshop e nell'archivio, raccolto in oltre cinque anni di attività dello spazio.

Aggiornato dal prezioso contributo di alcune realtà invitate a prendere parte a questa iniziativa come Von Holden Studio (Palermo), Tomo(Palermo), DOM art_space (Palermo), Altrove (Catanzaro), 56 FILI (Roma), VARSI (Roma), Spazio Florida (Milano), Press Press (Milano), Balloon | Contemporary Art and Publishing (Catania), l'evento è pensato per favorire e tutelare un collezionismo accessibile, offrendo un catalogo vasto e selezionato di opere originali, libri, multipli, stampe ed edizioni limitate annessi ad un listino amichevole.

Ritmo Edition consente la visione di linguaggi e tecniche differenti in una scandita successione di inconsueti accostamenti ed estetiche connessioni, dedicata al pubblico catanese e di passaggio.

// main partner: Fondazione Oelle.
// media partner: Balloon | Contemporary Art and Publishing.

(en) 

Ritmo Edition is an annual exhibition dedicated to the sell and structured in a group show of what we have collected in over five years of projects.

Enriched by the precious contributions of some invited guests like Von Holden Studio (Palermo), Tomo (Palermo), DOM (Palermo), Altrove (Catanzaro), 56 fili (Roma), Varsi (Roma), Spazio Florida (Milano), Press Press (Milano), Balloon | Contemporary Art and Publishing (Catania), the event wants to promote a collection accessible to all with different kind of original artworks, books, prints and limited edition at very friendly prices. 

Ritmo Edition allows the vision of different languages and techniques, unusual combinations and aesthetic connections.


// main partner: Fondazione Oelle.
// media partner: Balloon | Contemporary Art and Publishing.


-


www.welcometoritmo.com

www.vonholdenstudio.com
www.salutidatomo.it
www.onibi.eu
www.altrovefestival.it
www.56fili.com
www.galleriavarsi.it
www.balloonproject.it
www.facebook.com/spazioflorida
www.facebook.com/presspressmilano

View Event →
Catania: mostra "Il Plurale supera sempre il Singolare"
Jun
14
to Oct 31

Catania: mostra "Il Plurale supera sempre il Singolare"

il plurale supera sempre il singolare.jpg

"Ci sono dieci, venti o cento Mediterranei.
In tutto il Mediterraneo non esistono due aree che coincidono allo stesso modo.
La Sicilia, piuttosto che comporne i frammenti insieme, taglia in due il Mediterraneo.
Nord contro Sud Oriente contro Occidente."
(Fernand Braudel: Les Mémoires de la Méditerranée, Cap.I, 1998)

Con un diretto riferimento a Fernand Braudel, Federico Baronello presenta tre nuovi lavori sul Mediterraneo immersi nel parco botanico di Radicepura.
Negli ambienti esterni del Parco sono installati due diagrammi che funzionano come delle macchine fotografiche le cui "impressioni" saranno poi disposte negli ambienti interni della fondazione.

Per visitare la mostra: 
Inaugurazione giorno 27 Maggio - Ingresso libero

Dal 28 Maggio al 3 Giugno ingresso libero dalle 09.00 alle 18.00

Dal 4 Giugno al 14 Luglio è possibile visitare la mostra dal Giovedì al Sabato dalle 16.00 alle 19.30.

Dal 16 Luglio fino al 31 ottobre su prenotazione chiamando il numero 095 964154.

Per prenotare la visita in purezza chiamare il numero 095 964154



I diagrammi rappresentano le quattro aree del Mediterraneo nord/sud ed est/ovest.

Diagramma #4
È una composizione di quattro Gazebo posti nel giardino ricevimenti della Serra congressi. Ciascun gazebo è coperto da un diverso colore, secondo i primari che richiamano la campagna di comunicazione e immagine della Premier League – il campionato più seguito dello sport più conosciuto al mondo. Una vera e propria Photo-Booth costruita per i visitatori di Radicepura che, così, possono immergersi nei colori della globalizzazione, amplificati dalla luce mediterranea, e collezionare una moltitudine di autoritratti (Selfie) che andranno a comporre un catalogo video (Storia) proiettato all’interno.

Diagramma #5
(Giardino mediterraneo) è un’aiuola quadrata, suddivisa in quattro aree da due barre di metallo incrociate tra loro, che ironicamente dialoga con l’architettura della Serra congressi. L’idea è quella di rimarcare il valore di Radicepura come collettore funzionale e simbolico di una comunità internazionale gravitante il Mediterraneo.* Un ritratto sociale di Mario Faro, CEO della fondazione, e delle sue relazioni internazionali; familiari, ospiti, amici, sono invitati a proporre un esemplare di pianta che rappresenti al meglio, secondo ciascuno, il proprio luogo di elezione. Le piante “Madeleine” vengono quindi disposte nelle aree deputate del diagramma a formare un giardino mediterraneo dalle forme semplici eppure, in divenire, estremamente ricche ed elaborate; di contro, negli spazi interni sono disposte le relative schede che descrivono l’identità e la scelta di ciascun donatore.

Punteruolobatterio
Una serie di foto-incisioni raguranti specie botaniche, tipicamente mediterranee, minacciate da batteri e parassiti. Gli esemplari sono fotografati a distanza, dall’alto, da un punto di vista inusuale per quanto riguarda la consueta fruizione di un giardino, come se fossero visualizzati dagli agenti esterni che ne minacciano l’esistenza, svelando, allo stesso tempo, i paesaggi della produzione a filiera, suggerendo così un riguardo estetico nei confronti della modernità senza fuorvianti infingimenti e sterili interpretazioni del passato. La serie è dunque l’ultimo riferimento alla storia della fotografia di questa mostra, per l’appunto i fantastici e fuggevoli giardini del papà dei surrealisti, Eugène Atget.

Per visitare la mostra: 
Inaugurazione giorno 27 Maggio - Ingresso libero
Dal 28 Maggio al 3 Giugno ingresso libero dalle 09.00 alle 18.00

Dal 4 Giugno al 14 Luglio è possibile visitare la mostra dal Giovedì al Sabato dalle 16.00 alle 19.30.

Dal 16 Luglio fino al 31 ottobre su prenotazione chiamando il numero 095 964154.

Per prenotare la visita in purezza chiamare il numero 095 964154

Evento inserito all'interno del circuito internazionale Chelsea Fringe
http://www.chelseafringe.com/event/il-plurale-supera-sempre-il-singolare/

Federico Baronello's heterogeneous Mediterranean on display at Radicepura from 28 May to 31 October 2018.

"There are ten, twenty or one hundred Mediterraneans.
Throughout the Mediterranean there are not two areas that coincide in the same way.
Sicily, rather than compose its fragments together, cuts the Mediterranean into two.
North vs. South East vs. West".
(Fernand Braudel: Les Mémoires de la Méditerranée, Cap.I, 1998)

With a direct reference to Fernand Braudel, Federico Baronello presents three new works on the Mediterranean immersed in the botanical park of Radicepura.
In the external environments of the Park two diagrams are installed that work like cameras whose "impressions" will then be arranged in the internal environments of the foundation.

To visit the exhibition: 
Opening 27th May - Free entry

From 28th May to 3rd June, free entry from 9am to 6pm

From 4th June to 14th July, it is possible to visit the exhibition from Thursday to Saturday from 4.00 p.m. to 7.30 p.m.

From 16th July to 31 October, by appointment only calling 095 964154

The diagrams represent the four areas of the North/South and East/West Mediterranean.

Diagram #4
It is a composition of four gazebos placed in the garden receptions of the Congress Greenhouse. Each gazebo is covered in a different colour, according to the primaries that recall the communication and image campaign of the Premier League - the most popular league of the best known sport in the world. A real Photo-Booth built for Radicepura visitors who can immerse themselves in the colors of globalization, amplified by the Mediterranean light, and collect a multitude of self-portraits (Selfie) that will compose a video catalog (History) projected inside.

Diagram #5
(Mediterranean Garden) is a square flowerbed, divided into four areas by two crossed metal bars, which ironically dialogues with the architecture of the Serra Congressi. The idea is to underline the value of Radicepura as a functional and symbolic collector of an international community gravitating on the Mediterranean.A social portrait of Mario Faro, CEO of the foundation, and his international relations; family, guests, friends, are invited to propose a specimen of the plant that best represents, according to each, their elective place. The "Madeleine" plants are then arranged in the areas deputed in the diagram to form a Mediterranean garden with simple yet, in the process of becoming, extremely rich and elaborate; on the other hand, in the interior are arranged the relevant cards describing the identity and choice of each donor.

Weevil & Xylo
A series of photo-incisions depicting botanical species, typically Mediterranean, threatened by bacteria and parasites (Xylella and red weevils). The specimens are photographed from a distance, from above, from an unusual point of view regarding the usual use of a garden, as if they were viewed by external agents that threaten its existence, revealing, at the same time, the landscapes of the production chain, thus suggesting an aesthetic regard for modernity without misleading infinctions and sterile interpretations of the past. The series is therefore the last reference to the history of photography in this exhibition, precisely the fantastic and fleeting gardens of the surrealist father, Eugène Atget.

To visit the exhibition: 
Opening 27th May - Free entry
From 28th May to 3rd June, free entry from 9am to 6pm

From 4th June to 14th July, it is possible to visit the exhibition from Thursday to Saturday from 4.00 p.m. to 7.30 p.m.

From 16th July to 31 October, by appointment only calling 095 964154

Event inside the Chelsea Fringe Network http://www.chelseafringe.com/event/il-plurale-supera-sempre-il-singolare/

View Event →
Catania: The Creative DOT #4
May
25
to May 26

Catania: The Creative DOT #4

  • ZO Centro Culture Contemporanee (map)
  • Google Calendar ICS

“The Creative Dot” è una realtà nata dalla volontà di un gruppo di giovani designers dell’Accademia di Belle Arti di Catania, con l’intento di rilanciare e promuovere la cultura delle arti visive e progettuali.

Dopo il grande successo delle precedenti edizioni, The Creative Dot, dedicherà la sua quarta edizione alla Creatività e allo sviluppo delle discipline progettuali che hanno influenzato e che continuano ad influenzare la comunicazione visiva del XXI° secolo. 

Oggi, attraverso il progresso tecnologico, sono nate nuove forme di comunicazione e nuovi metodi di progettazione con cui il mondo si confronta quotidianamente. 

L’evento è rivolto non solo a studenti ed appassionati che cercano di intraprendere un percorso lavorativo, ma anche a professionisti del settore che intendono seguire le nuove tecniche digitali. 
Tutto ciò sarà possibile grazie alle attualissime informazioni suggerite dagli esperti che ogni anno vengono invitati per condurre le conferenze e i workshop organizzati in occasione dell’evento. 

Il concept principale di quest’anno è “IMPROVE YOUR EXPERIENCE”, scelto soprattutto per la fantastica esperienza che l’evento fa vivere ai suoi partecipanti, i quali hanno la possibilità di confrontarsi in modo diretto con ogni ospite, affrontando tematiche specifiche con maggiori dettagli.
Grazie a questa iniziativa sono nate anche importanti partnership al fine di divulgare al meglio la filosofia Dot.

Ma le novità non finiscono qui, perché verranno anche realizzate estrazioni con fantastici premi messi a disposizione da sponsor e partners. Il progetto inoltre contribuisce allo sviluppo sociale e culturale basandosi sul concetto di “educazione”. 

Educare tutti i beneficiari dell’evento attraverso questa nuova realtà che gli viene offerta; una realtà dove la cultura del progettare ha una grande valenza sull'economia, sulla società e sulla cultura stessa.

Per quanto riguarda invece l’aspetto socio-culturale, il progetto punta ad emergere come punto di riferimento per tutto il territorio meridionale, raggruppando intorno a sé non solo un grande numero di appassionati, ma anche tutti quegli enti pubblici o privati che si renderanno conto del grande valore messo in gioco dall'evento, rivalutando le potenzialità del Sud Italia.

PARTNERS & SPONSORS: 
dobe, Wacom, Adobe Stock, Pantone, Meedori, Arti Grafiche Leonardi, Roba da Grafici, Nuts Computer Graphics, Grafici Creativi, Skylabs, Prophet Canvas, Print Odyssey.

BIGLIETTI ACQUISTABILI QUI: www.metooo.io/e/the-creative-dot-4

INGRESSO A PAGAMENTO (200 posti max):

80€ - Prezzo intero;
40€ (50% di Sconto) - Utilizzando il Coupon: DOT4

• DOT CONFERENCE •

DAY ONE - THE CREATIVE DOT #4

10:00
Van Orton Design - ILLUSTRATION
12:00
Stefania Quattropani - GRAPHIC DESIGN

13:15
BREAK - PAUSA PRANZO

14:30
Musixmatch - UI AND UX DESIGN
16:30
Tomáš Müller - MATTE PAINTING FOR FILM AND GAME INDUSTRY

--

DAY TWO - THE CREATIVE DOT #4

10:00
Francesco Siddi - 3D ANIMATION
11:30
Luca Barcellona - CALLIGRAPHY

13:30
BREAK - PAUSA PRANZO

14:30
Alessandro Mazzù - SOCIAL MARKETING
16:00
Luca Pitoni - EDITORIAL DESIGN
18:00
Renato Fontana - ITALIANISM

19:15
ESTRAZIONI E CONCLUSIONI

View Event →
Catania: Fotografia percorso formativo artistico-culturale
May
3
to Jul 30

Catania: Fotografia percorso formativo artistico-culturale

fotogravia.jpg

FOTOGRAVIA
PERCORSO FORMATIVO A CARATTERE ARTISTICO - CULTURALE
PER UNA VISIONE CONSAPEVOLE DELLA FOTOGRAFIA

Argomenti trattati:
AREA PROPEDEUTICA
Introduzione alla dimensione autoriale
Educazione all'atteggiamento culturale

Genesi del pensiero creativo
Individuare e organizzare le idee, ricerca - metodo – progetto

Percorsi storici, e linguaggi contemporanei
Sguardo alla storia dell'arte e della fotografia, le nuove frontiere di sperimentazione

I generi fotografici
I rami della fotografia, conoscenza dei settori, sviluppare le proprie affinità

AREA TECNICA
La luce
Naturale e Artificiale, caratteristiche e orientamento

Tecnica di ripresa
Studio del mezzo fotografico e di ogni aspetto concernente la tecnica e gli strumenti di ripresa

Illuminotecnica
Applicazione pratica su attrezzatura professionale (Profoto); gli schemi di luce e il setup da studio

Composizione fotografica e semiotica visiva
I codici della visione, comunicare seguendo la grammatica corretta

Il bianco e nero
Estetica del bianco e nero e metodi di realizzazione

Il colore
L'elemento del colore e la gestione in fase operativa

Postproduzione
Dallo svilppo del file .RAW alle più importanti tecniche di postproduzione in ambiente Adobe

AREA PROGETTUALE
Il progetto
Come si concepisce e realizza un progetto fotografico

Analisi dei lavori
Visione degli elaborati svolti durante le esercitazioni

Il portfolio
Tecnica e metodo per la creazione del portfolio, editing e redazione. I canali di fruizione.

Il corso avrà durata di 3 mesi con inizio a Maggio 2018.
Lezione settimanale di 3h.
Più due esterne per tecnica di base
e avanzata in luce mista.

SPAZIO:
elleA' studio Laboratorio di progettazione
www.elleastudio.com

DOCENZA:
Egidio Liggera
www.egidioliggera.com


info:
elleA' studio: laboratorio di progettazione(P.iva
05489300870) - via Filippo Liardo, 2 (angolo via
Leucatia) - 95125 Catania
sede centrale 0958842243-info@elleastudio.com

View Event →