Back to All Events

Palermo: Supercineclub - seconda tranche


  • Cinema Rouge et Noir 8 Piazza Verdi Palermo, Sicilia, 90134 Italy (map)

Da lunedì 8 gennaio ritorna il #Supercineclub.
I film di una mitica stagione riproposti in lingua originale con sottotitoli in italiano. L'immancabile appuntamento del lunedì sera a Palermo, al Cinema Rouge et Noir. 
Invariata la formula: biglietti a 4 euro e a 3 euro per gli under 30 e proiezione del film in programma alle 21.00, preceduta da una presentazione alle 20:30.

SUPERCINECLUB '17/'18 SECONDA TRANCHE

8 GENNAIO: CHINATOWN (Chinatown, 1974) di Roman Polanski con Jack Nicholson, Faye Duneway. Un film cult del Polanski “americano”, una lucida e magistrale ricostruzione di una Los Angeles dominata dalla corruzione e dalle speculazioni. In primo piano, una torbida vicenda familiare la cui ragnatela rischia di invischiare il detective protagonista. Uno dei capolavori del nuovo filone noir.

15 GENNAIO: I QUATTROCENTO COLPI (Les 400 coups, 1959) di Francois Truffaut con Jean-Pierre Léaud. Il primo capitolo della saga di Antoine Doinel, uno dei pilastri della Nouvelle Vague, il film-vita del grande regista francese, una delle pellicole più amate di sempre. L’infanzia difficile di Antoine, la sua solitudine, il rapporto conflittuale con le istituzioni, il riscatto grazie ai libri e al cinema. Realismo e poesia di rado così intensi.

22 GENNAIO: IL CACCIATORE (The Deer Hunter, 1978) di Michael Cimino con Robert De Niro, Christopher Walken, Meryl Streep. L’epopea di una sconfitta, non solo degli Stati Uniti, ma di un’intera generazione e di tante singole vite: il conflitto del Vietnam, tra ricordi dolorosi e un presente irredimibile, attraverso le vicende di tre reduci. Non un film bellico ma uno dei più grandi poemi mai realizzati sulla guerra. Cinque Oscar

29 GENNAIO: "M.A.S.H." (M*A*S*H, 1970) di Robert Altman con Elliott Gould, Donald Sutherland. Il risvolto della medaglia: la guerra e i miti patriottico-militaristi messi alla berlina attraverso una satira dissacratoria. Ambientato durante il conflitto coreano ma dedicato alle proteste sul Vietnam, Altman racconta, in stato di grazia con un linguaggio libero e pieno di gag irresistibili, gli scherzi di tre medici di campo. Palma d’Oro.

5 FEBBRAIO: L’ANGELO STERMINATORE (El ángel exterminador, 1962) di Luis Bunuel. Un’affollata cena alto borghese in un salone diventa una prigione dalla quale, senza motivo apparente, gli invitati non possono più uscire per giorni. Uno dei film più celebri del grande maestro del surrealismo dove incubi claustrofobici, metafore sociali, impietoso disinganno e cinica derisione si fondono nella perfezione espressiva.

12 FEBBRAIO: FUGA DI MEZZANOTTE (Midnight Express, 1977) di Alan Parker con Brad Davis. Un giovane americano viene beccato in Turchia con un pacco di hashish e quindi sbattuto in galera. Comincia un’Odissea di persecuzioni e sofferenze. Tratto da una storia vera il film di Parker suscita una straordinaria forza emotiva che coinvolge in toto lo spettatore. Attualissima la denuncia sullo stato dei diritti umani nel paese oggi di Erdogan.

19 FEBBRAIO: SMOKE (-Smoke., 1995) di Wayne Wang con Harvey Keitel, William Hurt. Firmato da Wang ma co-diretto e sceneggiato dal grande scrittore contemporaneo Paul Auster, Smoke è diventato un film-icona del cinema indipendente e di qualità. Intorno alla bottega di un tabaccaio a Brooklyn ruotano le vicende, piccole e grandi, di una serie di personaggi. Minimalismo e lirismo, tratteggi psicologici ed esistenziali indimenticabili. 

26 FEBBRAIO: IL MISTERO DEL CADAVERE SCOMPARSO (Dead Man Don’t Wear Plaid, 1982) di Carl Reiner con Steve Martin, Rachel Ward. Un gioiello nato in sala di montaggio: le star dell’hard boiled , Humphrey Bogart, Ava Gardner, Lana Turner, James Cagney e tanti altri, assemblate e fatte rivivere tramite le pellicole originarie per partecipare a un film nuovo con una storia originale e godibile. Un omaggio d’autore al noir classico.

5 MARZO: FUOCO CAMMINA CON ME! (Twin Peaks: Fire Walk with Me, 1992) di David Lynch con Sheryl Lee, Ray Wise. La summa della visionarietà e delle tematiche “maledette” di Lynch racchiuse in un film che fa da prequel alla celebre serie di Twin Peaks e ne svela i misteri. Malvisto da una parte dei critici, imperdibile e affascinante per i numerosi cultori del seguitissimo regista americano dark. 

12 MARZO: IL PIANETA SELVAGGIO (La Planète Sauvage, 1973) di René Laloux. In collaborazione con l’Institut Francais, un cartone animato che è un’opera d’arte grazie ai disegni di Roland Topor, uno dei migliori illustratori di tutti i tempi. Una favola apocalittica sul futuro dell’umanità. In accoppiata un altro cameo animato di Laloux, Les Escargots. L’occasione rara di vedere due pellicole introvabili. 

19 MARZO: IL TAGLIAGOLE (Le Boucher, 1969) di Claude Chabrol con Stéphane Audran, Jean Yanne. Un classico del giallo “sociale”, un cult di Chabrol e dell’intera Nouvelle Vague. Un ritratto formidabile della provincia francese fatto con la rivisitazione dello spirito hitchcockiano. Una serie di delitti turbano il paese in cui vivono una passionale storia d’amore un macellaio e una maestra.

26 MARZO: ARIZONA JUNIOR (Raising Arizona, 1987) di Joel e Ethan Coen con Nicolas Cage, Holly Hunter. Una bislacca coppia composta da un rapinatore pasticcione e una intraprendente poliziotta non possono aver figli e rapiscono uno dei bebè di un boss della vendita di mobili. Nasce così una vicenda piena di colpi di scena, personaggi di ogni tipo in una forsennata, divertente e geniale commedia frutto del genio dei fratelli Coen. 

TUTTI I FILM* SARANNO PROIETTATI AL CINEMA ROUGE ET NOIR ALLE 21 IN LINGUA ORIGINALE CON SOTTOTITOLI IN ITALIANO. ALLE 20.30 LA PRESENTAZIONE. BIGLIETTI: 4 EURO, 3 EURO PER GLI UNDER 30.
*LA PROGRAMMAZIONE POTRA' SUBIRE DELLE VARIAZIONI