Filtering by: ragusa
Ragusa: rassegna "Appuntamento la buio - il cinema che meraviglia"
Nov
22
to Jan 31

Ragusa: rassegna "Appuntamento la buio - il cinema che meraviglia"

appuntamento al buio.jpg

APPUNTAMENTO AL BUIO
il cinema che meraviglia

GIOVEDì 25 OTTOBRE 2018
LA STANZA DELLE MERAVIGLIE
di Todd Haynes. USA / 2017 / 120’

GIOVEDì 8 NOVEMBRE 2018
LA TERRA DELL’ABBASTANZA
di Damiano e Fabio D’Innocenzo. Italia / 2018 / 96’

GIOVEDì 15 NOVEMBRE 2018
CORPO E ANIMA 
di Ildikò Enyedi. Ungheria / 2017 / 116’

GIOVEDì 22 NOVEMBRE 2018
LA CASA DEI LIBRI
di Isabel Coixet. Spagna, Gran Bretagna, Germania / 2017 / 113’

GIOVEDì 29 NOVEMBRE 2018
CHARLEY THOMPSON
di Andrew Haigh. Gran Bretagna / 2017 / 121’

GIOVEDì 6 DICEMBRE 2018
FEMMINILE SINGOLARE
di Léonor Sérraille. Francia / 2017 / 97’

GIOVEDì 13 DICEMBRE 2018
THE DISASTER ARTIST 
di James Franco. USA / 2017 / 104’

LUNEDì 17 DICEMBRE 2018: Evento speciale 
alla presenza dei registi Joshua Wahlen e Alessandro Seidita

ORE 19:00
CORRISPONDENZE
Italia / 2016 / 50’

ORE 21:00
VOCI DAL SILENZIO
Italia / 2018 / 53’

GIOVEDì 10 GENNAIO 2019
UN SOGNO CHIAMATO FLORIDA 
di Sean Baker. USA / 2017 / 115’

GIOVEDì 17 GENNAIO 2019
GIRL
di Lukas Dhont. Belgio / 2018 / 105’

GIOVEDì 24 GENNAIO 2019 
INSYRIATED
di Philippe Van Leeuv. Belgio, Francia / 2017 / 85’

GIOVEDì 31 GENNAIO 2019
UNA DONNA FANTASTICA
di Sebastián Lelio. Cile, Germania / 2017 / 104’

Un progetto FITZCARRALDO CINECLUB
In collaborazione con CINEMA LUMIERE di RAGUSA
Con il contributo di CENTRO SERVIZI CULTURALI – COMUNE DI RAGUSA
Con il sostegno di ANTICA DOLCERIA BONAJUTO

Proiezioni ore 18,30 e 21,30
CINEMA LUMIERE
Via Archimede 214, Ragusa
tel 0932-682699

Ingresso con tessera FIC - Fitzcarraldo Cineclub 2018-2019

Biglietto / 1 film: 5€
Abbonamento / 11 film e un evento speciale: 27€
Tessera FIC - Fitzcarraldo Cineclub 2018-2019: 3€

Informazioni
328-4338448 / 330-833949
www.fitzcarraldo.org / www.cinelumiere.org

Il programma può subire variazioni

View Event →

Ragusa: cinema muto "Come vinsi la guerra"
Nov
21
9:30 PM21:30

Ragusa: cinema muto "Come vinsi la guerra"

come vinsi la guerra.jpg

Quarto ed ultimo appuntamento del primo ciclo di proiezioni dedicate al cinema muto sonorizzato dal vivo!

Considerato uno dei 100 film più importanti del Cinema Americano, è soprattutto uno dei capisaldi della comicità dei primi del '900.

Titolo Originale: The General
Regia: Buster Keaton, Clyde Bruckman, 1926 - 70 minuti
Soggetto: Buster Keaton, Clyde Bruckman

Musica dal vivo:
Fabrizio Arestia - Pianoforte
Francesca Guccione - Violino

Una delle migliori realizzazioni di Keaton, in cui la sua impassibile espressività lo posiziona in un ruolo quasi estraneo alla guerra che racconta, alienandola dal suo significato drammatico e mostrandola per l'inutilità che invece rappresenta.

Riferimenti:
www.mediacritica.it/2014/10/04/come-vinsi-la-guerra-1926/
https://www.ilpost.it/2016/02/01/perche-era-un-fenomeno-buster-keaton/

View Event →
Ragusa: cinema muto "La corazzata Potëmkin"
Nov
14
9:30 PM21:30

Ragusa: cinema muto "La corazzata Potëmkin"

Terzo appuntamento del primo ciclo dedicato agli archetipi nel cinema! Rigorosamente musicato dal vivo.

Molto conosciuto più per le sue parodie che per l'opera in sé, nessun italiano lo sconosce: La Corazzata Potëmkin.

Titolo Originale: Бронено́сец «Потёмкин»
Regia: Sergej Michajlovič Ėjzenštejn, 1925 - 80 minuti
Soggetto: Nina Agadžanova-Šutko

Musica dal vivo:
Fabrizio Arestia - Pianoforte
Francesca Guccione - Violino

Il film rappresenta uno dei momenti cruciali della storia russa, diviso tra avvenimenti reali e fittizi, elaborato in cinque atti con tematiche portanti; uno dei pochi film in cui la poetica prevale sulle immagini.

Riferimenti:
www.ondacinema.it/film/recensione/la_corazzata_potemkin.html
distribuzione.ilcinemaritrovato.it/per-conoscere-i-film/la...potemkin/la-censura

View Event →
Ragusa: cineforum in salotto - "Sogni" di a. Kurosawa
Sep
26
9:15 PM21:15

Ragusa: cineforum in salotto - "Sogni" di a. Kurosawa

▼▼▼▼▼▼▼▼▼▼▼▼▼
Torniamo dalle vacanze con il nostro Cine[ph]orum in Salotto (EVENTO GRATUITO RISERVATO AI SOCI + UN AMICO). 
Torniamo con un film che fa bene al cuore e agli occhi SOGNI di Akira Kurosawa.

▼▼▼▼▼▼▼▼▼▼▼▼▼
Inutile esigere dai sogni la profondità di trame complesse come si trattasse di teoremi dalle dimostrazioni interminabili. Il sogno è ingenuità, come gli occhi sgranati di un bambino che osserva di nascosto le volpi mentre celebrano i loro rituali, quando il sole incontra la pioggia e il fascino del proibito si insinua nell'animo. 
Nel primo e stupendo episodio di Sogni (Il sole sotto la pioggia) Kurosawa Akira cattura appieno la sensazione della sfera onirica: presenze inquietanti che ci circondano e ci osservano, scherzi dell'inconscio che tentano invano di insegnarci qualcosa. Il sogno si nutre di simboli forti, elementari e per questo paurosi e così vicini alle sensazioni ancestrali dell'uomo; di morali nette e semplici, che non si prestano a sottili perifrasi nella denuncia del dolore o del pentimento. È così per i soldati fantasma di Il tunnel e per il demone post-atomico di Il demone piangente, moniti per il futuro provenienti da chi di primavere ne ha ottanta e mette a disposizione la propria saggezza per le generazioni a venire.
Le immagini sovente si adeguano agli svolazzi dell'estro di Kurosawa, lasciandosi andare al divertissement di Corvi, in cui i quadri di Van Gogh (curiosamente interpretato da Martin Scorsese) prendono vita, o al tripudio di colori e di bucolica serenità di Il pescheto e Il villaggio dei mulini ad acqua. Oggetto peculiare nel corpus della produzione di Kurosawa, Sogni è una delle più felici dimostrazioni di come il punto di vista di un anziano riesca a comprendere meglio, trovandovi un inatteso punto di contatto, l'etica e l'estetica (anche in termini di esigenza visiva e conseguente godimento) di un fanciullino. (Fonte www.mymovies.it)

▼▼▼▼▼▼▼▼▼▼▼▼▼
Regia: Akira Kurosawa
Fantastico
Giappone, USA
1990
120 minuti
ITA

▼▼▼▼▼▼▼▼▼▼▼▼▼
Martedì 25 settembre | ore 21.15 | Borgo degli Artisti | Modica Alta
EVENTO RISERVATO AI SOCI* + UN AMICO!

▼▼▼▼▼▼▼▼▼▼▼▼▼
*Sarà possibile tesserarsi anche la sera dell'evento, o sul nostro sito internet compilando il modulo
>>> www.condominiofotografico.it/tesseramento.php <<<

▼▼▼▼▼▼▼▼▼▼▼▼▼
Per info: info@condominiofotografico.it o 3383667801

View Event →
Ragusa: "Io&Annie" versione restaurata
May
9
9:30 PM21:30

Ragusa: "Io&Annie" versione restaurata

io e annie.jpg

Versione Restaurara dalla Cineteca di Bologna.

un punto di svolta, una rivoluzione comica, una disintegrazione romantica. Woody Allen, come Chaplin, scopre il proprio talento nel padroneggiare il riso e il pathos. La sincopata storia d’amore tra Alvy e Annie scompagina ogni ordito narrativo (negli anni la critica parlerà di Ionesco, di Brecht e di Groucho), sullo sfondo di ‘cartoline newyorkesi degli anni Settanta’ che oggi stringono e fanno bene al cuore: glamour femminile fatto di larghi pantaloni, fragilità eccentrica e dipendenza farmacologica, i palcoscenici off del Village, Marshall MacLuhan in fila al cinema. Seems like old times: nel ricordo i due si baciano contro lo skyline visto dal Franklin Delano Roosevelt Drive, e comincia ufficialmente l’era Woody Allen, everyman senza uguali della commedia cinematografica moderna

View Event →
Ragusa: "Poesia senza fine"
May
3
6:30 PM18:30

Ragusa: "Poesia senza fine"

Al cinema Lumière
Giovedì 03 maggio - rassegna "Appuntamento al buio"
Orari: 18:30 e 21:30

Ultima sera della rassegna "Appuntamento al buio" organizzata dal cineclub Fitzcarraldo e dal cinema Lumière con la proiezione dell'ultimo film del genio cileno Alejandro Jodorowsky "Poesia senza fine". 
Ambientato a Santiago del Cile, al debutto degli anni Cinquanta il film racconta la storia di un giovane Alejandro Jodorowsky che ha vent'anni e il desiderio di diventare poeta contro il parere del padre che lo sogna medico, ricco e borghese. Intrappolato nell'ennesima riunione di famiglia, recide (letteralmente) l'albero genealogico e ripara in una comune di artisti avanguardisti per coltivare finalmente il desiderio ardente. Ispirato dai più grandi maestri della moderna letteratura Latino Americana (Enrique Lihn, Stella Díaz, Nicanor Parra) e immerso nella sperimentazione poetica, Alejandro farà la sua rivoluzione culturale.

View Event →
Ragusa: Cine[PH]orum - Bill Cunnigham New York
Mar
14
9:15 PM21:15

Ragusa: Cine[PH]orum - Bill Cunnigham New York

bill cunnigham.jpg

Il 14 Marzo alle 21:15 proietteremo al Nuovo Cineteatro Aurora il documentario "Bill Cunningham New York", un ritratto cinematografico del noto fotografo di moda americano.

Chi è Bill Cunningham? O anche: chi è quel tizio che da quarant'anni sfreccia in bicicletta per le strade
di New York, con una giacca da operaio, un poncho riparato con il nastro adesivo e una macchina
fotografica al collo? 

Sebbene abbia iniziato fabbricando cappelli (che piacevano a Ginger Rogers e Marilyn
Monroe), è sulla strada, infatti, che William J. Cunningham ha trovato il suo luogo naturale.
Fotografando il modo in cui la gente comune indossava e personalizzava gli abiti provenienti dalle
passerelle, ha rivoluzionato il giornalismo di moda. Correndo da un gala di beneficenza all'altro, senza
mai prendere un soldo né un bicchiere di vino, ha raccontato gli ultimi quattro decenni di stile come
nessun altro, pubblicando in fondo poco ma conservando tutto, nel suo appartamento-archivio di
Carnegie Hall. 

L' autore del documentario scava nel privato e qualche
nodo irrisolto lo scova. Ammesso e non concesso che ce ne fosse bisogno, è certamente il modo per
rendere il film più intimo, e tutto avviene con il consenso del soggetto, non c'è dubbio (anche se ci sono
voluti quasi dieci anni per convincerlo). A ottanta anni suonati, anche il più modesto e riservato dei
fotografi può legittimamente decidere di girare l'obiettivo contro se stesso e concedersi un meritato giro
in passerella. (fonte mymovies)

DA NON PERDERE!

***
Bill Cunningham New York
Regia di Richard Press.
Documentario
USA, Francia, 2010
Durata 84 minuti.

Con: Bill Cunningham, Tom Wolfe, Anna Wintour, Carmen Dell'Orefice, Annette De la Renta. 
***
14 Marzo 2018 ore 21:15 al Nuovo Cineteatro Aurora, via Regina Elena, 52 Modica Alta

Biglietti: 
Euro 6 intero
Euro 5 tesserati Condominio Fotografico*

*Sarà possibile tesserarsi anche la sera dell'evento, o sul nostro sito internet compilando il modulo
>>> www.condominiofotografico.it/tesseramento.php <<<

***
Per info:
www.cineteatroaurora.it

3383667801

View Event →
Ragusa: proiezione "Hitler contro Picasso e gli altri"
Mar
13
6:30 PM18:30

Ragusa: proiezione "Hitler contro Picasso e gli altri"

hitler contro picasso.jpg

HITLER contro PICASSO
e gli altri
L’ossessione nazista per l’arte
Solo il 13 Marzo
al cinema Lumière
Con la partecipazione straordinaria di Toni Servillo
Orari: 18:30 - 20:30 - 22:30;
Acquisto biglietti numerati su pianta
Intero: € 10,00
Ridotto: € 8,00 (over 65, under 10, studenti, militari, residenti fuori Ragusa);
Per info e prenotazioni:3492249680 (in orari di chiusura) oppure 0932682699

In due modi il nazismo mise le mani sull’arte: tentando di distruggere ogni traccia delle opere classificate come ‘degenerate’ e attuando in tutta Europa un sistematico saccheggio di arte antica e moderna.

In anteprima mondiale al cinema Lumière solo il 13 marzo e a seguire sugli schermi di altri 50 paesi del mondo il documentario che ci guida per la prima volta alla scoperta del Dossier Gurlitt, di rari materiali d’archivio, dei tesori segreti del Führer e di Goering.
Con la colonna sonora originale di Remo Anzovino.

“Com’è possibile essere indifferenti agli altri uomini? La pittura non è fatta per decorare appartamenti. È uno strumento di guerra offensivo e difensivo contro il nemico” _Pablo Picasso

Chagall, Monet, Picasso, Matisse, Klee, Kokoschka, Otto Dix, El Lissitzky. Artisti messi al bando, disprezzati, condannati eppure anche trafugati, sottratti, scomparsi.

Sono trascorsi 80 anni da quando il regime nazista bandì la cosiddetta “arte degenerata”, organizzando, nel 1937 a Monaco, un’esposizione pubblica per condannarla e deriderla e, contemporaneamente, una mostra per esaltare la “pura arte ariana”, con “La Grande Esposizione di Arte Germanica”. Proprio in quegli stessi giorni cominciò la razzia, nei musei dei territori occupati e nelle case di collezionisti e ebrei, di capolavori destinati a occupare gli spazi di quello che Hitler immaginava come il Louvre di Linz (rimasto poi solo sulla carta) e di

Carinhall, la residenza privata di Goering, l’altro grande protagonista del saccheggio dell’Europa. Si calcola che le opere sequestrate nei Musei tedeschi siano state oltre 16.000 e oltre 5 milioni in tutta Europa. Tra gli artisti all’indice Max Beckmann, Paul Klee, Oskar Kokoschka, Otto Dix, Marc Chagall, El Lissitzky. Sui muri le frasi di commento: “Incompetenti e ciarlatani”, “Un insulto agli eroi tedeschi della Grande Guerra”, “Decadenza sfruttata per scopi letterari e commerciali”. La mostra sull’”arte degenerata” fu portata in tour come esempio in 12 città tra Austria e Germania e la visitarono circa 2 milioni di persone.

Proprio per raccontare alcune delle infinite storie che presero il via in quei giorni, a distanza di 80 anni arriva oggi sul grande schermo un documentario-evento con la partecipazione straordinaria di Toni Servillo e la colonna sonora originale firmata da Remo Anzovino.

Hitler contro Picasso e gli altri. L’ossessione nazista per l’arte, diretto da Claudio Poli e prodotto da 3D Produzioni e Nexo Digital con la partecipazione di Sky Arte HD, arriva nelle sale italiane in anteprima mondiale solo il 13 e 14 marzo e ci guida tra Parigi, New York, l’Olanda e la Germania raccogliendo testimonianze dirette sulle storie che prendono il via da quattro grandi esposizioni che in questi ultimi mesi hanno fatto il punto sull’arte trafugata, tra protagonisti di quegli anni, ultime restituzioni e preziosi materiali d’archivio.

Si parte da “21 rue La Boétie”, la mostra parigina nata dalla volontà di esporre parte di un prezioso patrimonio recuperato, la collezione di Paul Rosenberg, uno dei più grandi collezionisti e mercanti d’arte di inizio ‘900, con quadri da Picasso a Matisse; e si passa a “Looted Art”, alla mostra di Deventer, in Olanda, che espone i quadri provenienti dai depositi statali olandesi e dalle collezioni razziate dai nazisti; si esplora poi “Dossier Gurlitt”, la doppia esposizione di Berna e Bonn che per la prima volta espone la collezione segreta di Cornelius Gurlitt, figlio di uno dei collezionisti e mercanti d’arte che collaborarono coi nazisti, fermato per caso dalla polizia doganale su un treno per Monaco nel 2010. Tra le tele della collezione trafugata capolavori di Chagall, Monet, Picasso e Matisse. 

Tra i protagonisti del film anche Simon Goodman (che in scatoloni pieni di vecchie carte e documenti ha scoperto la storia della sua famiglia e della sua magnifica collezione d’arte, che comprendeva opere di Degas, Renoir, Botticelli, nonché il cinquecentesco “Orologio di Orfeo”. Larga parte della collezione era finita nelle mani di Hitler e Goering), Edgar Feuchtwanger (che nel 1929 fu il vicino di casa di Adolph Hitler, qualche anno prima che suo padre fosse deportato a Dachau, mentre dalla loro casa venivano sottratti mobili e libri preziosi) e Tom Selldorff (che è riuscito a recuperare quattordici opere appartenute alla sua famiglia cui furono sottratte negli anni ’30).

All’interno di Hitler contro Picasso e gli altri. L’ossessione nazista per l’arte troveranno inoltre spazio gli autorevoli interventi di Pierre Assouline, giornalista e scrittore, Jean-Marc Dreyfus, storico e autore del libro Il Catalogo di Goering, , Timothy Garton Ash, storico, Berthold Hinz, storico dell’arte, Meike Hoffmann, esperta di arte degenerata e della vicenda Gurlitt, autrice principale della biografia di Hildebrand Gurlitt Il mercante d’arte di Hitler, Eva Kleeman e Daaf Ledeboer, storici dell’arte e ideatori della mostra Looted Art di Deventer, Markus Krischer, giornalista di Focus che ha seguito l’inchiesta su Cornelius Gurlitt, Agnieszka Lulinska, storica dell’arte e co-curatrice della mostra su Gurlitt a Bonn, Bernhard Maaz, direttore generale delle Bayerische Gemäldesammlungen, Christopher A. Marinello, mediatore nel recupero di opere d’arte, Art Recovery International, Inge Reist, direttrice del Frick Collection’s Center for the History of Collecting presso la Frick Art Reference Library, New York, Elizabeth Royer, gallerista parigina, esperta di restituzioni, Marei e Charlene von Saher, eredi del gallerista Jacques Goudstikker, Cynthia Saltzmann, storica dell’arte e autrice del libro Ritratto del dottor Gachet. Storia e avventure del capolavoro di Van Gogh, Tom Selldorff, erede, Christina Thomson, storica dell’arte e co-curatrice della mostra su Rudolph Belling, Anne Webber, cofondatrice e condirettrice Commition for Looted Art in Europe, Rein Wolfs, a guida della Bundeskunsthalle di Bonn e co-curatore della mostra su Gurlitt a Bonn, Nina Zimmer, direttrice del Kunstmuseum Bern – Zentrum Paul Klee e co-curatrice della mostra su Gurlitt a Berna.

Diretto da Claudio Poli su soggetto di Didi Gnocchi e sceneggiatura di Sabina Fedeli e Arianna Marelli, con musiche di Remo Anzovino, Hitler contro Picasso e gli altri. L’ossessione nazista per l’arte è prodotto da 3D Produzioni e Nexo Digital con la partecipazione di Sky Arte HD ed è distribuito nell’ambito del progetto della Grande Arte al Cinema con i media partner Radio DEEJAY, MYmovies.it e ARTE.IT. L’evento al cinema è patrocinato dalla Comunità Ebraica di Milano.

View Event →
Ragusa: 21° Costa Iblea Film Festival
Dec
19
to Dec 20

Ragusa: 21° Costa Iblea Film Festival

  • Lumiere Cineteatro Ragusa (map)
  • Google Calendar ICS
costa iblea film festival.jpg

19 DICEMBRE

15.30 • Omaggio a Daniele Cipri
Selezione da Cinico tv di Daniele Cipri e Franco Maresco
17.00 • Il manocchio, 1O' e A memoria, 38' di Daniele Cipri e Franco Maresco
18.00 • È stato il figlio di Daniele Cipri, 90'
Era una volta di Daniele Cipri ,30'
20.30 - Carrubo d'oro Maestri del Cinema italiano a Daniele Cipri
lncontro con Daniele Cipri, conducono Andrea Rabbito e Vito Zagarrio
a seguire: La buca di Daniele Cipri, 90'




20 DICEMBRE

15.30 • Girato in Costaiblea l'Omaggio a Marcello Perracchio
Gente di rispetto di Luigi Zampa, 1975, 108'
17.30 • La donna della luna di Vito Zagarrìo, 1988, 90' Premio Costaiblea alla memoria a Marcello Perracchio Incontro su Marcello Perracchio, conduce Pasquale Spadola
20.30 • Premio Rosebud Opera Prima a DavideVigore lncontro con Davide Vigore, conducono Andrea Rabbito e Vito Zagarrio
La viaggiatrice diDavideVigore, 15'
a seguire: Omaggio a Marcello Perracchio
Selezione da Il Commissario Montalbano

Direzione artistica: Vito Zagarrio
Direzione organizzativa: Pasquale Spadola
Comitato: Giuseppe Gambina, Giacomo Martini, Pasquale Spadola, Andrea Rabbito, Vito Zagarrio
Ufficio sede Roma : Emiliano Aiello
Segreteria: Giulia Magro
Progetto grafico: Arianna Galogero Grafica.                                                                         premi: Carmela Parisi                                                                                                             Ufficio stampa: Gianni Papa


Torna il Costa lblea Film Fesfival aI Cinema Lumière di Ragusa, il 19 e il 20 dicembre, si svolge la ventunesima edizione dello storico festival nato a Scicli nel lontano 1991. È passata molta acqua sotto i ponti: sono passati dal festival registi ed attori importanti, dai Taviani ad Amelio, da Scola ad Argento, da Cavani a Tavarelli, da Maya Sansa a Maria de Medeiros, da Enrico Lo Verso a Greta Scacchi.
Sono scomparsi alcuni amici, come il poeta Emanuele Schembali, convinto supporter deI festival, e Marcello Perracchio, il "dottor Pasquano" del Commissario Montatbano. Ormai la faccia tipica di Marcello si era identificata col personaggio televisivo- come è successo un po' a tutta la costa lblea, diventata meta turistica per merito di Montalbano ma già importantissima come set cinematografico, da Zampa ad Amelio - ma Perracchio era un attore bravo che proveniva dal teatro: dalla Piccola Accademia di Ragusa al Teatro Stabile di Catania. Nel cinema aveva lavorato tra gli altri con Damiani (Pizza Connection), Di Robilant (Il giudice ragazzino), con Alessia Scarso e ho avuto l'onore di averlo in un cameo ne La donna della Luna, un film che aveva coinvolto molti attori locali. Più di recente Marcello era stato scoperto dalla televisione.
A Perracchio il festival dedica un doveroso omaggio, visto che il suo volto un po' burbero un po' rassicurante è diventato un'icona del cinema e della televisione iblei e siciliani. Nel mio film interpretava il ruolo di un nostalgico separatista colmito americano nel cuore, che sognava la Sicilia come cinquantunesima stella statunitense e ancora ostentava la bandiera dellaTrinacria indipendentista. Quella di Marcello è una grave perdita per tutti noi.
Il Costaiblea comunque continua.

Il cuore, quest'anno, sarà una retrospettiva dedicata a Daniele Ciprì, film maker multitasking
siciliano: regista, direttore della fotografia, docente di cinema, sperimentatore di un "cinema espanso" coraggioso e provocatorio. Diventato noto in coppia con Franco Maresco prima per le strisce televisive di Cinico TV e poi per film come Lo zio di Brooklyn e Totò
che visse due volte. Ciprì ha poi esordito da solo con E' stato il figlio (opera visionaria e surreale con protagonista Toni Servillo) ed ha proseguito poi con l'altrettanto visionario La buca (interpretato da un altro grande come Castellitto).
Ma Cipri è anche un ottimo direttore della fotografia (ricordo la splendida fotografia di Angela di Roberta Torre), che si dedica generosamente al cinema dei giovani: penso a Alt ha gli occhi azzurri e Fiore di Claudio Giovannesi, uno dei registi della nuova onda Italiana; ed anche a La viaggiatrice del siciliano Davide Vigore, che non a caso Il festival premia col suo tradizionale 'Premio Rosebud Opera prima' .
Preziosa è la collaborazione con l'Università Kore di Enna, tramite appassionato lavoro di Andrea Rabbito. E voglio anche ricordare Giacomo Martini, storico operatore culturale Italiano, oltre agli ospiti di casa Giuseppe Gambina (anima del cinema Lumière) e Pasquale Spadola, senza di lui non esisterebbe il cinema, il teatro, il video e la televisione iblei.

 

Vito Zagaffio
INGRESSO GRATUITO.

View Event →
Ragusa: Appuntamento al buio - Il cinema che divide
Nov
9
to Jan 25

Ragusa: Appuntamento al buio - Il cinema che divide

appuntamento al buio.jpg

APPUNTAMENTO AL BUIO
il cinema che divide

Giovedì 19 ottobre 2017
EASY - UN VIAGGIO FACILE FACILE di Andrea Magnani (Italia, Ucraina, 2016, 91’)

Giovedì 26 ottobre 2017
VIRGIN MOUNTAIN di Dagur Kári (Islanda, 2015, 94’)

Giovedì 09 novembre 2017
VI PRESENTO TONI ERDMANN (Toni Erdmann) di Maren Ade (Germania, Austria, 2016, 162’)

Giovedì 16 novembre 2017
RITRATTO DI FAMIGLIA CON TEMPESTA (After the storm) di Kore-eda Hirokazu (Giappone, 2016, 117’)

Giovedì 23 novembre 2017
UN RE ALLO SBANDO (King of the Belgians) di Peter Brosens, Jessica Woodworth (Belgio, Paesi Bassi, Bulgaria, 2016, 94’)

Giovedì 30 novembre 2017
L'INTRUSA di Leonardo Di Costanzo (Italia, Svizzera Francia, 2017, 95’)

Giovedì 07 dicembre 2017
UNA SETTIMANA E UN GIORNO (Shavua Ve Yom) di Asaph Polonski (Israele, 2016, 98’)

EVENTO SPECIALE
Lunedì 11 dicembre
CORTOSPLASH A-W edition
Una serata dedicata ai cortometraggi spiaggiati
In collaborazione con Cortosplash Film Festival

Giovedì 11 gennaio 2018
A CASA NOSTRA (Chez nous) di Lucas Belvaux (Francia, Belgio, 2017, 117’)

Giovedì 18 gennaio 2018
L’ORDINE DELLE COSE di Daniele Segre (Italia, Francia, Tunisia, 2017, 112’)

Giovedì 25 gennaio 2018
IL PADRE D'ITALIA di Fabio Mollo (Italia, 2017, 93’)

Un progetto FITZCARRALDO CINECLUB
In collaborazione con CINEMA LUMIERE di RAGUSA
Con il contributo di
CENTRO SERVIZI CULTURALI – COMUNE DI RAGUSA
Con il sostegno di
DELICATESSEN in DROGHERIA
DIVANI&DIVANI Ragusa VENETA CUCINE Ragusa by RIZZOTTI
ISOLAGRANDE Srl
PRIMACLASSE locale trasversale

Proiezioni ore 18,30 e 21,30
CINEMA LUMIERE Via Archimede 214, Ragusa, Tel 0932-682699

Ingresso con tessera FIC - FITZCARRALDO CINECLUB 2017-2018
Biglietto (1 film) euro 5,00 / Abbonamento (10 film e un evento speciale) euro 25,00
Tessera FIC FITZCARRALDO CINECLUB 2017-2018 euro 3,00

Infoline 328-4338448 330-833949
www.fitzcarraldo.org / www.cinelumiere.org

Il programma può subire variazioni

View Event →
Ragusa: proiezione "Blow Up" di Michelangelo Antonioni
Nov
6
9:30 PM21:30

Ragusa: proiezione "Blow Up" di Michelangelo Antonioni

blow up.jpg

"Non è colpa mia se non c'è pace. C'è chi fa il torero, il deputato. Io faccio il fotografo..."

Blow-Up è un film del 1966 diretto da Michelangelo Antonioni, ispirato al racconto "Le bave del diavolo" dello scrittore argentino Julio Cortázar. 

Ha vinto la Palma d'Oro al Festival di Cannes nel 1967. Nel cast si trovano attori già famosi, come David Hemmings, o in seguito divenuti tali, come Vanessa Redgrave e Jane Birkin.

Nell'estate del 1964 mentre sta girando Deserto rosso, Michelangelo Antonioni legge Le bave del diavolo, un racconto dello scrittore argentino Julio Cortázar pubblicato nella raccolta Le armi segrete. Nella sceneggiatura scritta insieme a Tonino Guerra, il regista ne utilizza solo gli elementi essenziali.

« L'idea di Blow-Up mi è venuta leggendo un breve racconto di Julio Cortázar. Non mi interessava tanto la vicenda, quanto il meccanismo delle fotografie. La scartai e ne scrissi una nuova, nella quale il meccanismo assumeva un peso e un significato diversi.
Tonino Guerra e, per i dialoghi inglesi, Edward Bond collaborarono con me alla sceneggiatura. Guerra mi aiuta da anni, precisamente da L'avventura. Lui è romagnolo, io sono emiliano. C'è un abisso tra di noi. Forse è per questo che andiamo d'accordo. »

Antonioni matura l'idea di girare il film a Londra dopo la visita sul set di Modesty Blaise, la bellissima che uccide, che Monica Vitti stava girando con Joseph Losey, anche se il romanzo era stato ambientato a Parigi.

Il commento sonoro fu affidato al jazzista Herbie Hancock, che lo compose e lo eseguì affiancato da illustri colleghi, quali tra gli altri Freddie Hubbard e Jim Hall. 

View Event →
Ficarra e Picone al cinema con "L'ora legale"
Feb
1
to Feb 28

Ficarra e Picone al cinema con "L'ora legale"

  • 5 Via Filisto Siracusa, Sicilia, 96100 Italy (map)
  • Google Calendar ICS

È nelle sale il nuovo film di Ficarra e Picone “L’ora legale” (Multisala Planet teatro Vasquez via Filisto n.5-17 Siracusa). È la storia di due amici di Pietrammare, un paesino della Sicilia, dove, puntuale come l’ora legale, è arrivato il momento delle elezioni. All’ormai consolidato storico sindaco si oppone un professore cinquantenne alle prime armi con la politica, ma con le mani pulite. I nostri due amici sono schierati su fronti opposti e si scontrano sul destino del futuro sindaco, mirando ad ottenere, chi dall’uno chi dall’altro, il classico “favore” che cambierebbe le loro vite. Come andrà a finire?

View Event →