Back to All Events

NOTO: REINTERPRETAZIONE DI HOPPER


  • Galleria Photology, via Giosuè Carducci 12 Noto Italia (map)

La mostra vede quattro tra i più importanti protagonisti dell’arte fotografica internazionale: Luca Campigotto, Gregory Crewdson, Franco Fontana e Richard Tuschman. I fotoartisti selezionati rappresentano il riferimento visivo più contemporaneo all’opera di Edward Hopper, morto nel 1967 e che lascia già nella fotografia di quegli anni segni preziosi nelle immagini di Robert Adams e Stephen Shore. Una magica unione di non-luoghi, tipici della città americana o più in generale della metropoli universale. Angoli di strade, ristoranti, teatri, uffici, distributori di benzina e interni semideserti. Vi è un’esigua presenza di figure, perlopiù femminili, in atteggiamenti riflessivi e meditabondi, quasi lontani dalla realtà in cui si trovano.


The exhibition sees four of the most important players in the international photographic art: Luca Campigotto, Gregory Crewdson, Franco Fontana and Richard Tuschman. The fotoartisti selected represent the most contemporary visual reference to the work of Edward Hopper, who died in 1967 and that already leaves in the photography of those years precious signs in the images of Robert Adams and Stephen Shore. A magical union of non-places, typical of American cities, or more generally of the universal metropolis. Street corners, restaurants, theaters, offices, gas stations and semi-deserted interior. There is a very small presence of figures, mostly female, in reflective and meditative attitude, almost detached from reality in which they find themselves.