Catania: Lo ZEN della scrittura - laboratorio a cura di Viola di Grado
Oct
14
to Dec 9

Catania: Lo ZEN della scrittura - laboratorio a cura di Viola di Grado

  • Libreria Vicolo Stretto (map)
  • Google Calendar ICS
lo zen della scrittura.jpg

LO ZEN DELLA SCRITTURA: Laboratorio di filosofie orientali applicate alla stesura di un romanzo a cura di Viola Di Grado.

Cosa unisce il pensiero giapponese alla stesura di un romanzo? Questo corso intende attraversare il territorio misterioso della scrittura lungo il tracciato segnato dai principi del pensiero nipponico. 
Tratteremo ad esempio: 
- Il MONO NO AWARE, la "tristezza delle cose" che ispirò Murasaki Shikibu, prima romanziera al mondo; 
- Il WABISABI, l'incanto della malinconica imperfezione che guida i ceramisti Raku e il MA, la capacità di gestire pieno e vuoto all'interno della vita e del racconto. 

Come dei calligrafi in una capanna sul monte Hiei, intenti ad ascoltare il fruscio di ogni foglia, faremo un percorso immersivo verso il bello, narrativo e stilistico, individuando i modi in cui tutto questo si fa storia e parola: alla ricerca della propria voce.

Viola di Grado (1987) è l’autrice di "Settanta Acrilico Trenta Lana" (Edizioni E/O, 2011) – vincitore del premio Campiello Opera Prima e del premio Rapallo Carige Opera Prima e nalista all’IMPAC Dublin Literary Award – e di "Cuore Cavo" (Edizioni E/O, 2013), finalista al PEN Literary Award. 
Ha vissuto a Kyoto, Leeds e Londra, dove si è laureata in Filosofia e dell’Asia orientale. I suoi libri sono tradotti in otto Paesi.

Per info e prenotazioni scrivere a stampa@libreriavicolostretto.it o telefonare a 095/2962587

View Event →
Catania: laboratorio permanente "Gli arabeschi della memoria" a cura di Valeria Zagami
Oct
15
to Jun 10

Catania: laboratorio permanente "Gli arabeschi della memoria" a cura di Valeria Zagami

Gli “Arabeschi della Memoria” è un laboratorio permanente dedicato alla ricerca e alla sperimentazione della parola poetica.

Il tema affrontato durante gli incontri è la memoria, e le sue infinite sfaccettature, il suo immenso potere agente e la grande capacità che ha di interagire all’interno delle nostre coscienze, alterando la costruzione della realtà. In modo inconsapevole siamo prigionieri di una volontà passata, inscritta nel codice interno dei nostri ricordi, dei nostri vissuti emozionali, e delle nostre ferite emotive.

La parola poetica ha l’immenso dono di accostare il visibile all’invisibile, di fare emergere il passato attraverso il presente, e per questo di modificare in noi la percezione che abbiamo di noi stessi.

Il lavoro prodotto dagli incontri è finalizzato alla pubblicazione di una raccolta miscellanea, che darà spazio alla sensibilità di più voci narranti.

Valeria Zagami (Valerialidiavalentina Valerialidiavalentina) è attivista nel campo della ricerca e dell’azione fonosimbolica della parola poetica, fa parte di un collettivo di poeti milanesi che annualmente partecipa alla manifestazione culturale Bookcity per promuovere gli esiti delle ricerche intraprese.

E’ autrice di “ISOLA SONO DIVENTATA” per Nulladie editore, di un saggio sui linguaggi visuali per Loescher, di numerosi contributi per le riviste “Folio” di Pearson Italia, “La Ricerca” di Zanichelli Editore, e per “GIUNTIScuola”, edizioni Giunti. 
Ha collaborato con il “CINEMONITOR – OSSERVATORIO SUL CINEMA E L’AUDIOVISIVO IN ITALIA”; con la rivista romana “Fuori le Mura”, per la quale ha intervistato il regista Asghar Farhadi sulla deriva della tragedia contemporanea; ed ha avuto il piacere di intervistare lo scrittore campano Bruno Arpaia sulla natura del romanzo poliziesco.


Laureata in Teorie della Comunicazione e Ricerca Applicata ai Media presso l’Università “La Sapienza” di Roma, è esperta conoscitrice dei linguaggi visuali e performanti della comunicazione. Ha vissuto tra Roma, Torino, e Milano.

Per info e prenotazioni scrivere a stampa@libreriavicolostretto.it o telefonare a 095/2962587

View Event →
Siracusa: Guantini bianchi - laboratorio di parole e musica
Oct
20
to Dec 1

Siracusa: Guantini bianchi - laboratorio di parole e musica

guantini bianchi.jpg

La Casa del libro Rosario Mascali è lieta di accogliere il nuovo progetto a cura di Simona Lo Iacono:

Guantini Bianchi: laboratorio di parole e musica
Ogni appuntamento, Simona ci presenterà un libro dedicato alla tematica dell'accoglienza ai giovani portatori di abilità diverse, un coro e tanti guantini bianchi ci guideranno nella lingua dei segni (LIS)
Si comincia con Fulvio Ervas "Se ti abbraccio non avere paura" Marcos y marcos


Il coro di mani bianchi del Collegio Sacro Cuore di Siracusa è diretto da Silvia Simonelli.

View Event →
Catania: Corso di scrittura creativa V edizione - Villaggio Maori Edizioni
Nov
10
to Dec 1

Catania: Corso di scrittura creativa V edizione - Villaggio Maori Edizioni

  • Villaggio Maori Edizioni (map)
  • Google Calendar ICS
v edizione scrittura creativa.jpg

Trova l'ispirazione e coltiva il tuo talento!

Ti piace SCRIVERE?
Vorresti vedere un giorno il tuo ROMANZO PUBBLICATO?
Le belle storie sono dentro ognuno di noi: troviamo insieme il modo di tirarle fuori e condividerle!

Il CORSO DI SCRITTURA CREATIVA di Villaggio Maori Edizioni, già alla sua quinta edizione, ti aiuterà a capire come sviluppare un'idea, raccontare un'emozione, individuare nuclei e motori narrativi, dare vita ai personaggi.

Il corso, tenuto da Salvatore La Porta, direttore editoriale di Villaggio Maori Edizioni e autore di racconti, saggi e romanzi per VME e Il Saggiatore, è rivolto a tutti e prevede sia interventi teorici che esercitazioni pratiche.

Al termine del corso verrà rilasciato a tutti i partecipanti un ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE.
Inoltre, i TRE RACCONTI MIGLIORI, selezionati durante il corso, verranno PUBBLICATI sul sito della casa editrice Villaggio Maori Edizioni.

* * *

Ecco tutti i DETTAGLI:

CORSO BASE DI SCRITTURA CREATIVA
- Durata: Quattro incontri da due ore e mezza ciascuno, una volta a settimana a partire dal 10 novembre. Lezioni: tutti i sabatì dalle ore 17.30 alle 20
- Prezzo: € 119
- Dove: Villaggio Maori Edizioni, via Sant'Elena 40, Catania
- Inizio corso: sabato 10 novembre 2018
- Iscrizioni entro il 7 novembre 2018
- Numero massimo di iscritti: 10

MODALITÀ DI ISCRIZIONE:
Scarica e compila il modulo di iscrizione; consegnalo alla nostra segreteria in via Sant'Elena 40 personalmente (tutti i giorni dal lunedì al giovedì, dalle 16 alle 19) o via email (a virginia@villaggiomaori.com) compilato e firmato, insieme a un acconto del 50% sul prezzo del corso.
L'acconto può essere versato in contanti, tramite PayPal (email: info@villaggiomaori.com) o tramite bonifico (IT74K0200816935000011015812).
Il pagamento del saldo potrà essere effettuato direttamente il primo giorno di lezione.

N.B: Il corso verrà attivato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti (sei). Qualora non si raggiungesse il numero minimo di iscritti la segreteria rimborserà l’importo versato.


Per INFO o chiarimenti non esitare a contattarci:
virginia@villaggiomaori.com
392 2505044

View Event →
Catania: presentazione "ISOLAMURI"
Nov
17
5:30 PM17:30

Catania: presentazione "ISOLAMURI"

isolamuri.png

Tutto pronto per il primo appuntento con gli autori di #ISOLAMURI 
Alla presentazione del libro interverranno Daniele Lo Porto, la giornalista Katia Scapellato e l'editrice Daniela Tralongo.
Appuntamento per sabato 17 novembre alle ore 17.30, presso la Sala Assostampa del Centro Fieristico Le Ciminiere di Catania.
E come dice Prospero Dente "segnate le coordinate sulla cartina!".

View Event →
Siracusa: Incontro con Miguel Angel Cuevas
Nov
17
6:30 PM18:30

Siracusa: Incontro con Miguel Angel Cuevas

La Casa del Libro è lieta di invitarvi alla presentazione del libro di poesia di Miguel Angel Cuevas

Ultima Fragmenta
Algra editore

Sebastiano Burgaretta converserà con l'autore

IL LIBRO
"Lettrice, lettore che ti accingi ad aggirarti tra questi "Ultima Fragmenta", sappi che errando fra questi "delubri" in essenza stai per inoltrarti lungo "il bramato sentiero della ricognizione"! È un sentiero, questo, che Miguel Ángel Cuevas sta tracciando ormai da qualche decennio per mezzo di un originale poetare; in cui la "parola, / tratto occulto" è tale giusto perché in cerca di una reale nominazione. Lo scopo di Cuevas essendo quello «...di togliere protezione alle parole così da impedire loro di mostrare solo ciò che è familiare, riconoscibile e riconosciuto» (Vito Bonito). Come faceva Paul Celan, ad esempio; procedendo sillaba per sillaba, nella tensione verso la reine Sprache (la lingua pura, originaria, adamica) di cui forse tra questi "Fragmenta" talvolta "apparirà l'impronta, accadrà l'orma". Ed è una poesia, questa, che a dispetto della sua essenzialità (poiché le verità del frammento sfiorano quelle del silenzio) reca in sé grandissima memoria di due letterature - quella spagnola e quella italiana -; e che si colloca, in una linea che risale a San Juan de la Cruz, in una posizione di particolare misticismo."

L'AUTORE
Miguel Ángel Cuevas, poeta, traduttore, docente, ha insegnato Letteratura spagnola all’Università degli studi di Catania ed è stato Visiting Professor nell’Istituto di Filologia Romanza dell’Università di Aquisgrana. Attualmente è Ordinario di Letteratura italiana all’Università di Siviglia.
Autore di numerosi saggi su autori e opere letterarie spagnole e italiane, si ocupa prevalentemente di poesia e narrativa italiana contemporanea. Ha curato edizioni spagnole di Luigi Pirandello, Federigo Tozzi, Mario Luzi, Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Pier Paolo Pasolini, Vincenzo Consolo, Maria Attanasio, Angelo Scandurra, Dacia Maraini; ha tradotto all’italiano la poesia di José Ángel Valente e di Jorge Oteiza, oltre ai propri versi. Come poeta ha pubblicato Celebración de la memoria (1987; seconda forma, Memoria, 2013), Manto (1990), Incendio y término (2000), Silbo (2001), Escribir el hueco—Scrivere l’incàvo (2011), Modus deridendi (2013), Piedra –y cruda (2015). L’opera poetica spagnola è stata riunita in Traza (Poesía 1990–2015), Sevilla (2017); e le autotraduzioni italiane nell’antologia Ultima Fragmenta (2017).

View Event →
Siracusa: domenica in libreria con Fortunato Cerlino
Nov
18
11:00 AM11:00

Siracusa: domenica in libreria con Fortunato Cerlino

fortunato cerlino.jpg

"Se vuoi vivere felice", il primo romanzo di Fortunato Cerlino, il don Pietro Savastano di Gomorra. è la storia di un bambino salvato dalla fantasia. È l'altra faccia di Gomorra: la vita in luce, quella che spunta inaspettata e nuova come un germoglio in mezzo all'asfalto.
Siamo a Pianura, periferia di Napoli, negli anni Ottanta. Chi ci abita lo chiama il Far West. Fortunato ha dieci anni, una fame incontenibile - di cibo, di storie e d'amore - e un'immaginazione sfrenata. In famiglia lo chiamano 'o strologo, quello che sa le cose. Da grande vorrebbe fare il cantante neomelodico. Ma anche l'attore. Pure l'astronauta non sarebbe male. Oppure può raccogliere da terra la Smith & Wesson 357 Magnum di Patrizio, 'o figlio dô Bulldog, e mettersi a sparare come tanti altri. Vive in due stanze con i genitori, i tre fratelli e la nonna, arrivata all'improvviso dopo che un sasso enorme è precipitato sul tetto di casa sua - cosí dicono i grandi - minacciando di sfondarle il soffitto. Quello che pochi sanno è che Fortunato ha un sogno piú grande di lui, qualcosa che lo tiene sveglio la notte. Andare lontano, schizzare via. Perché la vita corre, e va acchiappata. Fortunato Cerlino ha scritto un romanzo unico, vivissimo, scintillante di intelligenza creativa. Ogni istante vissuto attraverso gli occhi di questo bambino un po' magico è pura meraviglia.

View Event →
Catania: presentazione "I libri delle donne"
Nov
18
6:00 PM18:00

Catania: presentazione "I libri delle donne"

i libri delle donne.jpg

Domenica 18 novembre 2018, ore 18:00, presso la Drogheria artistica Vladivostok, verrà presentato il nuovo libro pubblicato da #villaggiomaoriedizioni, "I libri delle donne" di Vera Navarria.

<<Ogni donna che oggi viene pubblicata senza stupore, vince un premio letterario, svetta sulla classifica dei best seller, è recensita con attenzione da un critico mentre cinquat'anni fa sarebbe stata ignorata, ha un debito di riconoscenza verso le femministe e loro case editrici di quegli anni>>

Vera Navarrìa, ricostruendo il fervore culturale nato dalle istanze femministe e il ruolo svolto dalle case editrici che «vivevano per un fine ideale, dare voce alle donne, alla loro differenza, alla loro creatività», fa un quadro dell’editoria femminista europea, si sofferma su quella italiana e svela di avere «appreso con stupore che per alcuni anni il mondo ha conosciuto un circuito editoriale diverso […]che nelle sue spinte più utopiche ambiva a fare da sé, a fare a meno del compromesso con l’editoria “tradizionale”, capitalista, “degli uomini”, […] colpevole di non pubblicare abbastanza autrici e di essere il primo anello di trasmissione di una cultura pensata esclusivamente dagli uomini, dalla quale le donne si sentivano non rappresentate ed escluse».

Di queste case editrici Navarrìa racconta genesi, modo di lavorare, copertine e storie personali di donne certe di avere qualcosa da dire e di poter rivendicare un ruolo rilevante.Tanto da far asserire a
Monica Romano, nella postfazione, che «ancora oggi, sono le parole di altre donne a mettermi in salvo».

View Event →
Catania: presentazione "Gil Scott-Heron. Il Bob Dylan nero"
Nov
18
6:30 PM18:30

Catania: presentazione "Gil Scott-Heron. Il Bob Dylan nero"

  • Teatro Coppola Teatro dei Cittadini (map)
  • Google Calendar ICS
gil scott heron.jpg

Antonio Bacciocchi e Rita Lilith Oberti presentano:

"GIL SCOTT HERON. IL BOB DYLAN NERO"
di Antonio Bacciocchi. Edizione: Vololibero, 2018

18 Novembre, ore 18:30


INGRESSO CON SOTTOSCRIZIONE VOLONTARIA


***


Questa è la storia di Gil Scott-Heron. Poeta, scrittore, musicista.
È stato il cantore dell’America del Vietnam, dei diritti negati ai neri e delle loro lotte, ma anche dei meandri più oscuri e maledetti dell’animo umano, quello minato da disperazione, povertà, alcolismo, droga, emarginazione. Lo ha sempre fatto con estrema lucidità, un linguaggio crudo e, tuttavia, ironico e pungente, accompagnato da una miscela musicale originale e personalissima che ha attinto sapientemente dalle radici della black music, rinnovandola e modernizzandola, rimettendosi costantemente in gioco, contro ogni ostacolo, anche quelli più alti. 
Completano il libro un’intervista ad Alberto Castelli, un intervento di Carlo Babando, varie testimonianze, la lista delle apparizioni di Gil in Italia e una discografia ragionata. 


***


http://www.teatrocoppola.it/

Ufficio stampa:
info@teatrocoppola.it
3470112200

View Event →
Catania: presentazione "La Sicilia è un'isola per modo di dire" di e con Mario Fillioley
Nov
18
7:30 PM19:30

Catania: presentazione "La Sicilia è un'isola per modo di dire" di e con Mario Fillioley

"La Sicilia è un’isola per modo di dire" è molte cose insieme: un libro di raffinata e irresistibile comicità, un racconto lucido di una terra molto amata, un diario di viaggio curioso e impertinente, un manuale d’istruzioni per montare e smontare il mito della sicilitudine. 
Mario Fillioley sa bene di trovarsi davanti un luogo fin troppo raccontato, ammantato di una sua tradizione che – dal ciclo dei vinti fino alle fiction televisive – ha accumulato e inglobato una serie sterminata di versioni, sempre al confine tra topos e stereotipo. E sa che per raccontarlo, quel luogo, nelle sue infinite manifestazioni, ha una sola arma vincente: l’ironia. 
Evitando tanto le pose retoriche quanto quelle antiretoriche, Fillioley parla al lettore come fosse un amico, senza trucchi e senza ipocrisie. 
Riesce così in un’impresa apparentemente impossibile: dire qualcosa di nuovo sull'isola troppo grande, troppo complessa, l’isola per modo di dire. Raccontare, con leggerezza e amoroso disincanto, una Sicilia diversa, non definitiva e quindi tanto più vera e credibile.
minimum fax

Mario Fillioley è nato a Siracusa nel 1973. È un insegnante di lettere in una scuola pubblica, ha tradotto diversi libri dall’inglese. Ha un blog personale, Aribiceci.com, e un blog sul Post. Vari suoi racconti e reportage sono stati pubblicati su IL. Un suo testo fa parte dell’antologia Non si può tornare indietro, edita da Marsilio nel 2015.

Accompagna l'autore Barbara Distefano, ricercatrice universitaria.

View Event →
Catania: Corso di scrittura - Matte da Scrivere
Nov
22
5:00 PM17:00

Catania: Corso di scrittura - Matte da Scrivere

corso di scittura.jpg

Insegnanti e giovani studentesse. Ecco la fotografia di chi ha deciso di prendere parte alla scuola di scrittura Matte da Scrivere, presentata al Cub – Castello Ursino Bookshop lo scorso 18 ottobre e che prenderà il via ufficialmente il 22 novembre prossimo dalle 17:00 alle 19:00. E proprio alle insegnanti e alle giovani studentesse che è riservata una scontistica di oltre il 30% per l’iscrizione: il costo, per queste due categorie di iscritti, passa dunque da 350,00 a 250,00 €. 

Matte da Scrivere è un corso di scrittura creativa promosso dalla casa editrice VandA ePublishing ed è condotto dalla scrittrice Chiara Aurora Giunta, in collaborazione con Officine Culturali e Karma Communication, le due realtà che hanno dato vita e gestiscono il CUB – Castello Ursino Bookshop. 

Nell’incontro del 18 ottobre scorso Chiara Giunta si è destreggiata fra le tante domande e perplessità delle iscritte, mentre illustrava come si sarebbero articolati gli incontri successivi della scuola di scrittura. Va da sé che chi si è già iscritto è tornato a casa con un compito da svolgere, in modo che la Giunta abbia il tempo di leggere questo primo lavoro di scrittura e di proporre agli aspiranti scrittori dei suggerimenti per migliorare lo scritto, la sua struttura, la sua organizzazione.

Il corso si articola in cinque incontri, da ottobre ad aprile, che animeranno lo spazio del bookshop, dedicati alla sensibilità femminile e all’uso della parola nei racconti delle donne, come traccia su cui lavorare per promuovere talenti. Gli aspiranti scrittori, che saranno coinvolti anche in sessioni online, saranno guidati a riconoscere le proprie inclinazioni, ad approfondire i momenti della creazione narrativa e a trasformare in lavori compiuti le proprie intuizioni. Il corso è rivolto a uomini e donne, si articola in cinque incontri, della durata massima di 18 ore (alcune delle quali saranno online). Alla fine del corso i lavori verranno valutati e, se idonei, saranno pubblicati dalla casa editrice VandA ePublishing. 

A seguire le date dei prossimi appuntamenti (alle date che seguono, le editrici hanno deciso di aggiungere un incontro ulteriore, la cui data verrà comunicata non appena):
- 22 Novembre 2018 (dalle 17 alle 19): I grandi romanzi sono grandi fiabe (Nabokov). “Buoni scrittori e buoni lettori”: la trama come radice del narrare.
- 16 Gennaio 2019 (dalle 17 alle 19): Il popolo della narrativa e il popolo della terra (Andreoli).“L’ABC della letteratura”: come nascono i personaggi e cosa li definisce.
- 14 Febbraio 2019 (dalle 17 alle 19): Incipit! Che il racconto abbia inizio. Cominciare un racconto catturando l’attenzione del lettore.
- 20 Marzo 2019 (dalle 17 alle 19): Tutto è compiuto. Chiudere una storia e renderla compiuta.
- 11 Aprile 2019 (dalle 17 alle 19): La parola agli scrittori. Confronto e racconto dell’esperienza vissuta.

Per ricevere informazioni potete inviare una mail a mattedascrivere@vandaepublishing.com

View Event →
Catania: Antonio Di Grado presenta "L'idea che uccide"
Nov
22
6:00 PM18:00

Catania: Antonio Di Grado presenta "L'idea che uccide"

l'idea che uccide.jpg

Lo spettro dell'anarchia turba, tra Otto e Novecento, il borghese europeo e tanto più gli scrittori, indecisi tra fascinazione e avversione. L'idea che uccide esplora, lungo una rete di percorsi intrecciati, una varietà di trame e personaggi romanzeschi nei quali riversarono la loro ambivalente curiosità per il mondo anarchico scrittori come De Roberto e Oriani, Valera e De Amicis, Cena e Bacchelli, Turgenev e Dostoevskij, Zola e Bourget, Tolstoj e Léon Bloy, Conrad e Orwell, Pea e Vittorini, assieme a numerosi altri (di cui alcuni poco noti come Leda Rafanelli, o ignoti come Antonio Agresti), fino a Savinio e Sciascia, a Gianna Manzini e a Maurizio Maggiani. Emerge dalle loro pagine una ricca galleria di figure e situazioni, dalle quali ogni scrittore - anche quando appare intimorito - è segretamente stregato, affascinato dal miraggio di un paradiso in terra o di una catastrofe giustiziera, di un evangelo laico o di una praticabile utopia. 

Dialogherà con l'autore il Prof. Fernando Gioviale

View Event →
Catania: presentazione "L'alunno del tempo"
Nov
22
7:30 PM19:30

Catania: presentazione "L'alunno del tempo"

l'alunno del tempo.jpg

l centro di questo racconto è Filocleone, giudice protagonista della commedia Le Vespe di Aristofane (422 a.C.), colpevole di aver snaturato la giustizia a mezzo di mera affermazione del potere dei demagoghi. 
Risuscitandolo dalle antiche pagine, l’autore lo fa agire in un arco temporale lunghissimo, che va dall’Atene del tempo della mutilazione delle Erme (415 a.C.) e delle inquietanti figure di Teramene e Crizia ai nostri giorni, e ne immagina l’opera di disumanizzazione dell’uomo proprio con la forza del diritto che giustizia o – il che fa lo stesso – dignità avrebbe dovuto invece assicurare. Ma un episodio lo spinge a un radicale ripensamento del proprio ruolo, al quale contribuiscono anche pagine di filosofi e letterati, e alla consapevolezza del bisogno per il diritto di riflettere sulla sua essenza, la giustizia, rimettendo al centro l’uomo, senza il quale, scrive Sciascia, è solo «un sacco vuoto». Di ciò nell'odierna crisi del diritto, che ha espulso dai codici persino la parola giustizia, si ha di certo urgente bisogno.
Algra editore

Salvatore Borzì è docente di Lettere al Liceo classico “Gulli e Pennisi” di Acireale e Dottore di ricerca in Filologia greca e latina. È autore della traduzione di Eusebio, Storia ecclesiastica, I-IV (Città Nuova 2001, II edizione 2005), di studi su Apollonio di Tiana, sul Contra Hieroclem di Eusebio di Cesarea, su Sciascia, sul poeta biancavillese Gerardo Sangiorgio. Ha curato, inoltre, alcune voci per il Dizionario patristico e di antichità cristiane (Marietti 2007) e la silloge Grecia. Poesia in due atti di Silvestro Neri (Lalli 2007). Ha scritto Il Cristianesimo laico di Salvatore Satta (Rubbettino 2004), Silvestro Neri: poesia tra assenza ed esperienza soteriologica (Edizioni Aesse 2008), Sull’importanza della letteratura. C’è ancora speranza di salvezza per l'uomo? (Bonanno 2011) e Leopardi e i volti di Dio (Bonanno 2015), che ha ricevuto il XXVIII premio “Anassilaos” per la saggistica 2016. L’alunno del tempo è il suo primo romanzo.

View Event →
Catania: presentazione "Le più fortunate" di e con Julianne Pachico
Nov
24
7:30 PM19:30

Catania: presentazione "Le più fortunate" di e con Julianne Pachico

le più fortunate.jpg

Cosa sappiamo della Colombia? È un paese lontano che in noi evoca quasi solo l’immagine spaventosa quanto stereotipata dei narcos col mitra in mano. 
Gli undici episodi che compongono questo romanzo sono un viaggio nella sua storia recente, dal 1993 al 2013, raccontata con un taglio inedito, e cioè attraverso le vicende di un gruppo di ragazze privilegiate, figlie di diplomatici, politici e uomini d’affari, educate nelle scuole migliori e imbevute di cultura nordamericana. 
Saltando avanti e indietro nel tempo le seguiamo dall’infanzia alla maturità, conoscendo le loro domestiche e i loro professori, i loro compagni di giochi e i loro amanti, e vedendo dipanarsi tutto intorno un mondo contraddittorio fatto di ville faraoniche e guerriglia nella giungla, coniglietti da coccolare e sacchi di coca nascosti in garage, da cui non tutte usciranno vive.
Un esordio spettacolare e polifonico che ricama intorno all’impeccabile ritratto psicologico dei suoi personaggi l’affresco politico e sociale di un’intera società.
edizioni sur
L'autrice Julianne Pachico in Italia: «Le più fortunate» in tour

Julianne Pachico è nata nel 1985 a Cambridge, in Inghilterra. È cresciuta a Cali, in Colombia, dove i genitori lavoravano nell’ambito della cooperazione internazionale. Nel 2004 si è trasferita negli Stati Uniti, continuando gli studi, e nel 2012 è tornata in Gran Bretagna, dove vive tuttora. È l’unica autrice che finora sia mai comparsa con due racconti nella stessa edizione dell’antologia Best British Short Stories (nel 2015), e per Le più fortunate, il suo libro di esordio, è stata finalista allo Young Writer of the Year Award, il premio del Sunday Times per i migliori scrittori britannici under 35.

Accompagnano l'autrice Martina Testa, traduttrice del libro e Viola Di Grado, scrittrice, traduttrice dall'inglese ed orientalista.

View Event →
Catania: gruppo di lettura Pink Glasses
Nov
25
5:00 PM17:00

Catania: gruppo di lettura Pink Glasses

pink glasses.jpg

Fiocco blu se è un bimbo, fiocco rosa se è una bimba. Appena nati ed ecco che già delle lenti colorate calano sui nostri occhi per mostrarci un modo preconfezionato, fatto di stereotipi che ci inquadrano in ruoli non nostri. 
È contro queste lenti che grandi donne hanno lottato nel passato donandoci quelle libertà che oggi ci permettono di uscire da sole, votare, studiare e sgomitare per il posto nel mondo che ci meritiamo. 
Purtroppo però il lavoro non è finito, e adesso tocca a noi informarci sulla nostra storia per riuscire a dare nuovi contributi che ci aiuteranno a superare quelle barriere che ancora ci incastrano. Con questo presupposto si propone il gruppo di lettura #PINKGLASSES, occasione di conoscenza e scambio per un futuro meno rosa e più donna.

Per info stampa@libreriavicolostretto.it o 095/2962587

View Event →

Catania: presentazione "Libera per tutti" di e con Simone Rausi
Nov
16
7:30 PM19:30

Catania: presentazione "Libera per tutti" di e con Simone Rausi

libera per tutti.jpg

Libera per tutti, il libro che racconta l’omosessualità femminile e la ricerca dell’identità con le musiche dei Coldplay e stralci di brani inediti.

Il secondo romanzo di Simone Rausi è una “storia musicale”, il racconto di tre vite sovrapposte che mostra come, a volte, per essere se stessi serva qualcun altro.
Il romanzo affronta temi come la ricerca della propria identità, l’accettazione di sé e la difficoltà che a volte si prova nello star bene nei propri panni. 
A chi non è mai capitato di sentirsi dire “Questo non è da te”? Quanti si sono ritrovati ad essere quello che sono oggi per fare felici la famiglia, il marito o gli amici? È quello che succede ai tre protagonisti:
Angelica, una ragazza lesbica ma omofoba.
Claudio, un trentenne ipocondriaco che non può realizzare il suo sogno “per colpa” del suo nome.
Letizia, un’animalista fanatica della Bibbia che sa come lasciare il segno.

Il libro è un romanzo “a specchio”: le storie di Angelica e Claudio scorrono parallele raccontando le stesse emozioni da punti di vista molto differenti. Ogni capitolo di Angelica si apre con l’estratto di un successo dei Coldplay che ne anticipa il contenuto. Ogni capitolo di Claudio, invece, si chiude con stralci di brani completamente inediti che ne riassumono il senso. Letizia è il personaggio che spariglia le carte in tavola.
Scatole Parlanti

Simone Rausi è nato a Catania nel 1986.
Lavora come copywriter e da oltre dieci anni si occupa di scrittura. Ha creato testi per giornali, blog, radio e tv. Nel 2009 ha pubblicato “Il campo di carciofi”. 
“Libera per tutti” è il suo secondo romanzo.

Accompagna l'autore Fabiola Foti, fondatrice della testata L'Urlo.
Letture a cura di Debora Borgese.

View Event →
Siracusa: presentazione "Trattato di anatomia emozionale"
Nov
16
6:30 PM18:30

Siracusa: presentazione "Trattato di anatomia emozionale"

trattato di anatomia emozionale.jpg

La Casa del Libro è lieta di accogliere la sonora presentazione del libro Trattato di Anatomia Emozionale
di Virginia Caldarella e Andrea Pennisi (Peruzzo Editoriale)

Ne parla con gli autori Alessandra Privitera.
Letture di Virginia Caldarella, Suoni di Dario Chillemi, chitarra, Andrea Pennisi 'Lapsus' rumori emoziofono.

Dagli Studi del Pof. Melanio Da Colìa
Agli amanti, del corpo e dello spirito, e altri inconvenienti.

“Un’invenzione sulle amabili faccende d’amor, 
ispirata dalla magia e dal sogno, 
col giuoco della parola e l’arte del disegnar“. 

Dalle Prefazioni:

“...Così l’esimio nostro collega, il professor Melanio De Colìa, ha fatto nel suo splendido trattato di Anatomia Emozionale; splendido anche grazie alle mirabili Planches della Virginea pittrice Caldarella. Ha preso alla lettera lasciando la lettera intatta. Proprio qui sta la sottigliezza di quest’opera: il fraintendimento non oblitera l’intendimento. Anzi lo rende più profondo. Più sapido. Più sapiente. E nell’intervallo tra l’uno e l’altro brillerà la preziosa gemma dello stupore”. 

Stefano Faravelli, inventore del celebre Distillatore di Lacrime di Coccodrillo ©.

“In virtùde del suggellar la risultanza dei magnifici studi di Scienze Emozionali e Arti Implausibili, illustriamo quest’opera pensante fatta di segni e di parole, atta a dar voce alle emozioni unendo il ludico al dilettevole. Un ricerca mitologica del miracoloso antidoto designato affinché le future genti possan giovarne a trovar rimedi e lenimenti alle pene e le passioni che tormentano l’anima in questo incauto e insidioso mondo”. 

Melanio Da Colìa, Erudito di mal di passione, fantomatico autore del Trattato. 

“Ebbene, noi, esploratori dei misteri dell’anima e dello spirito, riportiamo alla luce questo prodigioso “Trattato” rinvenuto negli anfratti dell’anima del fantomatico scienziato Melanio Da Colìa, erudito di mali e terapie emozionali, redatto in epoche immaginifiche e celato fino ai nostri giorni dai dotti delle scienze razionali, che traccia una nuova mappa dei “Moti di Core” e i loro inconvenienti anatomici”. 

Andrea Pennisi e Virginia Caldarella, gli autori.

Attenzione: 
Questo trattato non è una ricerca medico scientifica, bensì opera della fantasia ad uso esclusivamente ludico-lettarario. 
Patologie, sintomi e rimedi realmente accaduti sono da considerarsi mere fatalità.
Si precisa che nessun amante è stato maltrattato per la realizzazione di quest’opera.

View Event →
Palermo: presentazione "Le sette fantastiche meraviglie del mondo"
Nov
16
6:30 PM18:30

Palermo: presentazione "Le sette fantastiche meraviglie del mondo"

le sette meravoglie.jpg

Da Modusvivendi si presenta il libro "Le sette fantastiche meraviglie del mondo antico" (Albatros). 

L'autrice è Angela Ferrara: la donna è morta a 31 anni, uccisa a colpi di pistola dal marito, Vincenzo Valicenti, davanti alla scuola elementare dove era da poco entrato il figlio di sette anni. Angela era una poetessa e animatrice di eventi culturali per bambini molto nota nella comunità per il suo impegno. Di recente aveva pubblicato un libro per l’infanzia intitolato “L’alfabeto degli animali” regalato in 100 copie al sindaco di Amatrice.

La raccolta di racconti Le sette fantastiche meraviglie del mondo antico è un perfetto esempio di intreccio equilibrato tra generi diversi. I miti dell’antichità scelti dall’autrice riconfermano l’attualità dei loro messaggi e si ricoprono di una luce nuova grazie alla perfetta connessione tra eventi passati e presenti. Anche se il linguaggio del mito è quello dell’immaginazione, il significato emotivo, morale e storico-sociale resta inalterato dai secoli che separano le vicende narrate. Oggi come allora il cuore dell’uomo è animato dai medesimi stati d’animo, rivivendo gli stessi drammi ma anche offrendo semi di speranza per il futuro. (…) Proprio questo è l’intento dell’autrice, parlare di storie antiche che non siano solo rovine perdute da rimpiangere, ma esempi positivi da cui ricavare preziosi insegnamenti. Perché il passato non sia né un peso né un cimitero di tristi ricordi, ma un tesoro pronto ad essere riscoperto e riutilizzato per un mondo davvero fantastico e pieno di meraviglie.

Vini offerti da Tasca D'Almerita, sponsor di cultura
Sponsor tecnico: The Hotel Sphere - Hotel Plaza Opéra e Principe di Villafranca.

View Event →
Catania: presentazione "Lo scemo di guerra e l'eroe di cartone"
Nov
16
6:00 PM18:00

Catania: presentazione "Lo scemo di guerra e l'eroe di cartone"

lo scemo di guerra.jpg

Venerdì 16 Novembre, ore 18,00

Alberto Maria Tricoli, presenta Lo scemo di guerra e l’eroe di cartone. 
A dialogare con l’autore Rosario Battiato
In collaborazione con Edizioni Spartaco


LUOGO
Mondadori Bookstore

***

Come si riconosce un eroe? 
L’autore offre al lettore la possibilità di scegliere una definizione di uomo di valore e delinea la personalità di Nirìa e Libbertu, protagonisti del libro, tipi umani differenti nell’affrontare le vicissitudini della vita. Terza protagonista, che si rifiuta di rimanere sullo sfondo, è la Seconda guerra mondiale.

View Event →
Siracusa: presentazione "Il capitale disumano" con Giuseppe Civati
Nov
16
5:00 PM17:00

Siracusa: presentazione "Il capitale disumano" con Giuseppe Civati

il capitale disumano.jpg

Presentazione del librio "Il capitale disumano"
con Giuseppe Civati

Ottant’anni fa il regime fascista promulgò le leggi razziali, leggi di estrema gravità, spesso associate a norme e decreti minori, punitivi, discriminatori e umilianti. Il tutto accompagnato dall’indifferenza generale, dalla banale accettazione e minimizzazione di atti inauditi, senza precedenti. Al giorno d’oggi la discriminazione prende le forme di iniziative amministrative e legislative - segnali che si moltiplicano, a livello locale e a livello nazionale, dall'esclusione di fatto dei bambini stranieri dalla mensa a Lodi fino al cosiddetto decreto Salvini sull'immigrazione e la sicurezza. 

Il testo curato da Giuseppe Civati, Andrea Maestri, Stefano Catone e Giampaolo Coriani, si apre con una fotografia della realtà sociale e politica per poi passare a un esame puntuale dei passaggi fondamentali del decreto Salvini: dalla cancellazione della protezione umanitaria alla cancellazione dello Sprar, dalla deriva estremistica dello ius sanguinis alla lesione costituzionale del diritto d'asilo, fino alla costruzione - per quanto riguarda gli articoli dedicati alla "sicurezza" - di quello che assomiglia sempre più a uno stato di polizia.

Il libro è corredato da infografiche sulle migrazioni e da una selezione dei principali riferimenti giuridici in materia. 

Di fronte a ciò che sta accadendo, un manuale di azione a disposizione di chi vuole fermare questa deriva, di chi vuole semplicemente saperne di più.

View Event →
Catania: presentazione "Quattro donne" di e con Carla Garofalo
Nov
15
7:30 PM19:30

Catania: presentazione "Quattro donne" di e con Carla Garofalo

quattro donne.jpg

Quattro donne si rincontrano dopo venticinque anni, tre di loro colleghe avvocate avvocatesse avvocati, la quarta sorella di una di loro. A Londra, al campus, erano state inseparabili, avevano vissuto complicità e segreti; lì erano nati amori e matrimoni. Si erano separate dopo il campus, ma due terribili incidenti stradali e coincidenze non coincidenze riuniscono le loro vite in un ospedale di Milano che diventa il luogo necessario al compiersi della magia della loro ritrovata amicizia, tra realtà, ricordi e sogni in un’atmosfera pirandelliana. Durante il loro breve incontro, clamorose rivelazioni sconvolgeranno le loro vite e una sorpresa finale solleverà, risolvendole, problematiche di “genere”.
Qanat Edizioni

Carla Garofalo, classe 1950, palermitana di padre napoletano, personalità poliedrica, dopo una breve esperienza come arredatrice, ha iniziato alla fine degli anni settanta la professione di avvocato penalista, che l’ha vista protagonista in molti importanti processi, tra cui nel Primo Maxiprocesso nel 1986 col patrocinio di Rita dalla Chiesa, nel processo per la morte di Padre Puglisi patrocinando la Provincia di Palermo, e in molti altri di rilievo sul territorio nazionale. 
È da sempre impegnata anche professionalmente nelle problematiche sociali e di genere, condividendo molte battaglie dei Radicali.
Dal 2013 ne ha proseguito l’approfondimento, inserendole tra i campi di interesse e ricerca dell’Associazione Flavio Beninati - no profit, di cui è Presidente, che si occupa di Bioetica, Arte e Cultura, organizzando convegni, dibattiti e tavole rotonde interdisciplinari.
Già autrice di scritti e saggi giuridici, presenta il suo primo romanzo "Quattro Donne".

Accompagnano l'autrice Giuseppe Lazzaro Danzuso giornalista, scrittore, regista e Maria Lombardo, giornalista di cultura e spettocolo de "La Sicilia".

View Event →
Siracusa: Incontro con Stefano Amato
Nov
15
6:30 PM18:30

Siracusa: Incontro con Stefano Amato

incontro con Stefano AMato.jpg

La Casa del Libro è lieta di invitarvi alla presentazione del libro
di Stefano Amato 
L'inarrestabile ascesa di Turi Capodicasa
Hacca editore

Carmelo Maiorca converserà con l'autore

IL LIBRO
Turi è un uomo di origine africana fra i trenta e i quarantanni. Cresciuto in isolamento in una villa siciliana in compagnia della sola madre adottiva, la signora Capodicasa, e dei film che fin da piccolo ha divorato, alla morte della donna esce finalmente dalla casa che l'ha ospitato per tutti quegli anni. Per caso entra in contatto con l'alta società e la classe politica siciliana, che lo scambia, per cecità e per una serie di equivoci, per quello che non è. Sebbene nulla sappia del mondo che lo circonda, se non ciò che ha appreso dalle battute degli suoi attori preferiti, in breve Turi diviene l'uomo più famoso e ricercato del paese, in un'ascesa inarrestabile e furibonda. Ironico e irriverente, "L'inarrestabile ascesa di Turi Capodicasa" è un rocambolesco ritratto del nostro tempo, tra pregiudizi e apparenze ingannevoli.

L'AUTORE
È nato e vive a Siracusa, dove si concede il lusso del bene più prezioso, il tempo, a costo di rinunciare a ogni altro lusso. 
Lavora part time in una libreria, legge moltissimo, osserva il mondo e scrive. Ha collaborato con «Linus», «Maltese narrazioni», «Prospektiva», «Doppiozero», «Colla», «FaM» e con una decina di altre riviste. Ha tradotto «McSweeney’s» e scritto insieme a Fabio Genovesi e Franz Krauspenhaar la Guida letteraria alla sopravvivenza in tempo di crisi (Transeuropa). Nel 2009 sempre per Transeuropa è uscito il suo romanzo d’esordio, Le sirene di Rotterdam. Nel 2010 ha pubblicato l’ebook Sentirsi a casa, un reportage sul Ramones Museum di Berlino, liberamente scaricabile dal suo blog. Nel 2013 ha curato Avete il gabbiano Jonathan Listerine? (e altri incontri ravvicinati in una libreria di provincia), una raccolta di strafalcioni divertentissimi ambientati in libreria. Del 2013 è Il 49esimo Stato (Feltrinelli/Transeuropa). Pare abbia anche suonato in un trio punk-rock. Nel 2015 esce per Marcos y Marcos Bastaddi, rilettura in salsa sicula del film di Quentin Tarantino Inglorious basterds.

Biografia tratta dal sito dell'editore Marcos y Marcos.

View Event →
Catania: presentazione "L'occhio della macchina" di e con Simone Arcagni
Nov
14
7:30 PM19:30

Catania: presentazione "L'occhio della macchina" di e con Simone Arcagni

l'occio della macchina.jpg

Se ogni epoca propone uno specifico sguardo sul mondo, allora qual è la logica e la natura dell'occhio contemporaneo?
L'occhio della macchina connette la storia dell'Informatica con il pensiero visivo, propone esempi, storie e suggestioni, mostra il funzionamento di hardware e software, descrive media e dispositivi. Interroga pensatori in un campo vasto che va dalla Matematica alla Futurologia. 
Affronta la storia di un occhio di natura matematica, con la matrice ben radicata nella Cibernetica. Un occhio informatico che si sviluppa in campi come l'Imaging, la Computer Vision, la Computer Graphics, la realtà virtuale e la realtà aumentata. Un occhio dei Sensori e dell'Intelligenza artificiale, che vive di Informazioni e Database. L'occhio della Robotica e della Domotica, dei droni a volo autonomo, delle auto che si guidano da sole, degli algoritmi di Google, di Netflix e di Amazon�
L'occhio delle nostre macchine, quelle che usiamo tutti i giorni e che ci aiutano a vedere, fotografare, riprendere, visualizzare.
Einaudi editore

Simone Arcagni è professore associato presso l'Università di Palermo. 
Studioso di cinema, media, nuovi media e nuove tecnologie. Collabora con «Nòva - Il Sole 24 Ore», «Oxygen», «Technonews», «Segnocinema» e altre riviste scientifiche e di divulgazione scientifica. Tiene un suo blog (Postcinema) sul sito «Nòva100». Dirige «Screencity Journal» e «EmergingSeries Journal». È consulente di festival, enti, case editrici e fa parte di diversi comitati scientifici nazionali e internazionali. Per Einaudi ha pubblicato Visioni digitali (2016) e L'occhio della macchina (2018).

Accompagnano l'autore Giovanni Maria Farinella e Sebastiano Battiato.

View Event →
Palermo: presentazione "D'amore e baccalà"
Nov
14
6:30 PM18:30

Palermo: presentazione "D'amore e baccalà"

d'amore e baccalà.jpg

Lo scrittore Alessio Romano ci porta per mano attraverso Lisbona.

La più poetica delle capitali europee. Saramago e l'oceano. Tabucchi e il tram numero 28. E le tascas, le taverne in cui si mangiano cinquanta sfumature di baccalà ascoltando la musica più struggente che esista: il fado. È in questa città sospesa tra sogno e realtà che Alessio incontra Beatriz, una cameriera bellissima, scontrosa ed evanescente. Ritrovarla nel dedalo del centro storico sarebbe impossibile, senza l'aiuto di complici inattesi: gli spiriti guida di Amália Rodrigues, Ingrid Bergman, Fernando Pessoa... 

Alessio Romano è nato a Pescara nel 1978. Il suo primo romanzo è uscito nel 2006 con i l titolo Paradise for all (Fazi editore), un giallo ambientato alla Scuola Holden – dove ha studiato Tecniche della narrazione e oggi insegna – salutato dal critico del «Corriere della Sera», Antonio d’Orrico, come “uno dei migliori esordi della stagione”. È autore di Solo sigari quando è festa (Bompiani 2015) e curatore della raccolta di racconti Gli stonati. Manifesto letterario per la legalizzazione della cannabis (NEO edizioni, 2017).

Vini offerti da Tasca D'Almerita, sponsor di cultura
Sponsor tecnico: The Hotel Sphere - Hotel Plaza Opéra e Principe di Villafranca.

View Event →
Palermo: Shady Hamadi a Palermo per "Esilio dalla Siria"
Nov
13
6:30 PM18:30

Palermo: Shady Hamadi a Palermo per "Esilio dalla Siria"

shady hamadi.jpg

In esclusiva per Palermo, Shady Hamadi incontra lettori e lettrici palermitani a partire da "Esilio dalla Siria" (ADD editore).
Con l'autore dialoga Lidia Tilotta.

Che fine hanno fatto la Siria, la sua rivoluzione e il popolo siriano? Dopo il grande successo de La felicità araba, Shady Hamadi torna a raccontare una terra di cui si parla spesso in modo superficiale, mentre continua il suo impervio percorso di pacificazione. Attraverso il suo personale esilio e il racconto della sofferenza di un popolo che sta conducendo una lotta quotidiana contro l’indifferenza, Hamadi affronta temi fondamentali come identità, integralismo, rapporto tra le religioni, libertà e lotta contro la dittatura.

Ricordi, incontri, riflessioni sulla società siriana si alternano in questo volume che «vuole essere un ambasciatore capace di arrivare a tutti coloro che sono confusi dal tanto rumore che si fa quando si parla di terrorismo e mondo arabo». La morte di Mustafa, inghiottito nelle carceri del regime siriano; il viaggio di Samer, un borsellino per bagaglio e tanta determinazione; il ragazzo dell’ospedale di Tripoli pronto a uscire per combattere con un braccio solo; il confronto con gli attivisti della società civile e con la gente di tutti i giorni, puntellano una narrazione che dà volto e dignità alla Siria e a un popolo che vuole l’emancipazione dalla dittatura e dal fondamentalismo, sotto lo sguardo disinteressato (o forse troppo interessato e per questo muto) dell’occidente.

"Io non ho mai vissuto un giorno sotto le bombe, non conosco il ronzio che fanno prima di colpire, di uccidere. Non ho sofferto la fame, la sete, né ho mai vissuto nella tenda di un campo profughi. Però conosco quello che prova chi vive un dramma dall’esterno. È come assistere impotenti alla morte della propria madre. Questa è la sensazione che più rappresenta quello che voglio descrivervi. Conosco la sofferenza dell’esilio, perché ci sono nato."

Shady Hamadi è nato a Milano nel 1988 da madre italiana e padre siriano. Fino al 1997 gli è stato vietato di entrare in Siria in seguito all’esilio del padre Mohamed, membro del Movimento nazionalista arabo. Con lo scoppio della rivolta siriana contro il regime di Bashar al-Assad nel marzo 2011, Hamadi diventa un attivista per i diritti umani e un importante punto di riferimento per la causa siriana in Italia. Collabora con “Il Fatto Quotidiano” dove tiene un blog.

Vini offerti da Tasca D'Almerita, sponsor di cultura
Sponsor tecnico: The Hotel Sphere - Hotel Plaza Opéra e Principe di Villafranca.

View Event →
Siracusa: presentazione "Il mio mare"
Nov
13
6:00 PM18:00

Siracusa: presentazione "Il mio mare"

il mio mare.jpg

Santiago ha un mistero da risolvere, armato della luce del suo smartphone e della curiosità propria dei giovani, riflette sui cambiamenti della sua città e del suo mare, rinvenendo tra vecchi giornali una verità dal dolce sapore…

Vi attendiamo ella splendida cornice di Villa Reimann, per farvi conoscere un racconto che sa saprà farvi sorridere e sentire il calore dell’abbraccio di “casa”!!!

All’incontro sarà presente l’autore, Aldo Mantineo, e interverranno Fabio Granata, assessore Beni Culturali di Siracusa, Patrizia Maiorca, presidente Area Marina Protetta Plemmirio e Daniela Tralongo, direttore editoriale Sampognaro & Pupi.

View Event →
Catania: presentazione "Tre racconti" di e con Alfredo Polizzano
Nov
11
7:30 PM19:30

Catania: presentazione "Tre racconti" di e con Alfredo Polizzano

tre racconti.jpg

Tre storie vere snocciolate come le perle di una collana tra le rughe della vita.
Algra editore

Alfredo Polizzano, nato da qualche parte in Sicilia in un tempo indefinito, libraio eclettico ha fatto della curiosità la sua ragione di vita. Due grandi passioni, letteratura e Teatro nelle quali la vita è l'eterno presente di un tempo che non è mai stato e che sarà per sempre. Scrive di teatro per il giornale L'Urlo.news, per cui cura anche una rubrica settimanale.

Accompagna l'autore la #LibraiaGrande Maria Carmela Sciacca.

View Event →
Palermo: presentazione "Calciopop"
Nov
10
6:30 PM18:30

Palermo: presentazione "Calciopop"

calciopop.jpg

Sabato 10 novembre dalle 18:30 a Palermo un appuntamento in pieno stile Calciopop da Modwear in via Roma 377.
Un incontro dedicato soprattutto agli aspetti più legati al costume, ampiamente approfonditi all'interno del libro di Giovanni Tarantino"Calciopop. Dizionario sentimentale del pallone". 
L'autore converserà con il giornalista Totò Ferro (reduce da un viaggio molto "calciopop") e dialogherà con curiosi e appassionati.
Ingresso gratuito.

Da Andy Capp a Corto Maltese, da Figurine a I guerrieri della notte, da Arancia meccanica alle maglie storiche, passando per canzoni più o meno note, le icone utilizzate dai tifosi – cariche di storie, tradizioni e simboli mutuati dall’immaginario pop – sono qui raccolte come voci di un dizionario.
Il calcio raccontato in queste pagine è un fenomeno di massa, popolare per vocazione, invasivo e trasversale, che genera un cortocircuito creativo con linguaggi diversi: cinema, fumetto, musica, letteratura, giornalismo.
Calciopop è dunque un “libro-viaggio” da vivere come liberi cittadini dell’unica confederazione possibile per chi s’imbarca a bordo: quella di Futbolandia.
Al Dizionario sentimentale segue un’appendice sulla storia e l’immaginario del movimento ultras in Italia.
Apre il libro la prefazione di Italo Cucci.

View Event →
Catania: presentazione "L'inarrestabile ascesa di Turi Capodicasa" di e con Stefano Amato
Nov
9
7:30 PM19:30

Catania: presentazione "L'inarrestabile ascesa di Turi Capodicasa" di e con Stefano Amato

l'inarrestabile ascesa.jpg

Turi è un uomo di colore fra i trenta e i quarant’anni. Cresciuto in isolamento in una villa siciliana in compagnia della sola madre adottiva, la signora Capodicasa, e dei film che fin da piccolo ha divorato, alla morte della donna esce finalmente dalla casa che l’ha ospitato per tutti quegli anni. Per caso entra in contatto con l’alta società e la classe politica siciliana, che lo scambia, per cecità e per una serie di equivoci, per quello che non è. Sebbene nulla sappia del mondo che lo circonda, se non ciò che ha appreso dalle battute degli suoi attori preferiti, in breve Turi diviene l’uomo più famoso e ricercato del paese, in un’ascesa inarrestabile e furibonda.
Hacca Edizioni

Stefano Amato, (1977) è nato e vive a Siracusa. Suoi racconti sono apparsi su varie antologie e, tra le altre, sulle riviste «Linus», «Maltese narrazioni», «Colla», «Fernandel». È il fondatore e il curatore della rivista letteraria «A4».

Ha scritto con Fabio Genovesi e Franz Krauspenhaar Guida letteraria alla sopravvivenza in tempo di crisi (Transeuropa, 2010). Ex libraio, da anni cura il sito «L’apprendista libraio», vincitore di due premi Macchianera e da cui è stato tratto il libro Avete il Gabbiano Jonathan Listerine? (Editrice bibliografica, 2013). Nel 2011 ha tradotto un romanzo inedito di J. D. Salinger, La foresta capovolta.

Ha pubblicato i romanzi Le sirene di Rotterdam (Transeuropa, 2009), Il 49esimo Stato (Feltrinelli Indies, 2013), Bastaddi (Marcos y Marcos, 2015) e L’inarrestabile ascesa di Turi Capodicasa (Hacca, 2018), e il libro per ragazzi Davide e il mistero Qwerty (VerbaVolant, 2018).

View Event →
Siracusa: Conversazione sul libro di Mario Barcellona
Nov
9
6:30 PM18:30

Siracusa: Conversazione sul libro di Mario Barcellona

conversazione mario barcellona.jpg

Sarà presente l' Autore. 
Seguirà il dibattito

IL COLLEGIO SICILIANO DI FILOSOFIA
PRESENTERà AL Biblios Cafè
IL LIBRO DI 
Mario Barcellona

Dove va la democrazia

Scenari dalla crisi
All’origine dell’attuale crisi della democrazia sta una mutazione antropologica che ha riportato le relazioni sociali a una cifra quasi prepolitica. Alle molteplici solidarietà della società di un tempo ha sostituito una universale singolarizzazione, che segna un ritorno alla dispersa multitudo hobbesiana e rende la società impolitica e, perciò, irrappresentabile. Si annuncia, così, una democrazia singolare, senza politica e senza rappresentanza, che produce disincanto e rancore e sussidia la moltitudine degli esclusi perché si rassegni a una interminabile precarietà. Può, e come, la società tornare a pensarsi politicamente e a organizzare di nuovo la propria rappresentanza, e dunque oltrepassare la singolarizzazione?


Mario Barcellona
Professore di Diritto civile nell’Università di Catania. Da tempo si occupa del rapporto tra diritto, economia e società in una prospettiva teorica che muove dall’evoluzione dei sistemi sociali e si confronta con il pensiero che la indaga. A queste riflessioni generali ha dedicato molte pubblicazioni, tra cui: Diritto, sistema e senso. Lineamenti di una teoria (1996), Critica del nichilismo giuridico (2006), Il nichilismo giuridico, la forma del diritto moderno e il nuovo sovrano (2007), L’interventismo europeo e la sovranità del mercato (2011) e Tra impero e popolo. Lo Stato morente e la sinistra perduta (Castelvecchi, 2017).

View Event →
Catania: presentazione "Ho visto cose"
Nov
9
6:00 PM18:00

Catania: presentazione "Ho visto cose"

Fiumi di denaro pubblico spariscono ogni giorno. Un insider rivela per la prima volta come e a favore di chi

Per la prima volta, un manager pubblico racconta da insider il mondo della pubblica amministrazione, senza tralasciare quello delle imprese private, e svela i trucchi più articolati per intascare i soldi della comunità: appalti truccati, mazzette, dati di bilancio manipolati, fino a scavare nell’universo dei rifiuti, dove le truffe ai danni dei contribuenti toccano vette inimmaginabili. Alberto Pierobon – consulente pubblico di lunga esperienza – racconta il suo percorso nella zona grigia del nostro mercato, in cui pubblico e privato si incrociano e manager blasonati ottengono prebende da capogiro costruite su risultati inesistenti, contribuendo ad alimentare lo stillicidio di una crisi che sembra non avere fine. Ho visto cose è un viaggio nell’Italia che non vuole cambiare, quella dei sotterfugi, delle collusioni, dove pochi alti papaveri si tengono aggrappati gelosamente al loro posto e gli imprenditori onesti fanno fatica a risalire la china, osteggiati in tutti i modi possibili. Personaggi al limite dell’assurdo che agiscono in barba a qualsiasi vincolo morale o ambientale, alla ricerca frenetica di un altro limone da spremere, nella baldanzosa certezza dell’impunità garantita da una burocrazia giuridica farraginosa e distratta. Un libro coraggioso, diretto, tristemente vero, frutto di decenni di esperienza, di battaglie contro i mulini al vento e di bruschi voltafaccia, tutto in nome del dio denaro.

Modera Fernando M. Adonia
Intervengono:
Mario Barresi - "La Sicilia"
Natale Bruno - "La Repubblica"
Antonio Condorelli - "Live Sicilia" e "S".

View Event →
Catania: presentazione "Mi innamoro solo degli psicopatici" di e con Silvestro Lo Cascio
Nov
8
7:30 PM19:30

Catania: presentazione "Mi innamoro solo degli psicopatici" di e con Silvestro Lo Cascio

mi innamoro solo degli psicopatici.jpg

Quando si parla di relazioni dolorose, è quasi diventato uso comune dire “mi innamoro solo di psicopatici” “il mio ragazzo è uno psicopatico” “anch’io sono una psicopatica” solo per citare alcune espressioni ormai entrate nel lessico giovanile e non solo. Si ritiene allora che partendo da tali affermazioni, possa essere utile parlare del costrutto vero e proprio di psicopatia, sviscerarla in tutte le sue sfaccettature, e quindi anche nelle componenti narcisistiche che la caratterizzano. Partire quindi dalla psicopatia, utilizzarla quasi come un prototipo del male per il presente lavoro, dalla quale estrapolare e comprendere alcune dinamiche o meccanismi che risiedono in tante storie amorose. 
Relazioni in cui, uomini senza scrupoli annullano, con violenza fisica o anche psicologica, la soggettività di quelle donne che li hanno amati e difesi dai giudizi della gente, trascinandole dentro una perversione relazionale senza via d’uscita, e che non ha nulla di sessuale, di erotico, di morale, ma semplicemente narcisistica. Si è pensato altresì di parlare degli psicopatici, perché generalmente sono persone con tratti marcatamente narcisistici ed egocentrici, nonché persone che possiedono tutte quelle caratteristiche che stanno alla base di molte relazioni perverse e che fanno tanto soffrire. In questo periodo, per descrivere le relazioni perverse e malsane, magari si parla di dipendenza affettiva, tuttavia si eviterà di usare questa locuzione, poiché sembra riduttivo racchiudere tutto in un glossario mediatico e, inoltre, si ritiene che alla base delle dipendenze o addiction, ci siano degli oggetti inanimati e non dei legami. Pertanto, sulla scia d’importanti contributi psicoanalitici, da Green, Kernberg, Hare, Kaplan, Meloy, alla visione poetica dello strutturalismo di Recalcati, agli studi sulla psicopatologia di Caretti, Craparo e Schimmenti, nonché, partendo sempre da Freud, si cercherà di leggere e interpretare queste dinamiche amorose, ricercandole in identificazioni narcisistiche e masochistiche. Si terminerà il lavoro, con una parte dedicata al cinema, dove attraverso alcuni film, si racconteranno storie di donne che nell’amore hanno trovato la sofferenza.
Aracne editrice

Silvestro Lo Cascio svolge attività di psicologo clinico a Catania, è cultore della materia in Psicologia clinica e Psicologia dinamica presso l’Università degli Studi di Enna “Kore”. Da anni è impegnato nella ricerca e nello studio delle personalità antisociali/psicopatiche e dei comportamenti devianti, pubblicando diversi lavori su «Psichiatria e psicoterapia». È componente del gruppo di ricerca “Pericolosità sociale, rischio di recidiva e fattori di personalità in soggetti condannati per reati di mafia e per reati sessuali”, del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria (DAP) del Ministero della Giustizia.

Accompagna l'autore l'Avv. Antonio Fiumefreddo.

View Event →
Palermo: Gaetano Basile racconta il tempo dei Borbone
Nov
7
6:00 PM18:00

Palermo: Gaetano Basile racconta il tempo dei Borbone

gaetano basile.jpg

Come si viveva in Sicilia al tempo dei Borbone? Gaetano Basile, con ricchezza di dettagli del tutto originali, si spinge ben al di là della storia tramandata. Nel suo nuovo libro La vita in Sicilia al tempo dei Borbone (Dario Flaccovio - Narrativa e Saggistica) narra i fatti come in presa diretta, guidandoci alla scoperta di vizi e virtù, verità e fake news di questi monarchi che, nel bene e nel male, hanno lasciato il segno su tanti aspetti della vita quotidiana e hanno profondamente inciso sull'architettura, la cucina, le consuetudini giornaliere e la storia stessa della Sicilia.
Oggi pomeriggio in libreria!
la Feltrinelli brinda con vini Planeta Winery
Foto credit Massimiliano Corsini

View Event →
Catania: presentazione "I colori del sipario"
Nov
5
5:00 PM17:00

Catania: presentazione "I colori del sipario"

Con Leo Gullotta e Rosario Castelli

La Sicilia, terra di scrittori, poeti e musicisti, ha dato i natali ad attori straordinari, famosi in Italia e nel Mondo, che hanno vissuto e vivono l’arte del palcoscenico con intensa passione e feconda creatività. I colori del sipario è un progetto in tre volumi, che si propone -attraverso un generoso numero di interviste - di percorrere l’itinerario umano e professionale degli artisti siciliani (per nascita, origine, adozione) oggi in scena. Il volume 1 contiene un primo trentennio (attori nati dal ’22 al ’52), a cui seguiranno gli anni successivi fino ai giorni nostri, costituendo insieme un articolato coro di voci e un inno all’immortalità del teatro.

View Event →
Siracusa: Sorseggiando un libro con l'autore
Oct
28
6:00 PM18:00

Siracusa: Sorseggiando un libro con l'autore

sorseggiando un libro.jpg

L' Associazione artistico - culturale" Il Pentagramma" è lieta di invitarvi al circolo letterario "Sorseggiando un libro", un incontro mensile in cui si parlerà di un testo e delle riflessioni tratte.

"Sorseggiando un libro" nasce dalla passione per la lettura, dal piacere di condividere le pagine più intense dell’opera, ma soprattutto dalla volontà di avere un posto dove sperimentare nuove forme di confronto, elaborare le proprie idee o anche dove, semplicemente, riunirsi per parlare di interessanti letture.

Il prossimo incontro si terrà 
domenica 28 ottobre 2018 alle ore 18:00
presso Radio Musmea in Piazza Mercato 12 Augusta

Protagonista di questo incontro sarà
“CADENZE D'INGANNO”
di Alessandro Sbrogiò, ( Diastema Editore) 
un thriller appassionante, ricco di colpi di scena che si snodano tra preziosi spartiti musicali, nell'incantevole Venezia.
Dopo un'intervista di apertura presso Radio Musmea con Gianni Masala, l'autore sarà presente durante l'incontro, permettendoci di conoscere segreti e riflessioni che hanno ispirato l'opera.

ALESSANDRO SBROGIO' è nato a Catania nel 1963. A 21 anni si è trasferito nel Veneto, dove ha conseguito il diploma in contrabbasso al Conservatorio di Venezia. E' stato uno dei fondatori della Venice Baroque Orchestra, con cui ha inciso per Sony Americana e DDG e collaborato con nomi di primo piano nell'ambito della musica antica. Abbandonata l'attività concertistica, si è occupato di progetti culturali e didattici nell'ambito della rete Doc. Contemporaneamente ha proseguito la sua attività di musicista dedicandosi alla composizione, con specifico interesse per il teatro, la danza e il cinema. E' uno dei fondatori di Magister Espresso Orchestra e con questa formazione ha registrato e prodotto un CD di sue composizioni: Banda Vaga, edizioni Freecom Music.
"Cadenze d'inganno", vincitore del Premio Da Ponte 2017, indetto dalla Casa Editrice Diastema, è la sua prima pubblicazione.


RICORDIAMO A CHI VOLESSE PARTECIPARE CHE E' INDISPENSABILE AVER LETTO IL LIBRO PRIMA DELL'INCONTRO!

VI ASPETTIAMO NUMEROSI!

View Event →
Siracusa: domenica in libreria
Oct
28
11:00 AM11:00

Siracusa: domenica in libreria

domenica in libreria.jpg

Tornano gli incontri in libreria la domenica mattina. Giorno 28 alle 11:00 avremo ospite la scrittrice Emanuela Canepa che ci parlerà del suo romanzo "L'animale femmina" Einaudi. Insieme a le converserà Donatella Guarino
Vincitrice del Premio Calvino all'unanimità, Emanuela Canepa mette a nudo non solo le contraddizioni delle donne, ma anche la fragilità degli uomini. E scrive un'educazione sentimentale in cui le dinamiche di potere si ribaltano, rivelando quanto siamo inermi, tutti, di fronte a chi amiamo.

View Event →
Siracusa: presentazione "Gruppi nel cinema e psicoanalisi di gruppo"
Oct
28
11:00 AM11:00

Siracusa: presentazione "Gruppi nel cinema e psicoanalisi di gruppo"

gruppi nel cinema.jpg

Presentazione del libro "Gruppi nel Cinema e Psicoanalisi di Gruppo" di Michele Inguglia e Maurizio Guarneri.

Introdurrà Tati Sgarlata
Animeranno il dibattito Francesco Ortisi e Sebastiano Anastasi
Sarà presente Maurizio Guarneri

La pur ricca relazione epistemologica fra Cinema e Psicoanalisi ha esplorato solo sporadicamente le correlazioni esistenti fra Cinema e Gruppi. Ciò ha sollecitato gli autori ad avviare un progetto formativo-esperienziale su "Cinema e Gruppi", durato cinque anni, presso la sede di Palermo dell'Istituto Italiano di Psicoanalisi di Gruppo. Sono state selezionate creazioni cinematografiche che ponessero al centro della rappresentazione e narrazione il gruppo, quindi idonee allo studio delle relazioni individuo-gruppo e intragruppali. È stata eseguita una registrazione integrale della discussione per ogni film ed il materiale è stato successivamente rielaborato dagli autori in sintesi tematiche che evidenziano le dinamiche e riflessioni più significative. Tali sintesi tendono a rintracciare un 'fil rouge' che rappresenta una sintesi coerente dei pensieri e riflessioni del gruppo al lavoro su un film che descrive un gruppo. Il metodo adottato ha permesso l'individuazione di numerose situazioni tipo delle dinamiche gruppali, ma anche di formulare ipotesi teoriche ed applicative per il lavoro con i gruppi raccogliendo osservazioni e interpretazioni sugli effetti di rispecchiamento e identificazione fra gruppo del film e gruppo al lavoro.

View Event →
Catania: presentazione "L'animale femmina"
Oct
27
7:30 PM19:30

Catania: presentazione "L'animale femmina"

l'animale femmina.jpg

Rosita è scappata dal suo malinconico paese, e dal controllo asfittico della madre, per andare a studiare a Padova. Sono passati sette anni e non ha concluso molto. Il lavoro al supermercato che le serve per mantenersi l'ha penalizzata con gli esami e l'unico uomo che frequenta, al ritmo di un incontro al mese, è sposato. 
Ma lei è abituata a non pretendere nulla. La vigilia di Natale conosce per caso un anziano avvocato, Ludovico Lepore. Austero, elegante, enigmatico, Lepore non nasconde una certa ruvidezza, eppure si interessa a lei. La assume come segretaria part time perché possa avere piú soldi e tempo per l'università. In ufficio, però, comincia a tormentarla con discorsi misogini, esercitando su di lei una manipolazione sottile. Rosita la subisce per necessità, o almeno crede. Non sa quanto quel rapporto la stia trasformando. Non sa che è proprio dentro una gabbia che, paradossalmente, si impara a essere liberi.
Einaudi Editore

Accompagna l'autrice Barbara Mileto.

View Event →
Catania: Hai voluto la mia vita - Reading con Elena Stancanelli
Oct
26
8:45 PM20:45

Catania: Hai voluto la mia vita - Reading con Elena Stancanelli

hai voluto la mia vita.jpg

Hai voluto la mia vita. Incontro su Mary Shelley, una scrittrice geniale è un reading di Elena Stancanelli prodotto da Il Circolo dei Lettori di Torino che Leggo. Presente indicativo. ospita in esclusiva per la Sicilia.

Ticket: 10,00 €, no prevendita
Apertura botteghino: 19:30
info: 3939050805 - segreteria@presenteindicativo.it

Il Reading:
Cosa succede se la scrittura ti chiede l'anima e il corpo e ogni parte di te? Quando scrivere non è un lavoro ma un ossessione che si impossessa della tua vita? Quando è l'unico modo per sciogliere pensieri e sentimenti? Elena Stancanelli racconta una grande scrittrice e la sua opera, tenendo insieme la sua storia, i suoi scritti, i suoi tormenti.

Mary Shelley, una rockstar della letteratura.
Aveva meno di 18 anni quando ha scritto quello che diverrà uno dei romanzi più celebri della letteratura di tutti i tempi:Frankenstein . Celebre come una rock star, spregiudicata, indipendente, ha vissuto in Francia, Italia, Gran Bretagna. Ha scritto lettere e diari ma la sua fama è legata indissolubilmente alla straziante vicenda del mostro. 
Elena Stancanelli scrive romanzi e racconti. Con Einaudi ha pubblicato "Benzina", che è diventato un film "Le attrici", il racconto "Il giorno del mio compleanno nell'antologia "Ragazze che dovresti conoscere", e "Un uomo giusto". Nel 2016 pubblica "La femmina nuda, La Nave di Teseo, finalista al Premio Strega". Collabora con La Repubblica.

View Event →
Catania: presentazione "Cadenze d'inganno"
Oct
26
6:30 PM18:30

Catania: presentazione "Cadenze d'inganno"

Presentazione del libro "Cadenze d'Inganno"

di Alessandro Sbrogiò
ne discuterà con l'autore, Giuseppe Di Grande

Letture di Davide Sbrogiò.

Cadenze d'inganno è un romanzo giallo intrigante e strutturato
con precisione.
Vincitore del premio letterario Lorenzo Da Ponte 2017,
mescola con sapienza la musica al mistero, creando un dualismo affascinante.

La copertina rende perfettamente lo scritto che contiene. E' un'immagine a strati, osservandola si vedono comparire disegni che, a un'occhiata superficiale, rimangono celati.
Forme che assumono diverse interpretazioni esattamente come la storia gialla di Sbrogiò: inganni e bugie che portano a diverse interpretazioni della vicenda, una trama con diversi possibili finali, dove l'unica verità, dopo tanti depistaggi, compare alla fine.
Come in una sinfonia, ci sono tanti elementi che fanno di Cadenze d'inganno un noir speciale: a partire dalla scrittura fluida e immediata dell'autore, che mette nell'intreccio tutta la passione e la conoscenza della musica; il mondo dei musicisti, dei concerti e il mistero romantico di Venezia; il protagonista, un violoncellista goffo e sfortunato in amore che risulta immediatamente simpatico, come un nuovo tenente Colombo armato di archetto. Tutti questi elementi sono uniti in un ritmo che va in crescendo, seguendo le note di antichi spartiti ritrovati, creati da un gesuita dimenticato, fino al gran finale con le ultime due battute che segnano la fine della musica e l'ultimo inganno.

Preciso il titolo, azzeccata la copertina, avvincente la trama, caratteristiche importanti, insieme ad una storia convincente e credibile, divertente da seguire, dove il lettore può mettere alla prova il suo intuito in una gara a scovare il colpevole tra i personaggi, tutti ben caratterizzati e presentati con sincerità. Indizi disposti con meticolosità rendono la sfida intellettiva possibile e avvincente, regalando una lettura godibile per ogni appassionato del genere.
Un'opera prima che fa presagire scritti futuri di grande interesse. Nell'attesa di leggerli segnatevi il nome di questo autore, da tenere bene in mente! 
(Tatiana Vanini) 

Biografia dell'autore:
Alessandro Sbrogiò è nato a Catania nel 1963. A 21 anni si è trasferito nel Veneto, dove ha conseguito il diploma in contrabasso al Conservatorio di Venezia. E' stato uno dei fondatori della Venice Baroque Orchestra, con cui ha inciso per Sony Americana e DDG e collaborato con nomi di primo piano nell'ambito della musica antica. Abbandonata l'attività concertistica, si è occupato di progetti culturali e didattici nell'ambito della rete Doc. Contemporaneamente ha proseguito la sua attività di musicista dedicandosi alla composizione, con specifico interesse per il teatro, la danza e il cinema. E' uno dei fondatori di Magister Espresso Orchestra e con questa formazione ha registrato e prodotto un CD di sue composizioni: Banda Vaga, edizioni Freecom Music.

View Event →
Siracusa: presentazione "Catania non guarda il mare"
Oct
26
6:00 PM18:00

Siracusa: presentazione "Catania non guarda il mare"

Daniele Zito, come uno di quegli scrivani che si sedevano ai lati della strada per ascoltare le storie, ci lascia il resoconto di questa piccola epica romantica e senza scampo di una città schiacciata da un lato dalla bellezza inquietante del mare, che è già Africa, e dall'altro dall'Etna.

Daniele Zito ha trentotto anni, è nato a Siracusa, vive e lavora a Catania. Ha esordito nel 2013 con "La solitudine di un riporto" (Hacca) e nel 2017 ha pubblicato il suo secondo romanzo, "Robledo" (Fazi).
"Catania non guarda il mare" è il suo ultimo libro edito da Laterza.

View Event →
Siracusa: #IoLeggoPerché
Oct
25
9:30 AM09:30

Siracusa: #IoLeggoPerché

io leggo perché.jpg

La libreria storica "Casa del libro Rosario Mascali" di Siracusa accoglierà tre classi di seconda media del 14°Istituto Comprensivo "Karol Wojtyla" per l'iniziativa #ioleggoperchè.
La titolare aprirà l'evento con la storia della libreria che si fregia del riconoscimento dell'assessorato regionale, di mantenere aperto il luogo come libreria storica, poiché da 89 anni lì si diffonde cultura. Gli alunni saranno guidati nella scelta dei brani da leggere e eseguiranno le letture ad alta voce, con la titolare della libreria, un lettore volontario e con i propri docenti. I libri verranno scelti dagli alunni tra testi già individuati in libreria e con la loro fantasia creeranno un poster e un allestimento per #ioleggoperchè. Saranno invitati i genitori a partecipare all'evento.

View Event →
Catania: presentazione "Il vulcano che pensa"
Oct
24
5:30 PM17:30

Catania: presentazione "Il vulcano che pensa"

  • Bookshop Monastero dei Benedettini (map)
  • Google Calendar ICS

Mercoledì 24 ottobre 2018 alle 17:30 al Bookshop del Monastero dei Benedettini verrà presentato il volume “Il Vulcano che pensa. Viaggio sull’Etna alla ricerca del genius loci” edito da Historica e curato da Andrea Giuseppe Cerra e Fulvia Toscano.
Mercoledì 24 ottobre 2018 alle 17:30 al Bookshop del Monastero dei Benedettini verrà presentato il volume “Il Vulcano che pensa. Viaggio sull’Etna alla ricerca del genius loci” edito da Historica e curato da Andrea Giuseppe Cerra e Fulvia Toscano. 

Il libro è dedicato al critico cinematografico Sebastiano Gesù scomparso lo scorso luglio, e raccoglie una saggi che descrivono, attraverso i miti, personaggi e narrazioni, la relazione tra l’uomo e il luogo in cui esso opera e vive: il territorio etneo. Non si può pensare all’Etna senza gli uomini e le donne che si nutrono sul suo ventre e del suo ventre e la stessa Etna pensa per mezzo di uomini e di donne che hanno contribuito a farne di essa un Mito. Il viaggio sulla Montagna, tra crateri, dirupi, sciare e vigneti, è mappato dagli scritti appassionati di Rosario Castelli, Giuseppe Condorelli, Marinella Fiume, Giuseppe Manitta, Dora Marchese e Paolo Sessa. Un’opera collettiva che tende a disegnare una terra che pare immersa nel torpore e contemporaneamente nei bagliori energici di pennacchi e fontane di fuoco, simbolo interiorizzato del riscatto sociale e del carattere di ogni buon catanese. 
L’Etna, Patrimonio Unesco, si fa quindi portatrice di una tradizione letteraria in cui è possibile rintracciare il genius loci di un territorio alle volte lunare, alle volte estremamente verde e boschivo, alle volte troppo antropizzato, come raccontato nei percorsi letterari di Antonio Filoteo Omodei, e di Sciascia, Brancati, Patti, Calì, Scandurra, ma pure sulle lenti foniche del cinema e del teatro, tra Pasolini, Martoglio, Pirandello. 
I temi trattati sono intrinsecamente legati alla storia della città e bene si leggono dentro la stratificazione del Monastero dei Benedettini, per questa ragione Officine Culturali e il Dipartimento di Scienze Umanistiche hanno organizzato l’incontro che vuole essere un momento di confronto con coloro i quali guardano alla Montagna con occhi sempre nuovi. 

A partire dal libro “Il Vulcano che pensa” i curatori Andrea Giuseppe Cerra e Fulvia Toscano discuteranno di Etnea e di umane avventure insieme agli autori e a Luciano Granozzi, docente di Storia Contemporanea (DISUM - Dipartimento di Scienze Umanistiche, Università degli Studi di Catania) che presenterà l’incontro e a Manuela Lupica, Vicepresidente di Officine Culturali.  
L’appuntamento è dunque fissato per mercoledì 24 alle ore 17:30 presso il bookshop del Monastero dei Benedettini. 

Biografia Curatori 
Andrea Giuseppe Cerra 
Siciliano di Linguaglossa, è dottore in Scienze del Governo e Politiche Pubbliche presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università degli studi di Trieste. Presso il medesimo dipartimento giuliano è cultore della materia in Storia contemporanea. È socio della Sissco, Società italiana per lo studio della storia contemporanea.

Fulvia Toscano 
Dottore di ricerca in Filosofia della Politica, docente di Materie letterarie e Latino presso il Liceo di Giardini Naxos, è direttore artistico dei festival Naxoslegge e Nostos. Festival del viaggio e dei viaggiatori. Fa parte del Comitato scientifico della Fondazione Lucio Piccolo di Calanovella e del Centro studi Dino Grammatico. È presidente dell’Archeoclub Naxos-Taormina-Valle Alcantara.

View Event →
Catania: presentazione "Le avventure rossobrune di Ego Fuffaro" di e con Alessio Spataro
Oct
21
7:30 PM19:30

Catania: presentazione "Le avventure rossobrune di Ego Fuffaro" di e con Alessio Spataro

le avventure rossobrune.jpg

Evento in collaborazione con OPEN.

Ego Fuffaro è un giovane papero frustrato, conformista, compulsivo coi social network e pieno di sé. Minuto e nato senza spina dorsale, subisce sin da giovanissimo le angherie dei bulli della scuola chiudendosi in sé stesso (amandosi anche fisicamente con pose dannunziane, grazie alle poche ossa del suo busto) e covando risentimento verso il mondo che gli sta attorno, spesso assumendo improbabili pose da spavaldo e da pallone gonfiato. 
Da adulto Ego è una stella della stessa tv che critica, si espone narcisisticamente sui suoi profili in rete ripetendo compulsivamente le stesse cose e spesso viene attratto suo malgrado dal mondo di sottosopra, una specie di dimensione parallela e invisibile dove regnano caos, criminalità, razzismo, fascismo. 
Dopo diversi viaggi improvvisi in questa nuova dimensione, Ego dovrà alla fine confrontarsi con un insetto gigante che si palesa sempre di più come la larva madre di tutte le figure mostruose che animano il mondo di sopra. Ma, forse, il suo vero antagonista non è la zanzara.
(Shockdom Edizioni)

Alessio Spataro è un fumettista e disegnatore satirico. Collabora dal 1999 con riviste del settore e testate giornalistiche tra cui Cuore, Left, Blue, Schizzo, Frigidaire, Carta, Nonzi, Liberazione, L’Isola Possibile (allegato siciliano del Manifesto), Bile, Mamma! e Il Male di Vauro e Vincino. Ha all’attivo sette libri satirici e diversi albi a fumetti tra cui Non più estate (2007, Centro Fumetto Andrea Pazienza), Dark Country (2008, Self Comics) e Zona del Silenzio (2009, Minimum Fax). Biliardino, edito da BAO Publishing, è il suo primo libro a fumetti di cui è autore unico. Con l’editore milanese ha pubblicato anche “Violeta – Corazón maldito”, scritto da Virginia Tonfoni. Vive e lavora a Roma.

Accompagna il plutofumettista euroinomane Mariangela Licitra, ingegnera radical-chic.

View Event →
Catania: presentazione "Cosa vedi" di e con Vanessa Ambrosecchio
Oct
20
7:30 PM19:30

Catania: presentazione "Cosa vedi" di e con Vanessa Ambrosecchio

cosa vedi.jpg

In una Palermo fantapolitica, sventrata dalle ruspe del Grande Cantiere che inneggiano alla Città Nuova, non piove e vige da vent’anni una sola stagione inalterabile.
Nella decadente Galleria delle Vittorie sopravvive l’esercizio commerciale di Hagar, un ex fotografo disilluso al quale un misterioso cliente, Aureliano, chiede di sviluppare le foto di una donna che sembra morta.
Hagar si lascia sedurre da quel mistero, fino a quando non incontra in carne e ossa Dana, la modella di Aureliano.
In un’atmosfera di crescente minaccia, l’identità dei personaggi si sdoppia e si contraddice proprio quando ciascuno, lettore incluso, crede di avere afferrato la verità. 
il Palindromo

Vanessa Ambrosecchio vive e insegna a Palermo. Ha pubblicato il romanzo Cico c’è (Einaudi, 2004), il racconto Lunga sulla schiena (in Viaggio d’acqua, edizionidipassaggio, 2008), e vari racconti in antologie: Ragazze che dovresti conoscere, Einaudi, 2004; best off, minimum fax, 2005; Sei colori siciliani, kalòs, 2005; A occhi aperti, Mondadori, 2008; Notturni palermitani, il Palindromo, 2015; Riflessi a Palermo, il Palindromo, 2016. Nel 2006 è andato in onda per Rai3 il suo dramma radiofonico Il cappello, diretto e interpretato da Emma Dante.

Accompagnano l'autrice Antonio Di Grado e Marta Aiello.

View Event →