Back to All Events

Catania: presentazione del libro "L'eradicazione degli artropodi"

  • Coro di Notte 32 Piazza Dante Alighieri Catania, Sicilia, 95124 Italy (map)

Giovedì 16 marzo alle ore 17.30 - 20.00 presso Monastero dei Benedettini di San Nicolò l'Arena (Piazza Dante n.32 Catania) si terrà la presentazione del libro "L'eradicazione degli artropodi" di Mariarita Sgarlata. Il 16 marzo 2017 allo ore 17:30 presso il Coro di Notte del Monastero dei Benedettini verrà presentato il libro “L’eradicazione degli artropodi. La politica dei Beni Culturali in Sicilia” di Mariarita Sgarlata, edito da Edipuglia. Questo sarà il quarto appuntamento della rassegna di presentazioni “Le pagine e la fabbrica. Incontri sui libri e il patrimonio culturale” organizzato da Officine Culturali in occasione del 40° anno dalla donazione del Monastero all’Università degli Studi di Catania. Mariarita Sgarlata, docente di Archeologia Cristiana e Medievale presso l’Università di Catania, racconta l’esperienza maturata durante il mandato di Assessore dei Beni Culturali e del Territorio e Ambiente alla Regione Siciliana, partendo proprio dal primo giorno del suo insediamento. «Una lettera, datata 3 aprile 2013 chiedeva un piano di controllo/eradicazione della infestazione di artropodi nel sito di Tindari. No, non ci posso credere – pensai ridendo – mi trovo ad affrontare nei prossimi mesi una delle questioni più complesse e strategiche per la Sicilia, la politica dei beni culturali, e invece che cosa mi chiedono? Di organizzare un “piano di lotta” contro le zecche!». Attraverso questo episodio, che diviene metafora dei 507 giorni per la Sicilia in tema di cultura e ambiente, l’autrice sostiene che nessuna tutela e valorizzazione del patrimonio storico, artistico e paesaggistico sarà possibile se prima non si procederà a eradicare artropodi/politici dalle aree archeologiche, dai centri storici, dalle coste, sottraendo al loro controllo vampiresco quello che resta del passato della più grande isola del Mediterraneo. Non mancano naturalmente le considerazioni sulle best practices di cui sono protagoniste sia le associazioni che quella generazione, vecchia e nuova, di amministratori che hanno veramente a cuore le sorti dei loro territori, che soccorrono amorevolmente – spesso con forze proprie – i beni culturali e paesaggistici, che riescono a impegnare in modo virtuoso i fondi ministeriali e comunitari, che agiscono insomma per la collettività.

I temi del libro saranno affrontati dell’autrice durante la presentazione insieme a Mario Barresi, giornalista de La Sicilia, Antonio Presti, presidente della Fondazione Fiumara d'Arte Sicilia, e Maria Costanza Lentini, direttrice del Polo Regionale di Catania per i Siti Culturali. Introdurranno la presentazione Giancarlo Magnano San Lio, prorettore dell’Università degli Studi di Catania, Federica Maria Chiara Santagati, docente di Museologia del Dipartimento di Scienze Umanistiche e Francesco Mannino, presidente di Officine Culturali.

Biografia Autrice

Mariarita Sgarlata è professore associato di Archeologia Cristiana e Medievale e presidente del Consiglio del Corso di Laurea in Beni Culturali presso l’Università degli Studi di Catania. Da aprile 2013 a settembre 2014 è stata assessore prima ai Beni Culturali, poi al Territorio e Ambiente della Regione Siciliana. Dal 1995 al 2015 ha diretto l’Ispettorato per le Catacombe della Sicilia Orientale, preposto alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio archeologico sotterraneo del cristianesimo delle origini. Ha curato l’allestimento di mostre, in particolare nel 2007 a Tunisi nel Museo Nazionale del Bardo sul cristianesimo tra Sicilia e Africa e nel 2008 a Catania su “Agata santa. Storia, Arte e Devozione”. Ha al suo attivo quattro monografie e numerosi articoli e contributi in riviste e atti di convegni nazionali e internazionali. Le sue linee di ricerca si sono concentrate sui problemi connessi con la diffusione del cristianesimo e la genesi e lo sviluppo dei cimiteri comunitari, sullo studio dei santuari martiriali e l’analisi della struttura sociale in età tardoantica e altomedievale a Siracusa e in Sicilia. Attivista e ambientalista ha co-fondato nel 2011 a Siracusa l’associazione Energie Nuove, confluita nel coordinamento delle associazioni SOS Siracusa, da anni impegnato sul fronte della difesa del paesaggio e contro in consumo del suolo.