Back to All Events

Catania: Manuela Ventura legge "Fuad delle farfalle"

  • Auditorium Sant'Anna Zafferana Etnea Italia (map)

Ad una settimana esatta dalla sua uscita, “Fuad delle Farfalle” (Splēn edizioni), il nuovo lavoro editoriale della scrittrice catanese Lina Maria Ugolini, incontrerà il suo pubblico. La prima uscita ufficiale del seguito di “Jamil e la nuvola” è fissata per lunedì 27 marzo alle 19:30, all’Auditorium Sant’Anna di Zafferana Etnea, in occasione dell’undicesima edizione della Festa del Libro di Zafferana.

Manuela Ventura l’attrice catanese famosa per essere il volto di Teresa Strano, la protagonista siciliana della fiction Rai “Questo nostro amore”, si esibirà in un monologo liberamente tratto da Fuad delle Farfalle, interpretando la scrittura appassionata, delicata e poetica della Ugolini. Sarà una presentazione teatralizzata. La scrittrice, Lina Maria Ugolini, e l’attrice, Manuela Ventura, si troveranno insieme per dare vita ad un incontro in cui parola poetica consegnata alla scena avrà lo scopo di far vivere l'anima forte e delicata del personaggio di Fuad. Una scrittura diversa, "per adulti" rispetto a quella del romanzo, ma complementare a quest'ultimo.

Ad introdurre l’incontrò sarà la stessa scrittrice, che racconterà il suo romanzo. La Ugolini, parlando del libro afferma: “Con Jamil e la nuvola mi ero soffermata sulla piaga del lavoro minorile, in particolare sui campi di cotone d’Egitto, dove il bambino passava le sue giornate rifugiandosi nella fantasia delle fiabe come antidoto contro il dolore causato da una fatica ingiusta, in Fuad delle farfalle i temi si moltiplicano e affrontano con mirata attenzione il nostro presente storico caratterizzato dalla difficile e delicata questione araba”.

I due libri sono strettamente connessi. Fuad infatti, la cara amica di Jamil, la bambina dagli occhi colore del cielo che riusciva a prendere e toccare le ali farfalle, è diventata una giovane donna mussulmana che però crede nella libertà dei sentimenti, primo fra tutti l’amore. Si ritrova in un mondo in guerra – causato dall’intolleranza religiosa, dal traffico dei migranti, dalla violenza esercitata sulle donne yazide – a intraprendere un viaggio fisico e mentale seguito dall’incanto di misteriose farfalle. Nella cifra stilistica dell’autrice, ancora una volta la realtà si confonde con una fantasia nutrita di poesia, la vera forza della penna di Lina Maria Ugolini.

Ufficio Stampa Karma Communication

Mariangela Di Stefano 346/9808966