Back to All Events

Catania: Anton - laboratorio teatrale estivo


  • Teatro Machiavelli Piazza Università 13 Catania Italia (map)

Il Laboratorio Teatrale Permanente “SPAZIOVUOTO” organizza un laboratorio intensivo incentrato sullo studio e l'approfondimento di due tra i più importanti capolavori dell'autore russo Anton Cechov; 
" Il Gabbiano " e " Zio Vanja ". 

Il progetto “ ANTON - gli amori inqiueti ”, della durata di 6 giorni (11-16 luglio) dalle 14 :30 alle 20:30 per un totale di 36 ore di lavoro, sarà condotto dagli attori-registi Stefano Cordella e Andrea Lapi, co-fondatori della compagnia òyes di Milano.

Il costo del laboratorio è di euro 120.

Il progetto rappresenta un' occasione per sfuggire agli stereotipi borghesi che aleggiano attorno alla figura dell'autore russo: nei testi di Cechov si può e si deve ridere. Le sfumature delle vicende, la complessità delle relazioni e le fragilità dei personaggi permettono di passare in poco tempo da atmosfere tragiche a situazioni comiche. 
I personaggi di Checov sono inquieti e contraddittori. Per avvicinarsi a queste creature è fondamentale fare i conti con l'umano senso del ridicolo. 
Il potenziale tragicomico dei suoi testi è immenso se affrontato con estrema generosità da parte degli interpreti. 

Il lavoro si svilupperà partendo dall'analisi delle scene più significative tratte dalle opere dell'autore russo “Il gabbiano” e “Zio Vanja”. 
Il fuoco del nostro lavoro sarà il rapporto uomo/donna. 
Cechov è maestro nel raccontarci le sfumature delle tensioni affettive e la difficoltà ad esprimere fino in fondo l'universale bisogno d'amore e tenerezza.  
Cercheremo di far vibrare le diverse corde dell'animo umano con un'attenzione particolare agli interessanti spunti di contemporaneità presenti nei due testi.

PER PRESENTARE LA PROPRIA CANDIDATURA AL LABORATORIO E' NECESSARIO INVIARE UN CV A
laboratoriospaziovuoto@gmail.com
ENTRO IL 2 LUGLIO.
E’ prevista una lezione aperta (facoltativa) al termine del laboratorio durante la quale un pubblico ristretto potrà osservare il lavoro dei partecipanti.

Il laboratorio sarà suddiviso in diverse fasi: training, esperenziale, spazio creativo autonomo, performance.

- Nella prima fase, dopo un breve riscaldamento, attraverso alcuni esercizi cercheremo di creare nel gruppo l'ascolto e la disponibilità necessari al gioco teatrale.

- La fase esperenziale sarà dedicata all'improvvisazione guidata da suggestioni e temi condivisi.

- Lo spazio creativo autonomo rappresenta
una fase di lavoro in cui i partecipanti, in collaborazione tra loro, daranno vita ad alcune scene del testo da mostrare al gruppo e sulle quali approfondire il percorso di ricerca.

- Nella fase performance passeremo al lavoro sul testo e faremo un montaggio originale delle scene assegnate che si concluderà con una condivisione (facoltativa) ad un pubblico esterno.

Per informazioni:
laboratoriospaziovuoto@gmail.com
tel. 348 33 62 485


Stefano Cordella:

Dopo la laurea in Psicologia si diploma all'Accademia dei Filodrammatici di Milano. Cofondatore della Compagnia Oyes.
Cura ideazione e regia di Va Tutto Bene (spettacolo vincitore del Bando Offerta Creativa 2015),
Vania (Premio Giovani Realtà del Teatro 2015, Bando Next 2016, finalista Inbox 2017, menzione speciale alla drammaturgia festival Inventaria 2016), Lo soffia il Cielo (vincitore Festival Internazionale di regia teatrale Fantasio)
Collabora alla drammaturgia di C'è un diritto dell'uomo alla Codardia, regia di Renzo Martinelli, produzione Teatro I, Milano. 
Assistente alla regia di Carmelo Rifici , Ferdinando Bruni,Francesco Frongia e Bruno Fornasari. Dal 2013 è direttore artistico del Teatro di Nova Milanese. E' finalista al Premio Hystrio alla Vocazione 2014. 
L'ultimo lavoro Io Non Sono un Gabbiano ha appena debuttato in anteprima al prestigioso Festival Primavera dei Teatri di Castrovillari.


Andrea Lapi:

Classe 1982 nasce a Catania.
Si diploma nel 2005 presso l’Accademia dei Filodrammatici di Milano. In accademia studia e si forma con insegnanti come Teresita Fabris, Riccardo Pradella, Nikolay Karpov e Peter Clough.
Continua il suo percorso formativo frequentando laboratori e seminari tenuti da Peter Clough, Serena Sinigaglia, Cristina Pezzoli, Walter Leonardi, Davide Enia.
Ha lavorato in teatro con diversi registi tra cui Cristina Pezzoli, Peter Clough, Bruno Fornasari, Valeria Talenti, Marco Balbi, Monica Felloni, Corrado D’Elia. 
Firma la regia degli spettacoli “ Assenti per sempre ” (vincitore della borsa di lavoro Alfonso Marietti nel 2009) , “ Effetto lucifero ” e “ Un poeta normale “.
Per il cinema lavora nel lungometraggio “Doppio” diretto da Eric Alexander. 
Nel 2009 è cofondatore della Compagnia Oyes.
Ha condotto laboratori di improvvisazione teatrale, training e analisi del testo collaborando con diverse associazioni culturali e con l’università di Catania.


Òyes:

La compagnia Òyes nasce dall’ incontro di nove ex-allievi dell’Accademia dei Filodrammatici di Milano.
Grazie alla condivisione di un linguaggio, una formazione e una necessità comune,
cerchiamo di fare un teatro per come lo vorremmo vedere, portando avanti una realtà in cui ci identifichiamo, che riconosciamo. Il desiderio che ci spinge è quello di fare teatro per il pubblico, per la gente, con strumenti chiari, concreti e semplici raccontando storie che diano spunti di riflessione a chi le ascolta. Òyes debutta con lo spettacolo Effetto Lucifero, che vince il premio Giovani Realtà del Teatro 2010 e il cui testo è finalista al Premio RIccione-Tondelli nell'edizione 2011. Lo spettacolo, con il sostegno del Teatro Filodrammatici di Milano, è inserito nella stagione 2011-2012 ed è tra i finalisti del festival playFestival (organizzato da Atir e Piccolo Teatro di Milano).
Le altre produzioni della compagnia sono: Assenti per sempre (vincitore del premio Borsa di lavoro Alfonso Marietti, ed. 2009), Luminescienz-la setta (stagione 2012-2013 del Teatro Filodrammatici), Anton-scherzo in un atto (menzione speciale al premio Borsa di lavoro Alfonso Marietti, ed. 2013), Va tutto bene che debutta in anteprima nazionale nel Giugno 2014, chiudendo la collaborazione triennale con il Teatro Filodrammatici di Milano, Vania (vincitore del premio Giovani Realtà del Teatro 2015).
Nel 2015 con il progetto T.R.E. Òyes vince il bando fUNDER 35-il fondo per l’impresa culturale giovanile.
www.oyes.it