Filtering by: home

Catania: Flashdance - Il musical
Dec
11
to Dec 12

Catania: Flashdance - Il musical

flashdance.jpg

Lo spettacolo è tratto dalla memorabile pellicola del 1983 intitolata “Flashdance” e diretta da Adrian Lyne, con la sceneggiatura di Tom Hedley e Joe Eszterhaz e la protagonista Jennifer Beals nel ruolo di Alex. Il film è stato il più visto in Italia in quello stesso anno, con 20 milioni di copie vendute, una colonna sonora da Oscar e un incasso al box office di 100 milioni di dollari.

A interpretare Alex a teatro sarà Valeria Belleudi, allieva della Scuola di “Amici” di Maria De Filippi nel 2004.

View Event →
Catania: Claudio Morici in "46 tentativi di lettera a mio figlio"
Nov
25
9:00 PM21:00

Catania: Claudio Morici in "46 tentativi di lettera a mio figlio"

  • Teatro Coppola - Teatro dei Cittadini (map)
  • Google Calendar ICS
claudio morici.jpg

Claudio Morici in
"46 TENTATIVI DI LETTERA A MIO FIGLIO" 

25 Novembre, ore 21:00

INGRESSO CON SOTTOSCRIZIONE VOLONTARIA


***


Claudio Morici ha pubblicato per Bompiani e Edizioni E/O e i suoi racconti sono usciti su Il Manifesto, Nuovi Argomenti, Internazionale, MinimaetMoralia. I suoi reading hanno riempito spazi culturali e teatri di Roma come: Teatro Biblioteca Quarticciolo, Teatro Vascello, Angelo Mai, Orologio, Monk, Nuovo Cinema Palazzo, Carrozzerie Not. Dopo il successo di “Lui e Leila” nella scorsa stagione, ritorna al Teatro Coppola per presentare il suo ultimo lavoro “46 tentativi di lettera a mio figlio”, che ha debuttato lo scorso marzo ed è stato selezionato per il Festival di Todi Off.

Il narratore è fermo davanti a un microfono e un leggio. Ai suoi piedi, decine di giocattoli rivolti verso lui, che aspettano impazienti di sentire il racconto. Parte così la lettura della prima lettera, una per ogni anno di vita dell’autore. L’obiettivo di chi scrive è ambiziosissimo: spiegare a suo figlio il senso della vita e soprattutto il perché della separazione dei suoi genitori. Ma il viaggio sarà lungo e pieno di ostacoli con sfaccettature tonali che vanno dal comico al drammatico, dal biografico al fiabesco. 


“(…) La qualità di Morici è spartita in maniera pressoché paritaria tra la brillantezza della scrittura e l’energia dell’espressione, la voce trovata per portarla fuori di sé; una volta fortificato dunque questo nesso stilistico, ora semplice è lasciar cadere nella forma più contenuti possibili, mescolando leggerezza e profondità, sentimenti scomodi e temi difficili (...)”. 

[foto di Lucrezia Iannilli]


***


http://www.teatrocoppola.it/

Ufficio stampa:
info@teatrocoppola.it
3470112200

View Event →
Catania: RootlessRoot / Half theTruth
Nov
10
to Nov 11

Catania: RootlessRoot / Half theTruth

tootlessroot.jpg

RootlessRoot / Half theTruth 
Sabato 10 novembre 20:45
Domenica 11 novembre 19:30 
a Scenario Pubblico 
Info e prenotazioni: https://www.scenariopubblico.com/produzioni/half-the-truth/ 

È così
la loro vivacità
la loro virtuosità
e credere che il corpo umano abbia il potere di esprimere emozioni.
Non hanno paura di provare, mostrarsi, sudare e rischiare.
La sostanza di questa performance è il Corpo che non conosciamo
Non il conoscere
È uno strumento per mappare il paesaggio dell’Ignoto
Non per premeditare, né concettualizzare
Rimane, piuttosto, un mistero
È il loro corpo, sull’orlo dell’Impossibile.
Dove sul palco il troppo non è mai abbastanza
È osare nel disattendere la promessa di intrattenimento.

creazione ed esecuzione: Linda Kapetanea, Edivaldo Ernesto | drammaturgia e scenografia: Jozef Frucek | musiche originali: Vassilis Mantzoukis | luci: Periklis Mathielis | suono: Christos Parapagidis | costumi: Isabelle Lhoas | foto e video: Mike Rafail | produzione: Rootless Root | production design: Konstantinos Sakkas | production management: Delta Pi | distribuzione: Liartem S.R.O. | con il sostegno di: Ministero Greco alla Cutura e allo Sport

RootlessRoot è stata fondata da Linda Kapetanea e Jozef Frucek nel 2006 ad Atene. Nata dalla necessità di sviluppare il loro linguaggio artistico, definito come primitivo e crudo. RootlessRoot è il mezzo artistico della loro filosofia pratica, la via per scoprire le loro capacità e soddisfare il loro desiderio di immergersi nelle profondità dell’essere umano. Le loro opere, assoli, installazioni, medio e grandi performance sono state presentate in 21 paesi. Hanno collaborato con Akram Khan nel suo assolo DESH, Staadsteater Kassel Dance Company, Dot 504, Helsinki Dance Company Finland, e molte altre compagnie e istituzioni.

Biglietti:
€13 INTERO
€10 RIDOTTO under 23, over 65, studenti, affiliati partner
abbonati (che solitamente non rientrano nella suddetta fascia di riduzione), accompagnatori di Viagrande Studios
€10 cad. gruppo di minimo 5 persone provenienti da Scuole Danza e/o UniCT

View Event →
Siracusa: "La sedia - Commedia sui disguidi tra uomo e donna"
Oct
21
9:30 PM21:30

Siracusa: "La sedia - Commedia sui disguidi tra uomo e donna"

  • MOON - Move Ortigia Out of Normality (map)
  • Google Calendar ICS
la sedia.jpg

Il 21 Ottobre alle 21:00 avremo il piacere di mettere in scena la nostra nuova creatura "La sedia", nell'accogliente Moon. 
Vi invitiamo ad assistere a questo brillante spettacolo fatto di fraintendimenti e divertenti scambi tra due personaggi davvero eclettici. 
Vi aspettiamo! 

Info e Prenotazioni: 0931 44 95 16

Sinossi

La sedia è un testo comico paradossale che esplora i rapporti fra uomo e donna.

Due sconosciuti s’incontrano in una sala d’attesa con una sola sedia ed attendendo un importante appuntamento prenotato anni prima. Parlano e si conoscono. Attendono entrambi qualcosa di davvero
importante in quella sala d’attesa, ma nessuno dei due vuole parlarne.

Come la dialettica di ogni incontro fra un uomo e una donna impone, i due esseri umani andranno in competizione e l’oggetto di questa competizione è proprio la sedia. I sotterfugi e gli inganni che si tendono i due attori per impossessarsi della sedia, trasformano in breve lo spettacolo in un’esilarante parodia dei due generi.

Valentina Lo Manto e Massimo Tuccitto palleggiano cliché con ritmi serrati a servizio della risata e del gioco. Il gioco di contraddizioni che rendono qualsiasi incontro uomo donna una continua evoluzione di stati d’animo, gli stereotipi diventano l’unico rifugio del vero motivo di questo spettacolo, l’attesa. 

L’esplorazione nel mondo dell’attesa e la competizione che ne deriva introduce il paradossale e nel mondo del paradossale la sedia si scompone e perde d’importanza, diventando solo ciò che è sempre stato, un espediente.

View Event →
Catania: Cuori rivelati - teatro, canto, arti visive per le diverse abilità
Oct
1
4:30 PM16:30

Catania: Cuori rivelati - teatro, canto, arti visive per le diverse abilità

cuori rivelati.jpg

Un percorso aperto a persone con disabilità, artisti, studenti, operatori dello spettacolo e del sociale che desiderano fare un’esperienza nel campo della ricerca performativa non convenzionale. Il percorso è articolato in 3 ambiti (frequentabili anche singolarmente): Teatro_Canto_Arti Visive

TEATRO / Ogni lunedì e i mercoledì e giovedì a settimane alterne dalle 16.30 alle 18.30

Un percorso dove il teatro è un’avventura. Dove la conquista di sé stessi è il cuore e la motivazione di qualsiasi atto creativo. Dove le proprie fragilità sono considerate potenza e potenziale di una diversità tutta da valorizzare. Il laboratorio ha come obiettivo la realizzazione di un’opera teatrale, frutto della creazione individuale e di gruppo di gesti, danze e visioni. La ricerca si muove intorno ai temi: fragilità, esilio, sconfinamento, marginalità / potenza, coraggio, imprevedibilità, relazione. 
Il percorso si inserisce dentro l’esperienza della compagnia che, dal 2013, porta in scena attori-non attori, capaci di smantellare e ricostruire nuove realtà, facendosi scritture reali, rivelando ciò che dell’apparizione scenica è visione e mistero. 

*condotto* da Elena Rosa regista della Compagnia Cuori Rivelati, performer e sperimentatrice, dedica la sua ricerca artistica alla fragilità dei corpi esclusi, riunendo attori che fanno del teatro un’urgenza. Si è formata intorno alle pratiche del teatro di ricerca, della danza butoh e del teatro-danza, diplomata in “Arti performative e Teatro sociale” / Isole Comprese Firenze.
*Con il sostegno* di Benedetto Caldarella e Sara Firrarello, co-fondatori di Spazio Oscena, performer e sperimentatori nel campo delle arti sceniche.

CANTO / Due mercoledì al mese a settimane alterne
dalle 16.30 alle 18.30

La voce cantata … è un mezzo per accogliere il desiderio della persona e restituirlo in una forma che possa essere condivisibile e accettata dall’altro, nell’atto creativo, sociale, costruttivo. La voce cantata … è un libro che racconta di sé la cui storia viene cantata da tutti, modulata con voci e intensità proprie, espressa e sostenuta con energie diverse che cercano familiarità, armonia. La voce cantata sollecita le istanze musicali innate che risiedono nel corpo che esprime bisogni, soddisfazioni, piacere, e anche emozioni diversificate che difficilmente vengono comprese. 
Obiettivi: stimolare l’apprendimento di canti semplici (memorizzazione del testo, intonazione, coordinazione psicomotoria al ritmo); avviare a esercizi di vocalità attraverso il gioco e l’espressività del sé; incoraggiare lo sviluppo delle competenze qualitative della voce e potenziarle. 

*condotto* da Simona Di Gregorio: suona dall’età di cinque anni. Studia pianoforte fino ai 18 anni, scopre poi il canto e, da autodidatta, si approccia a una modalità propria di fare musica, attingendo dai repertori di musica tradizionale siciliana e dalle sue forme di esecuzione. 
È polistrumentista (pianoforte, fisarmonica diatonica, chitarra, percussioni, flauto). E’ musicoterapista presso il Centro di Riabilitazione Anffas di Catania. Da oltre dieci anni si occupa di ricercare da vecchi testi trascrizioni risalenti ai primi anni del ‘900 in Sicilia; studia, e collabora con Matilde Politi un repertorio di canti tradizionali polivocali siciliani e insieme a lei, nella formazione Matilde Politi e Compagnia bella, vanta numerosi concerti in tutta Italia, Spagna, Svizzera, Germania, Africa. Pluriennale è la sua ricerca nella pratica dell’ avviamento alla musica e al canto popolare attraverso laboratori annuali, intensivi, conferenze, lezioni-concerto, feste e tributi. È compositrice ed esecutrice dei brani per il film “Acqua fuori dal ring” di Joel Stangle. Insieme a Giovanni Arena e a Riccardo Gerbino fonda Luftig, 10 inediti raccolti nel primo prodotto discografico Erdring (49Edizioni) uscito nel febbraio 2017. Numerose le collaborazioni performative e discografiche con altri artisti isolani.


ARTI VISIVE / due giovedì al mese a settimane alterne
dalle 16.30 alle 18.30

Un laboratorio d’arte dedicato alla manipolazione della materia, alla pittura e alla sperimentazione del di/segno. “Mettiamo a lavoro le mani e gli occhi: affiniamo i nostri sensi, alleniamo la nostra percezione. Vogliamo superare la nostra immaginazione, oltrepassare i confini della coscienza per seguire il desiderio e nutrire la nostra curiosità. Un laboratorio di ricerca e d’arte che nasce da noi, da ciò che ci interessa scoprire ed indagare: tecniche diverse per riempire fogli e liberare i pensieri.”

*condotto* da SinMetro (aka Valeria Cariglia): vive in Sicilia, lavora per il teatro per il cinema e per la strada. Si occupa di collage pittorico/materico, disegna di continuo dovunque possibile, con o senza guardare. Convinta che tutto sia importante, nella sua ricerca artistica esplora la materia, insegue i colori della natura, realizza autoproduzioni sentimentali e piccole grandi installazioni poetiche.Con il suo operato abita e attraversa molteplici spazi in cui si generano modelli diversi di libertà. Collabora con i Cuori Rivelati e con SpaziOscena da diversi anni disegnando la luce e giocando con le ombre: un percorso dolcissimo di crescita e di creazione.

E’ possibile partecipare anche ai singoli laboratori
PRIMA LEZIONE/PROVA GRATUITA

É NECESSARIA LA PRENOTAZIONE: 
cuoririvelati@gmail.com
331 8562485
www.cuoririvelati.it
spazioscena.idra.it

Foto di Copertina: Daniele Vita

View Event →
Ragusa: Fascino a Rotelle - La Compagnia in Valigia
Sep
22
to Sep 23

Ragusa: Fascino a Rotelle - La Compagnia in Valigia

Continua la stagione artistica di Tecne99 con una commedia insolita e toccante: "Fascino a rotelle", scritta da Dario Scarpati (Attore e regista), é liberamente ispirata a Simona Petaccia, giornalista e presidente della onlus Diritti Diretti. Non mancate!!
Per info e prenotazioni: 3669718071/3283746620
.
.
.
Marta, la protagonista, è una donna con disabilità che, con astuzia e sex-appeal, riesce sempre a ottenere ciò che vuole dal marito Luigi. Attraverso sotterfugi e giochi di parole affidati ai due sposi assieme a una vicina indiscreta e a un bizzarro architetto, l'autore usa il teatro come un canale comunicativo privilegiato per spazzare via tutte quelle convenzioni sociali che dipingono i disabili come poveretti da compatire o single per scelta altrui. Scarpati trasforma così la narrazione del quotidiano e la manifestazione dei personaggi in un copione dalla profonda simbologia componendo un lavoro teatrale che, con ironia, supera l'idea dell'integrazione tra 'abili' e 'disabili' perché la dà per scontata. Quello che l'autore porta in scena è l'interazione tra persone, ognuno con i propri contrasti e le proprie debolezze.
Testo di Fascino a rotelle

View Event →
Catania: La Lupa - Recital teatrale e musicale
Sep
8
9:00 PM21:00

Catania: La Lupa - Recital teatrale e musicale

la lupa.jpg

"La Lupa" di G. Verga. Adattamento, liriche, narrazione recitata/cantata, regia di Salvatore Guglielmino. Coreografie di Pietro Gorgone. Musiche di Alberto Fidone e Salvatore Guglielmino.
Una nuova e suggestiva forma narrativa recitata e cantata, affidata a Salvatore Guglielmino abile a cimentarsi, anche, nell'adattamento dell'Opera di Giovanni Verga e della stesura delle liriche che accompagnano le musiche scritte dallo stesso, poliedrico artista. 
La scrittura delle meravigliose musiche di scena, cosi come di tutte le orchestrazioni, sono opera del maestro Alberto Fidone.
Le coreografie di Pietro Gorgone creeranno un'immagine scenica che consentirà, al pubblico presente, ancor di più, di entrare in empatia con il dramma. 
Il cantattore Salvatore Guglielmino farà rivivere i personaggi attraverso il racconto di una storia in cui desiderio, colpa, orgoglio e passione, diventeranno i vettori trainanti. 
Tornerà nei luoghi del dramma, e tra passato presente, amore e morte, 
l’incesto ed il delitto si tramuteranno in rimorso e rimpianto.

View Event →
Catania: Troiane, canto di femmine migranti
Sep
1
to Sep 2

Catania: Troiane, canto di femmine migranti

35826074_1659010957530437_8035743017493069824_n.jpg

rielaborazione drammaturgica
da Troiane di Euripide e Iliade di Omero
con Egle Doria, Silvio Laviano, Luana Toscano, Alessandra Barbagallo,
Lucia Portale, Marta Cirello, Valeria La Bua.
costumi e scene Vincenzo La Mendola
assistente alla regia Gabriella Caltabiano
mise en espace ed elaborazione drammaturgica a cura di Nicola Alberto Orofino
Produzione Teatro Stabile di Catania

Dedicato alle tragedia delle popolazioni sradicate dalle proprie terre, ed in particolare al calvario delle donne, spazzate via dai venti di guerra. Di donne deportate, offese nel corpo, piagate nell’anima, parla Troiane, canto di femmine migranti, elaborazione drammaturgica di Nicola Alberto Orofino che cura anche la mise en espace ospitata negli ambulacri del Teatro Greco Romano, l’uno e il due settembre 2018. Il cast annovera Egle Doria, Silvio Laviano, Luana Toscano, Alessandra Barbagallo, Lucia Portale, Marta Cirello, Valeria La Bua. Costumi e scene di Vincenzo La Mendola, assistente alla regia Gabriella Caltabiano, produzione “La bottega del pane” in collaborazione con il TSC.
La mise en espace sarà itinerante in 7 stazioni. In ognuna è previsto un monologo o una scena di circa 10 minuti. Il pubblico entrerà in gruppi da 15 spettatori ogni 15 min. (l’entrata del primo gruppo è prevista alle ore 19.30, l’ultima alle 21.30 per un totale di 7 gruppi). In ciascuna stazione, il monologo o la scena recitata, la colonna sonora, l’interpretazione potrebbero cambiare, di modo che ogni percorso sarà diverso e lo spettatore che volesse tornare ad un’altra replica si troverà di fronte ad una rappresentazione in parte o del tutto differente.
È come afferma Nicola Orofino nelle note di regia: “In questo mondo c’è sempre una guerra. Non fa più notizia. E la guerra, si sa, si nutre d’indifferenza, apatia, cinismo. Le conseguenze sono sempre le stesse, mi soffermerei su quella più immediata: si scappa da un posto di guerra verso un posto in cui non c’è guerra. E quando il posto verso cui si scappa è casa nostra? Non ci piace per niente. Perciò una guerra non fa notizia, ma discutere sulle sorti dei suoi rifugiati fa tuonare i mass media”.
La riflessione di Orofino guarda al presente, ma parte dai grandi testi classici. “Nelle Troiane di Euripide, donne vittime di guerra attendono con dolore straziante la loro infima assegnazione come schiave ai vincitori. Quel dolore di ieri rivive oggi e sempre. E il dolore di chi non ha più niente, di chi ha perso la dignità, gli affetti, la propria terra. Quella terra che non esiste più, il cui nome è stato rimosso. Troiane, come donne e uomini di oggi, che devono ricostruire tutto, con quella debole forza di chi è stato cancellato”.
Lo spettacolo è dunque un forte esempio di teatro civile. “Il lavoro – conclude Orofino – si inserisce nel solco dell’attività che io assieme ad attori come Egle Doria e Silvio Laviano, da sempre attenti alle sfide che la società ci impone, abbiamo svolto negli ultimi anni: ri-leggere i classici al fine di ri-interpretarne il carico di possibilità tematiche e valoriali che sono in grado di sprigionare. Attraverso una storia “antica” che è patrimonio della cultura universale, la mise en espace prova a parlare agli uomini e alle donne di oggi e del nostro territorio, porta meridionale di quel faticoso progetto politico che si chiama Europa, territorio di scambi e ponti, di scontri e divisioni, ma anche di integrazione fra culture spesso in antitesi. L’arte del teatro mi sembra la più legittimata a riflettere su tutto ciò, perché è arte della contemporaneità fra chi produce relazioni e chi usufruisce di quel rapporto. Non intendiamo in alcun modo fornire risposte o soluzioni, ma accendere la miccia della consapevolezza, della critica, del ragionamento attorno ad un tema che ci tocca tutti nella nostra dignità di esseri umani. Un intento ambizioso, ma che riteniamo essere un urgente contributo nell’ottica della ricostruzione di nuove fondamenta civiche”.

INFORMAZIONI:
http://www.teatrostabilecatania.it/tsc/troiane-canto-di-femmine-migranti-2/

ACQUISTO BIGLIETTI

Presso Botteghino del Teatro Stabile di Catania
Via G. Fava 35, Catania
Tel 095 731 08 56
Tel 095 731 08 88

Orari Apertura: dal lunedì al sabato, dalle ore 10:00 alle ore 19:00
Oppure un'ora prima di ogni replica.

Costo € 8,00


ACQUISTO ON-LINE

http://www.ticketone.it/

View Event →
Catania: Giancarlo Giannini in "Le parole note" con Marco Zurzolo Quartet
Aug
26
9:30 PM21:30

Catania: Giancarlo Giannini in "Le parole note" con Marco Zurzolo Quartet

Il recital di Giancarlo Giannini è un singolare incontro di letteratura e musica. L'attore particolarmente esperto nell'analisi della parola recita una serie di brani e poesie al grande pubblico da Pablo Neruda, Garcia Lorca, Marquez, ai più classici come Shakespeare, Angiolieri, Salinas. Vari autori e un unico tema: L’amore, la donna, la passione…La vita! 
Giancarlo Giannini sarà accompagnato da una serie di brani inediti del sassofonista partenopeo: Marco Zurzolo, suonati dal suo quartetto. Giancarlo Giannini e la sua recitazione, la sua voce calda e penetrante condurrà gli spettatori in “atmosfere” mistiche, malinconiche, amorose, ed ironiche in un viaggio dal 200’ fino ad arrivare ai giorni nostri. Grandi emozioni, varie atmosfere. Un Unico Spettacolo: LE PAROLE NOTE.



Biglietti:  
On line su Ticket One -> https://bit.ly/2J1NHSn

- Poltronissima € 35,00
- Poltronissima ridotto residenti € 31,50

- Poltrona € 27,00
- Poltrona ridotto residenti € 24,30

- Posto non numerato € 20,00
- Posto non numerato ridotto residenti 18,00

*Compresi diritti di prevendita

View Event →
Siracusa: C'è Vucciria - Sei Ottavi - cena show
Jul
16
to Jul 17

Siracusa: C'è Vucciria - Sei Ottavi - cena show

c'è vucciria.jpg

*** DAL TEATRO GRECO AL PALCO DEL PUNTO G ***
*** FROM THE GREEK THETRE TO PUNTO G STAGE ***

Tratta dall'omonimo quadro di Guttuso, la "Vuccirìa" proposta dai SeiOttavi racchiude le mille sfumature musicali a cappella che incorniciano la carriera artistica del gruppo e gli elementi caratteristici tradizionali siciliani. Un viaggio tra musica classica, colonne sonore cinematografiche e composizioni originali dei SeiOttavi, eseguiti in via straordinaria in un concerto che conclude la permanenza siracusana del gruppo, impegnato fino al 15 luglio al Teatro Greco con la messa in scena de "Le Rane" di Aristofane, insieme a Ficarra e Picone.

La prenotazione è obbligatoria.
Il costo è di 35 € a persona e include lo show, la cena à la carte e un drink.

Taken from the homonymous Guttuso painting, the show "Vuccirìa" contains the thousand musical nuances a cappella that frame the artistic career of the group and the traditional Sicilian elements. A journey through classical music, film soundtracks and original compositions, exclusively performed on the stage of Punto G - Music Hall, as the closing show of the group's stay in Syracuse, committed until July 15th at the Greek Theater with the staging of "Le Rane" by Aristophanes, together with Ficarra and Picone.

Reservation required
The cost is € 35 per person and includes the show, à la carte dinner and a drink.

PUNTO G
THE BEST PLACE IN TOWN
Info & Reservations +39 348 7053822

View Event →
Siracusa: Stage di danza - classico, contemporaneo, moderno
Jul
16
to Jul 21

Siracusa: Stage di danza - classico, contemporaneo, moderno

  • Via Re Ierone I L'Etneo Siracusa, Sicilia, 96100 Italy (map)
  • Google Calendar ICS
stage di danza.jpg

La città di Siracusa ha l'onore di ospitare alcuni dei nomi più rappresentativi nel panorama della danza internazionale per uno stage estivo di 6 giorni.

Lo stage è l'appuntamento ideale per chi desidera investire il proprio tempo in una formazione di altissimo livello godendo dei tesori di una delle città che è ormai universalmente considerata tra le più belle al mondo.

LOCATION
La sede dello stage è uno spazio professionale, pensato per la danza, la cui sala principale di 180mq è priva di ingombri e dotata di parquet professionale tamburato, tappeto danza e climatizzazione centralizzata.

ETA'
Lo stage è rivolto ad allievi a partire dagli 8 anni, fino ai corsi professionali suddivisi per età e livelli.

DISCIPLINE
Classico, Contemporaneo, Modern.

DOCENTI
Lo stage si avvale della professionalità riconosciuta delle figure tra le più rappresentative del mondo della Danza a livello internazionale:
- Nathalie Quernet ( Opéra national de Paris)
- Ranko Yokoyama (Louis Falco Dance Company)
- Jon B Polo (Coreografo free lance) 
- Giuliana Bottino (Staastsballett Berlin) 
- Nikita Korotkov (Scapino Ballet Rotterdam)

Maestro accompagnatore Natale Garufi (Accademia Nazionale di Danza di Roma)

Chiama il +39 345 3046787 o scrivi a eventidanza.siracusa@gmail.com per scoprire lo SPECIAL PRICE riservato agli iscritti entro 31 maggio!

Ringraziamo i nostri sponsor:
Alleanza Assicurazioni
Cassibba Institute
Banca agricola popolare di Ragusa
e il Comune di Siracusa per il patrocinio.

View Event →
Catania: Messa a Nudo - un evento di Hhybrydd al Teatro Machiavelli
Jul
13
to Jul 14

Catania: Messa a Nudo - un evento di Hhybrydd al Teatro Machiavelli

  • Teatro Machiavelli Catania (map)
  • Google Calendar ICS
messa a nnudo.jpg

Messa a Nudo
un evento di HHYBRYDD
a cura di Salvatore Marano

Proiezione in anteprima di 4 video, 
Installazione Video, 
Performance con partecipazione del pubblico.


Programma

13 - 14 luglio dalle ore 10.00 alle ore 22.00
(video proiezione non stop // video-installazione)

13 - 14 Luglio
ORE h18.00 Performance
ORE h19.00 Performance
ORE h20.00 Performance
ORE h21.00 Performance

INGRESSO LIBERO


HHYBRYDD è l’identità digitale di Marcello Scuderi teatrante catanese trapiantato da più decenni a Parigi.
M. Scuderi lavora dal 1984 tra Francia e Italia come attore e autore/regista teatrale. Da due anni con l’identità HHYBRYDD intraprende una personale ricerca sul medium Video. 
Filmando, montando e audio-illustrando in maniera artigianale i suoi brevi video, HHYBRYDD elabora un personale linguaggio a metà strada tra video arte e video poesia.

Saulo Portela è un Artista plastico brasiliano che vive a Parigi. Ha autorizzato HHYBRYDD a digitalizzare e rielaborare le sue tele, per creare i quadri in movimento della video installazione. Saulo Portela ha già collaborato con Marcello Scuderi, insieme hanno realizzato il progetto Ut-Pictura in Brasile, e in Francia e Germania l’installazione Passage à l’art.



In un percorso artistico la messa a nudo in senso proprio o figurato può rappresentare il punto di partenza, di arrivo, comunque un'esperienza inevitabile.
In questo progetto HHYBRYDD immagina una «messa» in scena della sua propria «messa» a nudo attraverso la proiezione di 4 brevi video, e specularmente quella degli spettatori, grazie ad un dispositivo teatrale ibrido. Ribaltando infatti il posizionamento abituale del publico, l’artista induce i visitatori a salire sul palco per renderli protagonisti della sua installazione. Gli spettatori invitati a svelarsi a loro volta, si confidano poeticamente in pubblico, velati e protetti dalla struttura avvolgente immaginata dall’artista.


L’installazione
Sul palco del teatro HHYBRYDD installa una struttura in velo semitrasparente, una sorta di …confessionale, bozzolo, medusa, ventre materno. Su di essa vengono proiettate immagini di quadri astratti del pittore brasiliano Saulo Portela, resi mobili dalle rielaborazioni video e audio di HHYBRYDD. La voce dell’artista anch’essa modificata, pone in modo ipnotico una serie di domande poetico-filosofiche agli spettatori .


I quattro video ( durata totale 8mn)  
(in anteprima) I video hanno in comune la Sicilia, l’onnipresenza dell‘Etna, la nudità fisica dell’artista e la messa a nudo psicologica attraverso l‘esplorazione di tematiche personali: il senso di appartenenza ad un luogo ( la Sicilia) , la pulsione vitale/mortale dell’amore, i paradossi della costruzione dell’io. 


La performance
Proiezione dei quattro video di HHYBRYDD preceduti da una breve presentazione di Salvatore Marano e seguiti da una serie di domande agli artisti.
Salvatore Marano, HHYBRYDD e Saulo Portela invitano gli spettatori ad entrare in contatto diretto con l’installazione. Questi ultimi potranno salire sul palco, entrare dentro la struttura, scoprirla dall’interno e qualora volessero, rispondere alle domande poste dall’installazione. 


Per info
328 9689007

Teatro Machiavelli
Piazza Università 13, Catania

View Event →
Ragusa: rassegna Teatro in Parcoscenico
Jul
7
to Jul 11

Ragusa: rassegna Teatro in Parcoscenico

  • 11 Via Modica Sorda Modica, Sicilia, 97015 Italy (map)
  • Google Calendar ICS
teatro in parcoscenico.jpg

La compagnia del PIccolo Teatro in collaborazione con il Comune di Modica e la Cooperativa S.Antonio Abate organizza queste 4 serate di teatro immerse nel suggestivo anfiteatro nell'area verde "SAN GIUSEPPE U TIMPUNI" adiacente il piazzale Falcone Borsellino (di fronte il Baricentro).
per informazioni e prevendita biglietti rivolgersi al botteghino del Teatro Garibaldi: 0932.946991.

View Event →
Catania: monologo "Il timido anti Cristo"
Jul
6
9:30 PM21:30

Catania: monologo "Il timido anti Cristo"

il timido anticristo.jpg

La Chiesa Pastafariana della Città Metropolitana di Catania e il Circolo UAAR di Catania, nell'ambito della campagna "DioScotto" per l’abolizione su scala globale delle leggi che puniscono la blasfemia, portano in città lo spettacolo satirico di Daniele Fabbri intitolato "Il timido anticristo".

Siete tutti invitati a partecipare, start h. 20,00 Gammazita (Piazza Federico di Svevia, 92 95121 – Catania, CT.
-----------------------
IL TIMIDO ANTICRISTO StandUp Comedy di e con Daniele Fabbri  

"Sono cresciuto in una famiglia molto cattolica, la mia vita sociale era tutta in parrocchia, ho fatto il chierichetto fino ai 16 anni. Sognavo di essere un bravo bambino apprezzato da gesù e dal papa. Solo che, contemporaneamente, mi piacevano parecchio le donne nude. Così ho iniziato a farmi delle domande, ho affrontato la paura delle risposte, e alla fine mi sono arrabbiato perché ero stato preso in giro per tutta una vita. Oggi sono ancora arrabbiato, ma almeno sono più libero di guardare le donne nude".

Parlare di religione è diventato soltanto attaccare il potere ecclesiastico, le gerarchie, gli abusi sessuali, le ingerenze nello stato, l'intrusione arrogante nel dibattito etico della società. E per questo si trascura l'influenza che la religione ha sulla nostra moralità, sulle nostre convinzioni, sul nostro personale discernimento tra cosa è bene e cosa è male.  
Ne IL TIMIDO ANTICRISTO, il suo sesto monologo, Daniele Fabbri, StandUp Comedian e autore satirico, affronta con libertà e spregiudicatezza “il clero che è in noi”, partendo dalla sua personale storia familiare e ricavandone il seme dell'universalità per entrare nell'analisi della vita di tutti, proseguendo la tortuosa ricerca del bene, ma illuminando la via con una luce ben poco spirituale.

View Event →
Catania: Porte Aperte presenta "Cunfini"
Jul
1
to Jul 2

Catania: Porte Aperte presenta "Cunfini"

  • Teatro Machiavelli Catania (map)
  • Google Calendar ICS
cunfini.jpg

All'interno del calendario di Porte Aperte Unict 2018 ritorna
"C U N F I N I - Sicilia e Grande Guerra", performance finale del progetto promosso e curato dal Dipartimento di Scienze politiche e sociali dell’Università di Catania, con il coordinamento del prof. Giuseppe Barone, nell'ambito delle iniziative di commemorazione del centenario della Prima Guerra Mondiale indette dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il progetto, sviluppatosi interamente al Teatro Machiavelli, ha visto il coinvolgimento di giovani performer, universitari e non, attraverso un laboratorio performativo che ha permesso di sperimentare il materiale raccolto in fase di studio grazie alle risorse creative dei partecipanti. Testi narrativi, saggi, documenti, lettere forniti dagli storici del Dsps, approfonditi e arricchiti da improvvisazioni tematiche, hanno contribuito alla stesura della drammaturgia.

Un progetto basato su materiali di ricerca, realizzato dai giovani e rivolto ai giovani. Un cambio di prospettiva rispetto a una classica lettura “settentrionale” degli eventi del 1915-1918.


Vi aspettiamo Lunedì 2 e Martedì 3 luglio alle ore 21!

Teatro Machiavelli (piazza Università, 13)

---
IDEAZIONE
Paola Gusmano, Andrea Lapi, Vera La Rosa, Chiara Manìa, Flavia Monfrini, Carolina Paternò

CON
Giuseppe Alizzi, Giulia Di Bella, Luisa Ferracane, Vanessa Girone, Paola Gusmano, Vera La Rosa, Chiara Manìa, Flavia Monfrini

SCENA E COSTUMI Luisa Ferracane

CANTI POPOLARI A CURA DI
Simona Di Gregorio e Matilde Politi

DRAMMATURGIA Flavia Monfrini

REGIA Andrea Lapi

---
BIGLIETTI: 
intero €7
ridotto studenti e personale Unict €3

Per info e prenotazioni:
info@ingressolibero.eu
393 294 6347

View Event →
Catania: Performare Festival 2018 - Eoika
Jun
29
9:00 PM21:00

Catania: Performare Festival 2018 - Eoika

PERFORMARE FESTIVAL 2018
ZO _ CATANIA

VENERDÌ 29 GIUGNO
ore 21.00

◼ EOIKA
di e con Sabrina Vicari e Federica Aloisio
Produzione PinDoc onlus/Promozione Danzacontemporanea
INFO SPETTACOLO ➡ http://www.zoculture.it/event/eoika/

Eoika indaga l’alterazione della visione, l’illusione della percezione ottica del corpo. La coreografia trae ispirazione dall’artista tedesco Sebastian Bieniek, dall’estetica cubista di Picasso, dal surrealismo di Magritte e incrocia il pensiero espresso da Rudolf Arnheim nel saggio Arte e percezione visiva. Il corpo si duplica, si scompone, assume proporzioni diverse, inganna lo sguardo, gioca continuamente con lo spettatore mettendo in discussione la propria identità e le coordinate spazio-temporali.

Performare Festival 2018
Con il patrocinio dell'Assessorato Turismo e Spettacolo della Regione Siciliana e dei Comuni di Serradifalco e di Catania e con il sostegno del MiBACT.

INFO E PRENOTAZIONE BIGLIETTI
info@zoculture.it - ☎ 095 816 8912

Ingresso 10 euro
Ridotto* 7 euro
*under 25, over 65, studenti, partner, scuole di danza

Organizzazione Collettivo SicilyMade
Comunicazione Theatron 2.0

Zō centro culture contemporanee
Piazzale Rocco Chinnici, 6 – 95129 – Catania

View Event →
Catania: Palcoshottoshow - festa di fine stagione
Jun
12
9:00 PM21:00

Catania: Palcoshottoshow - festa di fine stagione

  • Teatro Coppola Teatro dei Cittadini (map)
  • Google Calendar ICS
palcoshottoshow.jpg

PALCOSHOTTOSHOW E GRANDE FESTA DI FINE STAGIONE!
Settimo e ultimo appuntamento della nuova stagione!

12 Giugno, ore 21:00

Il Palco è Aperto!
adesioni: palcoshottoshow@teatrocoppola.it

INGRESSO CON SOTTOSCRIZIONE VOLONTARIA


***


La settima stagione del Teatro Coppola si chiude, con un’ultima serata di festa e di palco aperto per darci l’arrivederci in autunno con l'ottava stagione! Non mancate!

Anche quest'anno, per una volta al mese, il Palcoshottoshow! Una serata di palco aperto e libero, in un susseguirsi di interventi di qualunque tipo della durata massima di 5-10 minuti. Non è importante che tu lo sappia fare bene, quel che conta è che tu lo voglia fare davvero. Il palco è luogo di prova, educazione, palestra, prima di essere palco. Il palco prima di rappresentare insegna e contempla l'errore come pratica di crescita. Il palco non è dei più bravi, il palco è di chi lo desidera. Attori, musicisti, cantanti, cantautori, ballerini, giocolieri, comici, meccanici dell'arte e dello spettacolo,quelli che non hanno paura di inciampare in quello che hanno da dire: una volta al mese ci piacerebbe avervi tutti sul palco coi vostri numeri unici, le prime canzoni e le ultime, a battere i piedi su tavole temprate dai vostri desideri più giovani e da quelli più vecchi, principianti e veterani. Il palco protegge chi sogna e il suo sogno apertamente racconta. Al Teatro Coppola Teatro dei Cittadini il palco è aperto. 


***


http://www.teatrocoppola.it/

Ufficio stampa: 
info@teatrocoppola.it
3470112200

View Event →
Catania: Cuori rivelati - Noi narcisi
May
31
9:00 PM21:00

Catania: Cuori rivelati - Noi narcisi

Dal mito di Narciso ai versi poetici di Rilke, Neruda ed Enzensberger, i corpi delicati dei Cuori Rivelati ci portano nel gioco dei loro riflessi e delle loro ombre. 

Da uno specchio, i frammenti, ci guardano, chiedono di essere aperti, svelati, compresi. 

Narciso "desidera senza saperlo se stesso", questa conquista di sé, questo volersi abbracciare e riunire, è per svanire nella leggerezza dell’acqua. 

Nella profondità del rovesciamento ciò che sembra perdersi si ritrova, ciò che sembra separare unisce. 

Il teatro, luogo del rispecchiamento, ci restituisce, in queste meravigliose presenze, l'immagine inafferrabile di Narciso. 


Regia
Elena Rosa

Con
Paolino Addario, Antonio Barletta, Filippo Barletta, Flavio Belmonte, Massimiliano Cariola, Antonio Chiarenza, Alessandro Coco, Erika Conte, Massimo Lanzilao, Lucia Merlino, Bernardo Moscarà.

Voce
Sara Firrarello

Riflessi
Benedetto Caldarella

Luci
Valeria Cariglia

Scenotecnica
Aldo Kappadona

Assistente di scena
Valentina Previtera

Foto di copertina
Suryene Ramaget

Una produzione di Spazio Oscena.

Info e prenotazioni: 331 8562485 - cuoririvelati@gmail.com
biglietto 8 €

CUORI RIVELATI compagnia costituita da attori, danzatori e performer diversamente abili che frequentano un laboratorio permanente di teatro-danza attivo da Spazio Oscena dal 2013.  

Il Teatro come tentativo di rompere quell’idea stessa di “teatro della diversità”. Scardinare questa idea per noi significa non definirsi in una forma chiusa, e riportare alla normalità del teatro le persone che stanno sulla scena: gli attori.
Una sottrazione di ruolo, una sottrazione a quel che apparentemente è.
Attori-non attori, di fatto capaci di smantellare e ricostruire nuove realtà, facendosi scritture reali, rivelando ciò che dell’apparizione scenica è visione, mistero.

La regia è curata da Elena Rosa, lavorano stabilmente come attori Sara Firrarello e Benedetto Caldarella. 

Spettacoli: I negri. Visioni e interpretazioni da J.Genet (2013), Una crudele Invenzione, da J.Ballard, P.P. Pasolini, H.Muller (2014), Family Machine da H.Muller (2015),in collaborazione con il Teatro Coppola di Catania, I Negri, la Scarnazione da J.Genet (2016) per la rassegna Desidera di Officine Caos di Torino e Altre Scene _Zo, Catania, Creature. Opere del vento (2017).

View Event →
Siracusa: Jodorowsky - Vita di una bambina bambino pompiere
May
25
8:45 PM20:45

Siracusa: Jodorowsky - Vita di una bambina bambino pompiere

Il 25 maggio ore 20.45, al teatro Tina Di Lorenzo di Noto, si terrà lo spettacolo teatrale "Vita di una bambina bambino pompiere" riduzione teatrale di Leo Mignemi, opera originale "Memorie di un bambino pompiere" di Alejandro Jodorowsky.

Prevendita Leo 327.4955685
Sciami 0931.835273

Regia Leo Mignemi

Con:
Athena Cesàri
Leo Mignemi
Nino Moltisanti
Pamela Vindigni

Musiche originali
Rossana Ragusa

Costumi e scenografia
Artisti Associati di Modica

È la storia di una bambina bambino che vuole diventare un pompiere, come suo padre. A sei mesi dal parto, sua madre muore. Da quel momento, dentro di lei, vive una maga, la saggia donna Filovera. Per raggiungere il suo sogno di farlo diventare pompiere, il padre, rigido adulto per il quale esiste una sola realtà, lo mette alla prova dell'acqua, della terra e dell'aria. Ma sarà il fuoco, suo intimo alleato, a permettergli di scoprirsi maga e risvegliare il padre dal grigiore del suo mondo adulto.

È una storia in cui la fantasia debordante della bimba e la sua purezza d’animo finiscono per dimostrare la loro innegabile superiorità rispetto al grigio mondo degli adulti, con i suoi rigidi valori e le sue false certezze.

Una storia magica che intende trasmettere messaggi che stimolino a trasformare la propria vita. 

Basato su un linguaggio poetico e favolistico, su personaggi che vivono alla confluenza tra la realtà e altre dimensioni, è una parabola di alcune delle principali intuizioni di Alejandro Jodorowsky venute alla luce durante le sue ricerche nel mondo della spiritualità.

"Voglio che finalmente la mia coscienza possa esplodere come un astro luminoso, che ogni cellula del mio corpo diventi spirito!"

View Event →
Ragusa: spettacolo "Variazioni enigmatiche"
May
23
9:00 PM21:00

Ragusa: spettacolo "Variazioni enigmatiche"

  • Teatro Comunale Marcello Perracchio Ragusa (map)
  • Google Calendar ICS
variazioni enigmatiche.jpg

23 maggio 2018

Variazioni enigmatiche
di Eric Emmanuel Schmitt

Con Giovanni Arezzo - Massimo Leggio
Regia: Franco Giorgio
Produzione: Centro Teatro Studi

"Avere certezze è confortante, ma è necessario perderle. Non ci si può sempre proteggere dalla vita con le proprie scelte, le convinzioni, l'ideologia: la vita sorprende in ogni momento, smentisce, sconcerta, impone i suoi misteri. Nessuna posizione astratta resiste contro la vita." 
[E.E. Schmitt] 

Variazioni enigmatiche è una storia d'amore.
Una storia che esplora l'intimo dell'animo umano. 
Ma anche una storia di menzogne e di verità, di doppiezze, di sentimenti celati, di amori che la crudezza della vita ci sottrae, di speranza che altri rapporti possano crearsi... 
La pièce si snoda sotto forma d'intervista.
Un giornalista, Erik Larsen, incontra lo scrittore premio Nobel Abel Znorko. 
Ma l'intervista è solo un pretesto per scoprire i veri motivi che hanno spinto Znorko a pubblicare un romanzo epistolare di enorme successo,
L'amore inconfessato. 
Nell'intenso dialogo fra i due protagonisti verranno in superfice diverse verità, ma ognuno di essi cercherà in tutti i modi di non svelare all'altro il suo "segreto". 
Un testo di grande fascino, Variazioni enigmatiche, che affronta i temi più pregnanti della nostra esistenza. Si parla di vita e di morte, di passione d'amore e di tradimenti, di verità e di menzogne, della grandezza di Dio e della grandezza dell'uomo… 
Un testo che "disturba" lo spettatore, sollecitandolo a "trasmettere le sue umane sensazioni".

View Event →
Catania: spettacolo "Medea - un giorno ancora"
May
19
8:00 PM20:00

Catania: spettacolo "Medea - un giorno ancora"

L'Associazione culturale NEON insieme alle classi Vh e Vi del liceo classico Nicola Spedalieri si sono addentrate nell’affascinante labirinto del mito greco incontrando la mente e il cuore di una donna indecifrabile: Medea. La barbara, la straniera, la donna profondamente sapiente e intelligente, la madre, l’assassina. Ruoli che sembrerebbero annullarsi a vicenda ma che in lei si compenetrano definendo la sua unicità. 
Raggiungere il centro di questo labirinto è un’impresa mitica che vogliamo compiere risvegliando la potenza catartica della tragedia dal sottosuolo del tempo e del nostro spirito, facendo rivivere sulla scena una donna il cui ambiguo fascino suscita in noi attrazione e repulsione e giudizi che non scalfiscono il suo mistero. 
Mistero che Euripide ha nobilitato esprimendo per primo la complessità dell’animo e della mente dell’uomo e che Pier Paolo Pasolini ha riproposto sottolineando la distanza e l’inconciliabilità tra la civiltà della ragione, a cui noi apparteniamo, e la civiltà arcaica, di cui Medea è figlia.
La nostra rappresentazione dal titolo “Medea, un giorno ancora”, attraverso l’espressività del corpo, la suggestione della musica, la forza della parola, vuole sperimentare il mito, smarrirsi nella sua potenza e andare oltre il razionale.


VENDITA BIGLIETTI
Dal 14 maggio presso
La caffetteria di LAND

 

View Event →
Siracusa: 54° Festival del teatro Greco di Siracusa - Stagione 2018
May
10
to Jul 1

Siracusa: 54° Festival del teatro Greco di Siracusa - Stagione 2018

  • Teatro Greco di Siracusa (map)
  • Google Calendar ICS
festival teatro greco siracusa.jpg

In Programma al Teatro Greco di Siracusa dal 10 Maggio 2018 all'8 Luglio 2018.
Info e calendario su: http://eventi.valdinoto.it/eventi/rappresentazioni-classiche-di-siracusa/
Il Festival è organizzato dall'Istituto Nazionale del Dramma Antico (http://www.indafondazione.org)

View Event →
Catania: spettacolo "La rondine (Canzone di Marta)"
Apr
26
to May 6

Catania: spettacolo "La rondine (Canzone di Marta)"

  • Monastero dei Benedettini di San Nicola L'Arena (map)
  • Google Calendar ICS

di Guillem Clua
traduzione Martina Vannucci
adattamento Pino Tierno
regia Francesco Randazzo

con Lucia Sardo e Luigi Tabita
musiche Massimiliano Pace
costumi Riccardo Cappello
luci Salvo Orlando
produzione Teatro Stabile di Catania

INFORMAZIONI:
http://www.teatrostabilecatania.it/tsc/la-rondine/

ACQUISTO BIGLIETTI

Presso Botteghino del Teatro Stabile di Catania
Via G. Fava 35, Catania
Tel 095 731 08 56
Tel 095 731 08 88

Orari Apertura: dal lunedì al sabato, dalle ore 10:00 alle ore 19:00



ACQUISTO ON-LINE

http://www.ticketone.it/teatro-verga-catania-informazioni.html?affiliate=ITT&doc=venuePage&fun=venue&action=overview&venueGroupId=15386

View Event →
Enna: spettacolo "La Scuola"
Apr
19
8:30 PM20:30

Enna: spettacolo "La Scuola"

la scuola.jpg

TEATRO GARIBALDI DI ENNA
Giovedì 19 aprile ore 20.30

LA SCUOLA
di Domenico Starnone
Regia Daniele Lucchetti
Con Silvio Orlando
e con Vittoria Belvedere, Vittorio Ciorcalo, Roberto Citran, Roberto Nobile, Antonio Petrocelli, Maria Laura Rondanini
scene Giancarlo Basili
luci Pasquale Mari
costumi Maria Rita Barbera
Cardellino srl

Nel 1992 debuttò Sottobanco, spettacolo teatrale interpretato da un gruppo di attori eccezionali capitanati da Silvio Orlando e diretti da Daniele Luchetti. Lo spettacolo divenne presto un cult, antesignano di tutto il filone di ambientazione scolastica, tra cui anche la trasposizione cinematografica, nel 1995, della stessa pièce che prese il titolo La scuola. Lo spettacolo era un dipinto della scuola italiana di quei tempi e al tempo stesso un esempio quasi profetico del cammino che stava intraprendendo il sistema scolastico italiano. «Ho deciso di riportare in scena lo spettacolo più importante della mia carriera – spiega Silvio Orlando – a vent’anni di distanza per fare un bilancio sulla scuola e vedere cos’è successo poi».
Il testo è tratto dalla produzione letteraria di Domenico Starnone. Siamo in tempo di scrutini in IV D. Un gruppo di insegnanti deve decidere il futuro dei loro studenti. Di tanto in tanto, in questo ambiente circoscritto, filtra la realtà esterna. Dal confronto tra speranze, ambizioni, conflitti sociali e personali, amori, amicizie e scontri generazionali, prendono vita personaggi esilaranti, giudici impassibili e compassionevoli al tempo stesso. Il dialogo brillante e le situazioni paradossali lo rendono uno spettacolo irresistibilmente comico e allo stesso tempo di grande densità.


Biglietti da 23 a 14 euro
Botteghino Teatro Garibaldi
tel. 09540540 – 40560 teatrogaribaldi@comune.enna.it

View Event →
Messina: Massimo Ranieri " Sogno e son desto...in viaggio"
Apr
16
9:00 PM21:00

Messina: Massimo Ranieri " Sogno e son desto...in viaggio"

Continua il viaggio affettuoso, spettacolare e sorridente di MASSIMO RANIERI con il suo spettacolo SOGNO E SON DESTO…IN VIAGGIO, attraverso grandi canzoni, racconti particolari e colpi di teatro.
Dopo il tutto esaurito di Catania, è ufficiale il suo ritorno a MESSINA lunedì 16 APRILE sul palco del TEATRO VITTORIO EMANUELE, ore 21. Un appuntamento di prestigio per la rassegna di concerti PUNTOEACAPO LIVE con la direzione artistica di Nuccio La Ferlita.
Un ritorno molto atteso che conferma il desiderio di Ranieri di sognare e far sognare il pubblico che lo segue da anni con entusiasmo: con la sua ormai proverbiale disinvoltura spazierà dai classici della tradizione napoletana ai capisaldi del cantautorato italiano, tra la poesia contemporanea e la prosa popolare. Scritto dallo stesso Ranieri e da Gualtiero Peirce, “Sogno e son Desto” è uno spettacolo dal titolo giocoso e provocatorio, un inno alla vita, all’amore e alla speranza, per una formula vincente in cui Ranieri riveste magistralmente il duplice ruolo di attore e cantante.  
Biglietti:
Platea e Palchi I° Ordine € 69
I° Galleria e Palchi II° Ordine € 52
II° Galleria € 39
info e prevendite su www.puntoeacapo.uno e nei circuiti abituali

View Event →
Siracusa: spettacolo "Bako" + presentazione libro "Lacrime di sale"
Apr
11
8:00 PM20:00

Siracusa: spettacolo "Bako" + presentazione libro "Lacrime di sale"

In occasione della Settimana della Cultura, siamo onorati di ospitare ad Avola una grande personalità, un uomo comune che vive da eroe: il Dottor Pietro Bartolo, col suo libro LACRIME DI SALE, figlio di un'esperienza pluridecennale maturata sulle spiagge di Lampedusa, nell'arduo e delicato compito di pronto soccorso agli immigrati durante gli sbarchi. Di questo parleremo attraverso arte, musica, teatro e racconti...

●CALENDARIO EVENTI●

■ 11 Aprile
ore 18 Sala Frateantonio: Dialogo tra il dottor Bartolo e Lidia Tilotta con i bambini delle scuole
ore 20 Teatro Garibaldi: Spettacolo Teatrale BAKO (di Salvatore Di Pietro) + installazioni e opere di Carmela Basile ed Elia Li Gioi
ore 21 Teatro Garibaldi: Conversazione col dottor Bartolo, Lidia Tilotta e don Carlo D'Antoni + presentazione del libro "LacrimeDiSale".

■ 12 Aprile
ore 10 Scuola Superiore Mattei-Majorana: incontro con gli studenti

Le Associazioni Avolesi coinvolte nel progetto sono liete di invitarvi a presenziare calorosamente ai suddetti eventi, che coinvolgeranno grandi e piccini! Non mancate!

▶ https://youtu.be/YWdmM1_HCY4

View Event →
Palermo: A singolar tenzone! Duelli tra musiche e parole sul paladino Orlando
Apr
9
5:15 PM17:15

Palermo: A singolar tenzone! Duelli tra musiche e parole sul paladino Orlando

a singolar tenzone.jpg

A SINGOLAR TENZONE!
Duelli tra musiche e parole sul paladino Orlando

Lunedì 9 aprile 2018
ore 17,15
Politeama Garibaldi, Palermo
86esima stagione dell'Associazione Siciliana Amici della Musica di Palermo - Stagione pomeridiana.

cunto: Mimmo Cuticchio
musiche: Giacomo Cuticchio Ensemble
primo violino: Marco Badami
secondo violino: Filippo Di Maggio
viola: Cantone Massimo
violoncello: Paolo Pellegrino
sax soprano: Nicola Mogavero
fagotto: Filippo Barracato
tromba: Sergio Caltagirone
trombone: Fabio Piro
pianoforte: Giacomo Cuticchio

Produzione
Associazione Figli d’Arte Cuticchio

info/prenotazioni
TEL 091.6373743
MAIL info@amicidellamusicapalermo.it

Un viaggio in un tempo senza tempo, dove il cunto antico di Mimmo Cuticchio e la musica contemporanea del figlio Giacomo si scambiano intenzioni, si cedono il passo vicendevolmente, si fondono in un gioco, a tratti semplice e armonioso a tratti spericolato e acrobatico, sulle gesta di Orlando, valoroso paladino, l’eroe per eccellenza, austero, coraggioso e devoto al suo dovere di capitan generale dell’esercito francese.
Un racconto focalizzato sulla drammatica e spettacolare rotta di Roncisvalle, dove troveranno la morte Orlando e altri trecento impavidi paladini.
Per la prima volta i temi musicali della battaglia, del galoppo, del lamento, della marcia reale, che Giacomo Cuticchio ha composto appositamente per questo “viaggio”, si uniscono ai ritmi, ai toni e alla possente vocalità di Mimmo Cuticchio, capace di interpretare oltre quaranta personaggi diversi e trasformare il cunto in canto.
Un’opera per voce e musica, nella quale la narrazione tiene le fila del racconto e la musica ne sottolinea e ne esalta i ritmi e l’emozione. La suite per fiati, legni, ottoni ed archi è eseguita da un ensemble di nove musicisti. Strumento portante è il pianoforte, omologo del piano a cilindro negli spettacoli tradizionali, che Giacomo suonava da bambino agli inizi del suo apprendistato di oprante.
Mimmo e Giacomo Cuticchio sono rispettivamente padre e figlio. Il primo, prendendo le mosse dal cuore profondo della tradizione dell’Opera dei pupi, l’ha rilanciata in una prospettiva contemporanea e al contempo ha salvato dall’oblio il “cunto”, rimarcando sempre la propria discendenza dai maestri del passato. Il secondo muove i suoi primi passi di oprante-musicista sul terreno fertilissimo arato dal padre; successivamente, il suo incontro con l’opera di Philip Glass e l’amore per la musica antica, rinascimentale e barocca, lo hanno spinto verso una ricerca sonora originale, per molti versi analoga a quella del padre, oggi riconosciuto il massimo innovatore dell’Opra.



____________________

MIMMO CUTICCHIO Erede di un patrimonio artistico che assorbe dal padre Giacomo fin da bambino, elabora negli anni la tradizione del teatro dei pupi rinnovandola con continui innesti creativi e valorizzandola attraverso la sperimentazione artistica. Negli anni ’70, affascinato dalle tecniche narrative del cunto, ne segue l’apprendistato da Peppino Celano, che gli insegna anche la costruzione dei pupi secondo un percorso che segue le tappe tradizionali della trasmissione del mestiere. Alla morte del maestro, apre a Palermo nel 1973 il Teatrino dei Pupi di Santa Rosalia, e realizza il suo primo copione “Giuseppe Balsamo Conte di Cagliostro”, cominciando ad arricchire il repertorio tradizionale con nuovi testi e raccontando le gesta di personaggi storici della Sicilia, di eroi omerici e della mitologia. Nel 1977 fonda l’“Associazione Figli d’Arte Cuticchio”, che incorpora la compagnia omonima. Da quel momento Cuticchio avvia un percorso di rielaborazione del patrimonio culturale tradizionale che proietta i modelli narrativi del cunto e dell’opera dei pupi verso il pubblico moderno, attuando un processo di comunicazione artistica permeato di impegno civile e segnato da uno sguardo rivolto verso la contemporaneità.
Il rapporto di Cuticchio con diverse espressioni della scena contemporanea, è segnato dai suoi complessi e assidui rapporti col cinema (Coppola, Tornatore, Turturro, Ciprì e Maresco, Crialese), la fotografia, la radio, l’arte contemporanea (Mimmo Paladino), i generi musicali pop (Lucio Dalla, Loreena McKennith).



GIACOMO CUTICCHIO nato a Palermo nel 1982, è compositore, pianista ed erede di una delle più robuste e vitali tradizioni teatrali siciliane. Figlio e nipote di maestri pupari, la sua formazione d’artista ha luogo tra sogni cavallereschi, senni smarriti e avventurosamente recuperati, battaglie, passioni e paradigmi etici, nella cornice di estremo rigore e attenzione che caratterizza l’attività teatrale di famiglia. L’inclinazione per la musica del piccolo Giacomo trovò fertilissima terra tra i suoni del pianino a cilindro che tradizionalmente scandisce e commenta le vicende dei paladini di Francia e lo straordinario e prezioso esercizio della vocalità proprio dell’opra e del cunto. Il giovane segue le tappe del consueto apprendistato dell’opera dei pupi. In lui convivono due anime che non sono in contrapposizione, ma si completano vicendevolmente. Oggi Giacomo Cuticchio è un oprante completo, dirige gli spettacoli e compone le musiche per le nuove messe in scena, contribuendo spesso a realizzare eventi teatrali unici con interventi di musica dal vivo che arricchiscono la rappresentazione o ne intensificano il tessuto drammaturgico.

View Event →