imageimage.jpegimage.jpeg
mock up contemporanea notabilis
notabilistestata1

facebook
youtube
instagram
notabilistestata1

NEWS

NOTA CRITICA

EVENTI

INFO & CONTATTI

INFO & CONTATTI

MENU

MENU

NEWS

NOTA CRITICA

EVENTI

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

 

A PROPOSITO DI  CULTURA...

Mussolini, il capobanda e Siracusa del 1937Taormina: chiude Isola Bella e riaprono i cantieri di manutenzione del sito“La stranezza”: la commedia tra realtà e finzione in una Sicilia popolare d’altri tempiLa Giornata del Contemporaneo è giunta alla sua diciottesima edizionePremio Biagio Andò: appuntamento alla conferenza sulla violenza contro le donneIL CORO LIRICO SICILIANO IN TOUR IN SPAGNA, FRANCIA E MALTALanciato il bando di concorso della X edizione del Premio Letterario Nazionale Efesto città di CataniaCinema di Frontiera, 22° edizione in tour a novembre tra Catania, Pachino e VittoriaPARTECIPATISSIMA PRESENTAZIONE DEL LIBRO “NOI, VOCI INVISIBILI” NELL’INCONTRO PROMOSSO DALLA LIBRERIA “TANTE STORIE”“La Città Futura”: tutto pronto per l'8° edizione del Festival delle Letterature Migranti

Morto il conte Lucio Tasca d'Almerita, colui che ha rivoluzionato i vini siciliani

2022-07-29 16:15

Francesca Brancato

News, Notizie, Lo sfizio, lo sfizio, vini di sicilia, Nero D'Avola, Syrah, Malvasia, Lucio Tasca d'Almerita, cantine Tasca d'Almerita, conte Tasca d'Almerita,

Morto il conte Lucio Tasca d'Almerita, colui che ha rivoluzionato i vini siciliani

Ci lascia uno degli ultimi "principi" del vino siciliano

294733338_10227631992015020_3427210266592926359_n.jpeg

È morto a 82 anni uno degli ambasciatori del vino siciliano nel mondo, il conte Lucio Tasca d’Almerita. Nel 1985 è stato il primo in Sicilia a sperimentare le varietà internazionali, aprendo una strada che è stata poi seguita da molti altri produttori dell’Isola.

Agli inizi degli anni '80, infatti, il conte Tasca d’Almerita ha voluto confrontarsi con le grandi varietà francesi e le degustazioni in giro per il mondo. Dopo aver convinto il padre, ha cominciato a produrre vini come Cabernet e Chardonnay, utilizzando barriques di rovere francese per l’invecchiamento, presse soffici per la vinificazione, potatura corta e dimostrando al mondo la capacità della Sicilia nel produrre vini longevi e di qualità.

Sotto la sua guida il team Tasca d’Almerita è stato il primo nel mondo del vino ad introdurre l’uso della tecnologia nella gestione ordinaria della società, includendo un software di gestione vitivinicola per migliorare e controllare la produzione, dalla vigna allo scaffale del cliente, con una particolare attenzione anche al tema della sostenibilità ambientale. Questo perché la sua missione è sempre stata quella di promuovere e migliorare la produzione e lo sviluppo imprenditoriale della Sicilia, al fine di rafforzare la competitività della regione e del Paese all’interno del mercato mondiale.

 

Protagonista del Rinascimento del vino italiano, da tempo aveva affidato ai figli Alberto e Giuseppe le sorti del suo impero vinicolo, costruito con il successo del vino che portava il suo titolo, il Rosso del Conte. Sorrideva quando lo chiamavano l’ultimo dei Gattopardi. Era capace di elencare ogni pianta della sua tenuta di Palermo con il nome latino del suo orto botanico di quasi due ettari e aveva disobbedito al padre, importando vitigni internazionali in Sicilia e dimostrando che la nostra terra può donare vini straordinari e carichi di cultura mediterranea.

 

Ha controllato una azienda da 470 ettari di vigneti in cinque tenute, 3 milioni di bottiglie: da Regaleali a Tascante sulle pendici dell’Etna, da Capofaro sull’isola di Salina con il Malvasia, alla Tenuta Whitaker sull’isola di Mozia (con il vitigno Grillo), fino alla Tenuta Sallier de la Tour a Monreale, con Syrah, Inzolia e Nero d’Avola. A quasi due secoli anni dalla fondazione (1830), l’azienda Tasca d’Almerita, sotto la sua guida, ha concluso una fase di espansione che l’ha portata ad esportare in più 50 Paesi, puntando tutto nell’ultimo decennio su una nuova stagione fondata su etica e sostenibilità ambientale con il progetto SOStain. Le sue intuizioni e la sua personalità resteranno per sempre nei vigneti di Villa Tasca e i suoi vini continueranno a rappresentare la Sicilia nel mondo.

 

 

©riproduzione riservata 

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

www.notabilis.it @ All Right Reserved 2021 | 

www.notabilis.it @ All Right Reserved 2021 | 


facebook
youtube
instagram

facebook
youtube
instagram
image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Notabilis

Come creare un sito web con Flazio