imageimage.jpegimage.jpeg
mock up contemporanea notabilis
notabilistestata1

facebook
youtube
instagram
notabilistestata1

MENU

INFO & CONTATTI

MENU

INFO & CONTATTI

NEWS

NEWS

NOTA CRITICA

NOTA CRITICA

EVENTI

EVENTI

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

 

A PROPOSITO DI  CULTURA...

L'allegoria d'Amore di Peparini merita il lungo applauso del Teatro Grecop di SiracusaAl Teatro Greco di Siracusa Giuliano Peparini presenta "Horai. Le quattro stagioni" con Eleonora Abbagnato e Giuseppe SartoriAl via la stagione turistica 2024 del Sistema Rete Museale IbleiTutto pronto per la stagione "InTeatroAperto" a Modica, fra musica, arte e spettacoloGrandi applausi per il debutto del Miles Gloriosus tutto al femminile di Muscato al teatro Greco di Siracusa“SEPARATI IN CASA, MA NON TROPPO”: LA COMMEDIA FA IL PIENO, LA BENEFICENZA È GIA' SOLLIEVOIL TEATRO TRAGICO, NEI LAGER E LA NASCITA DEL PICCOLO TEATRO IN UN EXCURSUS IN VILLA REIMANN“PENSACI, GIACOMINO!”: AL GARIBALDI DI AVOLA UNA LACRIMA UN SORRISO, GRAZIE PIPPO PATTAVINAStanding ovation di 10 min per il debutto della Fedra (Ippolito portatore di corone) al Teatro Greco di Siracusa“Il mio onore è morto insieme a queste bestie”: registra il tutto esaurito il debutto di Aiace a Siracusa

Testa 'i Tùrchi: la tradizione di carnevale di Castelbuono

2023-02-21 17:09

Francesca Brancato

News, Lo sfizio, palermo, lo sfizio, cucina siciliana, castelbuono, carnevale, testa ri turcu, dolce tipico, tradizione in cucina,

Testa 'i Tùrchi: la tradizione di carnevale di Castelbuono

Un dolce tipico del carnevale di Castelbuono (PA)

LA STORIA

 

Quando parliamo di “Testa ro Tùrcu“  pensiamo immediatamente agli enormi e golosi bignè, farciti di crema pasticcera o ricotta, a forma di turbante, simbolo della Festa della Madonna delle Milizie di Scicli; ma quando si parla di “Testa ‘i Tùrchi“ ci si riferisce anche a un dolce di carnevale di origine araba, tipico del comune di Castelbuono, in provincia di Palermo.

testa-di-turco-di-castelbuono-4-intero-638x425.webp

Il territorio di Castelbuono è molto ricco di prodotti tipici: i funghi basilisco e quelli porcino, la manna, i fagiolini e i formaggi. Ogni piatto a Castelbuono è espressione della vita del paese, legata a doppio filo sia alle tradizioni di contadini e pastori sia a quelle di nobili e borghesi. Il panettone di Castelbuono, ad esempio, è tipico perché era l’anno 1953 quando Mario Fiasconaro, papà di Fausto, Martino e Nicola iniziò la propria avventura di gelatiere e pasticciere, fino a divenire uno dei pasticceri siciliani più apprezzati al mondo.

Il dolce tipico di carnevale è la Testa di Turco, composta da una sfoglia fritta a strati che si alterna alla crema al latte. Il tutto decorato con tantissimi zuccherini e cioccolata. Il nome testa di turco sembra sia derivato dal fatto che, una volta versata la crema di latte calda, sulle sfoglie si formino delle “fossette”, che sembrano ricordare le fontanelle delle teste dei bambini appena nati. Dato che essi non sono ancora battezzati, vengono detti turchi ovvero non cristiani.

Di questo dolce oggi descriveremo la ricetta della Pro Loco di Castelbuono. LA RICETTA:

 

INGREDIENTI

Per la sfoglia: 100 g di farina 00; Un uovo; Un cucchiaio di zucchero; Un pizzico di sale; Olio di semi.

Per la crema: 500 ml di latte; 100 g di zucchero; 50 g di amido per dolci; Scorza di un limone grattugiata.

Per guarnire: Cannella in polvere; Gocce di cioccolato/confettini zuccherati/codine di zucchero. 

 

 

PROCEDIMENTO

In una terrina unire l’uovo, il cucchiaio di zucchero, il sale e la farina e amalgamare fino a ottenere un composto liscio e omogeneo. Stendere l’impasto sottilissimo su una spianatoia, ricavando delle lasagnette. Friggere le sfoglie in olio di semi ben caldo finché non si dorano e spuntano le bolle; una volta pronte lasciarle sgocciolare per un po’ su carta assorbente.

Versare in un pentolino quasi tutto il latte (tenerne da parte un bicchiere) insieme alla scorza del limone, allo zucchero e alla cannella in polvere e cuocere a fiamma bassa. Mentre il latte si riscalda, versare l’amido in una scodella e scioglierlo con il latte freddo rimanente, poi versare a filo il composto di amido nel latte caldo e mescolare di continuo con una frusta. Una volta che il composto comincia ad addensare, toglierlo dal fuoco.

Stendere uno strato di sfoglia sul fondo di una pirofila, versare parte della crema in maniera omogenea e cospargere di cannella macinata. Quindi ripetere l’operazione alternando strati di sfoglie, di crema e cannella fino a concludere con la cannella.

Conservare la “Testa di turco” in frigorifero per almeno un paio d’ore, poi guarnire con gocce di cioccolato e/o codine o confettini di zucchero colorati.

 

 

©riproduzione riservata

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

www.notabilis.it  |  All Right Reserved Notabilis © 2023 

www.notabilis.it  |  All Right Reserved Notabilis © 2023 


facebook
youtube
instagram

facebook
youtube
instagram
image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Notabilis