Gianna Nannini a Taormina: rock puro al teatro antico

Dopo i concerti alla Valle dei Templi ad Agrigento e al teatro di Verdura a Palermo, il 26 agosto si è conclusa a Taormina la terza tappa siciliana dell’ “Hitstory tour” di Gianna Nannini, rocker toscana che ha infiammato il pubblico con la sua immancabile carica ed energia. Un evento rientrato nella programmazione stagionale di Sicilia Musica Estate, vedendo la partecipazione e l’esibizione di diversi artisti italiani e stranieri amati dal grande pubblico.
Il teatro antico di Taormina, come è risaputo, è un luogo unico nella sua bellezza, e ha permesso di aumentare la magia della serata, grazie all’inconfondibile voce graffiante della Nannini, che durante la serata ha emozionato e fatto scatenare il pubblico. Tanti i successi della cantante, ripercorrendo i 40 anni di carriera, tra le nuove canzoni dell’ultimo cd, certificato oro e sempre più vicino al platino, e i classici, come “America”, “Fotoromanza”, “Bello e impossibile” e molti altri.
Sul palco con lei un gruppo ritmico composto da eccezionali musicisti: Davide Tagliapietra e Thomas Festa alle chitarre, Moritz Müller alla batteria, Daniel Weber al basso, Will Medini alla tastierista, pianoforte e programmazioni, impreziosito dalle voci delle coriste Isabella Casucci e Anna Camporeale. Inoltre la Nannini è stata accompagnata dal prestigioso sestetto d’archi Red Rock Strings composto da: Lorenzo Borneo, Roberta Malavolti, Liuba Moraru, Chiara Santarelli al violino, Linda Rusca alla viola e Davide Pilastro al violoncello.
Nonostante la grande folla, ottima l’organizzazione, con pullman a disposizione ogni pochi minuti, confermando Taormina località pronta a grandi eventi. Credo venga spontaneo chiedersi come mai altre città siciliane, come ad esempio Siracusa, non riescano a seguire la stessa strada. Cosa rispondere, cari amici di Notabilis?
Alessandra Leone