Cacoccioli e Carduna in pastella (Festa di San Giuseppe)

La festa di San Giuseppe, protettore degli umili e dei più sfortunati, ha origini antiche ed è diffusa in tutta Italia. Si festeggia Giuseppe, marito di Maria e padre di Gesù, uomo umile e dedito al lavoro, di conseguenza col tempo la festa è diventata la festa di tutti i papà e in alcune regioni come la Sicilia, in passato la festa era un'occasione per i più ricchi e i nobili di farsi, in qualche modo, perdonare dal Santo per la propria ricchezza. Allora per onorare la grazia ricevuta si invitavano i poveri a consumare un lauto banchetto appositamente preparato nelle case più ricche. Col tempo le persone benestanti sono andate aumentando e queste tavolate imbandite di ogni ben di Dio si sono spostate nelle strade, dove erano a disposizione di tutti. Così i fritti, i dolci tipici ed il pane votivo di San Giuseppe sono diventati un'elemento costante della celebrazione del Santo in Sicilia.

Oggi il giorno San Giuseppe si festeggia in casa con amici e parenti, ma di sicuro i menù non si sono impoveriti. Infatti troviamo pasta con la ricotta e ricotta fritta, pasta e ceci o pasta e lenticchie, simbolo di povertà e semplicità, baccalà, cardi e carciofi fritti, carciofi "abbuttunati", il tipico pane votivo o pane di Salemi, e poi i dolci come zeppole, sfinci, maritozzi ripieni di crema, panna o ricotta e le crispelle di riso al miele e arancia. Insomma come sempre la Sicilia offre l'imbarazzo della scelta in quanto a tradizione culinaria, la quale comprende molti fritti, questo perchè la leggenda narra che Giuseppe, in fuga in Egitto insieme a Maria, per mantenere la famiglia in terra straniera vendesse frittelle per le strade.

I dolci della tradizione siciliana sono sempre molto allettanti e golosi, ma per la ricetta di San. Giuseppe ho scelto i cardi ed i carciofi fritti. Questo perchè il periodo è quello giusto e questi prodotti si trovano in abbondanza nei mercati e nei supermercati, poi perchè la nostra cucina è ricca di piatti salati sfiziosi da preparare e da gustare. Ecco la ricetta:

INGREDIENTI per la pastella: 1kg di farina 00; 25gr di lievito di birra; 2 cuchiaini di zucchero; 2 cucchiaini di sale; 650ml di acqua

INGREDIENTI: 1,5kg di carciofi; 1,5kg di cardi; 30gr di farina 00; sale q.b. mezzo limone spremuto.

PROCEDIEMENTO: Lavare e pulire i cardi e i carciofi, metterli a bagno in acqua fredda e limone e lasciarli da parte. Sciogliere il lievito in acqua tiepida e zucchero, setacciare la farina e mescolare la farina con il liquido, quando sarà ben amalgamato aggiungere il sale. Continuare a lavorare l'impasto, energicamente, in modo da ottenere un composto liscio. Lasciare lievitare l'impasto in un luogo asciutto e buio, per circa un'ora (dovrebbe raddoppiare). Scolare le verdure e bollirle per circa un'ora. Una volta cotte le verdure scolarle e tagliarle a pezzetti, immergeteli nella pastella e friggeteli poco alla volta nell'olio caldo. Sgocciolarli su carta assorbente e prima di servire salare le verdure. Buon appetito!

Francesca Brancato