La Pasta alla Norma: dalla Sicilia al New York Times

È uno dei piatti tipici catanesi: la pasta alla Norma rappresenta davvero un must, immancabile nelle tavole delle famiglie siciliane, piatto molto saporito con salsa di pomodoro (possibilmente fresca, insaporita con aglio e basilico), ricotta salata (in quantità) e melanzane fritte, che venne preparato per la prima volta nel 1920 nella centralissima via Etnea da Donna Saridda Pandolfini per il regista, scrittore e poeta Nino Martoglio. Martoglio, per complimentarsi per la bontà del piatto, esclamò “Pari ‘na Norma!”, cioè “Sembra una Norma!”, modo di dire tipico degli abitanti della città etnea, riferendosi a qualcosa didegna di nota in onore ovviamente all’opera di Vincenzo Bellini. 

Recentemente il New York Times ha dedicato un’intera pagina alla pasta alla Norma, oltre che ad altri piatti tipici dell’isola come la caponata. Già nel 2004 la ricetta era tra le 20 più cliccate. Mark Bittman sul prestigioso giornale aveva scritto: “Per me è il piatto di pasta migliore che esista”. Una splendida pubblicità per la Sicilia, terra ricchissima di storia, arte, cultura, odori, colori e sapori, ma anche di contraddizioni e spesso (troppo spesso) di disorganizzazione. 

Alessandra Leone

 

/
Print Friendly and PDF