IL FESTIVAL "GUSTARE SCOPELLO" A CASTELLAMARE DEL GOLFO

Scopello: splendida località siciliana dal mare cristallino, frazione del comune di Castellammare del Golfo che si trova vicino alla Riserva Naturale dello Zingaro; il suo primo insediamento dovette risalire all’età ellenistica, cui seguirono dominio romano, islamico e normanno e che il re Ferdinando II di Borbone, dichiarò riserva reale per la caccia, dopo averla visitata nel 1830 e 1859 insieme al vicino bosco. È famosa per i suoi faraglioni e soprattutto la sua tonnara, una delle più importanti e antiche della Sicilia, che fu edificata non prima del XIII secolo e rimasta attiva fino alla seconda metà del XX secolo, muovendo ovviamente la sua economia.

Stasera dalle 19 in questo magico luogo ricco di storia, di bellezza e di tradizioni, torna “Gustare Scopello”, per ritrovare (o magari scoprire per la prima volta) i prodotti tipici del luogo, degustando squisiti cibi e calici di vino (naturalmente di aziende dell’isola). Il tutto passeggiando, godendosi lo spettacolo della natura, i suoi colori e gli spettacoli organizzati all’interno dellamanifestazione.  L’evento è organizzato dall’associazione “Iniziative Turistico Culturali Scopello” e ha il patrocinio del Comune di Castellammare del Golfo. Ci sono cento, mille modi per valorizzare il proprio territorio, smuovendo così l’economia. Organizzare rassegne legate alla cultura enogastronomica può essere benissimo un’idea vincente, se adeguatamente studiata e coinvolgendo persone del settore (non tutti i Paesi del mondo hanno il nostro mare con i suoi “abitanti”, le nostre campagne e il nostro clima). Se non puntiamo noi sulla cultura, chi dovrebbe farlo?

Alessandra Leone