imageimage.jpegimage.jpeg
mock up contemporanea notabilis
notabilistestata1

facebook
youtube
instagram
notabilistestata1

NEWS

NOTA CRITICA

EVENTI

INFO & CONTATTI

INFO & CONTATTI

MENU

MENU

NEWS

NOTA CRITICA

EVENTI

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

 

A PROPOSITO DI  CULTURA...

MUSICA: i Negramaro a Siracusa per festeggiare i 20 anni di carriera“FAME D’ARIA”, LA CUPOLA DEL CIELO NON È SEMPRE AVARAIndicate le 10 finaliste per la Capitale Italiana della Cultura 2025LIBRI: a Siracusa inaugurata una nuova sezione della biblioteca dell'I.C. Salvatore RaitiGiorno della Memoria 2023: gli appuntamenti da non perdere a PalermoRiflessioni sull’anno che verrà“ADELE CENTINI, VEDOVA ISASTIA”: IL RISCATTO ED IL CORPO COME BARATTOI siciliani degni di nota del 2022Riscoperto il "punto chiaramonte", la tradizione del filato italianoUn accordo per sopravvivere: in libreria il nuovo romanzo di Paolo Scardanelli

Zō Centro Culture Contemporanee di Catania unica rappresentante italiana al Summit on European cultural polit

2021-04-30 14:11

Francesca Brancato

News, Notizie, notabilis, sicilia, arte, cultura, intrattenimento, europa, Summit on European cultural politics and new digital solution, Zō Centro Culture Contemporanee di Catania,

Zō Centro Culture Contemporanee di Catania unica rappresentante italiana al Summit on European cultural politics and new digital solution

Si alza forte dalla Sicilia il grido di attenzione, rivolto alle istituzioni, di tutta la filiera della cultura

zocentroculturecontemporaneecatania-1619779898.jpg

Il 29 aprile si è svolto il Summit on European cultural politics and new digital solution organizzato dal think tank Das Progressive Zentrum di Berlino – in colla-borazione con il Goethe-Institut e il ministero tedesco degli Affari esteri, all’interno del progetto “Europe takes part!” (L’Europa partecipa!). All’incontro hanno partecipato alcuni tra i più rappresentativi operatori culturali e creativi europei, per un confronto on line sul post-pandemia, sul futuro dello spettacolo dal vivo anche in virtù della trasformazione e innovazione digitale.

 

A conclusione del summit è stato congiuntamente firmato un articolo, da parte del ministro italiano della Cultura, Dario Franceschini, dalla ministra tedesca per la Politica Estera culturale, Michelle Müntefering e dal ministro Spagnolo della Cultura e dello sport, José Manuel Rodríguez Uribes. Nell’articolo si parla soprattutto della cosiddetta “malattia degli egoismi nazionali” della storia europea e si individua come antidoto a tale “malattia” la Cultura.

Tra gli operatori culturali, unica rappresentanza italiana invitata al tavolo di confronto europeo è stata Zō Centro Culture Contemporanee di Catania, che da 20 anni è spazio indipendente per la programmazione e la produzione di progetti artistici multidisciplinari, luogo di comunicazione e ricerca espressiva, scambio tra le arti e le nuove tecnologie, oltre che essere l’unico organismo di programmazione multidisciplinare in Italia riconosciuto dal Ministero della Cultura. Al tavolo di confronto Zō è stato rappresentato da Pamela Toscano, responsabile dell’organizzazione del centro culturale catanese, che è intervenuta su questioni attualmente fondamentali per la cultura europea: insieme alla gallerista di Bucarest Anca Poterașu durante l’incontro “Culture in Europe – A Question of Solidarity?”; poi, all’incontro “Creatives and Free spaces” dedicato agli spazi creativi indipendenti, moderato dal sociologo e drammaturgo Martín Valdés-Stauber, insieme con Christoph Bartmann, autore e responsabile del Goethe-Institut di Varsavia e Irmgard Maria Fellner, direttore delle politiche e delle relazioni culturali e vice direttore generale del Dipartimento per la cultura e la comunicazione del Ministero degli esteri tedesco.


Nel corso dei suoi interventi Pamela Toscano ha portato all’attenzione dei suoi interlocutori la situazione degli artisti e lavoratori dello spettacolo italiani e la necessità di maggiori tutele che riconoscano il ruolo sociale dei professionisti, affermando che la pandemia ha evidenziato come in Italia il settore artistico non sia ancora pienamente riconosciuto per la sua utilità sociale, il ruolo produttivo come parte del welfare e del benessere del Paese. Fatto che, purtroppo, ci vede arretrati rispetto ai nostri vicini europei, se pensiamo che ci sono capitali che, partendo proprio dalla cultura, sono completamente rinate sotto una luce nuova. Quella di Zō Centro Culture Contemporanee è una voce che, partendo dalla Sicilia, parla per un’intera categoria, con la speranza che incontri di questo tipo pongano l’accento sulle numerose risorse già in nostro possesso, da valorizzare in vista di un futuro della Cultura tutto in salita.

 

 

 

©riproduzione riservata 

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

www.notabilis.it  |  All Right Reserved Notabilis © 2023 

www.notabilis.it  |  All Right Reserved Notabilis © 2023 


facebook
youtube
instagram

facebook
youtube
instagram
image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Notabilis

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder