Pantalica.jpg

Sortino (Siracusa) – Il 15 e 16 Dicembre al cinema di Italia del comune di Sortino un evento unico, in cui si riuniscono i più celebri studiosi della preistoria e della protostoria siciliane e, in particolar modo, del sito di Pantalica. L’obiettivo è quello di promuovere la conoscenza di questa porzione di territorio quale sede preistorica degli antichi siculi e la conseguenza di riscriverne la storia. Il convegno si intitola “Pantalica, un sito tra Protostoria e Medioevo” e si terrà dalle ore 15 e il 16 dicembre dalle ore 9. 

Organizzato dalla Soprintendenza ai Beni culturali e ambientali di Siracusa, dal Comune di Sortino, dall’Università degli Studi di Catania e dal Consorzio universitario Archimede, il convegno è coordinato dal prof. Mario Blancato, «Il convegno vuole essere un momento di riflessione sulla nostra storia e anche rappresentare uno stimolo, per i giovani della provincia, affinché si volgano a riconsiderare il loro passato, come ricerca e tratto dell’identità comunitaria».

A queste parole fanno seguito quelle di Rosalba Panvini, Soprintendente ai Beni culturali e ambientali di Siracusa: «Il convegno offre la possibilità di mettere a confronto nuovi studi e ricerche condotti sia a Pantalica che in altri siti della Sicilia dove si è affermata la cultura della Protostoria siciliana,  che prende il nome proprio dal centro indigeno che ricade principalmente nel territorio di Sortino. Diversi studiosi presenteranno i risultati delle ricerche che riguardano anche gli altri periodi della storia e dell'archeologia di età greca e medievale», e in ultimo quelle di Vincenzo Parlato, sindaco di Sortino: «Si tratta di un convegno di notevole importanza dal punto di vista sia tecnico-scientifico che turistico-culturale. La due giorni di lavori, infatti, che ha già attirato l’attenzione del mondo accademico italiano, e non solo, contribuirà a riscrivere la storia del sito di Pantalica, patrimonio mondiale dell’Unesco, rappresentando un’ulteriore pedina nel processo di valorizzazione di questo sito incantevole».

Ad intervenire saranno Dario Palermo, Università degli Studi di Catania, Dipartimento Scienze della Formazione, Direttore della scuola di specializzazione in Archeologia – Catania, “La Sicilia occidentale tra Bronzo Tardo e Ferro: il caso di Polizzello”; Fabrizio Nicoletti, Polo Regionale di Catania per i Siti Culturali, “Gli edifici rettilinei con distribuzione modulare dello spazio nella Sicilia dell’età di Pantalica”; Rosalba Panvini, Soprintendente ai Beni Culturali e Ambientali di Siracusa, Università degli Studi di Catania, “La necropoli protostorica di Dessueri nel Bronzo recente: l’architettura ed i corredi  funerari”; Rosalba Panvini - Fabrizio Nicoletti, “L’abitato protostorico di Monte Maio (strutture e scavi 1993-2000)”;  Domenica Gullì, Soprintendenza per i Beni Culturali ed Ambientali di Agrigento, “Il Bronzo recente a Sant’Angelo Muxaro”; Maria Turco, Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali di Agrigento, “Le grandi Necropoli dell’età di Pantalica. Metodologie integrate per l’analisi topografica”; Robert Leighton, University of  Edinburg (GB) History, Classics and Archaelogy, “Pantalica e la Sicilia: topografia e archeologia del paesaggio”; Pietro Militello, Università degli Studi di Catania, Dipartimento  Scienze Umanistiche,  Direttore del Centro di Archeologia Cretese, “L’Anàktoron di Pantalica e le mura attorno ad esso. La datazione”; Francesco Tomasello, Università degli Studi di Catania, Dipartimento Scienze   Umanistiche, “L’Anàktoron di Pantalica. L’architettura”; Francesca Buscemi, Università degli Studi di Catania, Dipartimento Scienze Umanistiche, “La fortificazione di Pantalica”; Massimo Frasca, Università degli Studi di Catania, Dipartimento scienze umanistiche, “Pantalica in età greca”;  Maria Musumeci, Dirigente responsabile Polo Regionale Siracusa per i siti e i musei archeologici - Museo archeologico P. Orsi, “Paolo Orsi, Pantalica e il Museo Archeologico P. Orsi di Siracusa”. Lucia Arcifa, Università degli Studi di Catania, Dipartimento Scienze della Formazione, “Considerazioni sulla Pantalica medievale”; Giulia Arcidiacono, Università degli Studi di Catania, Dipartimento Scienze Umanistiche, “Chiese rupestri e decorazione pittorica: le ultime fasi di Pantalica”.

©riproduzione riservata

 

 

  SCOPRI LE ALTRE NEWS


 

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI . . .