Inversione di tendenza: il 1° Maggio si festeggia al Sud

FOTO ONE DAY MUSIC 1.jpg

CATANIA - Torna l’appuntamento con il One Day Music Festival, giunto ormai alla sua undicesima edizione, in occasione del Primo maggio. Anche quest’anno sarà la costa della Playa, in viale Kennedy a Catania, ad ospitare la rassegna musicale che ogni anno coinvolge migliaia di partecipanti ed artisti di fama internazionale. Due palchi, nella Sundance Arena e la Spring Arena, per 48 ore di musica dedicate alla scena techno, rap ma anche house, drum and base e reggae, con artisti del calibro di Ben Klock, Doxon e Roman Flugel. Ci sarà ampio spazio anche per Maceo Plex, Manuel De La Mare e Phunkadelica. Una vera e propria manifestazione di grandi talenti durante la quale sarà possibile assistere ad una rotazione di dj che suoneranno in contemporanea per tutta la durata del festival, per un One Day Music che partirà alle 10 di mercoledì 1 maggio e si protrarrà fino all’alba di giovedì 2 maggio.

Uno degli aspetti da non sottovalutare è che al One Day Music Festival si può andare anche in treno, lasciando a casa l’automobile. Grazie all’accordo con Trenitalia (Gruppo Fs Italiane), sarà possibile usufruire dell’offerta da e verso Catania. Alla stazione centrale del capoluogo etneo, i partecipanti all’evento troveranno a disposizione le navette AMT che collegheranno il centro della città con il litorale. Per tutti gli aggiornamenti sull’iniziativa basta seguire il One Day Music sul sito del festival, e sui canali social attraverso la pagina Facebook e sull’account Instagram. 

Ma le sorprese non finiscono qui. Nella Spring Arena saranno ospiti i musicisti italiani ed internazionali tra i più importanti del momento. Per gli appassionati di rap e trap, sarà possibile assistere alla performance del due volte disco d’oro Nitro, la popolare crew romana Dark Polo Gang, del giovane astro nascente Junior Cally, dell’eclettico Ketama 126, e dell’idolo di casa L’Elfo, ma anche dei palermitani Stokka and Madbuddy feat. Roc Beats aka Dj Shocca, impegnati nel loro tour d’addio. L’inglese David Rodigan, invece, porterà la sua pluridecennale esperienza nel mondo delle sonorità reggae, ed il trio olandese Black Sun Empire sarà il principale interprete della drum and bass. A completare la line up dell’evento si esibiranno anche Don Said e John Lui

«One Day Music Festival nasce nel 2009 da un’idea dei cugini Rosano, quasi per gioco – racconta uno degli organizzatori dell’evento, Marco Palazzolo –  ma la svolta è avvenuta qualche tempo dopo, nel 2012, quando siamo passati da 4 mila a 8 mila presenze. È in quell’anno, che il nostro gruppo di giovani ambiziosi, si è reso conto di avere creato uno degli eventi musicali più attesi in Italia, capace di confermare grandi presenze anche con condizioni meteorologiche avverse. Oggi siamo arrivati all’undicesima edizione, che si preannuncia con il botto. Fino a pochi anni fa, si identificava la festa dei lavoratori unicamente con il Concertone a Roma, in piazza San Giovanni. Ho ancora vivo in mente il ricordo di treni e autobus pieni di ragazzi emozionati che partivano alla volta della capitale. Oggi c’è stata un’inversione di rotta: per festeggiare tutti insieme si va al Sud, proprio qui, a Catania. Il nostro sogno è diventato realtà».


Emilia Rossitto

©riproduzione riservata