Una rosa per un libro, la tradizione di San Giorgio arriva a Siracusa

Una rosa un libro per San Giorgio a Siracusa

SIRACUSAApproda anche a Siracusa la tradizione catalana che vuole che nel giorno di san Giorgio, il 23 aprile– proclamato dall’Unesco nel 1995 Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore-, un uomo regali alla sua amata una rosa rossa venendo ricambiato con il dono di un libro. 

“San Giorgio, una rosa e un libro” è il progetto - ideato e diretto dal giornalista Aldo Mantineo - che per cinque giorni, dal 23 al 27 aprile, vedrà in programma una serie di incontri e manifestazioni di diverso genere che avranno come filo conduttore il libro e la lettura più in generale. 

L’iniziativa è promossa dall'assessorato alle Politiche culturali del Comune, d’intesa con la Confcommercio, e sarà gemellata con quella analoga che si svolgerà ad Alessandria rafforzando così il legame creato con il progetto “Aperto per cultura”.

Nei cinque giorni della manifestazione le librerie aderenti al progetto verranno animate da incontri con gli autori, reading letterari, laboratori di scrittura e lettura, presentazioni di libri promossi d’intesa con le case editrici partecipanti. 

La giornata inaugurale di martedì 23 sarà connotata in maniera più decisa dal legame con il territorio. Infatti, a chiunque quel giorno acquisterà un libro di un autore siracusano, o edito da una casa editrice siracusana, o che abbia come elemento portante Siracusa, i librai regaleranno una rosa rossa. Ciò grazie al coinvolgimento attivo nell’iniziativa di Federfiori, il sindacato provinciale dei fiorai di Confcommercio.

© riproduzione riservata

  

/
Print Friendly and PDF