L’“Elena” di Livermore a giorni sarà a Verona

Verona - Dopo il debutto di “Elena” di Euripide nella cavea del Teatro Greco di Siracusa durante la stagione 2019, che ha accolto più di 160 mila spettatori provenienti da ogni parte del mondo, il regista e sceneggiatore Davide Livermore trasferisce la tragedia al Teatro Romano della città veronese, venerdì 13 e sabato 14 Settembre alle 21:00.

L’ INDA torna nella città di Giulietta e Romeo per il terzo anno consecutivo, dopo il successo di “Sette contro Tebe” di Eschilo nel 2017 ed “Eracle” nel 2018, diretto dalla regia del “Premio Vittorini 2009” Emma Dante. In uno spazio scenico completamente sommerso dall’acqua l’attrice Laura Marinoni, nelle vesti argentee di Elena, interpreta i sentimenti e le paure di una donna in un’armonia di suoni, echi e sospiri, sapientemente architettati dall’oboista e compositore Andrea Chenna. 

Davide Livermore, precedentemente cantante nei più importanti teatri del mondo accanto ad artisti come Luciano Pavarotti e Placido Domingo, la definisce una tragedia atipica e dalle sfumature giocose. «Il finale poi sembra irridere coloro che cercano di fare dell’arte un elenco di categorie che debbano pedantemente rispondere a regole fisse», così il regista commenta la scena. 


Viviana Nobile

©riproduzione riservata