Le cantine siciliane al QWine Expo 2019 in Cina

46479423_338681343579732_6297023501681295360_n.jpg

Qingtian (Cina) - Dal 16 al 18 novembre 2019 a Qingtian, nella regione cinese dello Zhejiang, verrà presentata la II edizione del QWine Expo, la fiera internazionale del vino italiano. Tra le 120 cantine italiane presenti, ci sarà anche una presenza siciliana. La Fiera è stata promossa dal Dipartimento del Commercio della regione di Zhejiang.

Nel programma della manifestazione compaiono vari nomi di cantine siciliane e al momento ci hanno confermato la loro presenza le Cantine Fina da Marsala e la Tenuta Bastonaca di Vittoria. Il territorio circostante all’azienda marsalese, ospita innumerevoli varietà di piante di uva destinate alla produzione vinicola e, in occasione del suo debutto alla fiera internazionale del vino italiano, l’azienda porterà nello Zhejiang il suo fiore all’occhiello: il Caro Maestro. Questo vino rosso nasce dall’unione data da Cabernet Sauvignon, Merlot e Petit Verdot, un trionfo di varietà che lo rendono il vino più complesso.

Per quanto riguarda la Tenuta Bastonaca di Vittoria, in provincia di Ragusa, si tratta di un antico palmento del Settecento, e intorno si estendono 15 ettari di viti dai cui grappoli nascono Frappato, Nero d’Avola e il Cerasuolo di Vittoria DOCG. “Tutti i lavori vengono fatti manualmente  senza utilizzo di mezzi meccanici. Non irrighiamo, cerchiamo di far concentrare in ogni acino il sole della nostra splendida Sicilia”, così ci comunica la titolare Silvana Raniolo. L’azienda vittoriese utilizza solo materie prime naturali e riciclabili nel rispetto dell’ambiente, e siamo certi, riusciranno a conquistare con i loro prodotti il red carpet dell’Expo. 

Il Qwine Expo di Quingtian rappresenta un’occasione per i produttori vinicoli italiani non solo per poter entrare a far parte del mercato cinese ma anche per partecipare a masterclass, seminari e wine tasting dedicati all’Italia.


Viviana Nobile

©riproduzione riservata