Ha inizio la 2° edizione siracusana del Premio Internazionale “100mila Artisti per il Cambiamento”

LOCANDINA.jpg

SIRACUSA - Con il patrocinio dell’amministrazione comunale, nei giorni di VENERDI 27 SETTEMBRE e SABATO 28 SETTEMBRE a partire dalle ore 18.00, avrà luogo presso la sala conferenze dell’Urban Center di Siracusa, Via Nino Bixio n.2/A, la due giorni di premiazione dell’evento Centomila Artisti per il Cambiamento - Siracusa, giunto alla sua seconda edizione.

«L’evento di quest’anno supera di gran lunga, per bellezza e ampiezza di partecipazioni, la precedente edizione che aveva già fatto registrare la presenza, a Siracusa, di numerosi artisti provenienti da tutte le regioni italiane» – afferma l’organizzatrice Ella Ciulla. Tra le varie novità, in primo luogo, la presenza di Libano del Sud, Malta, Marocco e Montenegro tra i contributi artistici concorrenti alla sezione Poesia, in secondo luogo, l’alto numero di giovanissimi artisti che conferma il crescente interesse per la cultura che pone l’individuo al centro dello sviluppo dell’intero territorio, in terzo luogo, la costituzione della prima comunità letteraria italiana che, con il plauso dei co-fondatori mondiali, riunisce i poeti aderenti su tutto il territorio nazionale all’interno di una collettività artistica che d’ora in avanti assumerà la specifica denominazione “Of Italy”.

Un’iniziativa ad ampio raggio, dunque, che oltre al connubio con il movimento letterario statunitense, rilancia lo scambio interculturale con il Mediterraneo in un momento storico  delicato anche sotto l’aspetto delle attuali migrazioni e dei conseguenti rapporti tra gli Stati. Ecco un altro nobile esempio di una Sicilia che cresce ribadendo l’importanza dei rapporti umani e dell’aggregazione attraverso la cultura, in una società planetaria in vera e propria crisi d’identità. L’evento è infatti gemellato con centinai di altri simili che si terranno contestualmente in tutto il mondo nell’ultimo weekend di settembre, così come avviene fin dal 2011, unendo i continenti in una sorta di rito globale: l’omaggio alla poesia e alla speranza. A questa grande festa parteciperanno anche altri artisti siracusani - pittori, scultori, musicisti, cantanti, danzatori e attori -  in rappresentanza di tutte le Muse, affinché l’essere umano continui a ricordare la propria intrinseca migliore natura che lo rende da sempre creatura speciale di superiore intelletto.

L’evento è ad ingresso libero.


©riproduzione riservata