Ortyx Drama Festival: I giovani incontrano l’Isola di Ortigia

69652111_121773632527300_2438042167009083392_o.jpg

SIRACUSA - È stata presentata questa mattina, in sede di conferenza stampa, la 1° edizione dell’Ortyx Drama Festival, la manifestazione teatrale che fa incontrare i giovani e l’Isola di Ortigia.

Tutto parte lo scorso maggio, quando alcuni allievi dell’Accademia Nazionale del Dramma Antico “Giusto Monaco” hanno proposto alla direzione dell’INDA e alla Sovrintendenza la realizzazione di un festival teatrale diffuso che andasse incontro al territorio, partendo dal teatro classico, per approdare poi all’OFF. La richiesta è stata accolta favorevolmente e dal 6 all’11 ottobre prossimi il Festival aprirà le sue porte al pubblico siracusano, incontrandolo in alcuni dei luoghi più suggestivi e nascosti del suo centro storico: Ortigia, appunto.

La manifestazione si svolgerà secondo un calendario ben preciso, che prevede tre spettacoli principali e sei eventi OFF. I primi, che andranno in scena tutti alle ore 21.00 e tutti presso l’Ex Convento di San Francesco d’Assisi, oggi anche sede dell’Accademia, sono: Medea (il 7 ottobre) per la regia di Giuseppe Coniglio; Riflessi (il 9 ottobre) con drammaturgia di Salvatore Ventura, già messa in scena al Milano OFF Fringe Festival; Pròodos (l’11 ottobre), a chiusura del Festival, per la regia di Davide Raffaello Lauro. I secondi appuntamenti, invece, gli eventi OFF, si svolgeranno in diversi punti dell’Isola, come la Piazzetta dei Cavalieri di Malta, in Via Gargallo, oppure nei tre locali che hanno deciso di aderire all’iniziativa (MOON - Jolanda Bottega Siciliana - Sikarù Beerstro). Gli spettacoli andranno in scena con il seguente calendario: giorno 6 ottobre, alle ore 12.00, Audioricordi, presso il Largo XXV Luglio, che vedrà protagonisti i versi scritti da Daniela Quaranta; alle 20.30 Visita alla contessa Eva Pizzardini presso il MOON; martedì 8 ottobre si continua alle 19.00 con La stagione dell’Harmattan non è ancora finita, omaggio alla scrittrice nigeriana  Chimamanda Negozi Adichie, in piazzetta dei Cavalieri di Malta; alle 21.00 L’ammore è Napule, omaggio alla città di Napoli, dal nome alle sue tradizioni, presso Jolanda Bottega Siciliana; mentre, il 10 ottobre si concludono gli appuntamenti OFF con La rivolta del pane, genesi di una sommossa popolare, alle ore 19.00 presso Via Paolo Sarpi, nel quartiere della Graziella; infine il breve monologo Adesso ho due pensieri, di Manfredi Gimigliano, alle ore 21.00 presso il Sikarù Beerstro in Via Dione. 

Il festival è l’occasione per gli studenti dell’Accademia Nazionale del Dramma Antico, istituzione conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo, di mettersi in gioco svestire il ruolo di studenti, per approcciarsi a quello di organizzatori, promotori, registi e drammaturghi. L’iniziativa infatti è stata pensata e realizzata, nella sua interezza, dai giovani che dopo tre anni nella nostra città hanno deciso di offrire al territorio e al pubblico siracusano un programma nuovo ed intraprendente.

«”La Vita è l’arte dell’incontro” scriveva Vinicius de Moraes e per noi, allievi dell’arte, l’incontro è la pratica per crescere, conoscere, essere, divenire. Per questo motivo “Nuovi incontri teatrali” è il sottotitolo che abbiamo scelto per questa prima edizione del Festival, perché esso è il frutto di incontri e collaborazioni germogliati e poi sbocciati nel corso dei nostri anni accademici» affermano gli allievi dell’Accademia. Per il sindaco Francesco Italia questa è l’occasione per coloro che hanno studiato e vissuto tra anni nella nostra città di restituire qualcosa a Siracusa, mentre per il Sovrintendente della fondazione INDA, Antonio Calbi, questo festival rappresenta “il numero zero”, una sorta di esperimento, che in futuro potrebbe portare alla nascita di INDA OFF (forse già in cantiere per la prossima stagione 2019-2020).

Tutti gli spettacoli proposti durante il festival sono a ingresso gratuito e libero, tranne quelli che si svolgeranno presso l’ex convento di S. Francesco, per i quali è necessario prenotarsi al numero +39 392 472 3063 oppure scrivendo alla pagina Facebook dell’evento Ortyx Drama Festival



Francesca Brancato

©riproduzione riservata