Un repellente naturale per tenere lontani insetti e zanzare

zanzara-assassina.jpg

Le vacanze sono giunto ormai al termine, ma caldo e zanzare non sembrano demordere. Quante volte vi è capitato di non poter dormire a causa del ronzio di una zanzara o dei morsi che causano un terribile prurito, oppure quante volte vi è capitato di andare in camera per dormire e trovare qualche fastidioso insetto al suo interno. Spesso in casa ci muniamo di spray repellenti o di piastrine dall’odore forte e dagli ingredienti dall’origine poco certa e non a favore della salute. 

La buona notizia è che in casa e con semplici ingredienti, avete la possibilità di creare il vostro repellente per zanzare 100% naturale. Penserete che il prodotto finale sia altrettanto maleodorante e poco efficace, ma vi invitiamo a provarlo per verificare.

Diversi studi, infatti, hanno dimostrato che sostanze come l’olio essenziale di limone ed eucalipto, l’olio essenziale di citronella, a causa del profumo intenso riescono a tenere lontane le zanzare. Allo stesso modo, le sostanze estratte dalla buccia degli agrumi (che per fortuna nostra abbondano in Sicilia) si rendono efficaci nel tenere alla larga gli insetti. La cosa più importante di questo rimedio casalingo è che tutti questiingredienti non causano effetti collaterali e non hanno particolari controindicazioni per la salute. ciò li rende particolarmente adatti a tutti coloro che hanno un occhio di riguardo per il benessere del corpo, a coloro che hanno bambini piccoli in casa e stanno attenti agli ingredienti dei prodotti per la cura della casa e della persona e a coloro che possiedono animali domestici e voglio proteggersi dai parassiti in tutta sicurezza.

Prima di darvi la ricetta vi consigliamo vivamente l’utilizzo di barattoli o contenitori di vetro, che manterranno più a lungo le proprietà organolettiche degli oli essenziali, favorendo così una maggiore durata del vostro repellente.

INGREDIENTI:

2 vasetti di vetro

1 limone tagliato a fette

1 lime tagliato a fette

4 rametti di rosmarino (possibilmente fresco)

10 gocce di olio essenziale di limone ed eucalipto

10 gocce di olio essenziale alla citronella

acqua

una candeline di quelle che galleggiano sull’acqua

Porre le fette di limone e lime sul fondo dei vasetti, aggiungere i rametti di rosmarino e versare circa 3/4 di acqua all’interno del vasetto. Aggiungere gli oli essenziali, senza mischiare il composto e, se si ritiene necessario, aggiungere altra acqua.

Il repellente è pronto, basta disporlo in veranda, sul balcone o sotto al portico, oppure sui davanzali delle finestre di casa, in modo da proteggere le aperture della vostra casa. Per attivare il repellente basta porre all’interno di ogni barattolo una candeline ed accenderla, ed il gioco è fatto!

 

Francesca Brancato

/ Print Friendly and PDF

L’olio di cocco e i suoi benefici

Tra le sostanze alleate che la natura ci dona, vi è l’olio di cocco, ottenuto dalla polpa essiccata della noce di cocco e le cui proprietà sono note da parecchio tempo alle popolazioni delle zone tropicali. Nonostante la campagna denigratoria di anni fa in nazioni come il Canada e gli Stati Uniti,  sostenuta da aziende produttrici di olio di mais e di soia, considerandolo dannoso per la presenza di grassi saturi, parecchi studi successivi hanno confermato i numerosi benefici di questo olio, sia dal punto di vista della salute che della bellezza. Ve ne sono in commercio di 2 tipi: quello puro, naturale al 100%, che non ha subito alcun tipo di intervento artificiale di raffinazione (pastorizzazione, idrogenazione o altro) e che quindi mantiene il profumo e il sapore del cocco inalterato, più adatto a uso cosmetico, per massaggi e per usi medicinali. L’olio di cocco raffinato, invece, ricavato dalla polpa della noce di cocco essiccata e trattata con determinati procedimenti industriali, perde il suo gusto e profumo caratteristico, insieme ad alcuni componenti come proteine, ma non gli acidi grassi. È ricco di acido laurico e ciò andrebbe a compensare la presenza dei grassi precedentemente tanto incriminati. 

Uso Interno: Scegli l’olio di cocco biologico possibilmente vergine, che può essere usato per cucinare a elevate temperature e fare fritture. Ottimo anche come condimento a crudo. Ha proprietà antivirali, antibatteriche, antifungine e antimicrobiche grazie all’acido laurico (quindi contribuisce a combattere malattie come herpes, influenza, citomegalovirus, gonorrea ed è particolarmente efficace contro la candida); rafforza le difese immunitarie; aiuta a controllare gli zuccheri nel sangue e migliora la secrezione dell’insulina; permette di controllare il livello di colesterolo nel sangue e la pressione arteriosa, per cui previene l’aterosclerosi. Inoltre uno studio condotto nel 2009 ha dimostrato che il consumo di 2 cucchiai al giorno di questo olio permette di controllare il peso e favorire l’eliminazione del grasso addominale (solitamente difficile da smaltire anche per chi segue diete dimagranti). Non male, no?

Uso Esterno: ottimo per denti, pelle e capelli, è efficace contro l’acne, dermatiti, cheratosi, eczemi e rosacea; se applicato dopo il bagno o la doccia rende la pelle morbida e la idrata, essendo ricco di vitamina E. Inoltre si può utilizzare come struccante.

Se volete capelli splendenti e setosi, applicate l’olio di cocco sui capelli dopo aver fatto sciogliere la quantità necessaria con un po’ di calore (meglio evitare il microonde): vedrete che ne facilita la crescita, dà nutrimento ai capelli danneggiati e li protegge dagli agenti esterni. Il modo migliore di applicarlo sui capelli è di massaggiarlo e poilasciarlo in posa, possibilmente per qualche ora. 

Per quanto riguarda i denti, puoi metterne un po’ sullo spazzolino al posto del normale dentifricio; altrimenti prova a fare deglisciacqui con 2 cucchiai di olio di cocco (come se fosse un colluttorio) per almeno 5 minuti. Quindi sputa. Il momento ideale per l’oil polling (così si chiama), è la mattina, prima della colazione.

Alessandra Leone

 

/ Print Friendly and PDF