Back to All Events

Messina: Col_la_ ge in Ghibellina 37

  • Le retrò Studio - Decorazione di interni (map)

IL 19 OTTOBRE ALLE ORE 18.00

collage in ghibellina.jpg

Ore 18, quattro collagisti e il nostro primo compleanno.

Decostruire per Ricostruire.

Già dai primi del Novecento con colla e forbici alla mano, gli artisti iniziarono a selezionare un insieme di immagini e materiali lasciando che forme, dettagli e colori catturassero il loro sguardo. Prelevando, accumulando e ritagliando pezzi di una realtà ormai deframmentata per darle un significato nuovo.
Con l’avanzare dei nuovi media digitali, con la disponibilità di strumenti per il fotoritocco e la possibilità di manipolare qualsiasi tipo di immagine arriviamo a risultati visivi ben lontani dalle immagini reali.

Stiamo parlando del collage! Protagonista del nostro evento.



BIOGRAFIE

ALPHATELESCOPII

Alphatelescopii è uno pseudonimo di Daniele Mircuda - Messina, 1984. Crea, trasforma, manipola fotografie ed immagini (sue e di terzi) dal 2015, col fine di produrre collage con tematiche specifiche o su sensazioni del momento.
Iniziato tutto come passatempo per evadere, dopo la prima mostra capii di avere delle potenzialità, sicuramente grazie al confronto col pubblico che, da subito, s'è visto incuriosito dai suoi lavori.
I suoi collage-digitali sono delle denunce, degli atti d'amore verso il pianeta e tutte le creature che lo abitano, citazioni-artisticoncettuali, richiami vintage, sogni irrealizzabili, riflessioni necessarie, "accostamenti insoliti e geniali"... Prende spunto da maestri contemporanei del genere come Naro Pinosa o Wallace Polsom.

"Alphatelescopii è un corpo celeste inconsueto, serve il giusto tempo, la giusta sensibilità e la voglia di guardare aldilà delle proprie idee per identificarlo e, quando questo succede, serve solo lasciarsi trascinare da ciò che si osserva."

BIODEGRADANIMA

Biodegradanima, pseudonimo di Elena Imbesi.
La sua vena creativa incontra la tecnica del collage nel 2017, con la pratica dell’art journaling. Dopo aver partecipato, un po’ per caso, alla sua prima mostra ed aver esposto i suoi sketchbooks/art journals, decide di non limitarsi al formato A5 e comincia la produzione di singoli collage analogici di varie dimensioni, ibridi tra immagini, pittura, tessuti e qualunque altro ritrovamento utilizzabile.
Ogni opera è un pezzo dell’anima, tramutato in qualcosa di materiale e tangibile, soggetto al tempo e alla rovina come un corpo, “Biodegradanima”.

ROSA DE SALVO

Nasce a Messina nel 1984. Frequenta l’Istituto d’Arte, l’Accademia di Belle Arti a Reggio Calabria e successivamente si trasferisce nella Capitale per frequentare un Master per Curatore Museale e di Eventi di Arte Contemporanea e Arti dello Spettacolo allo IED. Dopo diverse, brevi ed intense esperienze sul campo ritorna sull’Isola. Segni particolari: un’estrema curiosità che la porta fin da bambina ad interessarsi e approfondire l’Arte in tutte le sue forme; dalla Storia dell’Arte alla Musica e il Cinema in forma particolare. Collezionista per modo di dire e amante seria di tutto ciò che è vintage, non per moda, le piace sempre sottolinearlo, ma per DNA. Tutte passioni che trasmette nei suoi, decisamente autobiografici, Collage Digitali. Un percorso artistico effettivo da un paio di anni ma studiato, pensato e sperimentato già da un bel po’.

EMILIANO MARTINO

Classe '89, originario di Messina ma vive e lavora come grafico a Milano.
Lavora principalmente in digitale, ama le potenzialità che offrono i programmi di fotomanipolazione e illustrazione. Gli piacciono in particolare i collage digitali: prende pezzi di immagini reali e li combina per dare vita a immagini surreali.
Cerca di non farsi troppe domande su quello che rappresenta, lascia che la sua mente si faccia guidare da quello che i pezzi del collage gli suggeriscono, ma è evidentemente ossessionato dai corpi, dalla putrefazione, dal sesso, dai fiori e dai colibrì.