Back to All Events

Messina: MEDITERRANEO - Incontro tra culture


  • Ex Chiesa del Carmine Taormina (map)


"MEDITERRANEO" INCONTRO TRA CULTURE

L’arte come luogo di ospitalità

Il Mediterraneo, più che una realtà geografica, un mare, è stato da sempre una realtà relazionale, un luogo di incontri tra culture e di contaminazione.

La presenza di diverse civiltà nel corso dei secoli, è stata la caratteristica fondamentale del mare nostrum e dei paesi che su di esso si affacciano. In nessun altra parte del mondo, infatti, si ha una fusione così intima di storia, di popoli, di etnie e di linguaggi: la “contaminazione” è stata l’elemento costitutivo dell’identità del Mediterraneo.

Per Jean Per Grenier, che fu maestro dello scrittore Albert Camus, il Mediterraneo è uno «spazio breve che suggerisce l’infinito». Fu proprio Camus a coniare l’espressione «pensiero meridiano», di cui, successivamente, il filosofo Franco Cassano è stato in Italia in anni recenti un lucido teorico. Il «pensiero meridiano» è il pensiero che nasce sulle sponde mediterranee, che si nutre del sole e del mare e considera essenziale il genius loci, che non è radicato in alcun luogo, bensì diviene una “estensione” - nello spazio e nel tempo – di un modo di essere e di concepire la realtà, una modalità di stare nel mondo e insieme altri altri.

Partendo da questo assunto fondamentale su cui poggia una vasta e complessa riflessione geopolitica, culturale, teologica, filosofica ed estetica, la mostra collettiva intitolata “Mediterraneo. Incontri tra culture”, nasce come momento di riflessione e come spazio di condivisione - affidato ai linguaggi di artisti diversi per formazione, età, etnia - che si prende carico di una tradizione, interpretandola e mettendola in discussione, e, allo stesso tempo, si pone una domanda di senso che individua il Mediterraneo odierno come il mare della speranza e della tragedia, della civiltà e della barbarie che si incrociano; il “confine”, insomma, che unisce e separa al tempo stesso, due mondi: il mondo del sud e il mondo del nord.

In tal senso, in questo snodo epocale in cui le grandi narrazioni hanno perduto la loro fatale credibilità dissolvendosi in eredità sterili e spesso problematiche, la mostra si configura come una riflessione sulla complessità che individua nell’identità mediterranea un modello pluralistico in grado di esaltare e di potenziare le diversità, il che significa considerare l’alterità come mosaico e non come mera frammentazione, muovendo dalle specificità singolari e plurali (gli individui, i popoli) da valorizzare nell'ottica di uno sviluppo policentrico, inclusivo e non esclusivo.

Da tale considerazione scaturisce anche la scelta di situare la mostra nella città di Taormina, luogo elettivo che, nei secoli, ha saputo interpretare il suo ruolo di città mediterranea divenendo uno spazio di incontro tra culture e di convivenza.

Nella mostra la diversità dei linguaggi, delle tecniche, delle estetiche di riferimento e delle visioni del mondo si dispiega e si ricompone in un percorso vario, molecolare, allusivo, in cui la diversità è assunta come valore e non come stigma, in cui la rappresentazione di una realtà unificata entra definitivamente in crisi e in cui l’arte diviene luogo di ospitalità dove l’etranger, l’altro, è colui ha avvertito per primo l'urto e la dissonanza fra la «domanda fondamentale» di senso che invoca l’umanità in ogni tempo e il silenzio del mondo di fronte alla barbarie della negazione di ogni statuto di civiltà e di umanità a chi è portatore di diversità.

Salvo Sequenzia
______________________________________________________

La collettiva d'arte contemporanea "MEDITERRANEO" incontri tra culture, accoglie una parte significativa della collezione Beniamin Art.
______________________________________________________

ARTISTS
Aiolo
Amir
Calusca
Chamak
Cantieri
Karmil Cardone
Vincenzo D'Arrò
Concetta De Pasquale
Beniamino Figura
Attilio Giordano
Paolo Greco
Hanyie
Parmida
Antonio Pilade
Pierluigi Portale
Edoardo puglisi
Rasta
Enzo Rovella
Toraldo
Vishka

______________________________________________________

info e contatti
Ufficio turismo Taormina, tel. + 39 0942- 23243
Beniamin Art
+39 339 26 44 062 / + 39 095 53 24 02
beniamingroup@libero.it