Filtering by: messina

Messina: Col_la_ ge in Ghibellina 37
Oct
19
6:00 PM18:00

Messina: Col_la_ ge in Ghibellina 37

  • Le retrò Studio - Decorazione di interni (map)
  • Google Calendar ICS

IL 19 OTTOBRE ALLE ORE 18.00

collage in ghibellina.jpg

Ore 18, quattro collagisti e il nostro primo compleanno.

Decostruire per Ricostruire.

Già dai primi del Novecento con colla e forbici alla mano, gli artisti iniziarono a selezionare un insieme di immagini e materiali lasciando che forme, dettagli e colori catturassero il loro sguardo. Prelevando, accumulando e ritagliando pezzi di una realtà ormai deframmentata per darle un significato nuovo.
Con l’avanzare dei nuovi media digitali, con la disponibilità di strumenti per il fotoritocco e la possibilità di manipolare qualsiasi tipo di immagine arriviamo a risultati visivi ben lontani dalle immagini reali.

Stiamo parlando del collage! Protagonista del nostro evento.



BIOGRAFIE

ALPHATELESCOPII

Alphatelescopii è uno pseudonimo di Daniele Mircuda - Messina, 1984. Crea, trasforma, manipola fotografie ed immagini (sue e di terzi) dal 2015, col fine di produrre collage con tematiche specifiche o su sensazioni del momento.
Iniziato tutto come passatempo per evadere, dopo la prima mostra capii di avere delle potenzialità, sicuramente grazie al confronto col pubblico che, da subito, s'è visto incuriosito dai suoi lavori.
I suoi collage-digitali sono delle denunce, degli atti d'amore verso il pianeta e tutte le creature che lo abitano, citazioni-artisticoncettuali, richiami vintage, sogni irrealizzabili, riflessioni necessarie, "accostamenti insoliti e geniali"... Prende spunto da maestri contemporanei del genere come Naro Pinosa o Wallace Polsom.

"Alphatelescopii è un corpo celeste inconsueto, serve il giusto tempo, la giusta sensibilità e la voglia di guardare aldilà delle proprie idee per identificarlo e, quando questo succede, serve solo lasciarsi trascinare da ciò che si osserva."

BIODEGRADANIMA

Biodegradanima, pseudonimo di Elena Imbesi.
La sua vena creativa incontra la tecnica del collage nel 2017, con la pratica dell’art journaling. Dopo aver partecipato, un po’ per caso, alla sua prima mostra ed aver esposto i suoi sketchbooks/art journals, decide di non limitarsi al formato A5 e comincia la produzione di singoli collage analogici di varie dimensioni, ibridi tra immagini, pittura, tessuti e qualunque altro ritrovamento utilizzabile.
Ogni opera è un pezzo dell’anima, tramutato in qualcosa di materiale e tangibile, soggetto al tempo e alla rovina come un corpo, “Biodegradanima”.

ROSA DE SALVO

Nasce a Messina nel 1984. Frequenta l’Istituto d’Arte, l’Accademia di Belle Arti a Reggio Calabria e successivamente si trasferisce nella Capitale per frequentare un Master per Curatore Museale e di Eventi di Arte Contemporanea e Arti dello Spettacolo allo IED. Dopo diverse, brevi ed intense esperienze sul campo ritorna sull’Isola. Segni particolari: un’estrema curiosità che la porta fin da bambina ad interessarsi e approfondire l’Arte in tutte le sue forme; dalla Storia dell’Arte alla Musica e il Cinema in forma particolare. Collezionista per modo di dire e amante seria di tutto ciò che è vintage, non per moda, le piace sempre sottolinearlo, ma per DNA. Tutte passioni che trasmette nei suoi, decisamente autobiografici, Collage Digitali. Un percorso artistico effettivo da un paio di anni ma studiato, pensato e sperimentato già da un bel po’.

EMILIANO MARTINO

Classe '89, originario di Messina ma vive e lavora come grafico a Milano.
Lavora principalmente in digitale, ama le potenzialità che offrono i programmi di fotomanipolazione e illustrazione. Gli piacciono in particolare i collage digitali: prende pezzi di immagini reali e li combina per dare vita a immagini surreali.
Cerca di non farsi troppe domande su quello che rappresenta, lascia che la sua mente si faccia guidare da quello che i pezzi del collage gli suggeriscono, ma è evidentemente ossessionato dai corpi, dalla putrefazione, dal sesso, dai fiori e dai colibrì.

View Event →
Siracusa: Domenica al Museo
Oct
6
9:00 AM09:00

Siracusa: Domenica al Museo

domenica al museo.jpg

#DomenicalMuseo
Domenica 6 OTTOBRE in Sicilia è #DomenicalMuseo, giornata in cui tutti i musei e le aree archeologiche regionali saranno visitabili gratuitamente.
#DomenicalMuseoinSicilia #VisitSicilyinfo #eventisicilia19


☑️ Scopri la mappa dei musei e dei parchi archeologici regionali in Sicilia
https://goo.gl/qTgYCe

☑️ Parchi | Musei | Gallerie | Aree archeologiche | in Sicilia
http://www.regione.sicilia.it/beniculturali/dirbenicult/database/page_musei/pagina_musei.asp?id=60

☑️ I BENI CULTURALI A PORTATA DI MANO: ultimi eventi, musei (indirizzi, orari e schede) e notizie utili
http://www.regione.sicilia.it/beniculturali/sitepda/pda_links.html .

View Event →
Messina: LE VIE DEI TESORI
Sep
13
to Sep 29

Messina: LE VIE DEI TESORI

le vie dei tesori messina.jpg

Zancle, la “falce”, l’antica Messina affacciata sullo Stretto, tra Scilla e Cariddi. Zancle, la città eroica, sopravvissuta a invasioni, conquiste, rivolte. La città del grande Antonello, la città da cui passò in fuga Caravaggio. Devastata dal terremoto del 1908 e rinata spezzata, dolente, ma ancora viva. Da quel cataclisma sono sopravvissuti chiese, ipogei, forti, ville, opere d’arte raccolte nel Museo regionale. Un patrimonio straordinario che, con la terza edizione de Le Vie dei Tesori, si mostra attraverso ventisette luoghi con l’orgoglio della sua storia. Si mostra ai cittadini, che recuperano memoria e senso di identità; si mostra ai turisti, che possono scoprire una città ancora fuori dai principali itinerari culturali del Paese.

Per saperne di più e subito:
https://leviedeitesori.com/messina/

View Event →
Messina: mostra "Lighea" - Isola Bella Taormina
Aug
31
to Sep 30

Messina: mostra "Lighea" - Isola Bella Taormina

lighea isola bella taormina.jpg

"Lighea. Il mito, la Sirena." Omaggio a Giuseppe Tomasi di Lampedusa.
Inaugurazione della Mostra di Alessandro La Motta

Descrizione
Naxoslegge e Il Parco archeologico di Naxos-Taormina, con Archeoclub Naxos-Taormina, inaugurano, nella unica e splendida cornice dell' Isola Bella, la mostra " Lighea. Il mito, la Sirena", omaggio a Giuseppe Tomasi di Lampedusa, del maestro Alessandro La Motta. La mostra, reduce dalla esposizione a Villa Piccolo di Calanovella, approda all' Isola bella, dove restera' in esposizione fino al 30 settembre, per tutto il periodo della IX edizione di Naxoslegge. La mostra e' un omaggio al celebre racconto lungo di Tomasi, ambientato a Punta Izzo ad Augusta. Come di consueto nella cifra stilistica del maestro La Motta, segno pittorico e parola letteraria dialogano e si " contaminano" in una felice sintesi sinestetica.
Alla inaugurazione, dopo i saluti istituzionali, seguiranno, insieme a quello dell'artista, gli interventi di Marinella Fiume, Mariada Pansera e Fulvia Toscano, curatrici del catalogo. Le letture di passi della Lighea sono affidate a Mauro Curcuruto e uno straordinario intervento sonoro, con la conchiglia Brogna, sara' realizzato dal cap. Sebastiano D' Ambra

View Event →
Messina: workshop di fotografia con Letizia Battaglia
Aug
2
to Aug 4

Messina: workshop di fotografia con Letizia Battaglia

  • Villa Paradiso Bonaccorsi (map)
  • Google Calendar ICS
workshop di fotografia con letizia battaglia.jpg

Da venerdì 2 a domenica 4 agosto Letiza Battaglia terrà a Villa Paradiso Bonaccorsi a Capo Milazzo (ME) un workshop di fotografia rivolto ad un numero massimo di 25 partecipanti, donne e uomini di qualsiasi età.
Grande reporter del territorio siciliano, Letizia Battaglia in questo workshop propone una pratica "nel paesaggio" per rappresentare la vita attraverso la pluralità degli sguardi e di prospettive.
I partecipanti e le partecipanti dovranno munirsi di computer portatile e macchina fotografica digitale da utilizzare durante la partecipazione al workshop e selezionare un massimo di 10 scatti come portfolio personale da sottoporre all'attenzione di Letizia Battaglia.

La partecipazione al workshop prevede il seguente calendario:
Venerdì 2 agosto ore 9-18
Sabato 3 agosto ore 9-18
Domenica 4 agosto ore 9-13

Durante le 20 ore di corso si terrà una sessione di fotografia "nel paesaggio" con una modella.

Alla fine sarà rilasciato l’ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE
Per info ed iscrizioni entro il 30 giugno:
Mail: ingiardino@villaparadisobonaccorsi.it
Cell: 347 0527375

View Event →
Messina: mostra "La croce e la luce"
Jul
6
to Sep 30

Messina: mostra "La croce e la luce"

  • Fondazione Casa delle Divina Bellezza (map)
  • Google Calendar ICS
locandina_La Croce e la Luce.ipg.jpg

La Fondazione Casa della Divina Bellezza, in collaborazione con il Museo diocesano dell’Arcidiocesi di Potenza-Muro Lucano - Marsico Nuovo, inaugura “La Croce e la Luce”, mostra curata da Giorgio Agnisola, storico e critico d’arte, docente di Arte sacra e condirettore presso la “Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia” della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale. Il vernissage è in programma persabato 6 luglio alle ore 18:30 nella sede della Fondazione, sita nel borgo medievale di Forza d’Agrò (Messina).

La Fondazione Casa della Divina Bellezza nasce nel 2009 su iniziativa di Alfredo La Malfa; quest’anno, in occasione del decennale dalla sua istituzione, è stato programmato un ricco calendario di convegni ed incontri d’arte a rafforzarne la mission, diretta a valorizzare i temi del sacro e della ricerca spirituale declinati attraverso i molteplici linguaggi dell’arte.

La mostra “La Croce e la Luce” si inserisce nel solco in tale programmazione celebrativa e propone una selezione di 16 opere provenienti dalla sezione di Arte Contemporanea del Museo diocesano di Potenza. Nel percorso espositivo si affronta il tema della Passione di Cristo, che diventa simbolo dell’esperienza universale del dolore.

«L’arte consente di leggere nella vita le sue implicazioni invisibili- così dichiara il curatore Giorgio Agnisola, nel suo intervento al convegno del 21 giugno scorso, in occasione della visita di Papa Francesco a Napoli, alla Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale - Pur raccontando il dolore, con una forza ed una intensità che possono essere straordinarie, non lenisce la sofferenza eppure riassegna ad essa un segno di profonda verità umana, e di vera e viva partecipazione. L’arte alimenta lo sguardo interiore, e i suoi riflessi nella vita spirituale possono esser straordinariamente fecondi. Ecco perché la vera arte può raccordarsi con la dimensione religiosa, diventando una via rivelativa e appello all’ ‘Oltre’».

L’opera emblematica della mostra è un olio su tela degli anni ’70 di Remo Brindisi, raffigurante una crocifissione su fondo verde; in esposizione anche dipinti di Ennio Calabria (dal titolo “Il dolore è trasversale” dedicato agli ultimi anni di pontificato di Papa Giovanni Paolo II) e Luigi Filocamo che raffigura “Gesù alla colonna”. La sezione sculture propone i crocifissi in bronzo di Luciano Minguzzi e Costantino Ruggeri; sul tema, anche una terracotta di Ugo Riva e una stampa fotografica su forex di Vitantonio Telesca.L’allestimento continua con otto litografie raffiguranti altrettante stazioni della Via Crucis di Aligi Sassu e, nell’ottica del dialogo tra i linguaggi della tradizione e quelli della contemporaneità, è presente anche un dipinto del XVIII secolo di autore ignoto, raffigurante il Cristo crocifisso.

La collezione di arte sacra, da cui le opere provengono, nasce dall’impegno quarantennale e dall’amore per l’arte del Vicario generale della Diocesi di Potenza, mons. Vitantonio Telesca, che è anche Direttore della “Commissione Diocesana per l’arte Sacra e i Beni Culturali”, una dedizione che ha prodotto una raccolta di pregio costituita da circa 400 opere - pitture, sculture e installazioni – di autori internazionali del Novecento.

Alla conferenza di presentazione interverranno: Alfredo La Malfa (presidente della Fondazione Casa della Divina Bellezza), Bruno Miliadò (sindaco di Forza d’Agrò), Giorgio Agnisola (curatore della mostra),S.E.mons. Cesare Di Pietro (vescovo ausiliare di Messina), mons.Vitantonio Telesca (vicario generale dell’Arcidiocesi di Potenza), Grazia Pastore (giornalista, critico d’arte e referente per la sezione di Arte Contemporanea del Museo diocesano di Potenza), Antonio Presti (imprenditore e mecenate).

La mostra sarà visitabile fino a 29 settembre nella sede della Fondazione Casa della Divina Bellezza a Forza d’Agrò, con ingresso libero solo in occasione della serata inaugurale, e su prenotazione nei giorni successivi con visita guidata, chiamando al numero 347 3359327.

Scheda dell’evento

Titolo “La Croce e la Luce”
a cura di Giorgio Agnisola

Inaugurazione Date sabato 6 luglio 2019 ore 18:30 06 luglio - 29 settembre 2019

Ingresso libero solo per l’inaugurazione.
Su prenotazione nei giorni successivi con visita guidata; mobile. 3473359327

Sede Fondazione Casa della Divina Bellezza, via Roma, 7 – 98030 – Forza D’Agrò – Messina

Informazioni al pubblico Fondazione Casa della Divina Bellezza tel. +39 0942 721028 – mobile. 3473359327 mail. info@fondazionecasadelladivinabellezza.it web. www.fondazionecasadelladivinabellezza.it

View Event →
Messina: MEDITERRANEO - Incontro tra culture
Apr
12
to May 7

Messina: MEDITERRANEO - Incontro tra culture

  • Ex Chiesa del Carmine Taormina (map)
  • Google Calendar ICS


"MEDITERRANEO" INCONTRO TRA CULTURE

L’arte come luogo di ospitalità

Il Mediterraneo, più che una realtà geografica, un mare, è stato da sempre una realtà relazionale, un luogo di incontri tra culture e di contaminazione.

La presenza di diverse civiltà nel corso dei secoli, è stata la caratteristica fondamentale del mare nostrum e dei paesi che su di esso si affacciano. In nessun altra parte del mondo, infatti, si ha una fusione così intima di storia, di popoli, di etnie e di linguaggi: la “contaminazione” è stata l’elemento costitutivo dell’identità del Mediterraneo.

Per Jean Per Grenier, che fu maestro dello scrittore Albert Camus, il Mediterraneo è uno «spazio breve che suggerisce l’infinito». Fu proprio Camus a coniare l’espressione «pensiero meridiano», di cui, successivamente, il filosofo Franco Cassano è stato in Italia in anni recenti un lucido teorico. Il «pensiero meridiano» è il pensiero che nasce sulle sponde mediterranee, che si nutre del sole e del mare e considera essenziale il genius loci, che non è radicato in alcun luogo, bensì diviene una “estensione” - nello spazio e nel tempo – di un modo di essere e di concepire la realtà, una modalità di stare nel mondo e insieme altri altri.

Partendo da questo assunto fondamentale su cui poggia una vasta e complessa riflessione geopolitica, culturale, teologica, filosofica ed estetica, la mostra collettiva intitolata “Mediterraneo. Incontri tra culture”, nasce come momento di riflessione e come spazio di condivisione - affidato ai linguaggi di artisti diversi per formazione, età, etnia - che si prende carico di una tradizione, interpretandola e mettendola in discussione, e, allo stesso tempo, si pone una domanda di senso che individua il Mediterraneo odierno come il mare della speranza e della tragedia, della civiltà e della barbarie che si incrociano; il “confine”, insomma, che unisce e separa al tempo stesso, due mondi: il mondo del sud e il mondo del nord.

In tal senso, in questo snodo epocale in cui le grandi narrazioni hanno perduto la loro fatale credibilità dissolvendosi in eredità sterili e spesso problematiche, la mostra si configura come una riflessione sulla complessità che individua nell’identità mediterranea un modello pluralistico in grado di esaltare e di potenziare le diversità, il che significa considerare l’alterità come mosaico e non come mera frammentazione, muovendo dalle specificità singolari e plurali (gli individui, i popoli) da valorizzare nell'ottica di uno sviluppo policentrico, inclusivo e non esclusivo.

Da tale considerazione scaturisce anche la scelta di situare la mostra nella città di Taormina, luogo elettivo che, nei secoli, ha saputo interpretare il suo ruolo di città mediterranea divenendo uno spazio di incontro tra culture e di convivenza.

Nella mostra la diversità dei linguaggi, delle tecniche, delle estetiche di riferimento e delle visioni del mondo si dispiega e si ricompone in un percorso vario, molecolare, allusivo, in cui la diversità è assunta come valore e non come stigma, in cui la rappresentazione di una realtà unificata entra definitivamente in crisi e in cui l’arte diviene luogo di ospitalità dove l’etranger, l’altro, è colui ha avvertito per primo l'urto e la dissonanza fra la «domanda fondamentale» di senso che invoca l’umanità in ogni tempo e il silenzio del mondo di fronte alla barbarie della negazione di ogni statuto di civiltà e di umanità a chi è portatore di diversità.

Salvo Sequenzia
______________________________________________________

La collettiva d'arte contemporanea "MEDITERRANEO" incontri tra culture, accoglie una parte significativa della collezione Beniamin Art.
______________________________________________________

ARTISTS
Aiolo
Amir
Calusca
Chamak
Cantieri
Karmil Cardone
Vincenzo D'Arrò
Concetta De Pasquale
Beniamino Figura
Attilio Giordano
Paolo Greco
Hanyie
Parmida
Antonio Pilade
Pierluigi Portale
Edoardo puglisi
Rasta
Enzo Rovella
Toraldo
Vishka

______________________________________________________

info e contatti
Ufficio turismo Taormina, tel. + 39 0942- 23243
Beniamin Art
+39 339 26 44 062 / + 39 095 53 24 02
beniamingroup@libero.it

View Event →
Messina: mostra "Arcadio/Terre in moto"
Oct
15
to Nov 4

Messina: mostra "Arcadio/Terre in moto"

  • Parco Archeologico di Naxos Taormina (map)
  • Google Calendar ICS

La mostra di Giuseppe Agnello Arcadio/Terre in moto

Naxos fu una delle prime colonie greche in Sicilia, fondata nel 734 a. c. da uomini costretti a fuggire dalla loro patria, esuli provenienti da Calcide in Eubea e dall’isola di Naxos nelle Cicladi. “Le opere di Agnello richiamano visivamente quel primo approdo – ha commentato l’Assessore Tusa – e hanno un sapore evocativo che ci permette di congiungere sponde del Mediterraneo lontane ma che vogliamo siano sempre più vicine”.

A quasi 3000 anni di distanza da questi eventi a noi non resta che immaginare come gli esuli abbiano iniziato a vivere questa nuova terra, del trauma che provarono all’inizio della loro nuova vita, e di come, con il passare del tempo e con il susseguirsi delle generazioni, quella terra un tempo aliena iniziò a diventare la loro casa con i loro santuari, le loro fornaci, la loro moneta, con fortificazioni per difenderla. Le opere di Giuseppe Agnello indagano questo trauma, seguono la storia e l’archeologia utilizzando un linguaggio che trascende quello scientifico e verte invece sulle sensazioni e suggestioni dettate dal parco archeologico di Naxos. L’artista inizia la propria ricerca come un archeologo, attraverso i frammenti e le lontane testimonianze, che per Agnello, però, non sono i reperti, ma la terra, la natura, il paesaggio, gli uomini, i materiali con cui l’artista interpreta Naxos e gli uomini che arrivarono dal mare, la terra che li accolse, la loro terra natale che prima ancora li respinse, il mito e i racconti che li condussero fino in Sicilia. Il linguaggio di tale ricerca è quello universale della scultura, della trasformazione della materia e della creazione di volumi. Così le opere di Agnello ricreano terra, boccioli, grano, figure umane, paludi, trasfigurando gli elementi reali e riuscendo a cristallizzare in ogni opera le sensazioni, i sentimenti, il trauma della terra in moto, del momento in cui gli esuli incontrano la terra di Naxos e lì si stanziano. Con Terre in moto Agnello scava nella storia di Naxos fino a raggiungerne gli archetipi elementari che fonde in forme nuove e universali raccontandoci una storia lontana ma non trascorsa fatta di uomini, di terra e di natura. Un percorso espositivo scandito da 15 installazioni site-specific all’interno di uno dei siti archeologici più importanti del nostro Paese. 

Il catalogo della mostra con i testi di Alessandro Pinto e Sergio Troisi e le fotografie delle opere installate nel Parco di Naxos realizzate da Angelo Pitrone, sarà pubblicato da Electa nelle settimane successive all’apertura al pubblico. 

INFORMAZIONI MOSTRA

Giuseppe Agnello. Arcadio/Terre in moto

a cura di Alessandro Pinto

Promossa da: Assessorato regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Parco Archeologico Naxos Taormina e Civita Sicilia 

Organizzazione: Civita Sicilia


Parco Archeologico di Naxos

Lungomare Schisò 98035 Giardini Naxos 

urp.parco.archeo.naxos@regione.sicilia.it

www.parconaxostaormina.com


28 agosto – 4 novembre 2018

Orari e giorni di apertura

da lunedì a domenica

28/31 agosto 9,00-19,00

1/15 settembre 9,00-18,30

16/30 settembre 9,00-18,00

1/15 ottobre 9,00-17,30

16/31 ottobre 9,00-17,00 

1/4 novembre 9,00-16,00


Biglietti
Intero Euro 4

ridotto Euro 2 Cittadini Unione Europea dai 18 ai 25 anni

gratuito minori di 18 anni e insegnati di ruolo in Italia


Catalogo: Edizioni Electa con testi di Alessandro Pinto e Sergio Troisi

Fotografie Angelo Pitrone


View Event →
Messina: Le rotte delle Meraviglie a cura di Giuseppe Russo
Sep
22
to Sep 23

Messina: Le rotte delle Meraviglie a cura di Giuseppe Russo

le rotte delle meraviglie.jpg

L'associazione culturale ARB ha il piacere di ospitare l'archeologo messinese dott. Giuseppe Russo che ci guiderà sulle
ROTTE DELLE MERAVIGLIE "Prodotti e commerci mediterranei in età classica" (VI-IV sec a.C.).
La partecipazione è gratuita ed aperta a tutti, ed è propedeutica per il futuro corso di approfondimento e formazione che si terrà da ottobre in poi. 
Sarà anche l'occasione per bere un bicchiere di prosecco insieme, è indispensabile la PRENOTAZIONE tramite messaggio sulla pagina facebook o mail a info.arb.service@gmail.com
massimo 40 partecipanti

I musei di tutto il mondo sono ricolmi di pregevoli opere d'arte antica di ogni luogo e tempo, spesso frutto del lavoro di importanti e note botteghe o di artisti rinomati e di prodotti più comuni ma comunque importanti per descrivere il progresso di una civiltà.
Questo intervento intende dare una panoramica dei commerci mediterranei in età classica, ricostruiti alla luce dei moderni metodi archeologici e contestualizzati nella dimensione temporale e culturale che li ha prodotti. 
Discipline coinvolte: Storia, Storia dell'arte, Archeologia, Geografia.
Contenuto: Le produzioni antiche comuni e di pregio, rotte commerciali e loro ricostruzione, storia della navigazione.

GIUSEPPE RUSSO
Nato a Messina il 20 agosto 1982

Interessi professionali
Archeologia classica, archeologia medievale, storia, informatica applicata all’archeologia, archeologia degli elevati, architettura, analisi sui materiali archeologici

- Iscritto all’Elenco Nazionale Operatori Abilitati per l’Archeologia Preventiva
- Assistenza tecnica in area archeologica, studio dei materiali e redazione cartografica in località Sacrofano (Rm)
- Assistenza tecnica in area archeologica, studio dei materiali e redazione cartografica in località S. Maria di Galeria (Rm)
- Assistenza tecnica in area archeologica, studio dei materiali e redazione cartografica in località Morgantina fraz. del comune di Canino (VT)
- Assistenza per ricognizione archeologica, studio dei materiali e redazione di cartografia tecnica in località Anghiari (Ar)

Studi
- Scuola di Specializzazione in Archeologia Sapienza Università di Roma 70/70 cum laude 2014
- Master in Archeologia per l’Architettura Sapienza Università di Roma 2011
- Laurea Specialistica in Archeologia Università di Siena 2008
- Laurea Triennale in Operatore dei Beni Culturali Università di Messina 2004
- Maturità classica 98/100 Liceo classico Francesco Maurolico di Messina 2001

View Event →
Messina: Laboratorio estivo AIFE di fotografia
Jun
20
to Jun 27

Messina: Laboratorio estivo AIFE di fotografia

  • 201 Via Ghibellina Messina, Sicilia, 98123 Italy (map)
  • Google Calendar ICS

Messina! - AIFE Associazione Italiana Fotografi Emergenti Presentano: “LABORATORIO ESTIVO DI FOTOGRAFIA” Paesaggio al Tramonto" - Rodia

MESSINA - Martedì 18 Luglio 18:30 - 20:30

PROGRAMMA
Dopo un workshop introduttivo sulle impostazioni della fotocamera le inquadrature possibili il Master procederà con le dimostrazioni delle possibili delle fotografie creative che si possono realizzare: Paesaggio, Controluce, Silhouette e sul come sfruttare la luce per catturare i colori del tramonto. 

Il Trainer, Alfonso Maggio, accompagnerà e guiderà gli scatti dando supporto e consiglierà i partecipanti con le indicazioni di configurazione ideale della fotocamera. 

Appuntamento in sede AIFE alle 17:30 per coordinare spostamenti e organizzare i trasporti in auto, oppure direttamente lungo la spiaggia di Rodia (indicazioni agli iscritti per raggiungere il luogo di ritrovo). 

Al rientro ci si vede in sede AIFE, in via Ghibellina 201 a Messina, sarà il momento di selezionare e guardare gli scatti realizzati insieme per decretare il vincitore dell'uscita che sarà premiato con una sessione personalizzata di Adobe Photoshop di 1 ora oppure con una sessione personale di scatti in sala pose con l'accompagnamento del Trainer. 

Non si scatterà in model sharing ma ogni partecipante avrà il proprio tempo per scattare la foto che desidera.

COSTO 10 Euro per i soci e 15 per gli esterni.

Le fotografie migliori di ogni uscita verranno pubblicate nella home page dell'associazione, saranno stampate e verranno messe in mostra e visita libera in associazione per la serata di chiusura delle sessioni estive con un aperitivo offerto da AIFE. 

INFO PRENOTAZIONI
Per prenotare occorre versare la somma prevista tramite ricarica poste pay o con un appuntamento in sede. 
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA.

Info prenotazioni sul sito www.myaife.it oppure 3395963877 oppure segreteria@myaife.it

SCOPRI I PROSSIMI LABORATORI ESTIVI A MESSINA
CALENDARIO

Giovedì 27/07 "Polvero colorate con Modella"
18:30 - 20:30

Martedì 19/09 - TEORIA - Uscita Fotografica Via Lattea e Corpi Celesti 18:30 - 21:30

Mercoledì 20/09 - ESCURSIONE- Uscita Fotografica Via Lattea e Corpi Celesti 22:00 - 24:00

View Event →
Messina: Van Gogh Multimedia Experience
Jun
11
to Sep 17

Messina: Van Gogh Multimedia Experience

"Van Gogh Multimedia Experience" è un percorso multimediale alla scoperta delle opere e della vita di Vincent Willem van Gogh.
Cell: 3711704794 - 345-2750787
Segreteria Organizzativa:
BICUBO Srl
Digital marketing
Via Correggio 1
20149 MILANO
www.bicubo.it

La città di Taormina sarà interessata da numerosi eventi internazionali questa estate, tra questi la mostra "Van Gogh Multimedia Experience" presso lo storico Palazzo Corvaja. Dopo il G7, che si terrà a fine maggio, la città verrà invasa dai colori e le emozioni sprigionate dai dipinti di uno degli artisti più straordinari dell'arte moderna Vincent Willelm Van Gogh. Un percorso multimediale che vedrà protagonisti alcuni dei quadri più famosi dell'intera storia dell'arte: "Notte stellata", "I mangiatori di patate", "Girasoli", "Campo di grano con volo di corvi". Un evento culturale senza pari, che mixa sapientemente tecnologia e contenuti storico artistici, che condurranno i visitatori in un'esperienza straordinaria.

Prevendite già attive. Per tutte le info consultare la pagina facebook della mostra.

View Event →
Messina: personale pittorica di Eugenio Vanfiori
Apr
24
to May 5

Messina: personale pittorica di Eugenio Vanfiori

CONTINUANO GLI APPUNTAMENTI DI PEGASO SPAZIO ARTE DELL'UNIVERSITÀ TELEMATICA PEGASO DI MESSINA, CON UN'ALTRA MOSTRA DELLA RASSEGNA "CONTEMPORANEAMENTE, ARTISTI SICILIANI IN MOSTRA" IDEATA E CURATA DA GABRIELLA PAPA.

Venerdì 21 aprile alle ore 18.30 verrà inaugurata la personale di pittura di Eugenio Vanfiori, dal titolo "Spettacolo viaggiante". L'artista, discendente da una famiglia di giostrai di centenaria tradizione, trasferisce sulla tela colori, movimento e luci di giostre e luna park. 
L'esposizione resterà aperta al pubblico dal 21 Aprile al 5 Maggio, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.30 alle 13 e dalle 15.30 alle 18.

View Event →
Messina: mostra "Cloris"
Apr
4
to May 4

Messina: mostra "Cloris"

I nudi di Mimmo Irrera presso la sede di ARB in via Romagnosi,18 dal 4 aprile al 4 maggio I nudi di Mimmo Irrera – insieme a quelle stilizzate nudità meta naturali che li incorniciano, tenui colori e linee suggerite di Nunzio Pino – rimandano ad illustri antenati, dalla Tina Modotti di Weston ai muscoli di Mapplertorpe, con qualche invisibile pennellata hamiltoniana; e costruiscono, complice una o due sedie altrettanto nude ed inquietanti, un rimpiattino di linee di staticità plastica, la cui silenziosità leggera è moltiplicata dalla gamma infinita dei grigi, morbidi e pastosi, che scolpiscono non più un corpo umano, una sedia, un fondale, ma una più complessa tensione visuale all’interno del rettangolo fotografico.

la mostra è visibile su appuntamento o in occasione degli eventi in cartellone di ARB. INGRESSO LIBERO

MIMMO IRRERA

Nato a Messina nel 1947, inizia a fotografare nel 1970, prediligendo il bianco e nero, che cura personalmente in tutte le varie fasi. Delle notti passate in camera oscura fino all’alba, dice di averne perso il conto. Nel 1973 vince il primo concorso nazionale Fiaf, e nel 1975, il primo concorso internazionale a Bruxelles, a questi, negli anni ne seguiranno tanti altri. Negli anni 80 è delegato provinciale della Fiaf, e più o meno nello stesso periodo, viene inserito dalla dirigenza Fiaf nel gruppo di eccellenza mostre “CIRMOF”. Parecchie sono le sue personali sia in Italia che all’estero, e più volte invitato nelle biennali internazionali. Dalla seconda metà degli anni 80 e fino al 2000, si occupa nello studio del fotografo Giangabriele Fiorentino di still-life e di fotografia industriale, coltivando sempre il ramo da lui preferito “il ritratto, nelle sue svariate sfaccettature. Più o meno in quel pediodo e per circa 15 anni, si dedica intensamente alla MULTIVISIONE con i sistemi professionali AVL (fino a 18 proiettori Carousel). Più volte è stato invitato come Master nei workshops, sia da vari circoli affiliati Fiaf sia per conto della federazione nazionale UIF. Ha pubblicato 5 volumi fotografici, “Giardini del silenzio” 1990-“Beltà e Vanità” 1991- “Messina viva” 1996- “Terra, acqua, mito”2003- “il gioco della storia” 2004

NUNZIO PINO

Il suo mondo interiore e lo studio dei pittori antichi sfociano nei lavori del ciclo gli "Angeli". La sua cifra linguistica viene messa a fuoco nel 1986 attraverso i lavori della mostra "Icone post industriali", frutto delle influenze che gli provengono dal mondo espressionista e dalla prima avanguardia europea. La partecipazione a rassegne e mostre personali quali "Giovane Energia Siciliana" (Trecastagni 1986), "Biennale d'arte Calabrese" (Monterosso 1990), lo mettono in evidenza nell'ambito artistico siciliano. Le mostre che si susseguono negli anni sono le tappe di una ricerca pittorica riconoscibilissima e densa di mistero. Dal 1991 espone in permanenza alla galleria Il Sagittario di Messina, dove sono state realizzate le mostre "Le tende" (1991), "La Barca" ispirate all'opera del poeta Mario Luzi e "La casa di Dario" dedicata al poeta Dario Bellezza (1996). L'intenso rapporto con la poesia ? espresso anche attraverso l'illustrazione di numerosi libri di poesie e il suo legame con il mondo letterario: Sebastiano Addamo, Maria Attanasio, Lucio Barbera, Dario Bellezza, Francesco Carbone, Aldo Gerbino, Giovanna Giordano, Salvatore Nigro, Enzo Salsetta. Le mostre "Nacach" (Caltanissetta 1995), "Lumina limina" (Palermo 1995), "La poetica dell'immagine nell'arte contemporanea" (Brindisi 1995), "Della Sovversione" (Bagheria 1995), "Segreta poesia" (Montedoro 1995), "Cola Pesce" (Messina 1995), "Il coleottero Junger" (Palermo 1995), "Tempora" (Biancavilla 1996) sono segni di una profonda comunicazione con la realt?, permeati da un esistenzialismo carico di tensioni e di emozioni interiori che mai si disancorano dai miti d'oggi. Attualmente con il lavoro "Post Corpum" un sistema di segni luminosi invade l'immobilit? di spazi pittorici classici: immagini tratte dalla nostra societ? dei consumi si inseriscono insolite modificando il destino di attimi ormai consumati, in un attimo significante e capace di modulare le emozioni. In questa ricerca si colloca l'opera "La Prima Luna" dove l'arte e la scienza dialogano.

View Event →
Messina: mostra "Migranti, la sfida dell'incontro"
Mar
27
to Apr 1

Messina: mostra "Migranti, la sfida dell'incontro"

  • Università degli Studi di Messina (map)
  • Google Calendar ICS

DA LUNEDÌ 27 MARZO 2017 SINO A SABATO 1 APRILE 2017, PRESSO L’ATRIO CENTRALE DELL’UNIVERSITÀ DI MESSINA, SITO IN PIAZZA PUGLIATTI N. 1, SARÀ ESPOSTA LA MOSTRA DAL TITOLO: “MIGRANTI, LA SFIDA DELL’INCONTRO”, REALIZZATA PER LA XXXVII EDIZIONE DEL MEETING PER L’AMICIZIA FRA I POPOLI. Nel suo percorso illustrativo la mostra affronta lo scottante e attuale tema dell’immigrazione. Oggi il problema dei migranti è sulla bocca di tutti, fa discutere e divide. I politici ne fanno buon uso pensando alle elezioni, l’opinione pubblica oscilla tra la paura dell’invasione e la disponibilità all'accoglienza, i media un po’ raccontano è un po’ strumentalizzano in varie direzioni. La mostra vuole lanciare una provocazione ponendo una domanda: “Perché non proviamo ad affrontare l’argomento senza considerarlo un “problema”, ma guardando negli occhi gli uomini e le donne che emigrano?”. Proviamo a chiederci chi è quell’“altro” che bussa alle porte delle nostre società, da quali terre arriva, perché ha deciso di lasciarle per venire dalle nostre parti. Proviamo a misurarci con le parole pronunciate da Papa Francesco in occasione dell’ennesimo naufragio nelle acque del Mediterraneo con centinaia di morti: “Sono uomini e donne come noi, fratelli nostri che cercano una vita migliore, affamati, perseguitati, feriti, sfruttati, vittime di guerre; cercano una vita migliore. Cercavano la felicità…”.

La mostra “Migranti, la sfida dell’incontro” ha il Patrocinio dell’Università di Messina, della Fondazione Migrantes ed è realizzata grazie al contributo del Credito Valtellinese e del Credito Siciliano.

Evento realizzato nell'ambito del progetto "YOUNG FACTOR - Insieme per un compito" finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale.

Per informazioni e prenotazione visite guidate contattare: 347 5772336.

View Event →
Messina: personale di pittura di Manuela Caruso MaCa
Mar
24
to Apr 3

Messina: personale di pittura di Manuela Caruso MaCa

Continuano gli appuntamenti di Pegaso Spazio Arte, circuito dedicato all'Arte, che ha da sempre contraddistinto la sede di Messina dell'Università Telematica Pegaso. Ecco un altro appuntamento della Rassegna "Contemporaneamente, artisti siciliani in mostra", curata e ideata da Gabriella Papa. Venerdì 24 marzo alle ore 18 verrà inaugurata la mostra di Manuela Caruso, in arte MaCa, con affascinanti opere ricche di simbologie e personali visioni della realtà. L'esposizione resterà aperta al pubblico dal 24 marzo al 3 aprile, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.30 alle 13 e dalle 15.30 alle 18.

View Event →
Messina: mostra "Arte al femminile"
Mar
17
to Mar 24

Messina: mostra "Arte al femminile"

Dal 17 al 24 marzo alle ore 17.00-20.00 presso Galleria D'arte Cavour (Corso Cavour n.119 Messina) si terrà l'esposizione della mostra "Arte al femminile". COLLETTIVA DI PITTURA TUTTA DEDICATA AL FEMMINILE. PER CELEBRARE LA DONNA E LA SUA CREATIVITÀ. SEI GIOVANI ARTISTE IN MOSTRA PER UNA SETTIMANA ALLA GALLERIA ARTE CAVOUR. ESPONGONO LE ARTISTE: Ilenia Delfino Federica Fornaro Giorgia Minisi Rita Puliafito (Margot) Liliana Romano Claudia Serra INAUGURAZIONE: Relatrice: Chiara Chirieleison 17 MARZO 2017 ORE 18 Corso Cavour 119 Messina ESPOSIZIONE: 17-24 MARZO 2017 Orario 17/20 Dal lunedi al sabato Galleria Arte Cavour Direttore Paolo Accordino Direttore Artistico Maurizio Gemelli.

View Event →
Messina : mostra dedicata all’Avanguardia Futurista
Mar
10
to Jun 14

Messina : mostra dedicata all’Avanguardia Futurista

  • Ex Chiesa del Carmine di Taormina Taormina (ME) Italia (map)
  • Google Calendar ICS

 Oltre ad essere la prossima sede del G7 la città di Taormina si dimostra anche un importante dimora di eventi culturali. Infatti Dal 10 marzo al 14 giugno presso l’Ex Chiesa del Carmine di Taormina, si terrà una mostra dedicata all’avanguardia futurista : “Il Futuro sopravvenuto – Arte-azione, comunicazione e post-umano nel Futurismo”. 

L’esposizione, curata da Giancarlo Carpi e Giuseppe Stagnitta in collaborazione con Serena Dell’Aira, patrocinata dal Comune di Taormina e voluta fortemente dall’Assessore alla Cultura Mario D’Agostino, accoglierà le opere dei maggiori artisti appartenenti al movimento futurista italiano, Giacomo Balla, Gino Severini, Umberto Boccioni, Luigi Russolo, Romolo Romani, Carlo Erba, Arnaldo Ginna, Carlo Carrà, Leonardo Dudreville, Mario Sironi, Arturo Ciacielli, Roberto Marcello Baldessari, Farfa, Ivo Pannaggi, Virgilio Marchi, Julius Evola, Enrico Prampolini, Fortunato Depero, Francesco Cangiullo, Benedetta, Fillia, Gerardo Dottori, Giulio D’Anna, Tullio Crali, Bruno Munari, Anton Giulio Bragaglia, Arturo Bragaglia, Alfredo Gauro Ambrosi, Tato, Elia Vottero, Angelo Rognoni, Riccardo Ricas, Domenico Belli.

L’importante “Complesso plastico colorato di frastuono + Velocità” di Giacomo Balla rappresenterà il nucleo centrale della mostra.

70 opere provenienti dall’archivio Futur-Ism, dalla Collezione Ventura, dalla Collezione Trust Aletta, alcune delle quali esposte in mostre storiche come la Biennale di Venezia del 1930 o, dopo il 1944 anno dello scioglimento del movimento, in prestigiosi musei come l Centre Pompidou e il Musée d’Orsay di Parigi o il Guggenheim Museum di New York.

 

View Event →