Filtering by: siracusa
Siracusa: mostra "Ciclopica from Rodin to Giacometti"
Mar
27
to Oct 10

Siracusa: mostra "Ciclopica from Rodin to Giacometti"

  • Ex Convento San Francesco D'Assisi Siracusa (map)
  • Google Calendar ICS

INFORMAZIONI SULLA MOSTRA:

TITOLO: CICLOPICA. From Rodin to Giacometti. 100 sculture dei più grandi artisti internazionali in Ortigia

ciclopica_ortigia_siracusa_ex_convento:san_francesco

PERIODO: Dal 27 Marzo Al 30 Ottobre 2019

LUOGO: Ex Convento San Francesco d’Assisi, Via Tommaso Gargallo, 4-61, 96100 Siracusa SR

PRODOTTA DA: Sicilia Musei, in collaborazione con Diffusione Italia e Assicurazione Culturale Dietro Le Quinte

PATROCINATA DA: Comune di Siracusa, Assessorato alla Cultura

A CURA DI: Vincenzo Sanfo

BIGLIETTI: 

  • INTERO 10,00 €; RIDOTTO 7,00 € (Over 65 e Gruppi di min. 6 persone); 

  • RIDOTTO 6,00 € (Residenti, Universitari e ragazzi fino ai 18 anni); 

  • RIDOTTO 4,00 € (Scuole); 

  • OPEN 10,00 € + 1,50 € Diritto di prevendita; 

  • OMAGGIO bambini fino a 6 anni non compiuti, giornalisti previo accredito ai fini di servizio, membri ICOM, guide turistiche regolarmente autorizzate all’esercizio della professione, due insegnanti accompagnatori degli studenti delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, pubbliche o private, regolarmente prenotati e autorizzati dal capo d’istituto, un accompagnatore per gruppo, disabili e invalidi riconosciuti dalla legge con un accompagnatore.

ORARIO: Marzo, Aprile, Maggio, Giugno e Ottobre: da Lunedì a Domenica – dalle 10,00 Alle 20,00; Luglio, Agosto e Settembre: da Lunedì a Domenica dalle 10,00 alle 22,00 (ultimo biglietto alle 21,00).

View Event →
Siracusa: mostra "L'impossibile è Noto"
Apr
11
to Nov 10

Siracusa: mostra "L'impossibile è Noto"

  • Convitto delle Arti Noto Museum (map)
  • Google Calendar ICS
impossibile.noto_

Con le opere di grandi artisti del Novecento, la mostra "L'impossibile è Noto", fruibile dall'11 aprile al 15 novembre al Convitto delle Arti Noto Museum, offre uno sguardo articolato sui fenomeni estetici dalla fine dell'Ottocento alla Seconda guerra mondiale.

Futurismo, Cubismo, Metafisica, Dada, Surrealismo: sono questi i principali movimenti artistici delle opere esposte. Oltre 100 opere uniche, provenienti da Fondazioni, Archivi e importanti collezioni private.

La mostra, a cura di Giancarlo Carpi e Giuseppe Stagnitta e prodotta da Sicilia Musei, non vuole solo ripercorrere il mezzo secolo più importante dell’arte del Novecento, ma anche allenare l'occhio e la mente alla percezione di queste diverse correnti estetiche e di pensiero, che poste l'una accanto all'altra, esprimono meglio la loro essenza, nella loro opposizione e differenza.

Il percorso espositivo si articola in 10 tappe: l'invenzione del movimento nella fotografia e nella pittura, Futurismo e Cubismo, Metafisica e Dada tra Europa e Italia, Surrealismo, il Futurismo negli anni trenta; tra volo-sogno e cosmo, Astrattismo e Astrattismo lirico, Mirò e Depero, l'Astrattismo e la materia, Dalì-stravaganze, focus sul futuro.

In mostra le opere di: Giacomo Balla, Edweard Muybridge, Umberto Boccioni, Roberto Marcello Baldessari, Carlo Carrà, Arturo Ciacelli, Enrico Prampolini, Pippo Oriani, Gino Severini, Lucio Venna, George Braque, Fernard Leger, Max Jacob, Pablo Picasso, Robert Delaunay, Natalia Goncharova, Hans Richter, Georges Valmier, Kirill Zdanevich, Mario Sironi, Giorgio De Chirico, Kurt Schwitters, Vinicio Paladini, Fortunato Depero, Francesco Cangiullo, André Masson, Antonio Fornani, Max Ernst, Salvador Dalì, Alberto Savinio, Man Ray, Tato, Leonor Fini, Tullio Crali, Paul Klee, Wassily Kandisky, Frantisek Kupka, Luigi Russolo, Gerardo Dottori, Juan Mirò, Fernand Léger, Filippo Tommaso Marinetti e Rammellzee.

Il percorso espositivo si conclude con un tributo a Salvador Dalì, in occasione del trentesimo anniversario della sua morte, con un'intera sala dedicata al grande artista spagnolo con opere uniche, bozzetti, oggetti e stravaganze immersi in suggestivo allestimento multimediale.

Inoltre, un'appendice della mostra nelle due sale esterne che danno sul cortile del Museo, mette a confronto Marinetti e Rammelzee  per un approfondimento tra movimenti che hanno cambiato e influenzato parte dell’arte e della cultura del Novecento. 

Convitto delle Arti Noto Museum:

  • Corso Vittorio Emanuele 91 - 96017 Noto (Sr) 

  • Dall’ 11 aprile al 10 novembre 2019

  • Visitabile (da aprile a giugno) da lunedì a venerdì dalle 10.00 alle 20.00, sabato e domenica dalle 10.00 alle 23.00; (da luglio a settembre) da lunedì a domenica dalle 10.00 alle 24.00; (ottobre e novembre) da lunedì a domenica dalle 10.00 alle 20.00

  • 12 euro (intero), 7 euro (over 65 e gruppi di minimo 6 persone), 6 euro (residenti, universitari e ragazzi fino a 18 anni), 4 euro (scuole), ingresso omaggio per bambini fino a 5 anni

  • Info e prenotazioni al numero 339 4816218

View Event →
Siracusa: mostra "Caravaggio - per una crocifissione di S. Andrea"
Apr
18
to Jan 10

Siracusa: mostra "Caravaggio - per una crocifissione di S. Andrea"

  • Palazzo della Soprintendenza ai Beni Culturali Siracusa (map)
  • Google Calendar ICS

Dal 19 Aprile 2019 al 10 Gennaio 2020

SIRACUSA

Caravaggio_SR-02.jpg

LUOGO: Palazzo della Soprintendenza ai Beni Culturali

INDIRIZZO: piazza Duomo 15

CURATORI: Pierluigi Carofano, Nicola Barbatelli

ENTI PROMOTORI:

  • Con il patrocinio di

  • Regione Siciliana – Assessorato regionale dei Beni Culturali

  • Soprintendenza dei Beni Culturali e Ambientali della provincia di Siracusa

  • Città di Siracusa

 
Dal 19 aprile 2019 al 10 gennaio 2020 i prestigiosi locali del Palazzo della Soprintendenza di Siracusa ospiteranno “Caravaggio. Per una crocifissione di Sant’Andrea”. La mostra, curata da Pierluigi Carofano e Nicola Barbatelli, è un progetto Sicilia Musei con il patrocinio della Regione Siciliana – Assessorato regionale dei Beni Culturali, Soprintendenza dei Beni Culturali e Ambientali della provincia di Siracusa e la Città di Siracusa.

La mostra sarà una vera e propria “Caravaggio experience” che vedrà al centro del progetto espositivo la “Crocifissione di Sant’Andrea” di Michelangelo Merisi da Caravaggio, collezione Spier Londra (già collezione Back Vega). L’opera la cui proprietà è di un fondo privato è stata esposta al museo di Cleveland nel 2017 in occasione del restauro dell’altra versione della “Crocifissione di Sant’Andrea” di proprietà del museo americano. In quella occasione è stato possibile effettuare tra i principali studiosi al mondo di Caravaggio il confronto tra le due opere. Gli studi hanno rilevato che Caravaggio ha dipinto due versioni della “Crocifissione di Sant’Andrea”. La mostra e il rispettivo catalogo intendono proporre per la prima volta in Italia un opera di Caravaggio poco conosciuta. La presenza nel catalogo di un saggio di Bruno Arciprete, tra i massimi restauratori dei dipinti di Caravaggio, conferma l’autografia del dipinto al grande maestro lombardo. 

Nell’ambito dello spazio espositivo, grazie alla collaborazione del Polo Museale di Messina per i siti culturali, potranno essere apprezzate due opere di Mario Minniti, grande amico di Caravaggio, che ospitò nel suo periodo siciliano: “Miracolo della vedova di Naim” e “Maddalena ai piedi della croce”.

Dal 17 maggio l’esposizione si arricchirà di un percorso immersivo nello splendido ipogeo situato a due passi dalla mostra, in piazza Duomo. Con l'ausilio di proiezioni immersive, realtà virtuale e suggestioni sonore, il visitatore sarà accompagnato per tutto il percorso espositivo in cui si ripropone l'esperienza creativa di Caravaggio. Due tematiche principali si avvicendano nella “Caravaggio Experience Sicily”: il soggiorno siciliano dell’artista ed il tormento che ha caratterizzato gli ultimi anni della vita di Michelangelo Merisi.

Il percorso si svilupperà lungo sei momenti:

LE OPERE SICILIANE
Caravaggio in persona, in un ologramma, introduce gli ospiti spiegando le vicende drammatiche del periodo siciliano. Il soggiorno nell’Isola è esaltato da grandi proiezioni che evidenziano i dettagli delle opere e le trasformazioni stilistiche. 

PINACOTECA DIGITALE
In alcuni monitor vengono mostrati dipinti del Caravaggio, appartenenti ai diversi periodi della sua storia artistica. Le opere sono riprodotte “in movimento”. I soggetti dei quadri si animano: i fasci di luce dipinti dal pittore si muovono sui soggetti impercettibilmente, i personaggi, fermi nello svolgersi delle azioni alle quali il pittore li ha destinati, accennano i movimenti ritratti.

LA CONDANNA
Al termine della pinacoteca digitale è trattato il tema della condanna che anticipa il viaggio e che segnerà la vita e la produzione del Merisi. Attraverso l’exhibit della ventola olografica si compongono ciclicamente le parole che sottolineano le condanne che pesano su Caravaggio. 

IN MARE, TRA MALTA E SICILIA
Attraverso la tecnologia del 3D Mapping si ripercorre il viaggio in mare tra Malta e la Sicilia. La proiezione del mare e del cielo di notte fa vivere al visitatore l’esperienza traumatica della fuga.

L’OSSESSIONE PER LA MORTE
L’iconografia caravaggesca è spesso tempestata da immagini truci e sanguinolente; realistiche, ma che diventano anche simboliche tramite l’utilizzo della luce, caratteristica pregnante dell’artista. Una parte della mostra è dedicata a questa iconografia macabra attraverso exhibit immersivi. L’ossessione per la morte, per le teste mozzate: tutto ciò è riprodotto su pannelli retroilluminati e su tele che parlano e raccontano la propria storia all’avvicinarsi del visitatore. 

CARAVAGGIO REGISTA
L’ultima parte della “Caravaggio Experience Sicily” è dedicata al tema “Caravaggio regista ante-litteram”, proprio perché utilizzava la tecnica della camera oscura. Lavorava, infatti, come un regista, a partire dalla scelta dei personaggi che avrebbero poi popolato le sue opere: sceglieva, girando per le strade, uomini e donne dai volti che gli sembravano adeguati alla sua idea. Il visitatore, grazie alla realtà virtuale, entra in un’antica taverna dove trova Caravaggio intento a lavorare sul dipinto siciliano del “Seppellimento di Santa Lucia”.   

View Event →
Catania: PALUDI - personale artistica di Giuseppe Agnello
Jun
22
to Nov 10

Catania: PALUDI - personale artistica di Giuseppe Agnello

  • Fondazione La Verde La Malfa - Parco dell'Arte (map)
  • Google Calendar ICS
paludi.jpg

Giuseppe Agnello
Paludi
a cura di Daniela Fileccia

Opening / 22.06.2019 - h. 19.00 *INGRESSO LIBERO
23 Giugno - 10 Novembre 2019 *INGRESSO A PAGAMENTO

Comunicato Stampa
Apre al pubblico sabato 22 giugno alle ore 19.00 nella sala espositiva della Fondazione La Verde La Malfa – Parco dell’Arte la mostra “Paludi” di Giuseppe Agnello, a cura di Daniela Fileccia, promossa e ideata dal presidente della Fondazione Alfredo la Malfa e da Dario Cunsolo, con il patrocinio del comune di San Giovanni la Punta (CT) e dell’Accademia di Belle Arti di Palermo (PA).

Lo scultore siciliano, dopo la recente esposizione “Dalle Dure Pietre” al Parco Archeologico della Valle dei Templi (AG) e “Arcadio/terra in moto” al Parco Archeologico di Naxos – Taormina (ME), in occasione di questa mostra presenta circa 15 opere della produzione recente, di cui alcune installative, accomunate dalla materia calcareo-cementizia, richiamando il lungo processo di fossilizzazione. In tutta la produzione dell’artista siciliano, la natura è la fonte alla quale attingere per la costruzione di forme e concetti, siano essi figure umane o elementi vegetali. La natura è il campo infinito da cui Giuseppe Agnello trae fonti, stimoli e connessioni con la sua idea di arte.

Se la metamorfosi con cui ha lavorato in passato Giuseppe Agnello evocava comunque il movimento, “Paludi” segna la fossilizzazione di un’umanità in un continuo stato di immobilità e di fragilità materiale e psicologica. Da una parte le paludi di Agnello raccontano di un'umanità stagnante e indolente talmente priva di energia vitale da essere assorbita dalla vegetazione e dal fango, dall'altra volgono uno sguardo fiducioso verso il futuro, in cui la decomposizione e il silenzio possono indicare un passaggio necessario al cambiamento.

Scrive la curatrice Daniela Fileccia nel testo critico:
«Nelle sculture di Giuseppe Agnello non c’è salvezza e, se la metamorfosi con cui ha lavorato in passato evocava comunque il movimento, Paludi segna la fossilizzazione di un’umanità che ha iniziato l’evoluzione con le migrazioni e che si trova oggi in uno stato di inerzia e debolezza che ne ha fiaccato ogni possibilità di azione; è un’umanità arresa a forze ormai più grandi di lei. I boccioli di acanto e i semi di girasole ibernati nel gesso rivelano un’impossibile fioritura e diventano fossili. Il bianco del calco riveste i boccioli come un sudario che ne preserva la potenziale bellezza impedendone lo sviluppo e l’inevitabile decadimento. (…) Corpi, boccioli e semi sono resti fossili di una mutazione genetica avvenuta attraverso il riscatto di una natura che invischia il corpo e costringe al silenzio. Un’umanità che appare immersa nelle sabbie mobili, muta e acquiescente. Essa non può che regredire ad uno stato ancora più profondo dove la testa diventa pietra, pesante pietra che curva le spalle in una discesa ancora più profonda dal mondo vegetale a quello minerale. Ed è proprio dalla testa che inizia il processo di trasmutazione e l’azione di brusca interruzione da una possibile rinascita. (…) Giuseppe Agnello è uno scultore spiazzante sempre in bilico fra, desiderio e repulsione, realtà e surrealtà e mentre i boccioli o i semi conservano una sacralità simbolica l’essere umano si avvia mesto verso la pietrificazione e la definitiva perdita della forma umana. (…) Corpi non più giovani avanzano fra arbusti di ferle in boccio che li avvolgono come in un bozzolo. La fossilizzazione è forse un gesto di protezione in attesa di tempi migliori, un ritorno alle origini primordiali, all’inizio dei tempi. (…) Paludi urla in silenzio di un’umanità che ha perso la divina forma e con essa la parola e lo sguardo rivolto al cielo. La dissoluzione, il solve alchemico non ha portato al coagula rassicurante di una resurrezione del corpo bensì alla cristallizzazione di quel seme divino di cui parla Ovidio, di quel corpo di bellezza che Michelangelo ridesta nella volta della Sistina o quella forma divina che risvegliava dai marmi di Carrara, nelle sculture di Giuseppe Agnello “Paludi” si riaddormenta nella pietra».

“Paludi” vuole essere testimone di un ritorno all’antica funzione della scultura nello spazio che Elena La Verde e Alfredo La Malfa hanno così fortemente voluto dedicare alla bellezza. Come afferma la curatrice Daniela Fileccia: “antico nel senso della funzione essenziale della bellezza, di rivelare lo spazio e il tempo al di là della forma e della materia”.

«La scelta di Giuseppe Agnello, per l'undicesimo anniversario della Fondazione – afferma il Presidente Alfredo La Malfa – nasce dal desiderio di ribadire il necessario e mai ineludibile rapporto fra l'uomo e l'intera creazione. Legame particolarmente conforme all’identità della Fondazione che già dalla spinta iniziale data dalla fondatrice includeva oltre l’impegno della progettazione artistica anche quello di una connessione con la dimensione della natura. Se è vero che il titolo lascerebbe immaginare un regresso dell'uomo alla condizione primigenia - di quasi completa indeterminatezza dell'uomo col mondo vegetale - tuttavia questo "ritorno" diventa necessario, se non indispensabile, per recuperare una condizione umana perduta a causa del degrado distruttivo voluto da una civiltà distorta e disgregata».

“Paludi” di Giuseppe Agnello rimarrà in permanenza fino al 10 novembre 2019 e sarà visitabile su prenotazione da giugno a novembre negli spazi della Fondazione La Verde La Malfa – Parco dell’Arte, (S.G.La Punta) - istituzione attiva nella valorizzazione dei quattro fondi patrimoniali di cui dispone (il parco dell’arte che fa parte del circuito di Grandi Giardini Italiani; la sezione di opere d’arte moderna e contemporanea; la collezione di abiti d’epoca e di libri antichi) e nella promozione artistica attraverso l’organizzazione di attività ed eventi culturali.
Sarà, inoltre, realizzato un catalogo in cui sarà presente un testo critico di Daniela Fileccia, corredato da fotografie di Angelo Pitrone e il progetto grafico a cura di Miriana Chiarelli.

- - -
Titolo: Paludi

Artista: Giuseppe Agnello

da un’idea di: Alfredo La Malfa e Dario Cunsolo

a cura di: Daniela Fileccia

Sede: Fondazione La Verde La Malfa – Parco dell’Arte
via Sottotenente Pietro Nicolosi, 29 – 95037 – S. G.La Punta - Catania

Date: 22 giugno – 10 novembre 2019

Ingresso: La mostra è visitabile su prenotazione e a pagamento - Libero soltanto per la giornata dell'opening

Indicazioni stradali: Bus AST Catania – San Gregorio (fermata in via Madonnina delle Lacrime S.G.La Punta Trappeto) orari dalle 06.00 alle 20.00
AMT n.144 orari dalle 05.00 alle 24.00. No servizio navetta bus-fondazione

Informazioni al pubblico: Fondazione La Verde La Malfa – Parco dell’Arte - Tel. 095-7178155 | 3385078352 - parcodellarte@libero.it | www.fondazionelaverdelamalfa.com

Ufficio Relazioni Pubbliche Fondazione La Verde La Malfa – Parco dell’Arte e Comunicazione: +39 3386301380 - press@fondazionelaverdelamalfa.com

Sponsor & Patrocini: Garden Hotel, Comune di San Giovanni La Punta, Fondazione La Verde La Malfa, Fondazione Casa della Divina Belezza, Grandi Giardini Italiani, Accademia Belle Arti di Palermo.
_ _ _
*Giuseppe Agnello è nato a Racalmuto, in provincia di Agrigento, il 9 dicembre 1962, ha frequentato la scuola di scultura dell'Accademia di Belle Arti di Palermo diplomandosi nel 1985. Ha insegnato scultura presso l'Accademia di Belle Arti di Carrara.
Attualmente è docente di Scultura e Tecniche della Scultura presso l'Accademia di Belle Arti di Palermo. Ha realizzato diverse opere pubbliche sia in Italia che all'estero. È l’autore del celebre ritratto in bronzo dello scrittore Leonardo Sciascia, ubicato nella sua città natale, e della scultura in bronzo dedicata al celebre Commissario Salvo Montalbano, personaggio ideato dallo scrittore Andrea Camilleri, a Porto Empedocle.
Vive a Racalmuto (AG) in contrada Serrone e Palermo in via Colonna Rotta.

www.giuseppeagnello.com
info@giuseppeagnello.com

_ _ _
*Fondazione La Verde La Malfa – Parco dell’Arte
Nasce ufficialmente nel 2008 per forte volontà di Elena La Verde, artista e appassionata d’arte.
L’intero sito, costituito da un ettaro di parco naturale e da una grande villa divisa in diversi piani, fu costruito dall’Ingegnere Enzo La Malfa, marito della fondatrice, agli inizi degli anni ‘70, come abitazione per la propria famiglia.
Fu a partire dal 2000, reduce da una prolifera produzione artistica, che Elena La Verde, realizzando una serie di istallazioni per il parco, sentì l’esigenza di trasformare il proprio luogo di abitazione in un luogo di cultura, dove conservare e tutelare per sempre le proprie opere.
Ancora oggi la Fondazione La Verde La Malfa continua il suo sviluppo e persegue, secondo il proprio statuto, le sue finalità di promozione e realizzazione di iniziative di studio e di ricerca nell’area delle arti visive, letterarie, dello spettacolo e quant’altro possa consentire la tutela del patrimonio artistico del territorio, sancendo un proprio ruolo culturale in ambito nazionale e internazionale.

View Event →
Siracusa: Estate Fotografia 2019
Jul
2
to Aug 24

Siracusa: Estate Fotografia 2019

estate fotografica 2019.jpg

Martedì 2 luglio alle 19:00, nel locali di Fototeca Siracusana si inaugurerà Estate Fotografia 2019.
Ospiti musicali della serata inaugurale, il duo 'Voce-Piano' Nicoletta Palermo & Gabriele Agosta.
La Rassegna, giunta al suo terzo anno, ha lo scopo di offrire al pubblico un piccolo ma significativo scorcio del grande universo della fotografia contemporanea, attraverso la proposta di autori scelti tra generi, stili e nazionalità diverse i cui contrasti costituiscono già un interessante strumento di lettura.
La Rassegna si svolgerà attraverso la successione di quattro mostre, nel periodo 2 luglio – 24 agosto, della durata di 12 giorni ognuna.
- Da martedì 2 a sabato13 luglio
Claire e Philippe Ordioni “Photographies barOques” (F)
Montserrat Diaz “Tierra madre y otros”(ES);
- Da martedì 16 a sabato 27 luglio
Mahmoud Issa “Gaza Strip”(PS)
Suryene Ramaget “I lottatori Kushti”(IT);
- Da martedì 30 luglio a sabato 10 agosto
Turi Avola “Excessus Mentis”(IT)
Lily Zoumpouli “Selenephilia” (GR)
- Da martedì 13 a sabato 24 agosto
Malinovskiy/Teschner “My little Columbine”(UA)
Kseniia Petrovska” The other side of the light”(UA) /
Giorgio Papadopoulos “Yalta”(GR).

Sono inoltre previsti due appuntamenti, di due giorni ciascuno, per il work shop di “Ritratto e Cianotipia” a cura dall’Ass.ne Le Fucine di Firenze che si terranno nelle seguenti date:
- 19 e 20 luglio;
- 7 e 8 agosto.
E’ disponibile il catalogo dell’evento.

View Event →
Siracusa: mostra fotografica "Armando Rotoletti. Barbieri di Sicilia"
Jul
8
to Oct 6

Siracusa: mostra fotografica "Armando Rotoletti. Barbieri di Sicilia"

  • Palazzo Beneventano Lentini (map)
  • Google Calendar ICS
coverbarbierir-0x0.jpg

"Armando Rotoletti. Barbieri di Sicilia" è il titolo della mostra fotografica che sarà inaugurata lunedì 8 luglio alle 19 a palazzo Beneventano di Lentini.

La mostra sarà visitabile fino a domenica 6 ottobre con i seguenti orari di apertura: sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 18 alle 21. Nei giorni feriali su prenotazione al 3287167281. Ingresso a sottoscrizione libera.

View Event →

Siracusa: Cynara - personale di Giuseppe Bombaci
Jun
22
to Jul 13

Siracusa: Cynara - personale di Giuseppe Bombaci

  • Quadrifoglio Galleria d'Arte Contemporanea (map)
  • Google Calendar ICS
cynara.jpg

La galleria Quadrifoglio arte contemporanea di via Santi Coronati 13 a Ortigia ospiterà una personale di Giuseppe Bombaci dal titolo “Cynara”, a cura di Mario Cucè (inaugurazione sabato 22, ore 18,30).

Giuseppe Bombaci si è formato artisticamente tra Siracusa, sua città natale, Firenze e Milano, dove è stato allievo e poi assistente di Alberto Garutti e Giuseppe Maraniello all’accademia di Brera. Dal 1998, anno del suo debutto in pubblico a Siracusa, ha partecipato a numerose e qualificate collettive e personali, in gallerie private e in sedi istituzionali. Vive tra Siracusa e Milano.

Il percorso espositivo propone circa dodici opere recenti, alcune di grande formato, realizzate con colori a olio su diversi supporti. Il titolo della mostra trae origine dalla mitologia classica: Cynara era una ninfa dai capelli color cenere e gli occhi verdi dalle rarissime sfumature viola che Zeus, vistosi respinto, per vendetta trasformò in carciofo. Attraverso le suggestioni cromatiche e il simbolismo concettuale presenti nel mito (la bellezza prigioniera, la forma come limite, l’essenza come sola realtà dell’esistente), Bombaci dà vita a una pittura grafico-segnica, essenziale, scarnificata dalla materia, che approda a un sintetismo nuovo ed efficace, dai tratti eleganti e ricco di forza interiore. Una pittura, la sua, fortemente ancorata alla Storia dell’arte, che annovera tra i suoi referenti artisti come Diego Velasquez, Gino De Dominicis, Pablo Picasso.

“Nella sua ultimissima produzione – scrive Ettore Pinelli in un testo pubblicato nel pieghevole della mostra – [Bombaci] rappresenta esili icone incorporee che si materializzano sulla tela come fantasmi. Figure plastiche dai tratti lineari si stagliano su fondi monocromi ed emergono silenziose dall’ombra, una pittura disegnata e un disegno pittorico, stabiliscono il rapporto di contaminazione tra le due pratiche nella più recente produzione di Bombaci”.

La mostra potrà essere visitata tutti i giorni, dalle ore 10 alle 13, e dalle 17 alle 20.

View Event →
Siracusa: Nat-idéo 2019 International Art Workshop
Jun
21
to Jul 5

Siracusa: Nat-idéo 2019 International Art Workshop

nat ideo.jpg

Nat-idèo 2019
Lap-idèo 6th edition international art workshop
Programma:
21 giugno 2019 h 18:00 press conference at BIblioteca Comune di Canicattini Bagni SR
24 giugno 2019 h 18:00 attività per famiglie e bambini a cura di Nati per Leggere, Siracusa Città Educativa e Rete fattorie educative iblee
29 giugno 2019 h 20:30 osservazione volta stellata a cura dell’Associazione ternana astrofili
5 luglio 2019 h 18:00 evento espositivo finale e performance Natidèo 2019

Per info e prenotazioni chiama il n.3349898688 o scrivi un’email a agriturismostallaini@hotmail.it

View Event →
Siracusa: mostra collettiva "I Principessi e le Cavaliere"
Jun
20
6:00 PM18:00

Siracusa: mostra collettiva "I Principessi e le Cavaliere"

  • Via dei Mergulensi Siracusa, Sicilia, 96100 Italia (map)
  • Google Calendar ICS
principessi e cavaliere.jpg

🏳️‍🌈 I Principessi e le Cavaliere - collettiva di fumetto e illustrazione 🏳️‍🌈
Undici artist* affrontano il tema dell’identità e dei ruoli di genere.

Doppio appuntamento!
⭐️ Giovedì 20 Giugno - Siracusa Pride Village - Via dei Mergulensi (Ortigia)
⭐️ Giovedì 27 Giugno - Catania Pride Village - Cortile CGIL (Via Crociferi 40)

Espongono:

Benedetta Vialli
Chia Filincieri
Crystal Maria Luca
Flavia Chiofalo
Giovanni Frasconi
Lavinia Cultrera
Lilia Miceli
Marika Fanin
Nina Pulvirenti
Rossella Ingemi
Salvatore Callerami

Grazie a REA - Rete Empowerment Attiva, Bossy, Siracusa PRIDE 2019 e Catania Pride 2019 💘

Date un’occhiata a Siracusa PRIDE 2019 e Catania Pride 2019 - Programma Pride per conoscere tutti gli altri eventi e ospiti dei Village!

View Event →
Siracusa: personale Itinerario 63 - di Sandra Rizza
Jun
14
to Jun 30

Siracusa: personale Itinerario 63 - di Sandra Rizza

ITINERARIO 63

locandina SANDRA RIZZA 2019 web.jpg

 

SANDRA RIZZA    solo show

 

14/30 giugno 2019

Bassi Palazzo Nicolaci

via Corrado Nicolaci

Noto

Sicilia

 

Con il testo critico di Antonio Zimarino

a cura di Vincenzo Medica

 

nell’ambito della Rassegna “Percorsi di NOTOrietà”

patrocinata dal Comune di Noto

 

 

ingresso libero

 

 

....................................................................................................................................................

 

Dove, lungo questa strada …di Antonio Zimarino

 

 

La metafora del viaggio e del percorso è quella che da sempre si associa alla transitorietà della nostra condizione tanto esistenziale che “quotidiana”: non sappiamo quali siano le sue direzioni, gli orizzonti o le mete e a mala pena, riusciamo a ricostruire le tracce di dove siamo transitati o le ragioni perché abbiamo scelto l’uno o l’altro percorso. Intitolandosi questa mostra “Itinerario 63” poiché Sandra ha metaforizzato il mito della simbolica highway americana Route 66 con la propria data di nascita, ci è lecito provare a decostruire la metafora individuando in quale “luogo” di questa strada si possa trovare la sua “narrazione” umana e artistica.

Attraverso queste scelte formali l’artista sembra prendere coscienza della complessità irriducibile degli intrecci e delle relazioni (formali , esistenziali) ma senza provare tensioni ansiose, forse solo una consapevolezza dell’inutilità dell’ansia stessa. Quasi che l’artista sperimenti una “resa” non drammatica, un lasciarsi andare verso ciò che verrà, con un atteggiamento curioso verso le strade e le connessioni che si apriranno o potranno aprirsi.

 Where, along this road ...

 

                                                                                                                                                                                                                by Antonio Zimarino

 

 

The metaphor of the journey and the path is that which has always been associated with the transience of our condition, both existential and "everyday": we do not know what its directions, horizons or goals are and, barely, we can reconstruct the traces of where we have passed or the reasons why we have chosen one or the other path. Calling this exhibition "Route 63" since Sandra metaphorized the myth of the symbolic American highway Route 66 with its own date of birth, we can try to deconstruct the metaphor by identifying in what "place" of this road we can find its "narration" human and artistic.

Through these formal choices the artist seems to become aware of the irreducible complexity of the plots and relationships (formal, existential) but without feeling anxious tensions, perhaps only an awareness of the uselessness of anxiety itself. Almost as if the artist were experiencing a non-dramatic "surrender", a letting go towards what was to come, with a curious attitude towards the roads and connections that will open or may open up.

 

 

 

 

 

In allegato la locandina

 

Segui l’evento su Facebook: https://www.facebook.com/events/427048908117329/

 

www.comune.noto.sr.it

View Event →
Siracusa: "Siamo liberi come le radici?"
May
23
to May 31

Siracusa: "Siamo liberi come le radici?"

siamo liberi come le radici?.jpg

Siamo liberi come le radici?

Da un’idea di Salvatore Mauro

23 Maggio/ 28 Maggio 2019

Inaugurazione 23 maggio 2019, h. 19.00 presso SPAZIO AmMARE via alagona n 39 Siracusa

Siamo Liberi come le radici? E’ una domanda che lo spazio AmMare pone ai suoi artisti e al suo pubblico, dopo il progetto “Giardino Globale” che prendeva come metafora l’idea di “giardino”, che si precisa nell’idea di una città organica, che vive e respira sotto il flusso di una eredità culturale e di un sincretismo tra le culture che la animano. Questa mostra anticipa un cambiamento che lo spazio AmMare avrà nei prossimi mesi, non avrà uno spazio fisico ma diventerà un contenitore nomade con progetti collaterali con i suoi partner, per poi di nuovo radicare le sue radici in nuovo luogo. Oggi la visione dell’umano è cambiata, non ha più una sua fissa dimora è come una radice che cammina e si radica dove trova un terreno fertile. La mostra sarà una call agli artisti che hanno partecipato alle passate mostre, una ricognizione dei suoi autori che per l’occasione hanno creato dei progetti inediti.

Il manifesto di questa mostra è anche un grido all’indipendenza che ha vinto un importante call indetta da NESXT(Torino) e SPAZIOY(Roma) per l’evento M/AAVV – Manifesti/Appunti per un’autonomia della visione con una grande mostra sotto forma di affissione pubblica nella città di Torino. Solo 10 esemplari numerati verranno messi in vendita presso la libreria Zaratan di Siracusa e pochi sparsi nella città prima e dopo la mostra.

Per l’inaugurazione del 23 maggio ore 19:30 ci sarà una selezione musicale a cura di Giovanni Fiderio (musica indipendente e colonne sonore).

Poi ci sarà l’opera inedita di Anna Milano Carè che dopo la sua passata esperienza per Giardino Globale torna con una grande tela 2x4 pensata per lo spazio.

Titolo: Harmonices Mundi Space-Time 01( zero-uno)
Dopo No space no Time, sarà presente Space Time, dove non c’è sospensione spazio-temporale, dove tutto è possibile, una dialettica degli opposti. Con “No-spaceNo-Time” ho parlato di una dimensione terrena, abissale e ora mi sposto su una dimensione senza limiti spazio-temporali, in questa dimensione tutto è possibile, non esiste il piccolo ed il grande, il passato ed il futuro…..tutto E’.

A seguire lo street art Marco Bombaci (bom:-*) omaggerà l’iniziativa regalando un poster dal titolo Hand heART al quartiere giudecca che verrà affisso permanente esternamente. L’idea e di ringraziare attraverso l azione dello street artist il quartiere e l’ospitalità che ha trovato lo spazio AmMare in questi due anni di attività.

Lo spazio AmMare ospiterà una collettiva dove saranno presenti le opere di: Emanuele Vittorioso, Salvatore Mauro, Giuseppe Piccione, Saverio Magistri, Anna Milano Carè, canecapovolto, Filippo La Vaccara, MariaVittoria Trovato, LetteraVentidue, Davide Di Martino, Davide Lo Jacono , Walter Silvestrini, MADE Program.

Lo spazio AmMare è dedicato alla ricerca dei nuovi linguaggi della contemporaneità e offre anche uno spazio per il coworking ad altri creativi. E’ un luogo di produzione culturale, con un suo Temporary shop e con una sua linea di autori:
Salvatore Mauro, Giuseppe Piccione, Francesca Mirabile, Saverio Magistri, Anna Milano Carè, Francesco Lopes, Stefania Pennacchio, Danilo Torre, Carla Mura, Mariangela Savoia.

Lo spazio AmMare si trova in uno dei quartieri più dinamici dell’isola di Ortigia, il ghetto ebraico, infatti accanto abbiamo i bagni ebraici, si pensa che siano fra i primi insediamenti in Europa del popolo ebraico. Lo spazio è di 80 mq disposto su strada accanto a una delle fortezze spagnole “Forte Vigliena” che si affaccia sul mare. Lo spazio AmMARE è all’interno del palazzo Corpaci sede del exmuseo del cinema.

La direzione dello spazio è affidata a Salvatore Mauro e Anna Milano Carè.

Questo evento è collegato al concerto "DE MARION + MEKONIO" che si terrà presso la libreria Zaratan (corso Umberto I, n° 106) il 24 Maggio alle ore 19h.
#demarion #mekonio #concerto #libreriazaratan

ore 19:30 selezioni musicali a cura di Giovanni Fiderio (musica indipendente, colonne sonore).

View Event →
Siracusa: workshop di incisione su linoleum
May
19
to May 26

Siracusa: workshop di incisione su linoleum

workshop di incisione su linoleum.jpg

Workshop di incisione su linoleum: Cos’è la linoleografia?

La linoleografia è una tecnica di stampa d'arte diretta, riproducibile per una quantità quasi infinita di multipli, su supporti di carta, cartone o stoffa, che sfrutta l'uso di una matrice ricavata incidendo il negativo del soggetto da rappresentare su linoleum con delle sgorbie , che viene poi impressa con torchio xilografico o, nel nostro caso, con la tecnica della stampa a cucchiaio. Il corso ha come finalità di realizzare una stampa di 10x10.

A chi è rivolto?

A principianti e non, amanti dell'arte e a chiunque voglia imparare la tecnica incisoria, non è richiesta abilità nel disegno.

Come si svolgerà il corso

Introduzione teorica sulla tecnica di incisione diretta di stampa e spiegazione del concetto di “positivo” e “negativo”, propedeutico all'incisione xilografica e linoleografica.
Scelta del soggetto da realizzare ( tramite disegno o collage) e adattamento al linguaggio incisorio.
Preparazione della matrice e incisione su linoleum.
Prove di stampa con la tecnica del cucchiaio e preparazione di una stampa definitiva.
Impaginazione in un libretto d'artista a soffietto o in alternativa rilegato a mano.

Quanto dura il corso?

Saranno 4 lezioni di 3 ore ciascuna.

Quanto costa?

Il prezzo complessivo del workshop è di 50 € , in cui è incluso tutto il materiale necessario (matite, gomme,forbici, taglierino, fogli bianchi, fogli trasparenti, carta carbone,penne, pennarelli, timbrini, libri da consultare, lastra di linoleum, cartoncino, ago e filo, sgorbie di differente sezione e misura, inchiostro tipografico no toxic, rullo e cucchiaio ).


Il corso verrà attivato con un minimo di 5 partecipanti e un massimo di 10, prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti.

E' vivamente consigliato portare alla prima lezione l’immagine a cui ci si vuole ispirare; in alternativa si può realizzare il soggetto direttamente al corso.

View Event →
Siracusa: Casa America - Infiorata di Noto 2019
May
17
to May 19

Siracusa: Casa America - Infiorata di Noto 2019

casaamerica noto.jpg

Casamerica
—inaugurazione
Noto—palazzo Trigona
venerdì 17 maggio 2019 ore 17:30

In occasione della 40° edizione dell’Infiorata di Noto, dal 17 al 19 maggio 2019, all’interno del prestigioso palazzo Trigona, l’Accademia di Belle Arti di Catania promuove e organizza:
Casa America - narrazioni grafiche e sceniche
sul viaggio Sicilia—America
a cura di Gianni Latino, Antonino Viola e Aldo Zucco

Gli studenti del biennio di Design della Comunicazione Visiva espongono degli artefatti comunicativi sul viaggio intrapreso dai siciliani, attraverso un linguaggio visivo-testuale.
Quarantatré manifesti raccontano storie e testimonianze di donne e
di uomini che, dal 1878 al 1960, emigrarono in America, partendo dai principali porti italiani (Palermo in primis, ma anche Napoli e Genova).
Non si possono che ricordare le parole di Leonardo Sciascia scritte in occasione della pubblicazione Gli zii di Sicilia (Einaudi, 1958): «Sapevo che la quarantanovesima stella sarebbe stata la Sicilia, la bandiera americana ne ha quarantotto, con la Sicilia quarantanove, verso di diventare americani c’era.»

Gli studenti del triennio e biennio di Scenografia, teatro, cinema e televisione progettano un allestimento scenico come un ponte invisibile, una rete fitta di fili alla quale sono appese tutte le memorie e le nostalgie del Vecchio Continente — sporche di fatiche, stenti, disperazione e fame — e le luci, le ombre e le speranze
del Nuovo Mondo. Un filo, che attraversa l'esperienza emotiva e umana delle grandi migrazioni verso gli Stati Uniti, che collega e stringe le valigie della Partenza — povere, colme e gonfie, ammassate l'una sull'altra senza quasi più colore — capaci di narrare e tramandare oltreoceano le storie in esse contenute.
L’America, un mondo che per i tanti siciliani arrivati è tutto un grande cantiere; una fabbrica di città, grattacieli, metropolitane — troppo lontane dalle dorate città barocche lasciate a casa — ma affamate di lavoro e generose di opportunità, talmente grandi da trasformare timide e spaesate minoranze in parte integrante alla Società, un cantiere serrato di ponteggi di lavoro e ritmo incessante: è lo spazio
poetico nel quale il filo della memoria diviene poema visivo.

View Event →
Siracusa: Laboratorio di Cianotipia a cura di Fosca Democrito
May
17
3:00 PM15:00

Siracusa: Laboratorio di Cianotipia a cura di Fosca Democrito

laboratorio di cianotipia a cura di fosca democrito.jpg

In questo laboratorio sperimenteremo insieme la tecnica della Cianotipia, un antico metodo di stampa fotografica caratterizzata dal colore Blu di Prussia.
Si tratta di una stampa a contatto: i negativi fotografici o gli oggetti usati per la stampa vengono posizionati sulla carta trattata con sali ferrici ed esposti alla luce UV.
A fine laboratorio porterete a casa delle vere e proprie opere d'arte intrise di tutto il fascino della fotografia analogica!

Verranno messi a disposizione dei partecipanti degli elementi botanici da utilizzare per la stampa, ma vi suggeriamo anche di portate altri oggetti a vostro piacimento con cui poter creare le vostre composizioni cianotipiche.

Età consigliata: da 6 a 99 anni

Per informazioni e prenotazioni:
tel. 0931.090950
email: libreriazaratan@gmail.com

Costo del laboratorio: 20€ (inclusi i materiali e l'uso degli strumenti)

View Event →
Siracusa: mostra "Tellus Mater"
May
10
to May 31

Siracusa: mostra "Tellus Mater"

  • MOON - Move Ortigia Out of Normality (map)
  • Google Calendar ICS
tellus mater.jpg

A maggio Siracusa diventa la città delle arti, dove è possibile incontrarsi e condividere emozioni, sull’onda di un grande evento internazionale, le rappresentazioni classiche al Teatro greco. E proprio al tema scelto dalla Fondazione INDA, “Donna e guerra”, che avrà il suo filo conduttore nella maschera di dolore delle donne e nell’essere loro stesse vittime della guerra ma anche protagoniste attive dell’opposizione a ogni conflitto, si ispira la collettiva “Tellus Mater - le radici del femminile”, esposta dal 10 al 31 maggio al MOON – Move Ortigia Out of Normality in via Roma 112. In mostra opere di Salvatore Mauro, Stefania Pennacchio, Marco Pettinari e Giuseppe Piccione. Inaugurazione, venerdì 10 maggio, ore 19.

Il titolo della mostra richiama la dea romana della Terra, la grande madre protettrice, oggi sempre più minacciata dai cambiamenti climatici, dalle guerre e dal capitalismo sfrenato. Il messaggio antico diventa un grido di dolore odierno, trasformandosi nella speranza che le future generazioni creino una nuova civiltà, più rispettosa del creato e dell’essere umano. Il tema generale è declinato in un percorso espositivo articolato e vario per tecniche, materiali e finalità espressive.

Salvatore Mauro (Augusta, 1977) sin dal 2000 ha preso parte a personali e collettive in tutta Italia, interessandosi alle nuove forme d’ibridazione nell’arte contemporanea. È uno degli ideatori del BOX Art Festival, ospitato al MACRO di Roma e al Museo Laboratorio di Arte Contemporanea dell'Università La Sapienza. La fotografia, che è alla base della sua produzione, è manipolata con diversi materiali che le danno un effetto "acquatico". A cinque anni dalla sua retrospettiva alla Galleria Montevergini di Siracusa, riproporrà “La luce che mi confonde”, tre light box con foto di donne, dal significato simbolico e religioso, allusione all’ambigua valenza della luce che può rischiarare la realtà ma anche accecare.

Stefania Pennacchio (Varese, 1970) vive e lavora a Milano. Da oltre vent’anni si dedica alla scultura in ceramica, disciplina nella quale prima ha conseguito la laurea presso l’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria e poi ha affinato le tecniche giapponesi di cottura. Le sue sculture dedicate a figure e divinità femminili, hanno una straordinaria potenza evocativa e simbolica, con rimandi antichi e contemporanei, citazioni che spaziano attraverso i confini dello spazio e del tempo, déja-vu mnemonici e tracce antropologiche.

Marco Pettinari (Roma, 1972) vive e lavora a Pomezia. Si è avvicinato al mondo dell'arte solo dopo la prima laurea in Ingegneria Informatica, conseguendo la seconda in Arte figurativa all'Accademia di Belle Arti di Roma. I suoi molteplici interessi lo hanno portato a esprimersi con la pittura, la scultura, l’incisione, il design, la fotografia, le installazioni multimediali, utilizzando materiali sintetici, organici, riciclati e diversi tipi di supporti. Pettinari propone figure di donne o rappresentazioni femminili stilizzate che rimandano all’iconografia classica, realizzate attraverso la tecnica gestuale del dripping di resine pigmentate su pannelli di plexiglass.

Giuseppe Piccione (Siracusa, 1967), dopo l’infanzia trascorsa in Sud Africa, ha studiato Architettura a Firenze, esordendo sulla scena dell’arte nella metà degli anni Ottanta. Artista visivo, versatile e completo, comunica con installazioni, pittura, video arte, fotografia e tecniche digitali, creando dei ponti tra le arti. Piccione esporrà immagini e collage digitali inseriti tra due fogli di plexiglass trasparente (crystal photo) che conferiscono all’opera una nuova profondità. Al centro della sua ricerca espressiva, un universo femminile di visi inquietanti, angosciosi, onirici, sensuali, esotici, tribali, estrapolati dal mondo dei media, dai social network, dai cartelli pubblicitari delle metropoli, rielaborati con procedimenti pittorici o digitali.

La mostra sarà visibile tutti i giorni dalle ore 12 alle 15,30 e dalle 18,30 alle 22; martedì, per l’intera giornata, e mercoledì mattino chiuso.

View Event →
Siracusa: "Movenze gravitazionali"
May
5
to May 15

Siracusa: "Movenze gravitazionali"

  • Palazzo Beneventano Lentini (map)
  • Google Calendar ICS
movenze gravitazionali

Domenica 5 maggio, alle ore 11.00, presso il Palazzo Beneventano, Lentini, in coincidenza con le passeggiate di APPuntamenti in movimento, verrà inaugurata la mostra dal titolo "#MovenzeGravitazionali", una personale del talentuoso scultore palermitano Alessandro Costagliola.
La mostra, visitabile sino al 27 giugno, accoglie una selezione di sculture in terracotta del giovane artista formatosi all’istituto d’arte e all’Accademia di Belle Arti di Palermo che ha già al suo attivo la partecipazione a numerose collettive e la realizzazione di mostre personali presso prestigiose istituzioni culturali come la fondazione Fondazione Puglisi Cosentino per l'Arte di #Catania, dove ha esposto nel 2015, il Museo civico e il Palazzo Nicolaci di Noto, dove ha esposto nel 2016 e nel 2017, la galleria Arionte di Palermo e la Galleria Studio Barnum contemporary di Noto.

A introdurre l’artista sarà il responsabile del #PalazzoBeneventano, Giorgio Franco, coadiuvato dalla storica dell'arte Cristina Pulvirenti e dall'altra consigliera di direttivo Patrizia Vacante.

La mostra vuole essere una riflessione sul concetto di durata-movimento e di gravità così come vine interpretato dall’artista attraverso l’uso di una materia antichissima e di grande valore simbolico come l’#argilla, usata sin dall’antichità.

La mostra si inserisce all'interno di un percorso di ricerca e di studio che il palazzo ha avviato ormai da anni, avvalendosi come luogo polifunzionale del contemporaneo, transdisciplinare di elaborazione e di espressione della contemporaneità.

View Event →
Siracusa: "Radici" personale d'arte di Domenico Pellegrino
Apr
30
to May 13

Siracusa: "Radici" personale d'arte di Domenico Pellegrino

  • Palazzo Beneventano Lentini (map)
  • Google Calendar ICS
radici-personale d'arte

Radici ≽
di Domenico Pellegrino
a cura di Giorgio Franco
30 Apr. 2019 ore 19.00
Palazzo Beneventano – luogo del contemporaneo
via S.Francesco d'Assisi, 4
Lentini 96016
💡💡💡💡💡
In continuità con la propria ricerca artistica legata alla Sicilia e alle sue tradizioni popolari, #DomenicoPellegrino presenta una nuova istallazione dove fa rivivere, tramite l’arte delle luminarie, memorie, storie e tipicità dell'Isola.

I lavori di Domenico Pellegrino mostrano le città tra passato e presente, ma in una chiave vivace, passionale e legata al vissuto. Le luminarie sono “Simboli eterni scolpiti nel legno”, a ricordare “la rinascita, la via dei Santi, la luce dopo l’oblio”. Così Domenico Pellegrino, artista palermitano, racconta le sue luminarie, quelle che da secoli adornano le città del Sud Italia, durante le feste religiose e patronali. Pellegrino ne ha fatto il leitmotiv di alcuni progetti recenti: omaggi alla propria terra e a quei riti che scandiscono il tempo sacro e profano di una socialità popolare, tra sagre, processioni, prospetti barocchi, giostre, lustrini, edicole votive, insegne strobo ed altarini accesi.

Mischiando tavolozze di colori mediterranei, oggetti cult del profondo Sud, umori e rumori di vicoli affollati, sagome di cuori come ex voto-giocattolo, decori di carretti siciliani, profumi di street food e distese assolate, Pellegrino ha sfornato una collezione di oggetti impreziositi da file di lampadine e volute variopinte: luminarie impossibili, che incrociano reperti del quotidiano nel segno di un allegro folk contemporaneo.

View Event →
Siracusa: Beneventano Night Experience - visite guidate notturne
Apr
29
to May 15

Siracusa: Beneventano Night Experience - visite guidate notturne

  • Palazzo Beneventano Lentini (map)
  • Google Calendar ICS
beneventano night experience.jpg

29 e 30 Aprile - 1 Maggio
4 Turni > durata 40 minuti
start 20.00, 21.00, 22.00, 23.00

13, 14 e 15 Maggio
4 Turni > durata 40 minuti
start 20.00, 21.00, 22.00, 23.00

Il "Beneventano Night Experience" è un ciclo di sei appuntamenti dedicati all'esplorazione inedita della monumentale dimora storica della famiglia Beneventano da Lentini; ma anche del nostro mondo interiore attraverso un percorso di consapevolezza ed esperienze.

Le memorie, gli aneddoti ed il contesto ci suggeriscono l’idea di un viaggio visionario ed introspettivo dentro una foresta di racconti, simboli e colori.
Attraverso questo itinerario si vuole presentare un'immagine metafisica, oltre tempo, di una realtà già vissuta ma contemporanea.

Nel nostro lavoro di ricerca, l'attore si fa interprete del proprio segreto conoscendo l'uomo contemporaneo e riscoprendo il contatto con l'altro: una miscellanea che da sempre abita la cultura isolana.
A questo materiale unico scaturito dai partecipanti sarà dato corpo e voce, cioè sarà data una forma visibile ad immagini che altrimenti resterebbero recluse nel nostro immaginario.


_Gli itinerari sono a numero limitato previa prenotazione ai numeri 3331033184 e 3287167281;
per info lentini@italianostra.org

L'appuntamento sarà presso l'atrio di Palazzo Beneventano, sito in via S.Francesco d'Assisi, 4 - 96016 Lentini
E' consigliabile un pubblico adulto.

View Event →
Siracusa: Personale fotografica di Daniele Cascone
Apr
6
to Apr 26

Siracusa: Personale fotografica di Daniele Cascone

daniele cascone-fototeca siracusana

La mostra, semplicemente intitolata “Fotografie”, è un portfolio d’artista, la perfetta esecuzione di un genere fotografico di culto che trae le sue origini dalla più bella storia della fotografia, nel suo percorso verso l’autonomia di genere, verso la conquista del meritato posto nel grande Pantheon delle Arti.

Con queste premesse non può che trattarsi di una mostra accattivante per i contenuti.

Una dozzina o poco più di “inquadrature”, surreali, metafisiche, simboliste, (ma che importa catalogare quando riescono a catturare lo spettatore?) in cui Cascone usa la forza persuasiva del medium fotografico con estrema maestria. Egli crea l’enigma, manipola con impegno la banale realtà costringendola a deviare verso la metafisicità dei corpi e degli oggetti, della prospettiva e della luce, assegnandone nuovi valori.

Inconscio regista di un racconto di cui lo spettatore vedrà solo la scena finale: summa fotografica di un pensiero ordinatamente ricomposto (metafisico) sul palcoscenico del suo studio fotografico, enclave di sogni (surreale) in un mondo di sole banali certezze.


La mostra rimarrà aperta fino al 26 aprile, l’ingresso è libero.

View Event →
Siracusa: mostra "Plemmirio The deep blue world"
Apr
5
to Apr 12

Siracusa: mostra "Plemmirio The deep blue world"

Plemmirio the deep blue world

GIORNATA NAZIONALE DEL MARE 2019
Plemmirio the Deep Blue World
Mostra Collettiva di foto e video in Amp Plemmirio
dal 5 al 10 aprile escluso sabato e domenica - 9,30/12,30 - ingresso libero –

Giornate Scuole - 9,00/12,00
Venerdì 5 aprile
Mercoledì 10 aprile
Venerdì 12 aprile

******

sala “Ferruzza –Romano” - Sede Consorzio Plemmirio
via G. Abela (comprensorio Castello Maniace) – Siracusa

Siracusa, 1 aprile 2019

Una mostra di foto e video subacquei sui tesori dell’Area Marina Protetta Plemmirio in occasione della Giornata Nazionale del Mare che si celebra l’11 aprile.
L’Area Marina Protetta Plemmirio apre le porte della sua bellissima sede ai lavori di un team di fotografi e videomaker professionisti i quali, per la speciale occasione, hanno istallato una esposizione all’interno della sala “Ferruzza-Romano”, nella suggestiva location prospiciente al Castello Maniace.
La mostra collettiva dal titolo “Plemmirio the Deep Blue World” sarà presentata alle scuole dagli stessi autori, con tre appuntamenti (il 5, il 10 e il 12 aprile) nel corso della quale avrà luogo anche un momento didattico di educazione ambientale e di introduzione alla conoscenza dell’oasi marina siracusana, curato dalla biologa marina Linda Pasolli.
Sono circa trecento gli studenti degli istituti superiori di secondo grado coinvolti nell’iniziativa e provenienti da quattro scuole: l’Istituto Tecnico Commerciale “A.Rizza”, il Liceo Statale polivalente “Quintiliano”, l’Istituto Professionale Alberghiero “Federico II di Svevia” e l’Istituto d’Istruzione superiore liceo “Gargallo”.

L’iniziativa rivolta alle scuole vedrà, di volta in volta, la partecipazione degli autori e cioè i fotografi Alfredo Milazzo, Elio Nicosia ed Emanuele Vitale e i videomaker Stefano Mirabella e Antonio Drosi i quali illustreranno i loro lavori e daranno anche la possibilità di una interazione diretta agli studenti partecipanti.

La mostra sarà inoltre aperta liberamente al pubblico dal 5 al 12 aprile, dalle 9,30 alle 12,30, escluso il sabato e la domenica.

<<Ringraziamo per la grande disponibilità – afferma la presidente dell’Amp Patrizia Maiorca - i fotografi e i videomaker che con il loro generoso contributo ci hanno fornito un bellissimo strumento per celebrare la Giornata Nazionale del Mare, introdotta l’anno scorso dalla riforma del Codice della Nautica da Diporto voluta dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con il concerto del MIUR. Si tratta di una giornata pensata proprio per le scuole con lo scopo di sviluppare la cultura del mare inteso come risorsa di valore culturale, scientifico, ricreativo ed economico>>.

View Event →
Siracusa: SOY - personale fotografica di Domenico Pititto
Mar
2
to Mar 16

Siracusa: SOY - personale fotografica di Domenico Pititto

soy.jpg

Sabato 2 marzo prossimo, alle ore 19:00, presso la galleria di Fototeca Siracusana, s’inaugurerà “SOY”, mostra personale di Domenico Pititto, giovane fotografo siciliano alle sue prime esperienze espositive. Il genere è quello del reportage sociale di viaggio, i racconti dei viaggiatori che incontrano e scambiano esperienze con popoli di cui si conosce a malapena l’esistenza. Per il fotografo siciliano, le persone, la gente, più che i luoghi, fanno la differenza e la nuova esperienza.

View Event →
Siracusa: incontro e workshop con la fotografa Olga Ingurazova
Feb
16
to Feb 18

Siracusa: incontro e workshop con la fotografa Olga Ingurazova

olga ingurazova.jpg

Libreria Zaratan presenta:

Incontro e Workshop con la fotografa Olga Ingurazova

Il workshop si articolerà in tre incontri diversi:

* Giorno 1 (Sabato 16 Febbraio, ore 16.30 - 19.00, Libreria Zaratan)
La giornalista e fotografa internazionale pluripremiata Olga Ingurazova parlerà delle attuali tendenze del giornalismo fotografico; dell'importanza di cancellare i confini tra l'artista e il pubblico e di come le arti visive siano in grado di stabilire un dialogo tra le persone e provocare importanti cambiamenti sociali.

Solo per i visitatori della Libreria Zaratan, Olga mostrerà il materiale esclusivo del suo ultimo progetto fotografico "Le Cicatrici dell'Indipendenza: La Storia del Lupo" e vi racconterà come per quattro anni ha raccolto storie di abitanti di Stati non riconosciuti del Caucaso Russo e dei paesi dell'ex Unione Sovietica.

Invitiamo tutti a trascorrere la serata in nostra compagnia, partecipando alla discussione con Olga.

Costo per la giornata di Sabato 16 Febbraio: 5 euro

----------------------------------------------------------------

* Giorno 2 (Domenica 17 Febbraio, ore 10.00 - 13.00, Ortigia)

Passeggiata fotografica con Olga Ingurazova.
Avrete l'occasione di creare un progetto fotografico sulle strade di Siracusa in cui voi stessi sarete creatori e protagonisti coadiuvati dalla fotogiornalista.

Durante la passeggiata, vi libererete dagli stereotipi associati all'arte della fotografia, imparerete a trovare idee creative e capirete come raccontare visivamente una storia.

Il workshop non ha limiti di età e non richiede competenze tecniche. È necessario semplicemente avere una macchina fotografica (di qualsiasi marca e qualità: nel caso in cui non avete la macchina fotografica potrete anche usare il cellulare).

Appuntamento presso la Libreria Zaratan alle ore 10:00.

Costo per la giornata di Domenica 17 Febbraio: 5 euro

----------------------------------------------------------------

* Giorno 3 (Lunedì 18 Febbraio, ore 18.00 - 21.00, Libreria Zaratan)

Olga Ingurazova discuterà insieme ai partecipanti dell'attività svolta e dell'esperienza maturata durante il workshop.
Anche quest'incontro sarà aperto a tutti coloro che sono interessati a capire come costruire una storia attraverso la fotografia.

I partecipanti del workshop di Domenica sono invitati a portare i propri lavori fotografici o visuali (massimo 30 foto, o un video) per la lettura portfolio con Olga Ingurazova.

Costo per la giornata di Lunedì 18 Febbraio: 5 euro

----------------------------------------------------------------

Olga Ingurazova è una fotografa e giornalista documentaria. Nata a Mosca nel 1985, Olga ha iniziato la sua carriera documentando gli effetti dei conflitti militari in diversi paesi del mondo. Nel 2015 è stata inserita nelle liste internazionali delle "30 donne fotografe sotto i 30 anni che vale la pena di vedere" e dei "30 migliori giovani fotografi documentaristi" secondo l'agenzia fotografica Magnum Photo. Da allora, le sue opere sono state premiate ed esposte a livello internazionale.

Oggi Olga collabora con i media di tutto il mondo. Usa le sue capacità professionali per creare nuove piattaforme in cui artisti e pubblico diventano un'unica comunità.

Ulteriori informazioni su Olga:
www.ingurazia.com
https://www.facebook.com/olga.ingurazova

View Event →
Siracusa: visite guidate al Castello Maniace
Feb
3
to May 5

Siracusa: visite guidate al Castello Maniace

  • Castello Maniace Ortigia (map)
  • Google Calendar ICS

Con questa visita guidata andremo a riscoprire uno dei più emblematici monumenti siracusani: il castello Maniace che con la sua caratteristica mole, domina la punta dell'isola di Ortigia.
Da pochi mesi è terminata una prima fase di restauri, il che ci consentirà di visitare la suggestiva sala ipostila, oltre all'antiquarium ed alla fortezza borbonica con le sue incantevoli vedute sulla baia del porto grande.
La visita guidata sarà curata dalle guide turistiche autorizzate di Hermes Sicily Guides & Tours. La visita ha una durata di circa 1h30m.
-
Il percorso di visita nella fortezza non presenta particolari difficoltà, si consiglia, in ogni caso, un abbigliamento comodo.
______________________________________________________
DATE e ORARIO

3 febbraio 2019

- gruppo 1, incontro 10.15; partenza 10.30

5 maggio 2019

- gruppo 1, incontro 10.15; partenza 10.30
______________________________________________________
Quota di partecipazione alla visita guidata: € 7 (bambini 6-13 anni ridotto € 3,50, gratuito fino a 5 anni). Diritti di prevendita esclusi.
______________________________________________________
Prenotazione

Utilizzare il modulo al link sottostante o cliccare su "biglietti".
Selezionare poi la data e l'orario e inserire i dati personali e quelli della carta prepagata (es. Postepay) o carta di credito per il pagamento.
La prenotazione è cancellabile gratuitamente fino a 48 ore prima del tour.

https://fareharbor.com/embeds/book/hermes-sicily/items/90429/?full-items=yes&flow=64406


NEWSLETTER
Per rimanere aggiornati sulle nostre visite guidate ed escursioni di gruppo, iscrivetevi alla nostra mailing list al link: http://eepurl.com/dHwE05

View Event →
Siracusa: La Jeunesse de la photographie - Luca Dimartino
Feb
2
to Feb 16

Siracusa: La Jeunesse de la photographie - Luca Dimartino

la jeunesse.jpg

La fotografia della fotografia.
Nel tempo dell'uso/abuso delle immagini, Dimartino richiama all'ordine, lo fa con un abile coup de théâtre fotografico attraverso la duplice rappresentazione negativo-positiva di una serie di ritratti propri dell'universo dell'artista. Il bianco e il nero come richiamo agli inizi della fotografia (La jeunesse...), ma anche alla sua filosofica ambiguità, alla poesia e a tutto ciò che riesce a evocare negli intimi risvolti dell'umanità. Un invito alla riflessione e un omaggio alla fotografia nell'immaginario del pubblico.

View Event →
Siracusa: Cenere-Delitto e Castigo
Jan
27
to Feb 24

Siracusa: Cenere-Delitto e Castigo

  • Palazzo Beneventano Lentini (map)
  • Google Calendar ICS

*Cenere* delitto e castigo

Una installazione di Momò Calascibetta e un racconto di Dario Orphèe intorno al "sistema" dell’Arte.

a cura di Andrea Guastella
coordinamento Giorgio Franco


Vizi, Virtù, Godimenti, dei signori dell'Arte in Sicilia.

Si inaugura domenica 27 gennaio 2019, alle ore 18.00, presso il Museo d’arte contemporanea di Palazzo Beneventano a Lentini(SR) la rassegna di Momò Calascibetta e Dario Orphée Cenere–Delitto e Castigo, a cura di Andrea Guastella.
Si dice che l’assassino torni sempre sul luogo del delitto; nel nostro caso, sono piuttosto i luoghi a inseguire gli assassini. E non è certo un caso che gli autori di Cenere, su cui ricade la colpa di aver ucciso e seppellito i potenti dell’arte in Sicilia – Dario Orphée ha raccontato di una mostra nata morta, Momò Calascibetta invece i morti li ha risuscitati, sigillandoli in loculi di 69x69 cm. ciascuno –, se ne siano accorti proprio a Lentini, patria di quel sofista che, arrivando a teorizzare l’innocenza di Elena, non era lontano dall’ammettere l’universalità del male: se tutti sono innocenti, nessuno è incolpevole.

Men che meno gli autori che, come il protagonista dell’immortale romanzo di Dostoevskij, dopo essersi accaniti contro i pupi siciliani, sono assaliti dai sensi di colpa e si struggono, tra una risata e una vodka, in attesa di un perdono che non chiederanno mai.La rassegna, itinerante, inaugurata alla Farm di Favara lo scorso 16 giugno, e che ha già toccato il Polo Museale A. Cordici di Erice, l’ex chiesa di San Giovanni a Gela, Palazzo La Rocca a Ragusa e il Museo Mandralisca a Cefalù, toccherà i principali musei della Sicilia per poi spostarsi in Italia e in Europa.

Momò Calascibetta nasce a Palermo. Si laurea in architettura con Gregotti ma sceglie di dedicarsi esclusivamente alla pittura; pittura che Leonardo Sciascia definirà “il racconto dettagliato dell’imbestiamento di una classe di potere già sufficientemente imbestiata nella più lata avarizia e nella più lata rapacità...”. I suoi personaggi hanno assistito “alla caduta degli dei” ma conservano l’imprinting del mito più alto; i suoi “relitti umani” divorano con cupidigia, godono e si preparano all’atto unico, forse finale, dell’effusione amorosa, della totale consunzione carnale dell’individuo, del deliquio dei sensi nella sfrenatezza di un’avida passione. Nel 1982 si trasferisce a Milano dove nascono Comiso Park, Piazza della Vergogna, De l’amour, Labirinto Verticale: serie di opere che verranno esposte alla Fondazione Corrente, alla Fondazione Mudima, alla Galleria Jannone, alla Galleria Daverio ed in fiere internazionali come Arte Fiera di Bologna, MiArt, Artexpo New York Coliseum, Art Basel, Arco Fiera di Madrid. Nel 2002 la Fondazione Mudima, a cura di Philippe Daverio, organizza una mostra-evento dal titolo Terromnia, dove vengono per la prima volta raccolte le sculture e i dipinti più rappresentativi di tutte le serie. La mostra susciterà l’interesse di Gillo Dorfles, Alessandro Riva, Marco Meneguzzo, Liana Bortolon e Giovanni Quadrio Curzio. Nel 2004 è ospite coi suoi lavori alla trasmissione Passepartout di Philippe Daverio su RAI 3 e nel 2005 un suo grande dipinto, Il gelato di Tariq, viene utilizzato per l’allestimento del set delle nove trasmissioni estive di Passepartout. Memorabile la sua esperienza di (non) partecipazione alla Biennale di Venezia del 2005, in occasione della quale organizza il progetto collaterale Esserci al Padiglione Italia, mostra di protesta contro un “mondo dell’arte” dominato da lobby finanziarie cieche ed arroganti, sempre più separate dalla vita reale. Nel 2005 col progetto Plotart a cura di Gianluca Marziani è coinvolto in diverse gallerie d’arte in Europa (Studio Senko, Danimarca; Dot Galerie, Svizzera; Fondazione Carlo Molineris, Svizzera; Galerie Kiron, Francia; Rar Galerie, Olanda; Galerie Hartdiest, Belgio; Blanca Soto, Spagna; Galleria Arturarte, Italia; La Sala Naranja, Spagna). Data al 2007 un’antologica intorno al tema del “sorriso” a cura di Vincenzo Consolo al Museo Mandralisca di Cefalù e al 2009 l’acquisizione di una sua opera al Museo Guttuso di Bagheria. Nel 2016 è il turno di Momeide, un’antologica alla Civica Raccolta Cappello a Ragusa, a cura di Andrea Guastella, e nel 2017 di un’istallazione alla Farm Cultural Park di Favara da titolo provocatorio Agrigentèrotique, a cura di Dario Orphée. Cenere, l’ultimo progetto itinerante realizzato in collaborazione con lo scrittore Dario Orphée e a cura di Andrea Guastella, lo vede presente dal 2018 al 2019 nei principali siti espositivi e musei della Sicilia, terra in cui l’artista, come hanno rilevato Sciascia, Bufalino e Consolo, è profondamente radicato. E anche in questo ciclo non vengono meno i tratti del disegnatore satirico di razza evidenziati un po’ da tutti i critici – da de Micheli a Soavi, da Dentice a Testori, da Daverio a Dorfles a Meneguzzo – che lo hanno seguito da vicino.



Nato ad Agrigento, Dario Orphée ha conseguito la maturità scientifica e la laurea magistrale in filosofia. Insegna Estetica ed Etica della Comunicazione presso l’Accademia di Belle Arti di Agrigento e Progettazione delle Professionalità presso l’Accademia di Belle Arti di Catania. Critico e curatore indipendente, collabora con numerose riviste – scrivendo di critica d’arte e teatrale, estetica, filosofia della natura e filosofia dell’agricoltura – tra cui “Segno”, “Il Pickwick”, “Permacultura & Transizione” e “Balarm”. Attualmente si occupa dello studio del sentimento, di gnoseologia dell’arte, di estetica ecobiologica e di scienze naturali.

View Event →
Siracusa: Percorsi di Luce - Artemide, Demetra e Lucia
Dec
15
to Jan 6

Siracusa: Percorsi di Luce - Artemide, Demetra e Lucia

  • Museo Archeologico Regionale P. Orsi Siracusa (map)
  • Google Calendar ICS
percorsi di luce.jpg

Un viaggio tra l'antico ed il moderno, tra miti ,simboli, riti e miracoli dove la luce in vari modi si manifesta. 
Artemide ,Demetra e Lucia, Dee e Sante che come madri, sorelle ed amiche ci accompagneranno verso un mondo magico che non è poi cosi distante da noi.
Siracusa da sempre città di eternità,di luce, e di donne...

A voyage between past and present day, through myths,symbols, rites and miracles where the light shines
Arthemis, Demeter and Lucia, Goddesses and Saints like mothers, sisters and friends guiding us into a magic world, not so far from us.
Siracusa, eternal land of light and women

I luoghi del percorso:
Museo archeologico Paolo Orsi
Piazza della Vittoria
Piazza Santa Lucia
Itinerary:
Archaeological Museum Paolo Orsi 
Santa Lucia square

Da sapere:
Date 15/22/23/29/30 Dicembre 2018
5/6 gennaio 2019
costo a persona: 15,00 (comprensivo di ingresso al museo)
8-18 anni : 10,00euro
fino a 8 anni: gratuito

richiesta la prenotazione al 3333784101 / 3393513862 (anche via whatsapp)
o qui sul gruppo AGTSiracusa
durata: quasi 3 ore.
Appuntamento: h. 9.30 museo Paolo Orsi
to know: 
Dates: 15/22/23/29/30 Dicembre 2018
5/6 gennaio 2019
price per person : 15,00 euro (entrance fees included)
8-10 years: 10,00 euro
up to 8 years: free
please take a reservation on 3477533898 
time : about 3h

con chi: guide turistiche qualificate AGT Siracusa
with the qualified Tourist guides of AGT Siracusa

English,French,Spanish & Portuguese Language tours available

View Event →
Siracusa: Incontro con il prof. A. R. Tomagra
Dec
14
6:30 PM18:30

Siracusa: Incontro con il prof. A. R. Tomagra

prof tomagra.jpg

Un pomeriggio di conversazione con il prof. Tomagra dell'Accademia di Belle Arti di Catania (Corso di Fotografia) con il quale si parlerà su come riuscire a raccontare una storia per andare oltre “la bella fotografia” o su come produrre immagini che siano elementi di un progetto ragionato. 
E’ questo il salto di qualità che può fare il fotografo che non è più semplice amatore produttore di tanti singoli scatti, magari belli ma estemporanei e slegati l’uno dall’altro, ma un fotografo in grado di produrre un progetto fotografico.
Questo approccio ha un valore aggiunto ancora maggiore nell’era del digitale che ha portato ad un’enorme produzione di immagini.

View Event →
Siracusa: personale fotografica di Filippo Sproviero "Sale"
Dec
7
to Jan 6

Siracusa: personale fotografica di Filippo Sproviero "Sale"

Venerdì 7 dicembre prossimo, alle ore 18:30, presso la galleria di Fototeca Siracusana, s’inaugurerà “Sale”, mostra personale di Filippo Sproviero, fotografo di origine nissena, da molti anni residente a Perugia. 
Appassionato cultore del bianco e nero, il “richiamo del sangue” l’ha condotto spesso in Sicilia ad annotare nel suo taccuino d’immagini, luoghi, storie e volti. “Sale” è un compendio di questi appunti, selezionati per la mostra allestita presso la Fototeca Siracusana. 
Fotografo di eventi musicali importanti come Umbria Jazz, il suo punto di vista sulla narrazione fotografica non prevede orpelli o furbe spettacolarizzazioni: Sproviero mira al cuore dei fatti, filtra il senso della scena dalle informazioni ridondanti, a favore di una sintesi sempre convincente. 
Tra i diversi libri che ha pubblicato: "I colori del Jazz" (Ed. F.Motta Ed., 2010); "La fontana Maggiore di Perugia, Immagini di un restauro" (Ed. Guerra 1999); "Jazzbackstage in black&white" (Futura Ed. 2010); coautore del libro "Jazz e… solo Jazz" (FIAF Ed. 2002); "Umbria Jazz trent'anni come far suonare un libro" (Quattroemme Ed. 2003); coautore del libro "Tra l’Halycus e l’Himera" (Ed. Gruppo Culturale dell’Immagine 1985).

View Event →
Siracusa: mostra "Life's Journey" di Fang Tong
Oct
20
to Nov 18

Siracusa: mostra "Life's Journey" di Fang Tong

“Life’s Journey” è una serie di venti immagini tratte dall’ampio progetto dell’artista, “istantanee non istantanee” scattate su sfondi di vita comune, dentro le stanze di un motel qualsiasi, frequentato da persone qualsiasi in una parte del mondo qualsiasi. Tableau che rivelano racconti fortemente probabili di una disarmante quotidianità in cui trovare l’essenza stessa della vita recuperata dal caos della modernità che trascina tutti in un ordine omologato e spesso inconsapevole. Riprendersi la vita, a cominciare dagli aspetti più semplici, dai bisogni più elementari come la ricerca della propria serenità. Questo è il messaggio, e questa è la fotografia di Fang Tong, artista cino-canadese con studi accademici a Shangai e Parigi. 
L'artista sarà presente per l'inaugurazione.

View Event →
Siracusa: Artigia n.1 Nuove visioni del Contemporaneo
Oct
13
to Oct 30

Siracusa: Artigia n.1 Nuove visioni del Contemporaneo

  • Via Resalibera Siracusa, Sicilia, 96100 Italia (map)
  • Google Calendar ICS
artigia.jpg

Sabato 13 ottobre alle ore 18, in occasione della quattordicesima Giornata del Contemporaneo indetta da AMACI - Associazione dei Musei d'Arte Contemporanea Italiani, sarà inaugurata negli spazi espositivi di Artigia a Siracusa, "Art-igia n. 1. Nuove visioni del contemporaneo", la collettiva nata da un'idea del linker art Benedetto Speranza e dell'artista Giuseppe Bombaci.

La mostra, con opere di Evita Andujar, Marco Bettio, Gabriele Colletto, Salvatore Difranco, Demetrio Di Grado, Alessandro Gurcy Gurciullo, Sarah Ledda, Maurizio Pometti, Samantha Torrisi, Massimiliano Usai, intende evidenziare il magma creativo, l'eclettismo stilistico, le affinità e le assonanze, i punti d'incontro ma anche le differenze, la compresenza di molteplici linguaggi e tecniche che caratterizzano lo scenario dell'arte contemporanea. Non a caso sono stati selezioni artisti diversi tra loro per origine e formazione: alcuni legati al territorio, altri provenienti da realtà diverse ma che per il loro sentire o per il loro modo di vivere si sono avvicinati alla realtà siciliana e, in particolare, siracusana. Dai delicati volti di donna tratteggiati dalla matita di Maurizio Pometti alla prorompente sensualità degli smalti monocromi di Salvatore Difranco, dalle atmosfere oniriche degli oli di Samantha Torrisi alle sinistre visioni di Gabriele Colletto, ai ritratti di donne di Sarah Ledda ed Evita Andújar si dipana un percorso espositivo ricco e articolato che ha per protagonisti il confronto e la diversità espressiva dei linguaggi contemporanei.

La mostra resterà aperta fino al 30 ottobre e potrà essere visitata tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle ore 10 alle 13 e dalle 17 alle 20.

Info e contatti:
Artigia
via Resalibera, 2
Ortigia, Siracusa
tel. 393 9959249
speranzabenny@gmail.com

https://www.inpressufficiostampa.com/2018/09/artigia-dieci-artisti-in-mostra-per-la.html?m=1

View Event →
Siracusa: Corso Base di Fotografia con Roberto Zampino
Sep
28
to Oct 31

Siracusa: Corso Base di Fotografia con Roberto Zampino

  • Slowmotion - Workshop & Photography (map)
  • Google Calendar ICS
corso base di fotografia zampino.jpg

Ti è mai capitato Di visitare un luogo e avere L’ardente desiderio di essere in grado di trasmetterne l’essenza e la bellezza ? 
Cosa succede ? 

Oppure avere una persona cara affianco e volerla fotografare senza grandi risultati? 

Facciamo delle fotografie e puntualmente non vengono come vorremmo .

Addirittura il nostro cellulare sembra avere una dote naturale per farci arrabbiare con la nostra super reflex realizzando fotografie spettacolari senza alcuno sforzo ...

Come è possibile ?

Il cellulare oggi è un mezzo potentissimo, tuttavia le immagini hanno dei limiti sostanziali che non possono essere sottovalutati

Ci sarà un motivo per cui ancora andiamo in giro con obiettivi, cavalletti e così via :) 

Allora come si fa a realizzare immagini spettacolari e portare a casa memorie che rendono giustizia alla meraviglia a cui assistiamo ?

- Conoscere il mezzo è fondamentale

- Utilizzare la luce è imprescindibile

- Comporre fa la differenza

Tutto questo va imparato e praticato ... 

Ma i libri sono prolissi, i tutorial su YouTube spesso superficiali e scorretti e andare a tentativi potrebbe portare a mollare ...

Per questo dieci anni fa ho cominciato a fare i primi corsi . 

Avevo avuto l’onore e il privilegio di studiare fotografia e lavorare subito come fotografo. La mia più grande scuola è stata l’esperienza diretta, che ho riassunto e distillato in una serie di lezioni che ti porteranno a creare immagini mozzafiato e soprattutto imparare divertendoti

Sono passati 10 anni dal mio primo corso

Le tecniche si sono evolute , ho girato buona parte di mondo e ogni stagione trasporto nelle mie classi nuove tecniche e metodi che faranno della tua fotografia qualcosa di assolutamente unico :)

Il prossimo corso avrà solo 20 posti
I primi 10 avranno un prezzo speciale di 310 Euro Invece di 340 :) 

e un bel regalo ( degli hotel in giro per l’Italia mi hanno regalo dei soggiorni )

Quando ? 28 Settembre prima lezione gratuita

Dove ? Siracusa  
Con chi ? Con me Roberto Zampino Photographer

Prezzo?
310 se prenoti entro agosto

INFO —> info@slowmotiontravels.com

Un abbraccio
Roberto :)

View Event →
Siracusa: Centomila Artisti per il cambiamento
Sep
28
to Sep 29

Siracusa: Centomila Artisti per il cambiamento

centomila artisti.jpg

Cerimonia conclusiva dell'evento mondiale per un mondo migliore "100mila Artisti per il cambiamento" promosso contestualmente in tutto il mondo l'ultimo sabato del mese di Settembre.
Anche Siracusa ha aderito quest'anno all'iniziativa : su proposta della prof.ssa Ella Ciulla si è costituito un Comitato Culturale Siracusano composto da sette Associazioni da tempo radicate nel territorio tra cui il Centro Studi Turiddu Bella . La manifestazione si svolgerà in due giorni il 28/09/ '18 una "libera conversazione sull'arte" giorno 29/09/ '18 "Evento Artistico di premiazione".

View Event →
Siracusa: Corso di Fotografia con Marcello Bianca
Sep
21
8:00 PM20:00

Siracusa: Corso di Fotografia con Marcello Bianca

Prenota qui ➡➡➡ https://bit.ly/2ngDncw

Alzi le mani chi non ha mai sognato frequentare un corso di fotografia? Ti ho visto! È inutile che ti nascondi. E adesso che facciamo? Se pensi che prima o poi, c’è sempre tempo, un giorno quando i figli saranno grandi… non scrollare verso il basso e chiudi subito questo evento: contiene uno dei tuoi possibili sogni nel cassetto.

Sei ancora qui? Allora i tuoi sogni hanno avuto la meglio. 

Venerdì 21 settembre alle 20.00 ti aspettiamo al Jolly Aretusa Palace Hotel, Corso Gelone 45 (Siracusa), per la presentazione Corso Base di Fotografia Vuoi sapere cosa ti aspetta? Dai un’occhiata qua.
➡➡➡https://bit.ly/2KwdKOe

Ti anticipiamo che il corso sarà tenuto dal fotografo Marcello Bianca (http://marcellobianca.it/ ), sì proprio lui, il fotografo della luna. Ti diciamo pure che la 1° lezione è gratuita e non comporta alcun impegno, basta iscriversi qui: ➡➡➡https://bit.ly/2ngDncw

Durante le 40 ore di corso, suddivise in 10 lezioni in aula (da 3 ore ciascuna) + 2 uscite di gruppo, imparerai a conoscere, gestire e sfruttare il tuo corredo fotografico. Si partirà dai principi della buona Fotografia per arrivare fino alle parti più tecniche e operative. Inoltre, se ti iscriverai entro il 21 settembre pagherai 280 € (IVA inclusa) invece che 320 € (IVA inclusa)

Ma non finisce qui. Siccome in Ermes Formazione ne facciamo di tutti i colori, ops volevamo dire di tutti i corsi, abbiamo preparato un maratona di corsi a cui potrai partecipare. E poi non dire che non te l’avevamo detto ;)  

Programma corsi (Ingresso libero)
15:00-16:00 Corso di Wedding Planner, con Silvia Spadaro
16:00-17:00 Corso di Portamento e Galateo, con Maria Campisi
17:00-18:00 Corso di Cucito, con Velia Nucelli
18:00-19:00 Corso di Cucina, con Maurizio Urso
19:00-20:00 Corso di Scrittura Aziendale, con Emiliano Colomasi
20:00-22:00 Corso Base di Fotografia, con Marcello Bianca

Prenotati qua ➡➡➡https://bit.ly/2ngDncw

View Event →