Filtering by: palermo
Palermo: Daniele Sito presenta "Uno di noi"
Sep
21
7:00 PM19:00

Palermo: Daniele Sito presenta "Uno di noi"

uno di noi.jpg

Sabato 21 settembre alle 19:00, presentazione del libro "Uno di noi" di Daniele Zito, Miraggi Edizioni.
Dialoga con l'autore Mariela Peritore Fabbri
---------------------------------------------
UN ROMANZO SCRITTO IN FORMA DI TRAGEDIA GRECA
IL MALE DEI NOSTRI GIORNI, LA VIOLENZA, NESSUNA ACCONDISCENDENZA. SENZA PERDONO.

Quattro amici di vecchia data, alla fine di una partita di calcetto, decidono di dare fuoco a una baraccopoli. Lo fanno così, senza una ragiona precisa, spinti dall’euforia del momento. Purtroppo, il loro gesto si trasformerà in tragedia.
Il drammatico evento lascia su tutti i personaggi coinvolti tracce indelebili, Uno di noi ne è il resoconto, senza escludere nessuno, né le vittime, né i carnefici.
È un libro duro, fatto di rabbia, di odio, di frustrazione. Parla di padri minuscoli, delle loro colpe, del loro inutile pentimento. Parla del ventre molle del Paese, della sua inesorabile deriva forcaiola. Parla dell’impossibilità del perdono.
E poi c’è la scrittura, che divora ogni cosa, trasformandola in letteratura.
----------------------------------------------
Daniele Zito ha trentanove anni, è nato a Siracusa, vive e lavora a Catania. Collabora con L’«Indice dei libri del mese» e «Che fare». Ha esordito nel 2013 con La solitudine di un riporto (Hacca). Il suo secondo romanzo, Robledo (2017, Fazi) è stato pubblicato anche in Francia. Nel 2018 ha pubblicato: Catania non guarda il mare (Laterza Contromano).

View Event →

Palermo: Un ricordo di Andrea Camilleri con Simonetta Agnello Hornby
Jul
24
6:00 PM18:00

Palermo: Un ricordo di Andrea Camilleri con Simonetta Agnello Hornby

"Andrea Camilleri. 93 anni. Una vita fruttuosa e di successo. La mia tristezza si confonde con la sensazione che continuerò a sentire la sua presenza e la sua parola così viva e piena di tempo.
Oggi ho pensato che vorrei aspettare prima di intervenire con una valutazione più approfondita e accurata della mia amicizia per lui e della sua opera. Mi sembra che il più grande scrittore siciliano del dopoguerra si meriti affetto e attenzione.
Lo farò. Scriverò. È una promessa che innanzitutto faccio a lui. Lui che è stato l'uomo più generoso che io abbia mai conosciuto, ora ha bisogno della mia generosità. Per ora voglio anticipare che lo ringrazio, per quello che ha fatto per me, per mio figlio Giorgio, per tutti quelli in cui ha visto creatività e talento.
Ad Andrea noi tutti dobbiamo tanto come scrittori e come cittadini di una Italia che cerca di essere un Paese civile."

Questo il messaggio che la scrittrice Simonetta Agnello Hornby ha affidato alla sua pagina facebook all'indomani della morte di Andrea Camilleri.

Mercoledì 24 alle 18 l'autrice de La mennulara sarà in libreria per ricordare con noi e tutti i lettori la figura del Maestro e leggere insieme alcuni brani delle sue opere.

Vini offerti da Tasca d'Almerita, sponsor di cultura
Sponsor tecnico: The Hotel Sphere - Hotel Plaza Opéra e Principe di Villafranca.

View Event →
Palermo: Presentimenti - 20 autori si raccontano
Jul
5
7:00 PM19:00

Palermo: Presentimenti - 20 autori si raccontano

presentimenti.jpg

Sotto il ficus centenario parliamo di un argomento intrigante come "I presentimenti". Venti autori vi raccontano i loro: seri, divertenti, ironici, scettici e preoccupanti. Carla Garofalo, presidente dell'Associazione Flavio Beninati che cura la collana Quadrifogli di cui questo è il settimo "figlio" e Beatrice Agnello, editor e curatrice della scuola di scrittura creativa di cui sono il frutto questi racconti, ci guideranno alla scoperta di questo libro.
Alcuni brani saranno letti da Stefania BLANDEBURGO.
A seguire un piccolo aperitivo.

View Event →
Palermo: presentazione "Piccola italiana"
Jul
3
6:00 PM18:00

Palermo: presentazione "Piccola italiana"

piccola italiana.jpg

Mercoledì 3 Luglio, daremo spazio a Giacomo Cacciatore, autore di PICCOLA ITALIANA, romanzo storico ambientato durante il ventennio. Presenta e legge qualche brano Aneeta Sansone.

Sotto il regime fascista, Agata Amodio viene abbandonata
sulla soglia di un istituto gestito da suore. La piccola crescerà
lì, dimostrandosi presto “diversa”: bizzarra, riottosa
e autonoma in un contesto in cui l’autonomia non è affatto
prevista. I suoi rapporti con le religiose e con le insegnanti
non saranno facili. Né quelli con le compagne di scuola. Per
il suo temperamento, Agata diventerà un “caso” da sottoporre
all’inquietante psichiatra dottor Marcus e alla sorveglianza
della vigilatrice Itala Calcaterra, da sempre invaghita
di Mussolini e persa in vaneggiamenti su una possibile storia
d’amore con lui.
Agata riuscirà a disinnescare ogni tentativo di farsi ridurre
all’obbedienza e alle regole. Refrattaria al sentimento, la
bambina si legherà soltanto a Virginia Levi, una coetanea
ebrea. Sempre più isolate in un contesto sociale dominato
da una propaganda di regime che avvelena ogni rapporto,
le due finiranno per stringere uno strano “patto d’amicizia”
del tutto simile a quello che Italia e Germania firmeranno di
lì a poco...

«Cacciatore centra il bersaglio con la perizia del fuoriclasse
» (Salvatore Ferlita, la Repubblica)
«Giacomo Cacciatore, con la forza della letteratura,
ci riporta alla realtà» (Antonio Calabrò, Il Giorno)

Giacomo Cacciatore è nato in Calabria nel
1967, ma vive da sempre a Palermo. Ha collaborato
per una decina d’anni come narratore
e corsivista con «la Repubblica». Ha pubblicato
sei romanzi: L’uomo di spalle (Dario
Flaccovio, 2005), Figlio di Vetro (Einaudi,
2007), Salina, la sabbia che resta (Dario Flaccovio,
2010), La differenza (Meridiano Zero,
2014), Se tornasse Natale (Baldini&Castoldi,
2015), Uno sbirro non lo salva nessuno (Dario
Flaccovio, 2017). Alcuni suoi libri sono stati
tradotti in Francia, Germania e Spagna. Con
il saggio Il terrorista dei generi. Tutto il cinema
di Lucio Fulci, scritto con Paolo Albiero
(Un mondo a parte, 2005; edizione ampliata
Leima, 2015), ha vinto il Premio Efebo d’Oro
speciale 2005 per il miglior libro di cinema.

View Event →
Palermo: presentazione del volume "Itinerario Arabo-Normanno"
Jul
3
4:00 PM16:00

Palermo: presentazione del volume "Itinerario Arabo-Normanno"

palermo arabo normanna.jpg

📣 SAVE THE DATE: Mercoledì prossimo, 3 LUGLIO, alle ORE 16, presso la splendida cornice di #VILLANISCEMI, a Palermo, il grande evento per festeggiare il QUARTO ANNIVERSARIO d’iscrizione del sito seriale “Palermo Arabo-Normanna e le Cattedrali di Cefalù e Monreale” all’#UNESCO.
Per l’occasione, sarà presentata la #Guida“ITINERARIO ARABO-NORMANNO” e il ricco calendario degli eventi di “SETTEMBRE UNESCO”.
Alle 18.30 assisteremo tutti insieme al concerto della #Cantoria del #TeatroMassimo.
Vi aspettiamo! 😍

View Event →
Palermo: presentazione "Con lo sguardo in su"
Jun
28
6:00 PM18:00

Palermo: presentazione "Con lo sguardo in su"

  • La Feltrinelli Libri e Musica Palermo (map)
  • Google Calendar ICS
con lo sguardo in su.jpg

Josetta, figlia di antiquari, si è trasferita a Palermo dalla Germania. Sisidda, invece, non si è mai spostata da qui se non per andare a servizio proprio in casa di quella famiglia. Nascerà un’amicizia, tra le due, che svelerà tante altre vite di loro coetanei. Alessia Franco presenta il suo nuovo libro Con lo sguardo in su (Edizioni Kalós), insieme a Salvino Leone, Laura Anello, Luana Lupo, e Dario Piombino-Mascali.

View Event →
Palermo: presentazione "Il Vulcano di Enea"
Jun
7
6:00 PM18:00

Palermo: presentazione "Il Vulcano di Enea"

il vulcano di enea.jpg

Grazie a documenti storici sparsi ai quattro angoli del globo, raccontando le tappe della vita e i grandi avvenimenti vissuti da tre veri gentiluomini inglesi del Settecento europeo, si ricostruisce un viaggio inedito alla scoperta dell’Italia e del paesaggio millenario dell’Etna, frontiera della scienza e dell’estetica, dove, in bilico tra razionalità e meraviglia, cogliere la fuggente bellezza della natura in una delle sue manifestazioni più maestose e incontrollabili.

GABRIELE MULE', Architetto, studioso di Storia del Giardino e del Paesaggio. Viaggia nel long eighteenth-century in perpetuo Grand Tour tra giardini da sogno, vulcani in eruzione e inaccessibili vette alpine. Il suo libro Il Vulcano di Enea è ispirato a cinque anni di ricerche presentate presso alcune delle più prestigiose università del Regno Unito.

View Event →
Palermo: presentazione "I Leoni di Sicilia" di Stefania Auci
May
8
6:30 PM18:30

Palermo: presentazione "I Leoni di Sicilia" di Stefania Auci

i leoni di sicilia.jpg

C'è stata una famiglia che ha sfidato il mondo. Una famiglia che ha conquistato tutto. Una famiglia che è diventata leggenda. Questa è la sua storia.

L’esordio italiano che sta conquistando gli editori di tutto il mondo: diritti di traduzione venduti in Francia, Germania, Spagna, Olanda e Stati uniti

Prima presentazione per "I leoni di Sicilia" di Stefania Auci (Nord edizioni). Con l'autrice dialoga Sara Scarafia. Letture a cura di Nicola Franco.

Dal momento in cui sbarcano a Palermo da Bagnara Calabra, nel 1799, i Florio guardano avanti, irrequieti e ambiziosi, decisi ad arrivare più in alto di tutti. A essere i più ricchi, i più potenti. E ci riescono: in breve tempo, i fratelli Paolo e Ignazio rendono la loro bottega di spezie la migliore della città, poi avviano il commercio di zolfo, acquistano case e terreni dagli spiantati nobili palermitani, creano una loro compagnia di navigazione… E quando Vincenzo, figlio di Paolo, prende in mano Casa Florio, lo slancio continua, inarrestabile: nelle cantine Florio, un vino da poveri – il marsala – viene trasformato in un nettare degno della tavola di un re; a Favignana, un metodo rivoluzionario per conservare il tonno – sott’olio e in lattina – ne rilancia il consumo in tutta Europa… In tutto ciò, Palermo osserva con stupore l’espansione dei Florio, ma l’orgoglio si stempera nell’invidia e nel disprezzo: quegli uomini di successo rimangono comunque «stranieri», «facchini» il cui «sangue puzza di sudore». Non sa, Palermo, che proprio un bruciante desiderio di riscatto sociale sta alla base dell’ambizione dei Florio e segna nel bene e nel male la loro vita; che gli uomini della famiglia sono individui eccezionali ma anche fragili e – sebbene non lo possano ammettere – hanno bisogno di avere accanto donne altrettanto eccezionali: come Giuseppina, la moglie di Paolo, che sacrifica tutto – compreso l’amore – per la stabilità della famiglia, oppure Giulia, la giovane milanese che entra come un vortice nella vita di Vincenzo e ne diventa il porto sicuro, la roccia inattaccabile.

Intrecciando il percorso dell’ascesa commerciale e sociale dei Florio con le loro tumultuose vicende private, sullo sfondo degli anni più inquieti della Storia italiana – dai moti del 1818 allo sbarco di Garibaldi in Sicilia – Stefania Auci dipana una saga familiare d’incredibile forza, così viva e pulsante da sembrare contemporanea.

«Da tempo non leggevo un romanzo così: grande storia e grande letteratura.
Le vicende e i sentimenti umani sono sorretti da una scrittura solida, matura, piena di passione e di grazia.
Stefania Auci ha scritto un romanzo meraviglioso, indimenticabile.»
Nadia Terranova

Trapanese di nascita e palermitana d’adozione, Stefania Auci con Palermo ha un rapporto d’amore intenso e possessivo, che si rispecchia nelle appassionate ricerche da lei condotte per scrivere la storia dei Florio. Con determinazione e slancio, ha setacciato le biblioteche, ma anche le cronache giornalistiche dell’epoca, ha esplorato tutti i possedimenti dei Florio e ha raccolto con puntiglio i fili della Storia che si dipanano tra abiti, canzoni, lettere, bottiglie, gioielli, barche, statue… Il risultato è un racconto che disperde la nebbia del tempo e ridà – finalmente – ai Florio tutta la loro straordinaria, contraddittoria, trascinante vitalità.

Vini offerti da Tasca d'Almerita, sponsor di cultura
Sponsor tecnico: The Hotel Sphere - Hotel Plaza Opéra e Principe di Villafranca

View Event →
Palermo: Punteggiare rapido e accorto. Un laboratorio gratuito e gaudente
May
7
6:30 PM18:30

Palermo: Punteggiare rapido e accorto. Un laboratorio gratuito e gaudente

punteggiare rapido e accorto - laboratorio.jpg

Punteggiare rapido e accorto: un laboratorio gratuito e gaudente

Leonardo G. Luccone autore di "Questione di virgole" (Laterza) accompagna i lettori a ragionare sulla punteggiatura.
Si tratta di un laboratorio gratuito interattivo e divertente che vi aiuterà a chiarire molti dei vostri dubbi:
- si può mettere una virgola prima della e?;
- le virgole servono a individuare quando respirare?;
- ogni massimo quante parole si deve mettere una virgola?;
- come si usa il punto e virgola;
- nel linguaggio delle chat si deve usare la punteggiatura?:
e molte altre.

Un evento organizzato da Oblique Studio e Modusvivendi Libreria

qui la rassegna stampa del libro:
www.oblique.it/nostri_questione-virgole.html

Vini offerti da Tasca d'Almerita, sponsor di cultura
Sponsor tecnico: The Hotel Sphere - Hotel Plaza Opéra e Principe di Villafranca

View Event →
Palermo: presentazione di "Piccola italiana" di Giacomo Cacciatore
Apr
19
6:00 PM18:00

Palermo: presentazione di "Piccola italiana" di Giacomo Cacciatore

  • La Feltrinelli Libri e Musica Palermo (map)
  • Google Calendar ICS
piccola italiana-giacomo cacciatore

Sotto il regime fascista, Agata viene abbandonata in un istituto gestito da suore. La piccola si dimostrerà presto diversa e per il suo temperamento, diventerà un caso da sottoporre a un inquietante psichiatra e a una vigilatrice. Ma Agata riuscirà a disinnescare ogni tentativo di farsi ridurre alle regole. Un libro contro il razzismo e la discriminazione. Giacomo Cacciatore presenta il suo nuovo romanzo "Piccola italiana" (Fernandel Editore) insieme a Marco Pomar. Letture di Aneeta Sansone.

View Event →
Palermo: presentazione "È la stampa, bellezze!"
Apr
17
6:00 PM18:00

Palermo: presentazione "È la stampa, bellezze!"

è la stampa bellezze

Mercoledì 17 aprile alle ore 18:30, presentazione del libro "È la stampa, bellezze" Edizioni LEIMA.
Dialoga con le autrici Marco Pomar.
--------------------------------------------------------------
Le giornaliste autrici del libro hanno scelto di destinare i compensi derivanti dalla vendita all'AIRC - Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro

IL LIBRO:
“E ne vale la pena?”. “Ma almeno ti pagano?”. “Sì, ma il tuo vero lavoro qual è?”. Queste domande – e tante altre – hanno affollato e affollano la lunga e difficile strada professionale del giornalista. È così da sempre, e lo è ancor di più dopo la rivoluzione digitale. È così per tutti, e lo è ancor di più se si è donne. Diciassette giornaliste in diciassette racconti narrano momenti di vita e di carriera vissuta: gli inizi, gli ostacoli, i compromessi, le rinunce, ma anche le vittorie, la passione, gli amori, quel certo “non so che” che le obbliga ancora oggi, a distanza di anni, a non staccare l'orecchio dal telefono e le mani dalla tastiera. Perché il giornalismo, quello vero, era ed è una brutta malattia, una dipendenza difficile da curare, perché nel bene e nel male, facendo il verso al grande Humphrey Bogart, possiamo ancora affermare: “È la stampa, bellezze! E voi non potete farci niente! Niente!”.

View Event →
Palermo: Massimo Bisotti in libreria
Apr
16
6:00 PM18:00

Palermo: Massimo Bisotti in libreria

  • La Feltrinelli Libri e Musica Palermo (map)
  • Google Calendar ICS
massimo bisotti in libreria

Cosa faremmo se ci venisse offerta l'opportunità di cambiare vita, di ripartire da zero? I protagonisti di Karma City (HarperCollins), insoddisfatti, accettano di abbandonare tutto e trasferirsi su un'isola per ricominciare da capo. Forse, però, il sogno di un luogo ideale è soltanto un'illusione. Massimo Bisotti presenta il suo nuovo romanzo.

View Event →
Palermo: Donne in amore - rassegna letteraria
Apr
12
6:00 PM18:00

Palermo: Donne in amore - rassegna letteraria

  • Museo Salinas - Polo Regionale di Palermo per i Parchi e i Musei Archeologici (map)
  • Google Calendar ICS
donne in amore

📚Una rassegna letteraria pensata da una lettrice per i lettori. Donne in amore, che ruba il titolo a un capolavoro di D.H. Lawrence, porta a Palermo scrittori e traduttori a parlare di letteratura attraverso il racconto delle eroine.

📆 In collaborazione con il Museo Salinas-Polo regionale di Palermo per i Parchi e Musei Archeologiciil terzo appuntamento della rassegna ideata e curata dalla giornalista Sara Scarafia con il sostegno dell’azienda Planeta Winery e il supporto di CoopCulture.

✍️ Valeria Parrella, scrittrice napoletana ( tra gli altri “Lo spazio bianco", "Tempo di imparare", “Almarina") ci racconta Antigone, la figlia di Edipo, archetipo di tutte le giovani donne - di ieri e di oggi - che combattono in nome di giustizia e verità, che sfida la legge per dare una sepoltura al fratello Polinice.

🗣 “Antigone è una: è proprio quella immaginata da Sofocle - dice Parrella - una ragazza giovane che sfida l’autorità in nome di qualcosa che sente impellente dentro di sé.
Di un desiderio fortissimo. Non è un caso che Sofocle abbia scelto una ragazza giovane: ha la possibilità di reincarnarsi dovunque. Le donne giovani, portatrici di un messaggio universale (sempre al centro della nostra letteratura) sono coloro che possono provocare il cambiamento opponendosi a una legge che sentono ingiusta.
Quindi Antigone è lei, Antigone: ma si riproduce ogni volta che ce n'è bisogno e diventa sempre un simbolo”

🍷Alla fine dell’incontro Planeta Winery offrirà un bicchiere di vino.

📌 Ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili. Si consiglia di arrivare mezz'ora prima dell'orario d'inizio.
L’incontro si svolgerà nell’Agorà del Museo Salinas

View Event →
Palermo: presentazione "La vita lontana"
Apr
2
7:00 PM19:00

Palermo: presentazione "La vita lontana"

la vita lontana_prospero_palermo

Martedì 2 aprile alle 18:00 presentazione del libro di Paolo Pecere "La vita lontana" edito da LiberAria Editrice. Dialoga con l'autore Gioacchino Lonobile
---------------------------------------------------------------
“La vita lontana” ripercorre gli anni della crescita dei
gemelli Marzio e Livio, dopo la nascita dei quali il
padre, Elio, marito di Dora (la voce narrante) abbandona
la famiglia per trasferirsi in India in un monastero
jainista dove diventa figura autorevole per la comunità
religiosa. Dora, giovane insegnante precaria, cresce
i gemelli completamente da sola. Pur ispirata da
ideali umanistici, la crescita dei figli si accompagna a
una violenta conflittualità. Livio è vittima di vessazioni
da parte dei coetanei e crescendo, interrompe gli
studi, perseguendo una passione per il teatro e dando
segni sempre più netti di malessere; Marzio accetta
un lavoro all’estero, allontanandosi definitivamente.
In Dora emerge la consapevolezza della miopia borghese
che ha inquinato la sua vita. Quando viene informata
da Rajesh della presenza di Livio vola in India
per cercare di accudirlo. Dopo poco tempo chiama
Marzio per chiedere il suo aiuto e questi la raggiunge.
Ma le tensioni riemergono e la famiglia presto si disperde
di nuovo.
Il romanzo di Paolo Pecere è articolato in un breve
prologo e quattro sezioni. La narrazione procede
come una sinfonia, in cui diversi stili corrispondono a
diversi movimenti narrativi.
La progressiva dislocazione geografica degli eventi
traccia un percorso di emigrazione inversa, di fuga
dall’Italia in crisi e di ritorno a una società simile a quella
delle origini, regolata da un altro tempo.
La voce con cui Pecere racconta ha una grande padronanza
linguistica, è ironica e immerge i lettori in
un rifugio dell’anima. Come una ginnastica danzata,
“La vita lontana” procede per spezzoni che restituiscono
la disintegrazione della famiglia occidentale:
senza mai giudicare ma stando dalla parte della speranza
che, sul finale, si affaccia attraverso la rinascita
di Dora.
---------------------------------------------------------
L'autore
Paolo Pecere è ricercatore universitario di Storia della filosofia.
Tra i suoi libri: La filosofia della natura in Kant (Pagina, 2009); Dalla parte di Alice. La coscienza e l’immaginario (Mimesis, 2015).
Scrive di filosofia, letteratura e viaggi su riviste e blog, tra cui “Internazionale”,
“Il Tascabile – Treccani” e “minimaetmoralia”, e
ha collaborato con RAI-Filosofia. Suoi racconti sono comparsi
su “nazioneindiana” e “Nuovi argomenti”. La vita lontana è il suo primo romanzo.

View Event →
Palermo: presentazione "Poesie creaturali"
Mar
28
6:00 PM18:00

Palermo: presentazione "Poesie creaturali"

poesie creaturali - da prospero

Giovedì 28 marzo alle ore 18:00 presentazione del libro di Tiziano Fratus "Poesie creaturali" pubblicato da Libreria Della Natura. Dialoga con l'autore Ivana Peritore.
-------------------------------------------------------------
La poesia è quasi una preghiera. Come scriveva la teologa ed eremita Adriana Zarri la vera preghiera è «quel nostro silenzio stupefatto» ed è proprio da questo silenzio stupefatto che nascono le liriche meditative di Tiziano Fratus, Poesie creaturali, ovvero composizioni selvatiche, animate, agitanti, che non ne vogliono sapere di smettere di crescere. La musa prima di Fratus, per così dire la sua prima radice, è la natura, sono i boschi, gli alberi, che qui vengono scandagliati a fondo, sfiorando la dimensione dell�atomo e rinnovando la visita a quel continente compreso fra la carta e la corteccia di cui spesso l�autore parla in pubblico. Ma la scrittura non si esaurisce nella contemplazione: genera altri filoni, altre vene, alimenta una costellazione di esistenze composta di voci, corpi, anime, incontri, visioni, tutto un mondo scritto, poiché una poesia ben temperata indaga la distanza, il margine che esiste fra la condizione dell�animale e l�essere umano che si diventa e si perfeziona nel comporsi del tempo. Poesie creaturali si offre al lettore secondo uno stile personale, a geometria foliare, una maniera armoniosa di disegnare lo spazio destinato ai quadri che compongono un vero e proprio bosco in versi miniato. Il volume è arricchito da interventi dei filosofi Leonardo Caffo e Susanna Mati e della poetessa Franca Alaimo.
------------------------------------------------------------
L'autore
Tiziano Fratus è un uomo radice, è cresciuto nella pianura bergamasca e sulle colline del Monferrato; dal 2006 vive ai piedi delle Alpi Cozie, in un villaggio in Val Sangone fra le riserve naturali dei Laghi di Avigliana e del Monte San Giorgio.

Ha pubblicato libri di teatro e poesia in diverse parti del mondo, presentandoli in università prestigiose (Columbia, San Diego State, University of Ilinois, University of Vermont), Istituti Italiani di Cultura (Singapore, Chicago, Marsiglia, Bratislava, Edimburgo, Lisbona), festival, librerie e gallerie d’arte.
Fra i suoi libri si ricordano: Lo spazio aperto (Roma, 2002), L’architettura dei fari (Borgomanero, 2003), Lumina (Roma, 2003), A inquisiçao (Lisbona, 2004), Il molosso (Roma 2005, Torino 2007 e 2010), Studi per esseri umani (Roma, 2005), Il vangelo della carne (Torino, 2008), A Room in Jerusalem (Brooklyn, 2008), Poèmes chuchotes sur la berge du Po (Lugano, 2008), Double Skin (Singapore, 2009), Il respiro della terra (Torino 2009), Creaturing. Selected Poems (Detroit, 2010), Nuova Poesia Creaturale (Torino, 2010). In collaborazione con Brunella Pelizza ha curato il volume Il mulo è scettico per natura. Conversazioni con poeti che abitano il Piemonte (Torino 2010). E’ in uscita in Brasile un’antologia della sua poesia; sta lavorando alla nuova raccolta Poesie luterane.

Ha pubblicato Homo Radix. Appunti per un cercatore di alberi, volume dedicato alla storia, alla geografia e alla letteratura di alberi centenari e monumentali in Italia e nel mondo, ai propri vagabondaggi alberali, strettamente connesso ad un archivio di fotografie di alberi che ha superato i mille esemplari e che è oggetto di esposizioni.
Ha in cantiere Le bocche di legno. Una guida arborea per ragazzi destinato agli studenti delle scuole medie e superiori; l’edizione in lingua inglese di Homo Radix; una rubrica settimanale dedicata agli alberi su uno dei principali quotidiani italiani ed il programma televisivo Le Voci degli Alberi per Quartarete. Da Homo Radix si sta estrapolando la drammaturgia per uno spettacolo teatrale che debutterà nel corso del 2011.

Ama leggere i romanzi di Carlo Cassola, Francesco Biamonti e Jean Giono; la poesia statunitense e australiana, scrittori quali D. H. Thoreau, Rigoni Stern, Roger Deakin e gli scienziati viaggiatori del diciottesimo e diciannovesimo secolo.
Crede in una “scrittura ambientale” e ritiene la poesia un prodotto della terra.

---------------------------------------------------------
Ingresso libero. A chi acquisterà il libro offriremo un calice di vino.

View Event →
Palermo: presentazione "Il viaggio più lungo"
Mar
27
6:00 PM18:00

Palermo: presentazione "Il viaggio più lungo"

il viaggio più lungo.jpg

Mercoledì 27 marzo alle ore 18:00, presentazione del libro di Maurizio Merlo "Il viaggio più lungo" edito da Nerosubianco
-----------------------------------------------------------
"Il viaggio più lungo" è un liberatorio salto verso l'esperienza del narrare il proprio percorso di vita.
Maurizio Merlo, avvocato professionista, propone l'avventura della sua esistenza sotto forma di brevi racconti, storie di personaggi e ambienti con inusuale stile.
Ne emerge una toccante e coinvolgente riflessione cui fanno da scenario la Sicilia, terra d'origine e Torino, metropoli capitale dell'integrazione civile e politica della Nazione.
Attraverso il cammino di esperienze, quelle siciliane giovanili, e poi quelle torinesi colme di impegno civile e studio, sorge una nuova, inimmaginata, personale visione del mondo."
-----------------------------------------------------------
L'autore
Maurizio Merlo, nato a Palermo nel 1953, dai primi anni ’70 vive a Torino, dove ha compiuto gli studi universitari e vissuto la vita professio­nale, prima nella pubblica amministrazione e poi nella libera professione d’avvocato. Appassionato di studi politologico-giuridici, ha scritto diversi saggi sui temi, tra questi: “La religione civile di un popolo fa grande una Nazione”, 2009, Socialisti e Democratici Europei; “Un approccio laico, di scienza e legalità, al testamento biologico”, 2009, Socialisti e Democratici Europei; “Maurizio Merlo.Net - Risparmio energetico”, 2015, Rivista on line Lavoro & Welfare. Con “Il viaggio più lungo”, 2017, atto primo di una auspicata trilogia, l’autore è alla prima esperienza di narrativa.

View Event →
Palermo: presentazione "Una storia d'amor e di tenebra"
Mar
22
6:30 PM18:30

Palermo: presentazione "Una storia d'amor e di tenebra"

una storia d'amore e di tenebra

Leggiamo insieme "Una storia di amore e di tenebra" del grande scrittore israleiano, recentemente scomparso.

Amore e tenebra sono due delle forze che agiscono in questo libro, un’autobiografia in forma di romanzo, un’opera letteraria complessa che comprende le origini della famiglia di Oz, la storia della sua infanzia e giovinezza prima a Gerusalemme e poi nel kibbutz di Hulda, l’esistenza tragica dei suoi genitori, e una descrizione epica della Gerusalemme di quegli anni, di Tel Aviv che ne è il contrasto, della vita in kibbutz, negli anni trenta, quaranta e cinquanta.
La narrazione si muove avanti e indietro nel tempo, scavando in 120 anni di storia familiare una saga di rapporti d’amore e odio verso l’Europa, che vede come protagonisti quattro generazioni di sognatori, studiosi, uomini d’affari falliti e poeti egocentrici, riformatori del mondo, impenitenti donnaioli e pecore nere. Questa vasta galleria di personaggi mette a punto una sorta di "cocktail genetico" da cui nascerà un figlio unico, nutrito di fantasia, che, in un fatale momento di rivelazione avvenuta attraverso un dolore scioccante e atroce, scoprirà di essere un artista, uno scrittore.
Amos Oz ci consegna la storia della sua infanzia e dell’adolescenza colma di aspirazioni poetiche, zelo politico e una paura costante di un altro genocidio degli ebrei, questa volta nella stessa Israele, a opera degli arabi, degli inglesi, dell’intero mondo cristiano, dell’intero mondo islamico. Il giovane Amos temeva che il mondo intero stesse tramando per uccidere tutti gli ebrei, bambini compresi, giovani sognatori fanatici compresi, proprio come era lui. "A quell’epoca speravo di diventare un libro una volta adulto," scrive Oz, "non un autore ma un libro… sapevo ovviamente che anche i libri possono bruciare, ma se fossi diventato un libro, avrei avuto almeno la possibilità di sopravvivere in una dimenticata libreria…"
Al centro di questo romanzo autobiografico sta il grande tabù di Oz: il suicidio della madre, nel 1952. L’esplorazione dolorosa e coraggiosa di questa tragedia viene condotta con lucidità, nostalgia e rancore, con pietà e travaglio, con schiettezza e un "flusso di coscienza" incredibilmente poetico che, con immediatezza, giunge al cuore del lettore.

Amos Oz (1939-2018), scrittore israeliano, tra le voci più importanti della letteratura modiale, ha scritto romanzi, saggi e libri per bambini e ha insegnato Letteratura all’Università Ben Gurion del Negev.

Vini offerti da Tasca d'Almerita, sponsor di cultura
Sponsor tecnico: The Hotel Sphere - Hotel Plaza Opéra e Principe di Villafranca

View Event →
Palermo: presentazione "Le fate di Palermo"
Mar
22
6:00 PM18:00

Palermo: presentazione "Le fate di Palermo"

le fate di palermo-da prospero

Venerdì 22 marzo alle 18:00 presentazione del libro di Maria Tronca "Le fate di Palermo" DOTS edizioni
Dialoga con l'autrice la gallerista d'arte titolare di Elle Arte Laura Romano
-------------------------------------------------------------

«Ce l’ha un po’ di tempo?» gli chiese finalmente, mentre si accendeva una sigaretta.
«Un po’ quanto?».
«Non lo so, un po’».
«Ma per fare cosa?».
«Per ascoltare una storia».
«Dipende da quanto è lunga».
«È lunga ma ne vale la pena».
«Lei cominci, caso mai che mi chiamano, continuiamo domani, tipo storia a puntate».
Carmelo sorrise, accavallò le gambe e iniziò a raccontargli dei diari e di tutto il resto. Ogni tanto il custode doveva allontanarsi ma tornava prima che poteva, quasi correndo, stregato da Sara, Lula e le fate. Come tutti quelli che ne avevano sentito parlare.

Dopo quarantasette anni da dipendente pubblico in una biblioteca di Palermo, nella sua nuova vita Carmelo rimane dipendente dalle storie: alla fine del suo ultimo giorno di lavoro gli viene consegnato un pacco con i diari di Sara. Dieci quaderni per dieci anni, durante i quali la scrittura della ragazza, da incerta, si fa più sicura, mentre crolla la palazzina di famiglia e lei e la sorellina Lula vivono prima con le fate e poi con le arcigne sorelle Paternò. Carmelo e la sua famiglia si appassionano alle vicende di Sara e decidono di cercarla, diventando parte della sua storia.
------------------------------------------------------------

Maria Tronca è nata a Palermo, dove vive e lavora. Laureata in Lingua e letteratura inglese, ha lavorato all’Università degli studi di Palermo come bibliotecaria per dodici anni. Con l’avvento del nuovo millennio ha lasciato la pubblica amministrazione e si è dedicata a diversi progetti editoriali col ruolo di content provider e direttore editoriale per Libero e Virgilio e ha curato una collana di letteratura erotica moderna e contemporanea per Mondadori.

Nel 2005 ha pubblicato sotto pseudonimo la raccolta di racconti L’isola delle Femmine (Mondadori), nel 2010 è uscito il suo primo romanzo, Rosanero, e nel 2011 il secondo, L’amante delle sedie volanti, entrambi pubblicati con Baldini Castoldi e Dalai. Nel 2016 ha pubblicato il mini romanzo A occhi aperti (Qanat edizioni).

Organizza eventi di social eating (A tavola dalla cuciniera narrante), coniugando la sua passione per la scrittura, il racconto e la cucina tipica siciliana, etnica e storica.

Da novembre dell’anno scorso cura la pagina Facebook di D Ricette («la Repubblica») e scrive sul blog Il mestolo e la penna, sempre per «Repubblica», dove parla di cucina, in tutte le sue sfaccettature, ma anche di vita. Vera.

View Event →
Palermo: presentazione "Tutte le volte che pianto" di e con Catena Fiorello
Mar
21
6:30 PM18:30

Palermo: presentazione "Tutte le volte che pianto" di e con Catena Fiorello

Tutte le volte che ho pianto_Catena Fiorello

Un grande romanzo sull'amore: l'amore che il destino ha spezzato ma non è riuscito a dissolvere...

Catena Fiorello da Modusvivendi per presentare il suo ultimo romanzo edito da Giunti, Tutte le volte che ho pianto.
Con l'autrice dialoga Manuela Diliberto.

«Mi viene da piangere, come tutte le volte che ho pianto per non aver saputo tenermi stretto l'uomo che amavo. Ma non è dipeso da me. Antonio lo sa. Lo salutiamo abbracciandolo come se fosse un addio. E dentro di me lo è ogni volta.»

Nell'autunno tiepido di una Messina dalle spiagge ormai deserte, Flora corre ogni mattina sul bagnasciuga: il vento, il sole, la pioggia, le nuvole, il rumore del mare sono divenuti per lei compagni indispensabili. Una disciplina che le dona calma, adesso che, a quasi quarant'anni, sta cercando di riprendere le redini della sua vita. Il matrimonio con Antonio, sposato da giovanissima, è andato in frantumi dopo l’ennesimo tradimento di lui, sempre in cerca di nuove avventure che non approdano mai a nulla. Eppure Flora non riesce a dimenticarlo e vacilla ogni volta che lui torna a corteggiarla, alimentando le illusioni della figlia quindicenne Bianca. Ma la sua vita è già abbastanza complicata, con un bar da gestire e una madre anziana che non ha mai superato la morte del marito e, soprattutto, la perdita di Giovanna, la sorella maggiore di Flora: bellissima, indomabile e carismatica, uccisa a vent'anni in un tragico incidente. E adesso Flora trema vedendo che la figlia Bianca, per uno strano destino, coltiva il sogno di diventare attrice proprio come un tempo Giovanna. Ma a scombinare di nuovo le carte, un giorno arriva Leo, con la sua aria da James Dean e un passato che lo lega a quei luoghi, dove sta per produrre un film. E con i suoi modi affascinanti, si insinua pericolosamente nei pensieri di Flora... Ma perché Leo sembra sapere tante cose su di lei? Cosa si nasconde dietro il suo interesse per Flora? Può realmente fidarsi di quest’uomo così misterioso? Commovente e carico di passione: un romanzo per chi non ha mai smesso di credere nella vita e nell'amore.

Catena Fiorello, autrice siciliana nata a Catania nel ’66, sorella di Rosario e Giuseppe, torna in libreria con il suo nuovo romanzo, Tutte le volte che ho pianto (Giunti). Dopo Picciridda (suo esordio pubblicato nel 2006 da Baldini e Castoldi e recentemente riproposto da Giunti), Casca il mondo, casca la terra e Un padre è un padre (entrambi per Rizzoli) e L’amore a due passi (Giunti), la scrittrice dà nuovamente voce alle ansie, ai turbamenti, alle gioie di una donna, con una protagonista che deve affrontare tutte le difficoltà della sua vita, senza però dimenticarsi che non è così impossibile ottenere una seconda possibilità.

Vini offerti da Tasca d'Almerita, sponsor di cultura.
Sponsor tecnico: The Hotel Sphere - Hotel Plaza Opéra e Principe di Villafranca.

View Event →
Palermo: presentazione "La custodia dei cieli profondi" di e con Raffaele Riba
Mar
20
6:30 PM18:30

Palermo: presentazione "La custodia dei cieli profondi" di e con Raffaele Riba

la custodia dei cieli profondi

Raffaele Riba in libreria per discutere del suo ultimo romanzo "La custodia dei cieli profondi" (66thand2nd), da molti giudicato come uno dei migliori di questa stagione letteraria.

Cascina Odessa è un satellite periferico di un Pianeta ancor più periferico che naviga placido ai margini della Via Lattea. Un mausoleo eretto sopra i resti di un cane, un microcosmo un tempo forse perfetto e ora malato della malattia della dispersione. Gabriele lotta, contrappone la cura al disfacimento, è erede e custode, e resiste al progressivo sfaldarsi della propria famiglia. Finché non si consuma l’addio più doloroso, quello di suo fratello. Il legame è spezzato, e perfino l’universo sembra accordarsi a questo cataclisma minore: nel cielo compare un altro sole ‒ un sole debole ‒, una luce blu si fonde con la luce gialla, allaga la notte, sovverte il ritmo circadiano. Piovono poiane, i grilli tacciono, gli alberi sono allo stremo e le ore si dilatano in secoli, millenni. E per il Custode è arrivato il momento di abbandonarsi alla folle entropia del Tutto.

Raffaele Riba è nato a Cuneo nel 1983. È tra i curatori di scrittorincittà e insegna presso la Scuola Holden.

Vini offerti da Tasca d'Almerita, sponsor di cultura
Sponsor tecnico: The Hotel Sphere - Hotel Plaza Opéra e Principe di Villafranca.

View Event →
Palermo: Mirabella Piana da Prospero
Mar
15
6:00 PM18:00

Palermo: Mirabella Piana da Prospero

mirabella piana

Venerdì 15 marzo alle ore 18:00 presentazione dei libri "Cielomare" e "Emma" di Mirabella Piana pubblicati da Algra editore. Dialoga con l'autrice Clelia Lombardo
------------------------------------------------------------
"Cielomare"
Il cielo e il mare. Li vediamo toccarsi uniti nell’orizzonte o confusi senza contorni. Ma non si fondono mai. Due ragazzi, una nata al Sud, amica del mare e del sole, l’altro cresciuto al Nord, all’ombra delle montagne. Camilla, alla ricerca di una identità che teme di aver perduto, si allontana dal suo mondo e cerca lavoro in alta Italia. Luca, inquieto e chiuso, sta affrontando la maturità nella solitudine di una famiglia assente e anaffettiva. Lei, al suo primo incarico come insegnante, comprende quel ragazzo che insegue un sogno grande e meraviglioso, il volo, e lo spinge a lottare per realizzarlo e acquistare una piena consapevolezza di sé. Le loro strade si incrociano in una apparenza di trasparente normalità, che rivelerà ben presto un groviglio di assurde coincidenze. Un destino beffardo che coinvolgerà tutti i personaggi della storia, uniti dalle trame incomprensibili della vita e immersi in un problema di coscienza antico quanto il genere umano.

"Emma"
In una Sicilia medievale, nella quale convivono cristiani, arabi ed ebrei, potere religioso e potere nobiliare, conduce la sua vita misera e oscura una ragazzina nera, abbandonata da neonata sulla ruota del convento, avvolta in un pezzo di vela. È giunta misteriosamente dal mare, come la Madonna nera di Tindari, e i due destini, apparentemente lontani nel tempo e nello spazio, si uniscono in un intreccio di colpa e di perdono, di guerra e di eresia, attraverso cui la bambina fragile e indifesa vince l’umiliazione e la violenza e si riscatta, seguendo la sua vela che vola sul mare.

------------------------------------------------------------

Maribella Piana ha sempre unito la passione per il suo lavoro, l’insegnamento, con quella per la scrittura e il teatro. Ha pubblicato con Bompiani I ragazzi della piazza e il suo racconto Signurinedda fa parte della raccolta Voci di Sicilia ed. Giulio Perrone. Il racconto Una macchia rossa è stato selezionato come finalista al premio Energheia di Matera. Ha pubblicato, inoltre, la raccolta di poesie Dentro ed. Siciliano. Due suoi corti teatrali sono stati selezionati per la rassegna “Corti d’autore” di Roma. Per i nostri tipi ha già pubblicato il romanzo Cielomare. Con Emma ha vinto il premio F. Foresta nell’ambito della rassegna Themis di Bronte.

View Event →
Palermo: presentazione "Tenerumi" di Fabrizia Lanza
Mar
8
6:30 PM18:30

Palermo: presentazione "Tenerumi" di Fabrizia Lanza

tenerumi Fabrizia Lanza Modusvivendi

"Attorno al tavolo da pranzo di casa mia il cibo serviva a consolidare vecchie intese e a crearne di nuove, producendo nei casi più felici una particolare, saporosa intimità, facendosi parola e riuscendo a smussare emotività troppo crude che nessuno osava nominare e che pure, proprio a tavola, diventavano commestibili."

Fabrizia Lanza in libreria per la presentazione di "Tenerumi" edito da Manni. Con l'autrice dialoga Gianfranco Marrone.

Nel segno della passione per il cibo, Tenerumi è un memoir che unisce romanzo di formazione e affresco sociale.
Nata nel 1961, in pieno boom economico, Fabrizia Lanza racconta la Sicilia del Novecento attraverso i gusti, i capricci e le predilezioni, soprattutto culinarie, di una famiglia aristocratica, la propria, divisa tra passato e futuro.
Tra sé e quella casa l'autrice mette la distanza del Continente, studia e lavora “fuori”, e guarda da lontano, si sottrae, ma poi ogni volta torna a concedersi, vinta da un richiamo irresistibile di seduzioni e incantamenti – non solo gastronomici.
Attraverso un corredo di storie e ricette, personaggi e prelibatezze, dalle fave a cunigghio alla torta Savoia, Lanza racconta un'epoca in maniera intima e universale.

Fabrizia Lanza è nata a Palermo nel 1961 ed è cresciuta immersa in un mondo di cibo e vino.
A 18 anni ha lasciato l’isola per la Francia e ha vissuto in diverse città in Italia. Storica dell’arte, ha lavorato per vent’anni in ambito museale. Tornata in Sicilia nel 2006, ha iniziato a lavorare presso l'Anna Tasca Lanza Cooking School, scuola di cucina fondata dalla madre a Regaleali, che ora dirige.
Promotrice della cultura gastronomica siciliana nel mondo, ha pubblicato due libri di cucina negli Stati Uniti e in Gran Bretagna, dove spesso tiene conferenze e lezioni. Insegna nelle più prestigiose università americane, e al Master of Liberal Arts in Gastronomy della Boston University.
Nel 2015 ha ideato il docufilm Amuri. Cibo e storie della Sicilia tra sacro e profano.
Questa è la sua prima opera di narrativa.

Vini offerti da Tasca d'Almerita, sponsor di cultura
Sponsor tecnico: The Hotel Sphere - Hotel Plaza Opéra e Principe di Villafranca.

View Event →
Palermo: M'illumino di meno e leggo di più
Mar
1
6:00 PM18:00

Palermo: M'illumino di meno e leggo di più

  • Museo Internazionale delle Marionette Antonio Pasqualino (map)
  • Google Calendar ICS

Si apre venerdì 1 marzo Direzione Una marina di libri, il cartellone di appuntamenti che ci guiderà idealmente al 6 giugno, giorno in cui apriremo l'edizione del decennale del nostro festival.

Anche quest'anno rispondiamo all'invito lanciato da Caterpillar Radio2 con M'illumino di Meno 2019 - Rai Radio2, la giornata dedicata al risparmio energetico, a un uso sostenibile delle risorse e all'abbattimento degli sprechi. Lo faremo con un suggestivo reading a lume di candela in programma al Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino, nel cuore del centro storico di Palermo.
Editori, autori e operatori culturali della città cureranno le letture; dalle 18, in una suggestiva penombra, spegneremo le luci e accenderemo simbolicamente la cultura.
Programma della serata:
- Davide Schirò legge albi illustrati (per bambini dai quattro anni - promosso da Dudi libreria per bambini e ragazzi)
- Edizioni Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino
- "Anima di polvere" di Fabio Ceraulo (Edizioni LEIMA)
- Preview di "Guida alla Sicilia inaspettata" a cura di Ottavio Navarra (Navarra Editore)
- "Raccontini cattivi" (Apertura a strappo narrazioni)
- Emanuela Mulè legge "Un anno a Palermo, 1850. Memoire di Adelaide Atramblé" di Giulia Sommariva (Edizioni Kalós)
- "Cosa vedi" di Vanessa Ambrosecchio (il Palindromo)
- "Via delle case dipinte" di Beatrice Monroy (Glifo Edizioni)
- "L’avventura di due garibaldini per caso" di Salvatore Sutera (Edizioni LEIMA)
- Paolo Amari legge "Palermo. Guida semiseria tra i vicoli del cuore" di Eleonora Iannelli (Navarra Editore)
- L'autore legge "La cantatrice muta" di Niccolo D’Alessandro (Medinova)
- Nunzia Lo Presti legge "La bambina vulcano" di Chicca Cosentino e Gabriella Fiore (Ideestortepaper).

View Event →
Palermo: presentazione "Le cinque lune di Myskin"
Mar
1
6:00 PM18:00

Palermo: presentazione "Le cinque lune di Myskin"

le cinque lune di miskyn.jpg

Venerdì 1 marzo alle 18:00 presentazione del libro di Nicola Bozzo "Le cinque lune di Myskin" edito da Pungitopo Editrice.
Dialogano con l'autore Beatrice Agnello e Marco Olivieri.
-------------------------------------------------------------
In un angolo tra il bar e la stazione che sembra quasi Lisbona, si muovono i primi personaggi di questo
romanzo: l’uomo che aveva permesso a qualcuno che il passato non diventasse un destino; il ragazzo
magro che aveva capito così tanto la vita da non essere creduto; la ragazza che non poteva morire
perché innamorata; l’uomo del manoscritto.
Nella metafora di un mare che si ritrae, attorno a loro altri personaggi si sfiorano, si incrociano, si
perdono per incontrarsi ancora, si confondono in un’atmosfera rarefatta in cui le vite di ognuno –
vissute, immaginate, sognate – si mescolano, fino quasi a fondersi o a scomparire dopo essere state
viste o sognate. Dopo avere avuto o non avere avuto ragione. Dopo avere lasciato, forse, memoria di sé.
“C’è un tempo che non fa rumore perché non ha voce, ma esiste anche senza la sua lingua”.

L’AUTORE: Mi chiamo Nicola Bozzo, ho 52 anni. La mia attività e la mia vita professionale non
hanno nessuna relazione con questo libro, quindi è giusto ometterle. Per quanto riguarda un’altra mia
particolare forma di esistenza, essa non ha altre parole se non quelle di questo libro.

View Event →
Palermo: presentazione "È la stampa, bellezze!"
Feb
28
6:00 PM18:00

Palermo: presentazione "È la stampa, bellezze!"

  • La Feltrinelli Libri e Musica Palermo (map)
  • Google Calendar ICS
è la stampa bellezze.jpg

Giovedì 28 febbraio alle 18 si terrà la presentazione della raccolta di racconti "È la stampa, bellezze!" alla Feltrinelli di Palermo. A parlare di questo progetto saranno la curatrice del volume, Giusi Parisi, e il presidente dell'Ordine dei Giornalisti di Sicilia, Giulio Francese.
Saranno presenti alcune delle 17 giornaliste che hanno contribuito alla realizzazione del volume raccontando il loro amore per il giornalismo.
Le autrici sono: Alessandra Bonaccorsi, Donata Calabrese, Maria Teresa Camarda, Jana Cardinale, Federica Di Gloria, Ambra Drago, Giada Drocker, Sandra Figliuolo, Laura Grimaldi, Giada Lo Porto, Isabella Napoli, Giusi Parisi, Paola Pottino, Pierelisa Rizzo, @Laura Spanò, Daniela Tornatore, Simonetta Trovato.

View Event →
Palermo: Massimo Recalcati in "A Libro aperto"
Feb
26
5:30 PM17:30

Palermo: Massimo Recalcati in "A Libro aperto"

a libro aperto.jpg

Una riflessione di Massimo Recalcati a partire dalla sua ultima opera “A libro aperto. Una vita e i suoi libri”, in cui l’autore si interrogherà sul ruolo che i libri hanno nella nostra vita, soprattutto quando si verifica l’evento dell’incontro, in cui non siamo solo noi a leggere il libro, ma è il libro che ci legge.

View Event →
Palermo: Simonetta Agnello Hornby "La Mennulara. I capitoli perduti"
Feb
14
6:30 PM18:30

Palermo: Simonetta Agnello Hornby "La Mennulara. I capitoli perduti"

la mennulara.jpg

Da quando La Mennulara fu data alle stampe, Simonetta Agnello Hornby non ha fatto che pensare al giorno in cui sarebbe ritornata sul romanzo per lavorarci di nuovo e completarlo con quelli che sono stati chiamati “i capitoli perduti”. Si tratta di segmenti narrativi già esistenti o comunque prepotentemente immaginati che rafforzano la macchina della storia, l’atmosfera della narrazione, i profili di alcuni personaggi. Incontriamo l'autrice insieme a Alberto Rollo e Massimo Fenati, illustratore dell'omonima graphic novel tratta dal romanzo. Letture di Vincenzo Pirrotta.
Evento con aperitivo offerto da Planeta Winery.

View Event →
Palermo: presentazione "Non c'è fede che tenga"
Feb
13
6:00 PM18:00

Palermo: presentazione "Non c'è fede che tenga"

  • La Feltrinelli Libri e Musica di Palermo (map)
  • Google Calendar ICS
non c'è fede che tenga.jpg

Un libro necessario e urgente. Una conversazione difficile, complessa ma non rinviabile. La sfida della convivenza tra culture e sensibilità differenti si può vincere solo con la laicità, a garanzia dei diritti di tutte e di tutti.
"Non c'è fede che tenga": l'autrice Cinzia Sciuto lo presenta presso La Feltrinelli Libri e Musica Palermo il 13 febbraio alle 18, con Daniela Tomasino (consigliere nazionale Arcigay) e Giorgio Maone (coordinatore regionale UAAR Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti).
Un'occasione imperdibile di riflessione per chi aspira a una società inclusiva che non arretri sul terreno della libertà e dei diritti civili.

View Event →
Palermo: Il mondo incantato (madri, padri, figli)
Feb
1
to Feb 3

Palermo: Il mondo incantato (madri, padri, figli)

  • Diaria Didattica Arte Ricerca Azione (map)
  • Google Calendar ICS

Circolo Tavola Tonda, Diaria, Fiaba e Narrazioni vi invitano al laboratorio intensivo sulla fiaba rivolto agli adulti
Condotto da Alberto Nicolino
Rivolto ad appassionati, curiosi, genitori, chiunque ami le storie

Tre giorni, il primo fine settimana di Febbraio

Workshop intensivo su fiaba e affabulazione. Un’ occasione per scoprire storie straordinarie e universali che ci interrogano sui grandi temi della vita. Questa volta lavoreremo su storie a tema: madri, padri, figli: la trasmissione, le eredità, gli insegnamenti, i maestri e gli allievi.

Da un parte si lavora sulla scelta della storia e la presa di contatto con essa, con le sue immagini e i suoi temi; dall’altra sulla scoperta e l’apprendimento del proprio modo di narrare.

L’obiettivo è quello di scoprire quali sono le nostre risorse e i nostri limiti di fronte all’esperienza del raccontare ORALMENTE. Un percorso di tipo pratico esperienziale che porta a scoperte inaspettate.

IL CORSO SARÀ PRESENTATO IL 25 GENNAIO ALLE 21 AL CIRCOLO TAVOLA TONDA (CANTIERI CULTURALI) AL TERMINE DI UN RECITAL-SPETTACOLO SULLE FIABE. INGRESSO GRATUITO.

Per programma e costi:
http://www.fiabaenarrazioni.net/notizie/il-mondo-incantato-padri-madri-figli/

Per iscrizioni e ulteriori chiarimenti: 3496124608

View Event →
Palermo: Helena Janeczek da Modusvivendi
Jan
30
6:30 PM18:30

Palermo: Helena Janeczek da Modusvivendi

helena janeczek.jpg

Per ricordare le vittime dell'Olocausto, la libreria Modusvivendi ospita un grande incontro con la scrittrice Helena Janeczek, vincitrice del Premio Strega 2018 con La ragazza con la Leica (Guanda), romanzo incentrato sulla fotografa Gerda Taro, compagna di Robert Capa. Con l'autrice dialoga Evelina Santangelo.

Tra i libri di Helena Janeczek, c'è Lezioni di tenebra (Guanda).
Un libro particolare, un romanzo nutrito di autobiografia, che diventa anche biografia di una generazione. Una narrazione composita, fatta di brani di esistenza, ricordi, che ci portano gradualmente al cuore nero della storia, Auschwitz. "Lezioni di tenebra" racconta il rapporto tra la giovane autrice e la madre, l'unica di due famiglie numerose a essere sopravvissuta all'Olocausto, insieme al padre. Ebrei polacchi, vissuti in Germania, dove la figlia Helena è cresciuta sentendosi completamente estranea al mondo tedesco e alla sua cultura, pur usandone la lingua anche nel suo esordio in poesia. Romanzo sull'eterno tema dell'amore difficile tra madre e figlia, che non è soltanto una memoria sull'Olocausto, ma un resoconto lucido, appassionato e distaccato al tempo stesso, che punta soprattutto a misurare l'intensità del contraccolpo che quella tragedia ha lasciato nella generazione successiva. E il contraccolpo sta nell'impossibilità di avere radici, nella confusione linguistica, nel disperato bisogno di appartenere e nella crudele condanna a sentirsi estranei, comunque e dovunque. Sta nello stupore di fronte al destino, al male, alla sorte: "Paghi per ogni errore, anche il più piccolo, sempre e comunque... Ma che cosa sia un errore non lo sai. A questo non devi mai pensare".

Helena Janeczek, nata a Monaco di Baviera da una famiglia ebreo-polacca, vive in Italia da oltre trent’anni.

Vini offerti da Tasca d'Almerita, sponsor di cultura
Sponsor tecnico: The Hotel Sphere - Hotel Plaza Opéra e Principe di Villafranca

View Event →