Il sorbetto al limone - la giusta conclusione di un pasto e dell'estate

sorbet-de-limao.jpg

Con il sorbetto al limone torniamo alla tradizione siciliana, con il suo caratteristico sapore e quella freschezza unica ed inconfondibile, ideale per un fine pasto o dopo una cena a base di pesce.

Le origini del sorbetto sono antiche.

La parola stessa deriva dall’arabo sherbeth, che indicava una bevanda fresca; anche Nerone era solito consumare una sorta di sorbetto, facendosi recapitare il ghiaccio a Roma direttamente dagli Appennini, con lo scopo di realizzare un dolce simile a quello odierno; nel Medioevo, invece, questo dessert veniva servito nelle corti, tra un pasto e l’altro, aiutando così i commensali a “ripulire” la bocca da sapori contrastanti tra loro. Con il tempo, il sorbetto è entrato a far parte della tradizione culinaria non solo siciliana, ma del Sud Italia in genere e oggi possiamo assaggiarne di vario tipo e qualità.

La ricetta che proporremo sarà quella classica siciliana, molto semplice e non richiederà l’utilizzo della gelatiera.

Gli ingredienti per questa ricetta sono:

  • 2 limoni da spremere (possibilmente Fimminello di Siracusa IGP);

  • 200 ml di panna da montare;

  • 150 gr di zucchero semolato;

  • 2 limoni da svuotare.

Iniziamo con lo svuotare i due limoni, rigorosamente non trattati, aiutandoci con un cucchiaino, le cui scorze verranno utilizzate a mo di ciotola per servire il sorbetto. Mettere le bucce svuotate nel freezer.

In una ciotola, filtrare la polpa dei limoni svuotati, unire lo zucchero e mescolare energicamente, finché quest’ultimo non si sarà completamente sciolto. A parte montare la panna fredda di frigo, per poi aggiungerla poco a poco al composto di polpa e zucchero, facendo attenzione e non smontare il tutto. Riporre il composto così ottenuto in un contenitore con coperchio e mettere a congelare in freezer, fino a che non si solidificherà. Quando il sorbetto avrà raggiunto la consistenza desiderata servirlo all’interno delle bucce di limone svuotate.

N.B. Se al momento di consumarlo il sorbetto risultasse troppo solito, potete tranquillamente passarlo al frullatore, per renderlo cremoso.

Se invece siete intolleranti al lattosio potrete preparare il sorbetto utilizzando uno sciroppo di acqua, zucchero e scorza di limone.

Procedimento:

sciogliere in un pentolino, a fiamma molto bassa, lo zucchero all’interno dell’acqua (100 gr di zucchero x 150 ml di acqua). Togliere dal fuoco una volta sciolto, facendo attenzione che lo zucchero non si scurisca; fare raffreddare a temperatura ambiente, per poi aggiungere il succo di 2 limoni e la loro scorsa grattugiata sottile. Mettere il composto ottenuto in un contenitore con coperchio e porre in freezer, almeno 12 ore. Se al momento di servire dovesse essere troppo solido, utilizzare sempre il trucchetto del frullatore.

Francesca Brancato

©riproduzione riservata