Lovemà: Un’eccellenza della moda Made in Sicily

18300950_10155218442342170_323888199033647103_n.jpg

Nel mondo della moda, il fast fashion e l’artigianato lottano ogni giorno per la conquista dei clienti e la promozione dei loro modelli nel campo della moda. Ma un brand di abbigliamento artigianale come Lovemà non cede terreno all’avanzamento del grande mercato industriale tessile, proponendo con orgoglio abiti esclusivi di qualità ed eleganza.

Martina Veneziani Loreto è una stilista catanese il cui marchio, Lovemà, fondato nel Novembre del 2015, è formato dalle iniziali dei due cognomi e del nome della creatrice. Questo brand è unico nel suo genere, poiché la giovane studentessa di economia aziendale, crea i suoi modelli direttamente sulla persona che dovrà indossarli, scegliendo con perizia i tessuti ed i filati che si adattino meglio alla sinuosità delle forme della cliente. Tra fantasie particolari, trame eclettiche e colori a contrasto, Martina inventa delle idee super versatili e moderne accostando in contemporanea lo stile personale e singolare della donna che sceglie di vestire Lovemà, e la creatività del suo genio.

Il logo del brand è una romantica rappresentazione di una dalia, fiore i cui petali dai colori sgargianti sono intensamente profumati, un pò come le clienti di Martina, il cui desiderio spesso è quello di valorizzare il proprio corpo con i toni e le sfumature giuste per evitare di nasconderlo dietro un triste nero.  

L’imprenditrice catanese ha pensato non solo alla gioia delle donne ma anche a quella dei loro bimbi, creando Lovemà Kids, apportando praticità e vivacità a pantaloncini, gonne anni ’50 e bluse per maschietti e femminucce. Il brand si propone di vestire anche le mamme con la stessa stoffa in coordinato con il bambino, ricercando materiali come il cotone e il jersey, unendo la praticità dell’indumento con la vivacità dei colori e degli intrecci.

Una realtà come quella di Lovemà si pone la prerogativa di surclassare la moda a basso costo e di scarsa qualità, favorendo l’instaurarsi di un rapporto quasi affettivo con il capo.




Viviana Nobile

©riproduzione riservata