imageimage.jpegimage.jpeg
image-1
notabilistestata1

facebook
youtube
instagram
notabilistestata1

EVENTI

NOTA CRITICA

NEWS

INFO & CONTATTI

MENU

EVENTI

NOTA CRITICA

NEWS

MENU

INFO & CONTATTI

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

image-766

INTERVISTE

Le nostre interviste inedite

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

www.notabilis.it @ All Right Reserved 2020 | 

www.notabilis.it @ All Right Reserved 2020 | 


facebook
youtube
instagram

facebook
youtube
instagram

Partiti i finanziamenti per il rilancio del centro storico di Palermo

2021-01-26 10:38

Redazione

News, Notizie, notabilis, eventi, palermo, arte, regione siciliana, mibact, centro storico, finanziamenti, riqualificazione,

Partiti i finanziamenti per il rilancio del centro storico di Palermo

Via libera al Contratto istituzionale di sviluppo, ammessi al finanziamento diversi interventi di riqualificazione proposti dal Comune e dalla Regione

vista-panoramica-di-piazza-pretoria-o-piazza-della-vergogna-palermo-shutterstock361330991-1611653099.jpg

Il centro storico di Palermo è pronto ad iniziare il suo percorso verso la rinascita, grazie alla firma del decreto del Presidente del Consiglio, che da il via libera ai 90 milioni di euro di investimenti pubblici previsti per la riqualificazione di strade, chiese e palazzi che caratterizzano il cuore del capoluogo siciliano.

Il Contratto istituzionale di sviluppo per il centro storico, che sarà firmato il 2 febbraio prossimo, si inserisce nell’ambito del Piano operativo Cultura e Turismo del Fondo Sviluppo e Coesione 2014/2020. Il sottosegretario al Mibact, Anna Laura Orrico ha convocato in quella data il tavolo istituzionale di coordinamento per l’attuazione degli interventi di riqualificazione e rigenerazione. I fondi serviranno per 17 interventi ammessi al finanziamento: 11 proposti dal Comune, 5 dalla Regione Siciliana e uno dalla Soprintendenza Archivistica della Sicilia. Il tavolo istituzionale è composto, oltre che da un rappresentante del Comune, da esponenti del Ministero del Sud e della Coesione Territoriale, del Mibact, del Mef, del Ministero dello Sviluppo economico, della Prefettura, della Regione Siciliana, della città Metropolitana, dell’Università degli Studi del capoluogo e di Invitalia, individuata quale soggetto attuatore del Cis.

0-1611653103.jpg

Tra gli undici interventi ammessi tra quelli proposti dal Comune c’è il restauro dell’antico monastero delle Suore Carmelitane Scalze, in piazza Kalsa, poi il completamento del restauro dello Spasimo e del Collegio della Sapienza alla Magione. E ancora: la valorizzazione dei palazzi Giallongolo di Fiumetorto, Marchesi e Gulì; progetti di illuminazione artistica dei monumenti dell’itinerario Unesco e di alcuni percorsi pedonali, come il restauro dell’ex convento di San Basilio, destinato a diventare Casa delle Culture o la rifunzionalizzazione dell’ex collegio di San Rocco in via Maqueda. Infine oltre 25 milioni saranno destinati alla riqualificazioni delle pavimentazioni storiche.

Gli interventi proposti dalla Regione, invece, riguardano il Museo Riso, con l’ampliamento degli spazi esterni e l’adeguamento agli standard museali europei; il “GiocaMuseo”, percorsi didattici con animazioni da realtà aumentata; una mostra itinerante su Sicilia e Magna Grecia; e “MuseoCity”, il sistema museale integrato del centro storico di Palermo. Infine, l’intervento ammesso proposto dalla Soprintendenza archivistica della Sicilia, riguarda il restauro dell’ex convento della Gancia, sede attuale dell’Archivio di Stato di Palermo. 

 

 

©riproduzione riservata

Leggi le altre interviste

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Notabilis

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder