imageimage.jpegimage.jpeg
image-764
notabilistestata1

facebook
youtube
instagram
notabilistestata1

NOTA CRITICA

NEWS

NEWS

EVENTI

MENU

INFO & CONTATTI

INFO & CONTATTI

MENU

NOTA CRITICA

EVENTI

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

image-766

INTERVISTE

Le nostre interviste inedite

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

www.notabilis.it @ All Right Reserved 2020 | 

www.notabilis.it @ All Right Reserved 2020 | 


facebook
youtube
instagram

facebook
youtube
instagram

Autunno in Sicilia: la storia e la ricetta del “ficato ri setti cannola”

2020-08-25 16:53

Redazione

News, Lo sfizio, notabilis, lo sfizio, autunno, ricetta, zucca,

Autunno in Sicilia: la storia e la ricetta del “ficato ri setti cannola”

Zucca in agrodolce alla Siciliana ( “u ficato ri setti cannola”): la ricetta.

Lo Sfizio - Recita il proverbio siciliano: “Cònzala comu voi, sempri cucuzza è!” (condiscila come preferisci, sempre zucca rimane). Che la zucca sia dunque un ingrediente banale e poco saporito? Certo che no!

Basta chiedere alle nonne e alle mamme siciliane, che conoscono ricette con la zucca da leccarsi i baffi. Ci siamo fatti consigliare un piatto della tradizione con la zucca rossa.

fall-decor-4-1598363495.jpg

Zucca in agrodolce alla Siciliana ( “u ficato ri setti cannola”)

 

Il cosiddetto “ficato ri setti cannola” (fegato dei sette cannoli) è un piatto palermitano, tramandato nella tradizione siciliana dalle massaie. Il fegato in agrodolce era una delle pietanze dei cuochi francesi che nel ‘700 cucinavano per le nobili famiglie siciliane. Il popolo non poteva permettersi di acquistare il fegato, perciò pensò bene di sostituirlo con la zucca a polpa rossa. 

L’accezione“sette cannola” invece deriverebbe dal numero delle canne bronzee della fontana del Garraffello, che si trova al centro della Vucciria a Palermo. Nei pressi della fontana, i venditori ambulanti erano soliti vendere la zucca in agrodolce, chiamando i clienti al grido di “u ficato ri setti cannola!”. 

Ecco la ricetta:

 

1 zucca gialla, 2 spicchi d’aglio, aceto, menta, olio di 

semi, zucchero, sale e pepe q.b.

 

Dopo aver pulito la zucca, levando i semi e la buccia, bisogna tagliarla a fette e friggerla con olio di semi. Nella stessa padella si fa rosolare l’aglio e la zucca fritta, successivamente si aggiunge sale, pepe, 2 cucchiaini di zucchero e 2 di aceto. Lasciare sfumare l’aceto e disporre la zucca sul piatto da portata. Alla fine, per dare un tocco di freschezza alla pietanza, si aggiunge qualche foglia di menta fresca. 

 

 

 

©riproduzione riservata 

Leggi le altre interviste

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Notabilis

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder