imageimage.jpegimage.jpeg
image-764
notabilistestata1

facebook
youtube
instagram
notabilistestata1

INFO & CONTATTI

NOTA CRITICA

MENU

NEWS

MENU

NEWS

EVENTI

INFO & CONTATTI

NOTA CRITICA

EVENTI

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

image-766

INTERVISTE

Le nostre interviste inedite

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

www.notabilis.it @ All Right Reserved 2020 | 

www.notabilis.it @ All Right Reserved 2020 | 


facebook
youtube
instagram

facebook
youtube
instagram

Due serate speciali all’Orecchio di Dionisio a Siracusa - Penelope. Il grande inganno

2019-07-22 16:03

Redazione

News, notabilis, persone, fatti, eventi, degni di nota, in sicilia, inda, eventi teatro, penelope, il grande inganno, odissea, orecchio di dionisio,

Due serate speciali all’Orecchio di Dionisio a Siracusa - Penelope. Il grande inganno

NEWS SIRACUSA - Una delle figure più emblematiche della mitologia classica, Penelope raccontata att

NEWS

antinooepenelope-1579710324.jpg

SIRACUSA - Una delle figure più emblematiche della mitologia classica, Penelope raccontata attraverso un lungo flashback arriva a Siracusa, per due serate imperdibili.

Partita il 19 luglio, da Troina approderà anche a Siracusa, il 23 e 24 luglio, per due serate speciali nello splendido scenario dell’Orecchio di Dionisio, la tournée di Penelope. Il grande inganno, lo spettacolo diretto da Manuel Giliberti e prodotto dalla Fondazione Inda, dall’Associazione “Verso Argo” e dal Teatro Donnafugata. Dopo il grande successo della prima al Festival 3drammi3 a Ragusa Ibla, lo spettacolo sarà in scena al Mythos Troina Festival, la rassegna teatrale sul mito classico e moderno in programma a Troina dal 5 luglio al 3 agosto per poi attraversare la Sicilia. L’evento, alla sua prima edizione, nasce dall’idea di mettere in risalto il mito come fonte di conoscenza della realtà ed espressione per eccellenza del teatro ed è anche per questa ragione che la Fondazione Inda, che ha nella diffusione e nella promozione della cultura classica il cuore della propria attività, è accanto al Comune di Troina e all’Oasi Maria Santissima di Troina nell’allestimento del Festival ospitato nella splendida cornice della radura del Villaggio Cristo Redentore nel centro in provincia di Enna. 

La tournée estiva della rappresentazione diretta da Giliberti ha proseguito il suo tour con la data del 21 luglio al Teatro Greco di Segesta all’interno delle Dionisiache, per arrivare poi il 23 e 24 luglio a Siracusa, con due repliche che avranno inizio dalle 20.30, nella splendida location dell’Orecchio di Dionisio, all’interno del Parco Archeologico della Neapolis della città aretusea. L’ingresso allo spettacolo all’Orecchio di Dionisio è gratuito fino a esaurimento posti. Per chi volesse assistere, si dovrà ritirare il ticket gratuito nella biglietteria della Fondazione Inda in corso Matteotti; il ritiro è possibile a partire da lunedì 22 luglio, dalle 10 alle 13. Infine, il 27 luglio prossimo, lo spettacolo sarà invece messo in scena a Eraclea nell’ambito della rassegna Teatri di Sicilia. 

penelope4-1579710325.jpg

Penelope. Il grande inganno racconta i venti lunghi anni durante i quali Ulisse rimase lontano da Itaca, prima per combattere insieme agli altri eroi Greci la guerra di Troia, poi nel tentativo di fare ritorno nella propria patria, e racconta soprattutto la figura di Penelope, moglie di Ulisse, regina ingegnosa, difensore instancabile del regno di Itaca e madre protettiva.

«Non sappiamo nulla di cosa avvenne realmente a Itaca in quei vent’anni - sono le parole del regista Manuel Giliberti - Chi sono le vittime e chi i complici? Qual è la relazione tra Penelope e le sue ancelle? I Proci come vivono veramente l’occupazione del palazzo?». Attraverso la forma del flashback e una narrazione leggera, che privilegia l’ironia, Penelope. Il grande inganno riflette su questi interrogativi avendo come punti di riferimento autori classici e contemporanei che hanno narrato la vicenda: da Omero a Euripide, Ovidio, Gorgia fino a Ritzos, Malerba e Atwood. «Non diamo volutamente una interpretazione finale - aggiunge il regista - ma cerchiamo di aggiungere volume, linee e materia a quell’ologramma tanto amato ma assai poco compreso». 

La drammaturgia dello spettacolo è di Manuel Giliberti, i costumi di Marcella Salvo, i movimenti di Serena Cartia, le musiche di Antonio Di Pofi mentre Giovanni Ragusa è il direttore di scena. Sul palco attori professionisti e allievi dell’Accademia d’Arte del Dramma Antico, sezione “Giusto Monaco”: Deborah Lentini, Elvio La Pira, Giulia Valentini, Serena Chiavetta, Federica Cinque, Simona De Sarno, Rosario D’Aniello, Alessandro Mannini, Mattia Valenti, Claudia Bellia e Luigi Mancuso. La voce di Omero è di Clara Galante, nel cast anche la cantante Chiara Meschini.

©riproduzione riservata

Leggi le altre interviste

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Notabilis

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder