imageimage.jpegimage.jpeg
image-305
notabilistestata1

facebook
youtube
instagram
notabilistestata1

NOTA CRITICA

EVENTI

INFO & CONTATTI

NOTA CRITICA

MENU

EVENTI

NEWS

MENU

NEWS

INFO & CONTATTI

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

image-766

INTERVISTE

Le nostre interviste inedite

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

A Francavilla il nuovo Museo Civico Archeologico: dal Paolo Orsi di Siracusa reperti inediti

2019-11-25 11:35

Redazione

News, notabilis, persone, fatti, eventi, degni di nota, in sicilia, news, eventi arte, eventi messina, museo civico archeologico francavilla, museo archeologico regionale paolo orsi siracusa, parco archeologico naxos taormina,

A Francavilla il nuovo Museo Civico Archeologico: dal Paolo Orsi di Siracusa reperti inediti

NEWS MESSINA - Ci saranno diversi reperti inediti, in arrivo dai magazzini dei musei Paolo Orsi di S

NEWS

pnt2cfrancavilla2cantiquariumcomunale2clgt-1579707453.jpgpnt2cfrancavilla2cstatuettavotivadasantuariodemetraekore2clgt-1579707453.jpg

MESSINA - Ci saranno diversi reperti inediti, in arrivo dai magazzini dei musei Paolo Orsi di Siracusa e da Naxos, che saranno raccolti nella nuova collezione civica del Comune di Francavilla, presto esposta interamente presso Palazzo Cagnone, edificio del XVIII secolo. È qui che nei prossimi mesi sarà messo in funzione il nuovo Museo Civico Archeologico, che vede la collaborazione del Parco Archeologico Naxos Taormina, diretto da Gabriella Tigano, con il Comune di Francavilla, guidato dal sindaco Vincenzo Pulizzi.

Un sopralluogo alla struttura, nei giorni scorsi, da parte dei due staff istituzionali ha permesso di pianificare il calendario dei lavori del Parco Naxos Taormina, cui è affidata la direzione scientifica del nuovo museo di Francavilla, lavori che vedranno impegnati la stessa direttrice Tigano e l’archeologa Maria Grazia Vanaria, a cura del nuovo progetto espositivo, che seguirà un criterio cronologico-topografico, e Diego Cavallaro per l’allestimento degli spazi.

pnt2cfrancavilla2cantiquariumcomunale2clgt-1579707453.jpgpnt2cfrancavilla2cstatuettavotivadasantuariodemetraekore2clgt-1579707453.jpg

In mostra reperti recuperati negli ultimi decenni durante gli scavi urbani nel centro di Francavilla e in contrada Fanterilli, area ai piedi della collina del Castello, che in queste settimane è stata ripulita e resa fruibile a visitatori e studiosi. I lavori, infatti, hanno rivelato un lembo della città antica, risalente al V sec. a.C. che, nell’assetto urbano e nelle tecniche costruttive, è molto simile a Naxos. Al primo nucleo della collezione archeologica di Francavilla – costituito da reperti provenienti dagli scavi condotti dal 1979 al 1987 dalle Soprintendenza di Siracusa e Messina, e sinora esposti nell’Antiquarium comunale di via Liguria - si aggiungeranno pezzi inediti, provenienti dal Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi di Siracusa e dal Parco Archeologico di Naxos-Taormina. Fra questi reperti figurano: antefisse con maschere di Sileno, simili a quelle di Naxos, della quale Francavilla sembra essere stata appunto una subcolonia; corredi funerari; monete di varie zecche; terracotte provenienti dai depositi votivi del santuario di Demetra e Kore e alcuni raffinatissimi pinakes, bassorilievi simili a quelli rinvenuti in Calabria, nel santuari di Persefone a Locri Epizefiri.

 Info pubblico 

Francesca Brancato

©riproduzione riservata

www.notabilis.it @ All Right Reserved 2020 | 

www.notabilis.it @ All Right Reserved 2020 | 


facebook
youtube
instagram

facebook
youtube
instagram

IL CONTENUTO TESTUALE / INFORMATIVO E' STATO REALIZZATO DALLA GIORNALISTA ROSSELLA JANNELLO

Leggi le altre interviste

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Notabilis

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder