imageimage.jpegimage.jpeg
mock up contemporanea notabilis
notabilistestata1

facebook
youtube
instagram
notabilistestata1

MENU

INFO & CONTATTI

MENU

INFO & CONTATTI

NEWS

NEWS

NOTA CRITICA

NOTA CRITICA

EVENTI

EVENTI

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

 

A PROPOSITO DI  CULTURA...

IL TEATRO TRAGICO, NEI LAGER E LA NASCITA DEL PICCOLO TEATRO IN UN EXCURSUS IN VILLA REIMANN“PENSACI, GIACOMINO!”: AL GARIBALDI DI AVOLA UNA LACRIMA UN SORRISO, GRAZIE PIPPO PATTAVINAStanding ovation di 10 min per il debutto della Fedra (Ippolito portatore di corone) al Teatro Greco di Siracusa“Il mio onore è morto insieme a queste bestie”: registra il tutto esaurito il debutto di Aiace a SiracusaMIXOLOGY: nasce “Polara ’53” la linea di toniche e sode premium “born in Sicily”LA VOCE DEL VIOLINO: ERIKA RAGAZZI E IL FUOCO SACRO DELL’ARTETutto pronto per la 59° Stagione di rappresentazioni classiche al Teatro Greco di Siracusa (10 maggio-giugno 2024)“GIOVANNA D’ARCO”: AL “GARIBALDI” DI AVOLA URLA LA CARNE, SI INFIAMMA L’ANIMASIRACUSA: tutto pronto per gli “Stati generali del Cinema”Turismo: le Gole dell’Alcantara sperimentano quello cinofilo

“ITRIA”: IL RICHIAMO A “I FATTI DI AVOLA”, ANCORA UN RECLAMO

2023-03-01 15:14

Lucia Corsale

NOTE, Note TEATRO,

“ITRIA”: IL RICHIAMO A “I FATTI DI AVOLA”, ANCORA UN RECLAMO

I fatti sono quelli di Avola, in cui il 2 dicembre 1968

img-20230227-wa0002.jpeg

“Itria”, lo spettacolo svoltosi al teatro “Garibaldi” di Avola, nel rievocare una  tragica pagina della nostra Storia, ha sondato il dolore di una delle famiglie coinvolte, tramite un viaggio della memoria. Sul palco, lei, Aurora Miriam Scala, il piglio è quello di  un’attrice navigata, la voce, che  a volte è un flebile gemito, prorompe  in urlo straziante che diventa tremito. La lingua di Itria – donna siciliana -  è il dialetto,  incline ad esprimere al meglio l’emozione, la rabbia e l’affetto, l’inizio è un “repitu”, un  funebre lamento, “Morsi cu’ morsi tannu e aiutu mancu ci nni potti, cu’ mori mangia terra e cu’ campa fa ‘a guerra” che all’inaudita sofferenza aggiunge  il tormento.

I fatti sono quelli di Avola, in cui il 2 dicembre 1968, al culmine di una protesta contadina  trovarono la morte Giuseppe Scibilia e Angelo Sigona, diversi i feriti, la mano della polizia fu assassina. Itria è la moglie di Peppuccio, bello, alto, ca pari Amedeo Nazzari, mentre sua madre, il figlio di don Turiddu, il panettiere, gli voleva fare maritare.  Allora,  c’erano i braccianti agricoli di serie A, che si spaccavano la schiena  nella zona nord di Siracusa, la città, e quelli di serie B, che, nella parte sud, venivano spolpati dai compagni, i caporali, ormai, assoldati. Sono proprio costoro ad alzare la voce, patruni e latruni, ma con i proprietari terrieri non si trova l’intesa, meglio perciò lo sciopero e non la resa. Itria, il cambio di abito è repentino, muta la forma – ora impersona i figli, Carmela, Santo, Paoletta, ora un caruso che porta Peppe all’ospedale – non può più sfuggire a quell’avverso destino. È un vorticare di ricordi, tra flashback e incursioni nel presente, è un districarsi di pensieri nell’occulta stanza della mente.

img-20230227-wa0007.jpeg

Le voci fuori campo sono di Cinzia Maccagnano, Andrea Maiorca, Valerio Puppo, Alessandro Romano, Corrado Scala, Giuseppe Vigneri. Lo spettacolo di e con Aurora Miriam Scala, inserito nel cartellone di eventi dalla direttrice artistica del teatro “Garibaldi”,  Tatiana Alescio, in collaborazione con il comitato di gestione dello stesso, e patrocinato dall’amministrazione comunale – il sindaco, Rossana Cannata, e l’assessore alle Politiche culturali, Corrada Di Rosa, - si è avvalso del supporto tecnico di Valerio Puppo, dell’aiuto regia, Maria Chiara Pellitteri, di “Freezer09-lab”, per le scene e i costumi e della “Bottega del pane teatro” per la  produzione. A distanza di 55 anni da “I fatti di Avola”, la cui inchiesta è stata secretata, la verità, resta un mistero, perché mai è stata scrutata. E il teatro, dove si applaude alla finzione, ha sete di giustizia, fosse pure lo spazio di un’illusione.

 

“Ma cu’ ammazzau a Peppe? A me maritu?”

 

 

©riproduzione riservata 

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

www.notabilis.it  |  All Right Reserved Notabilis © 2023 

www.notabilis.it  |  All Right Reserved Notabilis © 2023 


facebook
youtube
instagram

facebook
youtube
instagram
image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Notabilis