imageimage.jpegimage.jpeg
mock up contemporanea notabilis
notabilistestata1

facebook
youtube
instagram
notabilistestata1

MENU

INFO & CONTATTI

MENU

INFO & CONTATTI

NEWS

NEWS

NOTA CRITICA

NOTA CRITICA

EVENTI

EVENTI

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

 

A PROPOSITO DI  CULTURA...

IL TEATRO TRAGICO, NEI LAGER E LA NASCITA DEL PICCOLO TEATRO IN UN EXCURSUS IN VILLA REIMANN“PENSACI, GIACOMINO!”: AL GARIBALDI DI AVOLA UNA LACRIMA UN SORRISO, GRAZIE PIPPO PATTAVINAStanding ovation di 10 min per il debutto della Fedra (Ippolito portatore di corone) al Teatro Greco di Siracusa“Il mio onore è morto insieme a queste bestie”: registra il tutto esaurito il debutto di Aiace a SiracusaMIXOLOGY: nasce “Polara ’53” la linea di toniche e sode premium “born in Sicily”LA VOCE DEL VIOLINO: ERIKA RAGAZZI E IL FUOCO SACRO DELL’ARTETutto pronto per la 59° Stagione di rappresentazioni classiche al Teatro Greco di Siracusa (10 maggio-giugno 2024)“GIOVANNA D’ARCO”: AL “GARIBALDI” DI AVOLA URLA LA CARNE, SI INFIAMMA L’ANIMASIRACUSA: tutto pronto per gli “Stati generali del Cinema”Turismo: le Gole dell’Alcantara sperimentano quello cinofilo

“FIGLIO DEL CAOS”, IL TRIBUTO A PIRANDELLO, UN LUNGO APPLAUSO

2023-05-03 13:57

Lucia Corsale

NOTE, Note TEATRO, luigi pirandello, spettacolo teatrale, tatiana alescio, teatro garibaldi avola, figlio del caos, le note teatro,

“FIGLIO DEL CAOS”, IL TRIBUTO A PIRANDELLO, UN LUNGO APPLAUSO

Luigi Pirandello: "Dal caos vengo. Al caos ritorno!“

fotodd.jpeg

“Figlio del caos”, la trasposizione teatrale del testo  di Pirandello, per la regia di Tatiana Alescio, è stata un viaggio nella letteratura, dove la parola morde la carne e la finzione è soltanto nell’architettura. 

Lo spettacolo, messo in scena al Teatro “Garibaldi” di Avola, di cui la direttrice artistica è la stessa Tatiana Alescio, era inserito nel cartellone di eventi allestito di concerto con l’amministrazione comunale – il sindaco, Rossana Cannata, e l’assessore alle Politiche sociali, Corrada Di Rosa – in collaborazione con il Comitato di gestione. Lo spettacolo ha preso il là con la voce fuori campo di Enzo Brasolin, un attore che, ricalcando la  formula originaria, ha formulato il pensiero  dello scrittore: “Una notte di giugno caddi come una lucciola sotto un gran pino solitario in una campagna di olivi saraceni affacciata sul mare africano. Io dunque sono figlio del caos, e non allegoricamente,  perché sono nato in una contrada denominata dagli abitanti di Girgenti, Càvusu“.

Un linguaggio che dà contezza dello stile dell’autore,  i cui  preziosismi letterari sono una rarità,  mentre  ampio è il ricorso alle forme colloquiali tipiche dell’oralità. Il sipario si è alzato su “Lumie di Sicilia”,  la cui protagonista, Teresina, cerca  col canto il riscatto dalla vita. E cantante, al nord, lo è diventata,  Marnis Sina, ormai, è  il suo nome, e non è proprio una colombina… L’antico fidanzato, Micuccio Bonavino, le porta dei frutti (lumìe, simbolo di purezza) in dono, ma non glieli fa toccare, ed  esterrefatto, va via, no, no, non può concederle il perdono: “Sul finire del 1893, sullo stradone che porta da Porto Empedocle ad Agrigento, conobbi Maria Antonietta Portulano. Lo sappiamo tutti che il nostro fu un matrimonio combinato dalle famiglie per risolvere le problematiche economiche“.

La voce fuori campo racconta del matrimonio del drammaturgo, tre figli -  Stefano, Lietta e Fausto -  ma l’epilogo con Antonietta  è assai infausto. Pirandello scrive all’amata sorella Lina, la zolfara è andata bruciata, e la pazzia di  Maria Antonietta  si è acutizzata. Ed ecco che cambia la scena, “L’altro figlio” è entrato e il pianto di una  vecchia madre, Mariagrazia, si fa disperato. I suoi due figli, partiti per l’America, non danno seguito alle sue lettere, e lei, ridotta in miseria, rifiuta il figlio affettuoso: non sia mai, è frutto di una inaudita violenza, fattami da un avanzo di galera. E con “Il berretto a sonagli” lo spettacolo si innalza; la signora Beatrice Fiorica, gelosa e insoddisfatta, il delegato Spanò, amico di famiglia, incalza. Il tradimento del marito, il cavalier Fiorica, con la moglie del suo scrivano Ciampa, va punito, ma Ciampa avverte, che tra le corde presenti nella nostra testa, seria, pazza, quella civile bisogna girare, perché  alla collettività il proprio io non bisogna mostrare. A calcare la scena, tra svolazzi di seta, pizzi neri e abiti maschili lusinghieri, c’era un cast d’eccezione Tatiana Alescio, Sergio Molino, Mary Accolla, Giuseppe Orto, Rosalba Casentino, Lucia Giudice e Giuseppe Cassia. Quanti attori attorno! E Pirandello puntualizza: “Dal caos vengo. Al caos ritorno“.

 

 

©riproduzione riservata

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

www.notabilis.it  |  All Right Reserved Notabilis © 2023 

www.notabilis.it  |  All Right Reserved Notabilis © 2023 


facebook
youtube
instagram

facebook
youtube
instagram
image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Notabilis